Archivio per l'etichetta ‘giovedì sera

Giovedì sera in poesia “Amo il pezzo di terra” Neruda – arte Hopper – canzone “Bella” Cocciante   Leave a comment

 

 

 

      

Hopper – Donna alla finestra

 

 

 

 

 

              fiori113blu   fiori113blufiori113blufiori113blufiori113blufiori113blu              

 La perdita degli interessi per la musica, la pittura, la poesia

costituiscono una perdita di felicità

e non è escluso che possa risultare lesiva per l’intelletto e,

più probabilmente ancora, per il carattere morale,

perché indebolisce il risvolto emozionale della nostra natura.

– Charles Darwin –

      fiori113blu   fiori113blufiori113blufiori113blufiori113blufiori113blu

 

 fre bia pouce   musicAnimata

Hopper

 
 
 
AMO IL PEZZO DI TERRA… 
Pablo Neruda
 
Amo il pezzo di terra che tu sei,
perché delle praterie planetarie
altra stella non ho. Tu ripeti
la moltiplicazione dell’universo.
I tuoi grandi occhi
son la luce che posseggo
delle costellazioni sconfitte,
la tua pelle palpita come le strade
che percorre la meteora nella pioggia.
Di tanta luna furon per me i tuoi fianchi,
di tutto il sole la tua bocca profonda e la sua delizia,
di tanta luce ardente come miele nell’ombra
il tuo cuore arso da lunghi raggi rossi,
e così percorro il fuoco della tua forma baciandoti,
piccola e planetaria, colomba e geografia.

 
 
 
Hopper
 
 
 
           long cuor 1xd5long cuor 1xd5              

 

 
 
 

a tutti…

 

 

rosa mini 87rosa mini 87rosa mini 87

ARTE MUSICA POESIA ETC
NEL GRUPPO DI FB
Frecce (51)

 

 

Hopper – Mattinata di sole d’estate




Giovedì sera in poesia “I tuoi occhi” Hikmet – arte De Blaas – canzone “Amore scusami” N. Fidenco   Leave a comment

 

Eugene de Blaas

 
 
 
 
 
 

 

2d22d6jwexv.gif2d22d6jwexv.gif

Tutte le persone sanno dare consigli e conforto 
al dolore che… non provano.
– William Shakespeare –
2d22d6jwexv.gif2d22d6jwexv.gif
 .
.
.
.
.
Eugene de Blaas – La corte


I TUOI OCCHI 
– Nazim Hikmet –

I tuoi occhi i tuoi occhi i tuoi occhi
che tu venga all’ospedale o in prigione
nei tuoi occhi porti sempre il sole.
I tuoi occhi i tuoi occhi i tuoi occhi
questa fine di maggio, dalle parti d’Antalya,
sono cosi, le spighe, di primo mattino;
i tuoi occhi i tuoi occhi i tuoi occhi
quante volte hanno pianto davanti a me
son rimasti tutti nudi, i tuoi occhi,
nudi e immensi come gli occhi di un bimbo
ma non un giorno han perso il loro sole;
i tuoi occhi i tuoi occhi i tuoi occhi
che s’illanguidiscano un poco, i tuoi occhi
gioiosi, immensamente intelligenti, perfetti:
allora saprò far echeggiare il mondo
del mio amore.

I tuoi occhi i tuoi occhi i tuoi occhi
Così sono d’autunno i castagneti di Bursa
le foglie dopo la pioggia
e in ogni stagione e ad ogni ora, Istanbul.

I tuoi occhi i tuoi occhi i tuoi occhi
verrà giorno, mia rosa, verrà giorno
che gli uomini si guarderanno l’un l’altro
fraternamente
con i tuoi occhi, amor mio,
si guarderanno con i tuoi occhi.




Eugene de Blaas – Le curiose



 

png ROSA GRANDE PNG 9


 
 
 
 
 
 
 

 

cuori stelle

Frecce (174)


SE… IL BLOG TI PIACE… ISCRIVITI

.

.

.

fre bia poucemusical notes

Eugene de Blaas – Serenata

 
 
 

Giovedì sera in poesia “Ho fame della tua bocca” Neruda – arte Magritte – canzone “Sally” Vasco Rossi   Leave a comment

 

Magritte – Amore a distanza



 
 

 


aranc grande 8FF 

  Come in un sogno, 
 
l’amore viene con passi silenziosi. 
 
Rabindranath Tagore   
aranc grande 8FF

.
.
.
fre bia pouce music+121

Magritte – Gli amanti

 

 

HO FAME DELLA TUA BOCCA

Pablo Neruda


 

Ho fame della tua bocca, della tua voce, del tuoi capelli

e vado per le strade senza nutrirmi, silenzioso,

non mi sostiene il pane, l’alba mi sconvolge,

cerco il suono liquido dei tuoi piedi nel giorno.


Sono affamato del tuo riso che scorre,

delle tue mani color di furioso granaio,

ho fame della pallida pietra delle tue unghie,

voglio mangiare la tua pelle come mandorla intatta.


Voglio mangiare il fulmine bruciato nella tua bellezza,

il naso sovrano dell’aitante volto,

voglio mangiare l’ombra fugace delle tue ciglia

e affamato vado e vengo annusando il crepuscolo,

cercandoti, cercando il tuo cuore caldo

come un puma nella solitudine di Quitratùe. 

 

 

 

Magritte – Ritratto di Stephy Langui

 

 

fiori ximqrfiori ximqrfiori ximqr   



 

  



Barra21CAhomeiwao

UN MODO DIVERSO DI VIVER LA POESIA (E NON SOLO)

Frecce (174)

 
 
  
  Magritte – Riconoscenza infinita    
 
 

Notte in poesia “Stella” R. Perin – arte Vettriano – canzone “Parlami di te” F. Hardy   2 comments


.
.
.
.
 
 

 
 
 
 
 





 



 
 
 viola 19
Quei giorni perduti a rincorrere il vento
a chiederci un bacio e volerne altri cento
Fabrizio De Andrè
viola 19

 
 
 
 

Jack Vettriano
 
 
 
 
STELLA
Roberto Perin

 
Ho trovato
un mondo dove giocare.
Ho trovato
un mondo dove vivere.
Ho trovato
un mondo dove sognare,
con le bolle color grano,
saltare i riflessi
di cielo nelle acque vive.
Ho trovato dove correre
in sella alla libertà,
mentre cerco l’orizzonte.
Penso che questa
non può essere realtà.
Ho sciolto i nodi
dei miei pensieri,
ho liberato al vento i desideri
in questo mondo magico.
Una mano mi stringe,
mi prende, è la tua mano.
La mano di chi mi ha
fatto sognare con il suo amore.

 
 
 
 

Jack Vettriano

 
 
 
 
 
 
stella rosa divisore1
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 da Orso Tony

 
 
 
 

ARANCIO divfar

.
.
.
.
.
.

Frecce2039 musicAnimata.gif

Jack Vettriano



 
 

Giovedì sera in poesia “Il piccolo fiore” Tagore – arte C. Alexandre – canzone “Farfallina” L. Carboni   Leave a comment




Catherine Alexandre









indaco-f7ey.gifindaco-f7ey.gifindaco-f7ey.gif

“Quando si diventa forti?” chiesi.
Ed ella con un delicato sorriso rispose:
“Quando imparerai a non fare del male a nessuno.”
Alejandro Jodorowsky

indaco-f7ey.gifindaco-f7ey.gifindaco-f7ey.gif






Catherine Alexandre




IL PICCOLO FIORE
R. Tagore

Cogli questo piccolo fiore
e prendilo. Non indugiare!
Temo che esso appassisca
e cada nella polvere. 

Non so se potrà trovare
posto nella tua ghirlanda,
ma onoralo con la carezza pietosa
della tua mano – e coglilo. 

Temo che il giorno finisca
prima del mio risveglio
e passi l’ora dell’offerta. 

Anche se il colore è pallido
e tenue è il suo profumo
serviti di questo fiore
finché c’è tempo – e coglilo.




Catherine Alexandre







stelline color rsstelline color rsstelline color rsstelline color rs
PER CHI AMA L’ARTE
IL GRUPPO DI FB
Frecce (174)



frebiapouce.gif musicagif-104.gif        Farfallina – Luca Carboni
Catherine Alexandre – Effetto farfalle



Giovedì sera in poesia “Oggi” S. Littleword – arte Anna Dittmann – canzone “Emozioni” Battisti   Leave a comment

 

 

Anna Dittmann 

 

 

 

 


L’amore non dà nulla.. se non se stesso,

non coglie nulla.. se non da se stesso.

L’amore non possiede.. né è posseduto:

l’amore basta all’amore.

– Gibran Kahlil Gibran –

 

Anna Dittmann
 
 
 

OGGI
Stephen Littleword
 
Oggi
raccolgo brandelli
di cielo,
sorrido al nuovo
giorno che si accinge
a splendere,
raccolgo le forze
come fossero coralli
sulla spiaggia,
e ne faccio tesoro
per l’intera giornata.
Apri
le porte al cambiamento
e vivi intensamente,
disegna una finestra
tra i pensieri più bui
e farla diventare
la tua finestra
sul cielo interiore.
Che sia
un giorno splendido,
uno di quei giorni
dove il sole splende,
dentro e fuori di te.



 
 
 
Anna Dittmann
 
 
 
 

huo.gifhuo.gif

 
 
 
 

 
da Orso Tony
 

 

3
PER CHI AMA VIVER L’ARTE
I N S I E M E
Ripped Note

 

 

 

Anna Dittmann

 



Giovedì sera in poesia “Dove sei adesso?” N. Hikmet – arte H. Beland – canzone “Cercami” R. Zero   Leave a comment

 
 
 
 
 
  
Helene Beland

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
  Un abbraccio è staccare un pezzettino di sé
per donarlo all’altro affinché possa continuare
il proprio cammino meno solo.
– Pablo Neruda –
 
 
 
 
 
  Cercami – Renato zero
Helene Beland
 
 
 
 
 
CHE STA FACENDO ADESSO? 
Nazim Hikmet

Che sta facendo adesso
adesso, in questo momento?
E’ a casa? per la strada?
Al lavoro? In piedi? Sdraiata?
Forse sta alzando il braccio?
Amor mio
come appare in quel movimento
il polso bianco e rotondo!
Che sta facendo adesso
adesso, in questo momento?
Un gattino sulle ginocchia
lei lo accarezza.
O forse sta camminando
ecco il piede che avanza.
Oh i tuoi piedi che mi son cari
che mi camminano sull’anima
che illuminano i miei giorni bui!
A che pensa?
A me? o forse… chi sa
ai fagioli che non si cuociono.
O forse si domanda
perché tanti sono infelici
sulla terra.
che sta facendo adesso
adesso, in questo momento?
 
 

 
Helene Beland

 
 
 
f 2zghuzt49dcd0490000a99ef 2zghuzt49dcd0490000a99e
 
 
 
 
 
a tutti…
 
 
 
 
 
 

135

IL TUO GRUPPO CULTURALE E DI SOGNO


 
 
 
 
Helene Beland
 
 
 
 

Giovedì sera in poesia “La speranza” E. Dickinson – arte Haigh-Wood – canzone “L’emozione non ha voce” Celentano   1 comment

 
 
 
 
 
Charles Haigh-Wood
 
 
 
         
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
BARCA-mare015.gif
 
 
Uno spettacolo per gli dei
è la vita di due innamorati. 
– Wolfgang Goethe –
 
 
BARCA-mare015.gif


 
 
 
 
Charles Haigh-Wood – L’appuntamento
 
 
 
 
 
 L’emozione non ha voce
 

 

 

LA SPERANZA E’ UN ESSERE PIUMATO  
Emily  Dickinson
 
La speranza è un essere piumato
che si posa sull’anima,
canta melodie senza parole e non finisce mai.
La brezza ne diffonde l’armonia,
e solo una tempesta violentissima
potrebbe sconcertare l’uccellino
che ha consolato tanti.
L’ho ascoltato nella terra più fredda
e sui più strani mari.
Eppure neanche nella necessità
ha chiesto mai una briciola – a me.


 
 
 
Charles Haigh-Wood – Pensieri dubbiosi
 

 
 
 
 
da Orso Tony

 
 
 

barrafiorita
IL GRUPPO DI FB DEDICATO A STORIA E RICORDI




 
 
 
 
Charles Haigh-Wood – Decisioni serie



 
 

Giovedì sera in poesia “La musica” Baudelaire – arte Ingres – canzone “Diana” Paul Anka   Leave a comment




Jean Auguste Dominique Ingres – Ritratto di Fulong

 
 
 
 

 
 
musicAnimatamusicAnimatamusicAnimatamusicAnimata
La musica è la lingua dello spirito. 
La sua segreta corrente vibra tra il cuore 
di chi canta (o suona) e l’anima di chi ascolta.
– Gibran –
musicAnimatamusicAnimatamusicAnimatamusicAnimata

 
 
 
Jean Auguste Dominique Ingres – Madame Moitessier
 
 
 
LA MUSICA
Charles Baudelaire
 
Spesso la musica mi prende come il mare.
Sotto una volta di nebbia
o in un vasto cielo
alzo la vela verso la mia pallida stella.
Petto in fuori e polmoni pieni
come una barca m’inerpico sui cavalloni
che la notte mi nasconde;
sento vibrare in me tutte le passioni
d’un vascello sofferente;
il forte vento,
la tempesta ed i suoi moti convulsi
sull’immenso abisso mi cullano.
Altre volte, calma piatta,
grande specchio della mia disperazione!
 
(trad. t.k.)



Jean Auguste Dominique Ingres – La grande odalisca – 1814














 (Paul Anka – Diana)
Jean Auguste Dominique Ingres – Vicomtesse Othenin D’haussonville – 1845
 

Giovedì sera in poesia “La poesia” Pessoa – arte J. S. Sargent – canzone “Yesterday” Beatles   Leave a comment

 
 
 
 
 
John Singer Sargent
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
786366yueu6dlqkx
 
Ognuno di noi ha un paio di ali,
ma solo chi sogna impara a volare.
– Jim Morrison –

786366yueu6dlqkx

.

.

. 

John Singer Sargent


 
 

Flowers_tiny_PH.gif picture by Lilith_RJ2Flowers_tiny_PH.gif picture by Lilith_RJ2Flowers_tiny_PH.gif picture by Lilith_RJ2Flowers_tiny_PH.gif picture by Lilith_RJ2Flowers_tiny_PH.gif picture by Lilith_RJ2Flowers_tiny_PH.gif picture by Lilith_RJ2Flowers_tiny_PH.gif picture by Lilith_RJ2Flowers_tiny_PH.gif picture by Lilith_RJ2Flowers_tiny_PH.gif picture by Lilith_RJ2Flowers_tiny_PH.gif picture by Lilith_RJ2Flowers_tiny_PH.gif picture by Lilith_RJ2Flowers_tiny_PH.gif picture by Lilith_RJ2


 



John Singer Sargent – Le sorelle Windam

 


LA POESIA

F. Pessoa

 

Nella mia mente è scolpita una poesia
che esprimerà la mia anima intera

La sento vaga come il suono e il vento
eppure scolpita in piena chiarezza.

Non ha strofa, verso né parola
non è neppure come la sogno.

E’ un mero sentimento, indefinito,
una felice bruma intorno al pensiero.

Giorno e notte nel mio mistero
la sogno, la leggo e riprovo a sillabarla,

e sempre la parola precisa è sul bordo di me stesso
come per librarsi nella sua vaga compiutezza.

So che non sarà mai scritta.
So che non so che cosa sia.

Ma sono contento di sognarla,
e una falsa felicità, benché falsa, è felicità.

 

 

John Singer Sargent
 
 
 
 
 

fioreeeeAnimation1fioreeeeAnimation1fioreeeeAnimation1fioreeeeAnimation1

 
 
 
 


 

ro roro roro ro
.
.
.


Gif Animate Frecce (117)

 
 


John Singer Sargent – Maud Coats Duchessa di Wellington – 1906 
 
 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: