Archivio per l'etichetta ‘MINA

Buona domenica sera in poesia “Vorrei esser il rosa..” A. Lowell – arte Previati – canzone “Sognando” di Mina   Leave a comment

 

 

Previati – La danza delle ore


 

 

 


Ho un sogno, un solo sogno: continuare a sognare.
Sognare la libertà, sognare la giustizia, sognare l'uguaglianza.
E magari non aver bisogno di sognare.
Charlie Chaplin

 

 

Previati – Paolo e Francesca

 

 

VORREI ESSER IL ROSA E L'ARGENTO

Amy Lowell
 

Io vorrei essere il rosa e l'argento

nel correre lungo i sentieri,

ed Egli mi inseguirebbe inciampando,

turbato dal mio riso.

Vedrei il sole balenare nell'elsa della sua spada

e nelle fibbie delle sue scarpe.

Mi piacerebbe condurlo in un labirinto

lungo i sentieri modellati,

uno splendente e ridente labirinto

per il mio innamorato dai pesanti stivali.

Fino a che non mi afferrasse nell'ombra;

e i bottoni del suo giustacuore

premerebbero nell'abbraccio il mio corpo,

che dolora, che si scioglie,

che non ha paura….

 
 
 
 
 
 

                   

 
 

 

 
 
a tutti da Orso Tony
 
 
 
 
 

IL TUO SALOTTO CULTURALE DI FB?
E’ LA TUA PAGINA D’AMORE PSICHE E SOGNO


 
 
 
 

Previati 

 

Annunci

Buon martedì sera in poesia “Canzone d’amore” di H. Hesse – arte.. Parmigianino – canzone “Volami nel cuore”   1 comment

 

 
 
 
Parmigianino
 
 
 
 
 

L'immagine può contenere: cielo e spazio all'aperto
 
 
 
 
 
Camminavamo senza cercarci
pur sapendo che camminavamo per incontraci.
Julio Cortázar
 
 
 
 
 
Parmigianino – Pier Maria Rossi




CANZONE D’AMORE
~ Hermann Hesse ~

Per dire cos’hai fatto

di me, non ho parole.
cerco solo la notte
fuggo davanti al sole.
La notte mi par d’oro
più di ogni sole al mondo,
sogno allora una bella
donna dal capo biondo.
Sogno le dolci cose,
che il tuo sguardo annunciava,
remoto paradiso
di canti risuonava.
Guarda a lungo la notte
e una nube veloce
per dire cos’hai fatto
di me, non ho la voce.





Parmigianino
 
 


 

 

L'immagine può contenere: 1 persona, persona seduta, oceano e spazio all'aperto

 
 


LA POESIA… LA CULTURA…
IL LORO FANTASTICO MONDO…
E LE LORO SUBLIMI EMOZIONI
NELLA PAGINA FB


 
 
 
Parmigianino – La schiava turca

 

 
 

Buona serata estiva in poesia “Se solamente” Neruda – Arte M. Shasha – Canzone “Acqua e sale”   Leave a comment




Mark Shasha
 
 
 

Dovunque voi siate vi giunga il mio più affettuoso
augurio di un bella serata estiva.
 
 
 
 
 
 
 
 
 

I dipinti stavolta sono tutti… d'ambiente estivo e marino…

 
 

 
 
 
 
 
 

 

Il tempo è una scusa.

Quando si ama una cosa il tempo lo si trova.

Dacia Maraini

 

 

 

Mark Shasha – Vento d'estate

 

 

 

 

 (Acqua e sale)

 
 
 

SE SOLAMENTE
Pablo Neruda

Se solamente mi toccassi il cuore,
se solamente mettessi la tua bocca sul mio cuore,
la tua bocca sottile, i tuoi denti,
e mettessi la tua lingua come una freccia rossa
lì dove il mio cuore polveroso martella,
se soffiassi nel mio cuore, vicino al mare,
piangendo,
suonerebbe con rumore scuro,
con suono di ruote di treno assonnate,
come acque vacillanti,
come l’autunno in foglie,
come sangue,
con un rumore di fiamme umide che bruciano il cielo,
suonando come sogni o rami o piogge
e sirene di un porto triste,
se tu soffiassi nel mio cuore vicino al mare,
come un fantasma bianco,
al bordo della schiuma,
in mezzo al vento,
come un fantasma scatenato,
in riva al mare,
piangendo…

 
 
 

Mark Shasha

 

 

 

 

a tutti da Tony Kospan

 

 

 

 Mark Shasha

 

 

Mini antologia delle canzoni delle nostre estati – IV – “Stessa spiaggia stesso mare” del 1963   Leave a comment

 
 

 
 
 
 
 
 
Questa nostra piccola antologia delle canzoni
che hanno segnato le nostre estati prosegue con questa…

estivissima

 
 
 
 
 
 
 

STESSA SPIAGGIA STESSO MARE
di un autore… mitico… come Mogol.

 
 
 
 
 
 
 
 
LE CANZONI DELL'ESTATE
by Tony Kospan
 
 
IV
 
  
 
 
                    
 
 
 
 
La canzone,
che sembra farci vedere le immagini e sentire i profumi
delle estati degli anni 60… però…
come tanti altri tormentoni estivi,
pur essendo nata da cotanto autore,
non brilla certo per la bellezza del testo.
 
 
 
 
 
 
 
 

La canzone è del 1963…
(un anno ricchissimo di tormentoni estivi)
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Ecco ora qualche immagine dell'estate di quell'anno…
per viverne (o riviverne) l'atmosfera.
 
 
 
 
Pelé e Rivera
 
 
 
 
Il famoso film Cleopatra
 
 
 
 
 
Una giovane Gina Lollobrigida
 
 
 
 
Immagine dal mitico film L'ape regina
 
 
 

 
Ascoltiamo  ora… l'allegra canzoncina 
prima cantata dalla mitica MINA

 
 
 
 
L'immagine può contenere: 1 persona, con sorriso, in piedi e sMS
 
 
 


e poi, qui giù, nella versione di Piero Focaccia
 potendo leggerne anche il testo…
grazie al fantastico sito di un nostro connazionale
emigrato in Brasile

 
 
 


 
 
 
                             

 
 

Ciaooooooooooo

e felice estate a tutti

da Orso Tony


 

 
 
 

 
 
 
 80x8080x8080x8080x8080x8080x8080x80

LA PAGINA DI PSICHE E SOGNO
CHE PUO' AIUTARTI A COLORARE LE TUE ORE

 
 
 



L'immagine può contenere: una o più persone, oceano, sMS e spazio all'aperto



 
 

Le belle ed eteree bolle di sapone.. uniscono con leggerezza Trilussa e Mina.. in una poesia ed una canzone   Leave a comment




 
 
 
 

Una poesia di Trilussa… leggera… eterea…
proprio come una bolla di sapone…
ma come tutte le sue… bella… ed originale…
e la nota simpatica canzone di Mina
altrettanto impalpabile…

 
 
 
   
 
   
   
 
  
 
 
LE BOLLE DI SAPONE

Trilussa e… Mina
 
 
 
 

 
 
 
 
  
  
 
 
 

BOLLA DI SAPONE
Trilussa
 
  
Lo sai ched’è la bolla di sapone?
L’astuccio trasparente d’un sospiro.
Escita da la canna vola in giro,
sballottolata senza direzzione,
pe fasse cunnolà come se sia
dall’aria stessa che la porta via.
  
Una farfalla bianca, un certo giorno,
ner vede quella palla cristallina
che rispecchiava come una vetrina
tutta la roba che ciaveva intorno,
j’agnede incontro e la chiamò: “Sorella,
fammete rimirà! Quanto sei bella!
  
Er celo, er mare, l’aberi, li fiori
pare che t’accompagnino ner volo:
e mentre rubbi, in un momento solo,
tutte le luci e tutti li colori,
te godi er monno e te ne vai tranquilla
ner sole che sbrilluccia e sfavilla.”
  
La Bolla de Sapone je rispose :
“So bella, sì, ma duro troppo poco.
La mia vita, che nasce per un gioco
come la maggior parte delle cose,
sta chiusa in una goccia…Tutto quanto
finisce in una lagrima de pianto.”

  
 
 
 
  
 
 
 
 

 

 
 
 
Ed ora… sempre in tema… la nota canzone…
LE MILLE BOLLE BLU di Mina

 
 
 


  


 


 


Ciao da Orso Tony 


 



 


 


 


 


 


 

PER LE NOVITA’ DEL BLOG

SE IL BLOG TI PIACE
I S C R I V I T I







 
 

Buon sabato notte in poesia “Rosa purpurea” Hesse – arte.. Waterhouse – canzone “Acqua e sale”   Leave a comment


 
 
 
 
John William Waterhouse
 
 
 
 
 
L'immagine può contenere: oceano, cielo, nuvola, natura, acqua e spazio all'aperto
 
 
 
 

 
D'amore non esistono peccati,
s'infuriava un poeta ai tardi anni,
esistono soltanto peccati contro l'amore.
E questi no, non li perdoneranno.
Giorgio Caproni
 

 
 
 

 

John William Waterhouse – Santuario

 

 


 


 
 
 
ROSA PURPUREA
Hermann Hesse
 
 
Ti avevo cantato una canzone.
Tu tacevi. La tua destra tendeva
con dita stanche una grande,
rossa, matura rosa purpurea.
E sopra di noi con estraneo fulgore
si alzò la mite notte d'estate,
aperta nel suo meraviglioso splendore,
la prima notte che noi godemmo.
Salì e piegò il braccio oscuro
intorno a noi ed era così calma e calda.
E dal tuo grembo silenziosa scrollasti
i petali di una rosa purpurea.
 
 
 
 
 
John William Waterhouse – Arianna

 
 
 
 
 
 
 
 
L'immagine può contenere: 1 persona, sMS
 
 
 
 
a tutti da Orso Tony
 
 
 
 
.
.
.
.
.
ARTE MUSICA POESIA ETC
NEL GRUPPO DI FB

.
.
 
 
  

 L'immagine può contenere: 6 persone

John William Waterhouse – Ila e le ninfe


 

SE TELEFONANDO – La bellissima canzone-poesia di Mina opera di autori.. molto noti – Testo e video   Leave a comment


 
 
E’ universalmente riconosciuta
come una delle più belle canzoni italiane… di sempre…
e gli autori, come vedremo, sono tutti notissimi. 

.
.
 
 
   
Mina (Mina Anna Maria Mazzini) – Busto Arsizio, 25 marzo 1940
 
 
 
SE TELEFONANDO
– GRANDE CANZONE POESIA –
 
 
 
 
 
 
 
Si tratta davvero di un mixage stupendo costituito da:
– una stupenda interpretazione di Mina,
– una bellissima musica, opera del maestro Ennio Morricone,
ed
– un testo “poetico” che dobbiamo a Maurizio Costanzo e Ghigo De Chiara.
 

 
L'immagine può contenere: 1 persona
 
 
 


Questo disco (un 45 giri in vinile) è del 1966 ed è ormai divenuto uno stupendo… indimenticabile classico…

Il testo è in verità anche audace, di tipo intellettuale… e risente della liberazione sessuale degli anni '60.

Ci parla infatti di un rapporto d'amore intenso… passionale… ma di una sola notte e… senza futuro… ma che ha lasciato solo il bel ricordo delle emozioni vissute…

Il brano musicale si accompagna magicamente a queste emozioni con un continuo “crescendo” finale… che sembra non finire…

 

 
 
 
 
 
 
SE TELEFONANDO

 
Lo stupore della notte
spalancata
sul mar
ci sorprese che eravamo sconosciuti
Poi nel buio le tue mani
d’improvviso
sulle mie…
É cresciuto troppo in fretta
questo nostro
amor…
Se telefonando io potessi dirti addio
ti chiamerei…
Se io rivedendoti fossi certa che non soffri
ti rivedrei…
Se guardandoti negli occhi sapessi dirti basta
ti guarderei…
Ma non so spiegarti
che il nostro amore appena nato
è già finito…
Se telefonando io volessi dirti addio
ti chiamerei…
Se io rivedendoti fossi certa che non soffri
ti rivedrei…
Se guardandoti negli occhi sapessi dirti basta
ti guarderei…
Ma non so spiegarti
che il nostro amore appena nato
è già finito…
 
 
 
 
 

Ed ora è giunto il momento di ascoltarla in questo bel video…

 

 
 
 
 
CIAO DA TONY KOSPAN


IL TUO SALOTTO CULTURALE DI FB

Foto animata







L'immagine può contenere: una o più persone e sMS




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: