Archivio per l'etichetta ‘adriano celentano

Felice weekend in poesia “Tu non sei” di E. Hemingway – arte Tissot – canzone “Si è spento il sole”   1 comment

 
 
 
James Jacques Tissot
 
 
 
 
 
 

 

 

orso tony felice weekend
 
 
 
 

Esistono procedimenti magici
che aboliscono le distanze di tempo e di spazio:
le emozioni
– Simone de Beauvoir

 
 
 
James Jacques Tissot – Il saluto
 
 
 


TU NON SEI
(Ernest Hemingway)

Tu non sei i tuoi anni,
né la taglia che indossi,
non sei il tuo peso
o il colore dei tuoi capelli.
Non sei il tuo nome,
o le fossette sulle tue guance,
sei tutti i libri che hai letto,
e tutte le parole che dici
sei la tua voce assonnata al mattino
e i sorrisi che provi a nascondere,
sei la dolcezza della tua risata
e ogni lacrima versata,
sei le canzoni urlate così forte,
quando sapevi di esser tutta sola,
sei anche i posti in cui sei stata
e il solo che davvero chiami casa,
sei tutto ciò in cui credi,
e le persone a cui vuoi bene,
sei le fotografie nella tua camera
e il futuro che dipingi.
Sei fatta di così tanta bellezza
ma forse tutto ciò ti sfugge
da quando hai deciso di esser
tutto quello che non sei.

 
 
 
James Jacques Tissot
 
 
 
 

 
 
 
  
 
a tutti da Tony Kospan
 
 
 



LA TUA PAGINA DI SOGNO

 

 

 

 

James Jacques Tissot

 

 

 

Annunci

Buon weekend in poesia “Stringo il cielo” M. A. Borgatelli – arte Manet – canzone “L’emozione non ha voce”   3 comments

 

 

Manet

 

 

 

 

 

Manet – Colazione sull'erba

 

 

 


 

Il fiore che sboccia non fa alcun rumore;

la bellezza, la vera felicità ed il genuino eroismo

camminano su suole silenziose!

– Wilhelm Raabe –

 

 
 
 
 
 
 

 

 
 
 
 
STRINGO IL CIELO TRA LE DITA

M. A. Borgatelli

 

Stringo il cielo tra le dita

mentre passeggio

per la strada dei ricordi.

Vola il pensiero

sulle fronde della spensieratezza

a scandire le ore del mio tempo

nel filo sottile della vita.

Nelle rotte celesti

della mia fantasia

intreccio ghirlande di sogni

e disegno arcobaleni di speranze.

Mentre volano i pensieri

in un cielo senza nuvole

sento palpitare

più forte il mio cuore.

E stringo sempre più forte

il cielo tra le dita

per non lasciarmi sfuggire

questa dolce illusione.

 

 

 

Manet – La ferrovia

 

 

 

 

 

 

 

 

 

a tutti da Orso Tony 

 

 

IL GRUPPO DI CHI AMA VIVER L'ARTE
I N S I E M E

 
 
 
 
 
 
 
Manet – Chez le père Lathuille
 
 
 

Buon Sabato Sera e Felice Autunno in poesia “La mia felice bocca” Hesse – arte Mucha – canzone “Pregherò”   Leave a comment

 
 

 

 

 

Alphonse Mucha

 

 

Siamo ormai a poche ore dall'inizio dell'autunno
che astronomicamente avverrà stanotte alle 03,54
anche se in alcune regioni sembra… ancora estate
ed in altre quasi inverno.

 
 
 
 

 
 
 
        
 
 
 
       
 
 
 
 

 
 
 
La gente non si accorge
se è estate o inverno
quando è felice.
– Anton Cechov –
 
 
 
 
Alphonse Mucha
 
 
 
LA MIA FELICE BOCCA
– Hermann Hesse –
 
La mia felice bocca nuovamente incontrare vuole
le tue labbra che baciando mi benedicono,
le tue dita care voglio tenere
e giocando congiungerle con le mie dita,
saziare il mio assetato sguardo col tuo,
avvolgere il mio capo nei tuoi folti capelli,
con le mie membra giovani e sempre sveglio voglio
rispondere ad ogni movimento delle tue membra
e da sempre nuovi fuochi d’amore
rinnovare mille volte la tua bellezza,
finchè entrambi appagati e grati
ci troviamo felicemente sopra ogni dolore,
finchè senza desideri salutiamo il giorno e la notte,
l’oggi e l’ieri come fratelli amati
finchè camminiamo sopra ogni fare e ogni agire
come raggianti in una pace completa.

 
 
 
Alphonse Mucha – Danza
 
 
 
 
 
 
 (Pregherò)
e…
 
 
 
 

 

IL GRUPPO DI FB
D'ARTE POESIA MUSICA ETC.
COLLEGATO ALLA PAGINA

 
 
 
 
Alphonse Mucha

 
 

Buon giovedì sera in poesia “Vicinanza all’amata” Goethe – arte Mucha – canzone “Quello che non ti ho..” Celentano   Leave a comment

 
 

 

 

 

Alphonse Mucha

 

 

 

        
 
 
 
       
 
 
 
 
Foto animata

 
 
 
E’ bello quando trovi qualcuno che sia innamorato della tua mente.
Qualcuno che vuole parlare alla tua coscienza e far l’amore con i tuoi pensieri.
Qualcuno che vuole guardarti
mentre lentamente butti giù i muri che ti sei costruito
e lo lasci entrare.
– Reeva Steenkamp –

 
 
 
Alphonse Mucha – Le 4 stagioni
 
 
 
 
VICINANZA ALL’AMATA
~ Goethe ~


Io penso a te quando il raggio del sole
mi raggiunge dal mare.
Penso a te quando il biancore lunare
si specchia nella fonte.
Ti vedo quando sulla via lontana
si solleva la polvere
e quando a notte là sul ponticello
passa il viandante, e trema.
Io odo te quando il mugghiar dell’onda
monta cupo laggiù.
Vado spesso nel quieto bosco e ascolto,
quando tutto è silenzio.
Sono con te: benché così lontana
tu sei vicina a me.
Cade il sole, mi fan luce le stelle.
Oh, se tu fossi qui!

 
 
 

Alphonse Mucha – Danza

 
 
 

 
 
 
  (Quello che non ti ho detto mai di Celentano)
 
  

 
 

IL GRUPPO DI FB
D’ARTE POESIA MUSICA ETC.
COLLEGATO DALLA PAGINA

 
 
 
 
 Alphonse Mucha


 
 

Buon giovedì sera in poesia “Se solamente” Neruda – Arte M. Shasha – Canzone “Acqua e sale” (Mina e Celentano)   2 comments




Mark Shasha
 
 
 

Dovunque voi siate vi giunga il mio più affettuoso
augurio di un bella serata estiva.
 
 
 
 
 
 
 
 
 

I dipinti stavolta sono tutti… d'ambiente estivo e marino…

 
 

 
 
 
 
 
 

 

Il tempo è una scusa.

Quando si ama una cosa il tempo lo si trova.

Dacia Maraini

 

 

 

Mark Shasha – Vento d'estate

 

 

 

 

 (Acqua e sale)

 
 
 

SE SOLAMENTE
Pablo Neruda

Se solamente mi toccassi il cuore,
se solamente mettessi la tua bocca sul mio cuore,
la tua bocca sottile, i tuoi denti,
e mettessi la tua lingua come una freccia rossa
lì dove il mio cuore polveroso martella,
se soffiassi nel mio cuore, vicino al mare,
piangendo,
suonerebbe con rumore scuro,
con suono di ruote di treno assonnate,
come acque vacillanti,
come l’autunno in foglie,
come sangue,
con un rumore di fiamme umide che bruciano il cielo,
suonando come sogni o rami o piogge
e sirene di un porto triste,
se tu soffiassi nel mio cuore vicino al mare,
come un fantasma bianco,
al bordo della schiuma,
in mezzo al vento,
come un fantasma scatenato,
in riva al mare,
piangendo…

 
 
 

Mark Shasha

 

 


 

Foto animata

 

a tutti da Antony Kospan

 

 

 Mark Shasha


 

 

Felice domenica sera in poesia “Frammenti” di Hesse – arte F. Andreotti – canzone “Crederò”   Leave a comment

 
 
 
 

Federico Andreotti


 
 
 
 


 
 
 
 
 
 
 
Il sogno è il teatro dove il sognatore è allo stesso tempo
la scena, l'attore, il suggeritore, il direttore di scena,
il manager, l'autore, il pubblico e il critico.
– Carl Gustav Jung –
 

 
 
 
Dato il caldo… 
prendiamoci un bel gelato alla frutta

ci farà bene e ci tirerà su…
 
Posso offrirvelo solo virtualmente ahimé…
ma voi prendetelo realmente… se vi va.

 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 




Federico Andreotti – Antica passione

 
 
 
 

FRAMMENTI
Hermann Hesse
 
 
Ma la cosa migliore non furono quei baci
e neppure le passeggiate serali,
o i nostri segreti.
La cosa migliore era la forza che quell'Amore mi dava,
la forza lieta di vivere e di lottare per lei,
di camminare sull'acqua e sul fuoco.
Potersi buttare, per un istante,
poter sacrificare degli anni
per il sorriso di una donna:
questa sì che è felicità,
e io non l'ho perduta.

 
 
 
 
 

Federico Andreotti – Corteggiamento
 
 
 
 

 
 
 
  Crederò


da Orso Tony 

 
 
 


 
 
 
 
Federico Andreotti – Corteggiamento


 
 
 

Buon sabato sera in poesia “Rosa purpurea” Hesse – arte.. Waterhouse – canzone “Acqua e sale”   Leave a comment


 
 
 
 
John William Waterhouse
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
D'amore non esistono peccati,
s'infuriava un poeta ai tardi anni,
esistono soltanto peccati contro l'amore.
E questi no, non li perdoneranno.
– Giorgio Caproni –
 

 
 
 

 

John William Waterhouse – Santuario

 

 


 


 
 
 
ROSA PURPUREA
Hermann Hesse
 
 
Ti avevo cantato una canzone.
Tu tacevi. La tua destra tendeva
con dita stanche una grande,
rossa, matura rosa purpurea.
E sopra di noi con estraneo fulgore
si alzò la mite notte d'estate,
aperta nel suo meraviglioso splendore,
la prima notte che noi godemmo.
Salì e piegò il braccio oscuro
intorno a noi ed era così calma e calda.
E dal tuo grembo silenziosa scrollasti
i petali di una rosa purpurea.
 
 
 
 
 
John William Waterhouse – Arianna

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
.
.
.
.
.
ARTE MUSICA POESIA ETC
NEL GRUPPO DI FB

.
.
 
 
  

 

John William Waterhouse – Ila e le ninfe


 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: