Archivio per l'etichetta ‘giovedì sera

Felice giovedì sera in poesia “Lasciami libere le mani” Neruda – arte A. J. Moore – canzone “Non ti dimentico”   Leave a comment

 

 

Albert Joseph Moore

 

 

 

 

 

Lily Cole – 2005

 

 

69x6269x6269x6269x6269x6269x6269x6269x62

 

Hai abbassato le difese, ti sei reso vulnerabile.
Hai messo un tuo tesoro, fragile come un cristallo,
nelle mani di un’altra persona.
Fa molto male quando quella persona non lo accoglie.
~ Jonah Lynch ~

 

69x6269x6269x6269x6269x6269x6269x6269x62

 

 

 

Albert Joseph Moore – Omaggio alla musica

 

 

 

Image du Blog mamietitine.centerblog.net

 

 

 

 
 
 
 
 
LASCIAMI LIBERE LE MANI…
Pablo Neruda
 
 
Lasciami libere le mani
e il cuore, lasciami libero!
Lascia che le mie dita scorrano
per le strade del tuo corpo.
La passione – sangue, fuoco, baci –
m’accende con tremule fiammate.
Ahi, tu non sai cos’è questo!
è la tempesta dei miei sensi
che piega la selva
sensibile dei miei nervi.
è la carne che grida
con le sue lingue ardenti!
è l’incendio!
E tu sei qui, donna,
come un legno intatto
ora che tutta la mia
vita fatta cenere vola
verso il tuo corpo pieno,
come la notte, d’astri!
Lasciami libere le mani
e il cuore, lasciami libero!
Io solo ti desidero,
ti desidero solamente!
Non è amore, è desiderio
che inaridisce e s’estingue,
è precipitare di furie,
avvicinarsi dell’impossibile,
ma ci sei tu,
ci sei tu per darmi tutto,
e per darmi ciò che possiedi
sei venuta sulla terra –
com’io son venuto
per contenerti,
desiderarti,
riceverti!

 
 
 
 
Albert Joseph Moore – Modella sdraiata

 

 
 

80x8080x8080x8080x8080x8080x80 

 

 

 

 
 
 
 
 
 
 

La tua nuova pagina di cultura psiche e sogno
per colorare in modo non banale le tue ore

 
 
Albert Joseph Moore – Sogni



Annunci

Buon giovedì sera in poesia “I tuoi occhi” di Hikmet – arte De Blaas – canzone “Amore scusami”   Leave a comment

 

Eugene de Blaas

 
 
 
 
 
 

 

 

 

Tutti le persone sanno dare consigli e conforto
al dolore che… non provano
William Shakespeare
 
Eugene de Blaas – La corte


I TUOI OCCHI
– Nazim Hikmet –

I tuoi occhi i tuoi occhi i tuoi occhi
che tu venga all’ospedale o in prigione
nei tuoi occhi porti sempre il sole.
I tuoi occhi i tuoi occhi i tuoi occhi
questa fine di maggio, dalle parti d’Antalya,
sono cosi, le spighe, di primo mattino;
i tuoi occhi i tuoi occhi i tuoi occhi
quante volte hanno pianto davanti a me
son rimasti tutti nudi, i tuoi occhi,
nudi e immensi come gli occhi di un bimbo
ma non un giorno han perso il loro sole;
i tuoi occhi i tuoi occhi i tuoi occhi
che s’illanguidiscano un poco, i tuoi occhi
gioiosi, immensamente intelligenti, perfetti:
allora saprò far echeggiare il mondo
del mio amore.

I tuoi occhi i tuoi occhi i tuoi occhi
Così sono d’autunno i castagneti di Bursa
le foglie dopo la pioggia
e in ogni stagione e ad ogni ora, Istanbul.

I tuoi occhi i tuoi occhi i tuoi occhi
verrà giorno, mia rosa, verrà giorno
che gli uomini si guarderanno l’un l’altro
fraternamente
con i tuoi occhi, amor mio,
si guarderanno con i tuoi occhi.

 
 
 
 
 

 

 

 

 

 

 

Eugene de Blaas – Momenti di riflessione



 



 
 
 
 
 
 
 
 

 

 POESIE E CULTURA?
NELLA PAGINA…

 




Eugene de Blaas – Serenata

 
 
 

Buon giovedì sera in poesia “Ho fame della tua bocca” Neruda – arte Magritte – canzone “Sally” di Vasco Rossi   Leave a comment

 


 

Magritte – Riconoscenza infinita


 

 

 
 

 

Come in un sogno,

l’amore viene con passi silenziosi.

Rabindranath Tagore

 

 

 

Magritte – Gli amanti

 

 

 

HO FAME DELLA TUA BOCCA

Pablo Neruda

 

Ho fame della tua bocca, della tua voce, del tuoi capelli

e vado per le strade senza nutrirmi, silenzioso,

non mi sostiene il pane, l’alba mi sconvolge,

cerco il suono liquido dei tuoi piedi nel giorno.

Sono affamato del tuo riso che scorre,

delle tue mani color di furioso granaio,

ho fame della pallida pietra delle tue unghie,

voglio mangiare la tua pelle come mandorla intatta.

Voglio mangiare il fulmine bruciato nella tua bellezza,

il naso sovrano dell’aitante volto,

voglio mangiare l’ombra fugace delle tue ciglia

e affamato vado e vengo annusando il crepuscolo,

cercandoti, cercando il tuo cuore caldo

come un puma nella solitudine di Quitratùe. 

 

 

Magritte – Ritratto di Stephy Langui

 

 

          


 

 
 



80x8080x8080x8080x80

UN MODO DIVERSO DI VIVER
LA POESIA (E NON SOLO)
NELLA PAGINA FB

 
 
Magritte – Amore a distanza
 
 

Buon giovedì sera in poesia “Stella” R. Perin – arte Vettriano – canzone “Parlami di te”   Leave a comment

 

.
.
.
.


Cari amici abituati a ricevere questo mio post saluto quotidiano…
mi prendo 3 giorni di vacanza… 

(Approfitto per ricordare a chi non lo desidera che basta dirmelo per non esser taggata/o)

Un affettuoso saluto e buon weekend a tutti sperando in un meteo clemente 

A lunedì se Dio vuole

 
 
 
Jack Vettriano

 
 
 
 
 


Visualizza immagine di origine



 



 
 
 

Tu sei una persona di quelle che si incontrano
quando la vita decide di farti un regalo.
Charles Dickens
 
 

 
 
 
 

Jack Vettriano
 
 
 
 
STELLA

Roberto Perin

 
Ho trovato
un mondo dove giocare.
Ho trovato
un mondo dove vivere.
Ho trovato
un mondo dove sognare,
con le bolle color grano,
saltare i riflessi
di cielo nelle acque vive.
Ho trovato dove correre
in sella alla libertà,
mentre cerco l’orizzonte.
Penso che questa
non può essere realtà.
Ho sciolto i nodi
dei miei pensieri,
ho liberato al vento i desideri
in questo mondo magico.
Una mano mi stringe,
mi prende, è la tua mano.
La mano di chi mi ha
fatto sognare con il suo amore.
 
 
 
 

Jack Vettriano

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 da Orso Tony

 
 
 
 

LA TUA NUOVA PAGINA
PER COLORARE LE TUE ORE…
 
 
 
 

 

Jack Vettriano



 
 

Buon giovedì sera in poesia “Come te” R. Dalton – arte W. M. Paxton – canzone “Lei” (Adamo)   Leave a comment

 
 
 
 
 William McGregor Paxton
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 Se tu hai una mela, e io ho una mela, e ce le scambiamo,
allora tu ed io abbiamo sempre una mela per uno.
Ma se tu hai un'idea, ed io ho un'idea, e ce le scambiamo,
allora abbiamo entrambi due idee.
– George Bernard Shaw –


 
 

William McGregor Paxton
 
 
 

COME TE
Roque Dalton

 

Io, come te,
amo l’amore, la vita, il dolce incanto
delle cose, il paesaggio
celeste dei giorni di gennaio.
 
Anche il mio sangue freme
e rido attraverso occhi
che hanno conosciuto il germinare delle lacrime.
 
Credo che il mondo è bello,
che la poesia è come il pane, di tutti.
 

E che le mie vene non finiscono in me
ma nel sangue unanime
di coloro che lottano per la vita,
l’amore,
le cose,
il paesaggio e il pane,
la poesia di tutti.

 
 
 
 
 
 
 William McGregor Paxton ~ Il filo di perle – 1908
 
 
 

 

 
 
 



 

 
 
 
 
 
 
 
 
 

PER CHI AMA L'ARTE…
IL GRUPPO DI FB

 
 
 
 
 William McGregor Paxton 
 
 
 

Buon martedì sera in poesia “Gabbiani” di V. Cardarelli – arte R. Bergh – canzone “Un tempo piccolo”   Leave a comment

 
 
 
 
Richard Bergh

 
 
 
 
 
 

 

 

 
Arricchiamoci delle nostre reciproche differenze.
 Paul Valery
 

 



  Richard Bergh – Dopo aver posato

 

 

 

 

 

 

GABBIANI

Vincenzo Cardarelli

 

Non so dove i gabbiani abbiano il nido,

ove trovino pace.

Io son come loro

in perpetuo volo.

La vita la sfioro

com’essi l’acqua ad acciuffare il cibo.

E come forse anch’essi amo la quiete,

la gran quiete marina,

ma il mio destino è vivere

balenando in burrasca.


 

 

Richard Bergh – Sera d'estate nordica

 

 

 

 

 

 

 

 

ARTE MUSICA POESIA ETC.
NEL GRUPPO DI FB

 
 
 
 
 
Richard Bergh – La giovane ed il cavaliere


 
 

Buon giovedì sera in poesia “Vita!” di Jimenez – arte E. de Blaas – canzone “Sicuramente tu” A. Minghi   1 comment

 

 

Eugene de Blaas – Pettegolezzo

 

 

 

 

 

A volte basta un attimo per scordare una vita,

ma a volte non basta una vita per scordare un attimo.

– Jim Morrison –

 

 

Foto:
 
 

 
 
 
 
 
 
 



Eugene de Blaas – Petegolezzi
 
 
 
 
 
VITA!

Juan Ramon Jimenez

 

 


Vita!

 

Giorno difficile, in cui il sole

e le nuvole combattono

– a tratti aperto, fiore,

a volte chiuso, frutto – ,

per confondersi nella notte!

 

Vita!

 

Veglia in cui gli occhi

si aprono e si chiudono,

in un gioco stanco

di verità e menzogna,

per confondersi nel sogno!

 

Vita!

 

 

 

Eugene de Blaas – Serenata

 

 

 

 

 

 
 

 

      

 

 

 


A TUTTI DA ORSO TONY


 
  
Eugene de Blaas – Sul balcone



 
 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: