Archivio per l'etichetta ‘mercoledì sera

Mercoledì sera in poesia “A Claire” Y. Goll – arte Dvorak – canzone “It’s my life” Talk Talk   1 comment

 
 
 
 
Franz Dvorak
 
 
 
 
 
 
 
 
 


separatori145
 
 
 
 
 
252550fa0viqwn1g
 
 
 
 

barrafiorita

 
Ci sono più cose in cielo e in terra, Orazio,
di quante ne sogni la tua filosofia. 
– Shakespeare  (Amleto)  

barrafiorita

 
 
 
 
fre bia pouce    musicAnimata
Franz Dvorak – La lettura

 

 
 
 

A CLAIRE

– Yvan Goll –


 

Ti ho colta nei giardini di Efeso
La chioma crespa dei tuoi garofani
Il mazzo serale delle mani
 
Ti ho pescata nei laghi del sogno
Ti ho gettato il mio cuore per esca
Un pescatore sulle tue rive di salice
 
Ti ho trovata nell’aridità del deserto
Eri il mio ultimo albero
Eri l’ultimo frutto della mia anima
 
Dal tuo sonno ora sono avvinto
Profondamente immerso nel tuo riposo
Come la mandorla nel guscio notte-bruno

 
 
 
 
Franz Dvorak – Alle corse

 
 

 
stel etoile060stel etoile060stel etoile060stel etoile060stel etoile060



 
 
 
 
 
 
 DA ORSO TONY
 
orsotony


 
 


Franz Dvorak

 
 
 

Mercoledì sera in poesia “I cieli sono uguali” Salinas – arte H. M. Turner – canzone “Amarantine” Enya   Leave a comment

.
.
.
.
Helen M. Turner


.

.

.

huo.gifhuo.gifhuo.gif    

Come in un sogno,

l’amore viene con passi silenziosi

– Tagore –

.

     huo.gifhuo.gifhuo.gif

 

 

Helen M. Turner
.
.
.
.
I CIELI SONO UGUALI
Salinas

 

I cieli sono uguali.
Azzurri, grigi, neri,
si ripetono sopra
l’arancio o la pietra:
guardarli ci avvicina.
Annullano le stelle,
tanto sono lontane,
le distanze del mondo.
Se noi vogliamo unirci,
non guardare mai avanti:
tutto pieno di abissi,
di date e di leghe.
Abbandonati e galleggia
sopra il mare o sull’erba,
immobile, il viso al cielo.
Ti sentirai calare
lenta, verso l’alto,
nella vita dell’aria.
E ci incontreremo
oltre le differenze
invincibili, sabbie,
rocce, anni, ormai soli,
nuotatori celesti,
naufraghi dei cieli. 


fre bia pouce     music+121     Enya – Amarantine (Video)

Helen M. Turner

.
.
.
.

 fuoc art ea4efuoc art ea4efuoc art ea4efuoc art ea4efuoc art ea4efuoc art ea4efuoc art ea4e

 
 
 

 
a tutti da Orso Tony
 
 
 
 

beige plumfaebeige plumfaebeige plumfaebeige plumfaebeige plumfae

LA TUA PAGINA DI CULTURA E POESIA CON LEGGEREZZA

Frecce (174)

 

 

 

Helen M. Turner


Mercoledì sera in poesia “Ciò che ho scritto..” Hikmet – arte Watrous – canzone “Flesh for fantasy” Billy Idol   Leave a comment

 

 
 
Harry Wilson Watrous
 
 

 
 
 
 
 
 fiori 0009

E’ incredibile
che quasi tutte le persone che valgono molto
hanno le maniere semplici, 
e che quasi sempre le maniere semplici
sono prese per indizio di poco valore. 
– Giacomo Leopardi –

fiori 0009
 
 
 
 
 
 
fre bia pouce        musicAnimata
 
Harry Wilson Watrous – Passatempo d’estate – 1912
 
 
 
 
CIO’ CHE HO SCRITTO DI NOI 
– Nazim Hikmet –
 
Ciò che ho scritto di noi è tutta una bugia
è la mia nostalgia
cresciuta sul ramo inaccessibile
è la mia sete
tirata su dal pozzo dei miei sogni
è il disegno
tracciato su un raggio di sole
ciò che ho scritto di noi è tutta verità
è la tua grazia
cesta colma di frutti rovesciata sull’erba
è la tua assenza
quando divento l’ultima luce all’ultimo angolo della via
è la mia gelosia
quando corro di notte fra i treni con gli occhi bendati
è la mia felicità
fiume soleggiato che irrompe sulle dighe
ciò che ho scritto di noi è tutta una bugia
ciò che ho scritto di noi è tutta verità.
 
 
 
 
 
Harry Wilson Watrous – Signorina sofisticata
 
 
 
 
 
farf color farf f377f93a
 
 
 
 

 

 

 

 

fiore rosa image325fiore rosa image325fiore rosa image325fiore rosa image325fiore rosa image325fiore rosa image325

IL GRUPPO DI FB D’ARTE POESIA MUSICA HUMOUR ETC.
COLLEGATO DALLA PAGINA
frecce052



 

 

 
Harry Wilson Watrous – Amiche
 
 
 

Mercoledì sera in poesia “Senza di te” J. Keats – arte E. D. B. Ponsan – canzone “Insieme” Mina   Leave a comment

 
 
 
Edouard Bernard Debat Ponsan

 
 
 
 
 
 
 
 
 

png ROSA GRANDE PNG 9
 
Ho pensato a quanto spiacevole sia essere chiusi fuori; 
e ho pensato a quanto sia peggio essere chiusi… dentro
– Virginia Woolf –
 
png ROSA GRANDE PNG 9

 
 
 

fre bia pouce  musical notes

Edouard Bernard Debat Ponsan
 

 

 

SENZA DI TE

~ John Keats ~


Non posso esistere senza di te.

Mi dimentico di tutto tranne che di rivederti: 

la mia vita sembra che si arresti lì,

non vedo più avanti.

Mi hai assorbito.

In questo momento ho la sensazione

come di dissolvermi:

sarei estremamente triste

senza la speranza di rivederti presto.

Avrei paura a staccarmi da te.

Mi hai rapito via l’anima con un potere

cui non posso resistere;

eppure potei resistere finché non ti vidi;

e anche dopo averti veduta

mi sforzai spesso di ragionare

contro le ragioni del mio amore.

Ora non ne sono più capace.

Sarebbe una pena troppo grande.

Il mio amore è egoista.

Non posso respirare senza di te.

 

 
 
 
Edouard Bernard Debat Ponsan


 
 
 
 ARCOBALEN99


 
 
 
 
  
A TUTTI…
 
DOVUNQUE VOI SIATE…
 
DA TONY KOSPAN






123gifs010123gifs009123gifs010123gifs009

IL SALOTTO CULTURALE DI FB?

LA TUA PAGINA D’AMORE PSICHE E SOGNO

 
 
 
 

Edouard Bernard Debat Ponsan

 
 
 

Mercoledì sera in poesia “Amore” Sodergan – arte Stillman – canzone “La forza che ci muove”   Leave a comment

 
 

 

 


Marie Spartali Stillman – Il giardino incantato di Messer Ansaldo


 

 






huo.gifhuo.gif


Le parole sono piene di falsità o di arte;

lo sguardo è il linguaggio del cuore

~ William Shakespeare ~



huo.gifhuo.gif
 
 



Questa bella cascata, benché solo virtuale,
possa almeno darci l’illusione del refrigerio

cascata 57
 
 
 



 
fre bia pouce    musical notesLa forza che ci muove

Marie Spartali Stillman
 

 
AMORE
Irene Sodergran

La mia anima era un abito azzurro colore del cielo;
l’ho lasciato su uno scoglio, sul mare
e sono venuta da te, e somigliavo a una donna.

E come una donna mi sono seduta alla tua tavola
e ho bevuto una coppa di vino,
e respirato il profumo delle rose.

Hai detto che ero bella, che somigliavo
a qualcosa che avevi visto in sogno.

Ho dimenticato tutto, la mia infanzia e la mia patria,
sapevo solo che le tue lusinghe mi tenevano prigioniera.

E tu, ridendo, hai preso uno specchio
e mi hai detto di guardarmi.

Ho visto che le mie spalle erano fatte di stoffa
e si stavano sbriciolando,
ho visto che la mia bellezza era malata,
e che desiderava solo una cosa: sparire.

Oh, tienimi stretta tra le tue braccia,
che io non abbia più bisogno
di niente.


.
.
.

Marie Spartali Stillman – Convent Lily – 1891




  domenica153domenica153domenica153domenica153domenica153domenica153domenica153    




 

a tutti da Orso Tony 

 

      


Mercoledì notte in poesia “Vorrei sedermi..” Lorca – arte W. M. Casel – canzone “Se stasera” Tenco   Leave a comment

 
 
 

 

Wilhelm Menzler Casel

     


 jkuhuxsx

Il riso sulla sua bella faccia pareva l’arcobaleno


e io la baciai ancora. 


– Italo Svevo –

jkuhuxsx

.

.

.

 

 VORREI SEDERMI VICINO A TE…

Garcia Lorca

 
Vorrei sedermi vicino a te in silenzio, 

ma non ne ho il coraggio: temo che

il mio cuore mi salga alle labbra.

 

 Ecco perché parlo stupidamente e nascondo 

il mio cuore dietro le parole.

Tratto crudelmente il mio dolore per paura

che tu faccia lo stesso.

 

 Il mio cuscino mi guarda di notte 

con durezza come una pietra tombale;

non avevo mai immaginato

che tanto amaro fosse essere solo

e non essere adagiato nei tuoi capelli.

 


 


Wilhelm Menzler Casel – Donna tra fiori


farf 2qx3kuqfarf 2qx3kuqfarf 2qx3kuqfarf 2qx3kuqfarf 2qx3kuq

 
 

da Orso Tony 

 

 



verd 4OEZ9I8O
IL GRUPPO DI CHI AMA VIVER L’ARTE…
INSIEME
frecce052



fre bia pouce    musicAnimata  (Se stasera sono qui – Tenco)
    

  

Wilhelm Menzler Casel – Ricordi di un giardino



Mercoledì sera in poesia “Cose inutili” G. Themelis- arte E. Arcangeli – canzone “E la luna bussò” L. Berté   Leave a comment

 

 

Elena Arcangeli



 
 

 

 

huo.gif

Una delle cose più belle nella vita, 
è trovare qualcuno che riesca a capirti, 
senza il bisogno di dare tante spiegazioni.
(Kahlil Gibran)
 
huo.gif


 
 
 
 
Elena Arcangeli



fre bia pouce     musicAnimata




COSE INUTILI 

Giorgio Themelis

Perché, Dio mio, non possiamo
ritrovarci interi nell’amore,
perché dobbiamo divenire sogni
di esseri umani in un altro sonno,
sogni nudi diafani fantasmi.
Da non essere più uomini,
esseri senz’anima, nascondendo la bellezza
da invidiosi sguardi angelici.
Da essere oggetti chiusi e belli, inutili,
pazienti, superbi come i monti.
Dure conchiglie, alabastrine, infrangibili ostriche,
infrantumabili rupi, silenziosi cigni.
Nessuno ascolta l’anima dell’altro.
Nessuno, nessuno.

 
 
 
 
 
 

Elena Arcangeli

 
 
 
 
 

 

 

 

3

Il tuo salotto culturale e di sogno
Frecce (174)

 .


.


.

Elena Arcangeli





Mercoledì sera in poesia “Quando mi chino” Jimenez – arte C. Larsson – canzone “Una canzone per te”   1 comment

 

 

Carl Larsson

 

 

 

 

 

 0939s1j10at.gif
Le persone sono come le vetrate. 
Scintillano e brillano quando c’è il sole, 
ma quando cala l’oscurità rivelano la loro bellezza 
solo se c’è una luce dentro 
– Elisabeth Kubler Ross –
0939s1j10at.gif
 

 

 

fre bia pouce   musical notes

 Carl Larsson

 
.
.
QUANDO MI CHINO SULLA TUA ANIMA 
Juan Ramòn Jiménez
 
 
Quando mi chino sulla tua anima
mentre dormi
e ascolto col mio orecchio sul tuo petto nudo
il tuo cuore tranquillo, mi sembra
di cogliere,
nel suo battito profondo,
il segreto del centro del mondo.
 
Mi sembra
che legioni d’angeli,
su cavalli celesti
 
– come quando a notte
fonda ascoltiamo,
senza respiro
e con l’orecchio a terra,
un lontano trotto che mai arriva –
 
che legioni d’angeli
vengano per te, da lontano
 
– come i Re Magi
alla nascita eterna
del nostro amore –
 
vengano per te, da lontano,
a portarmi, nel tuo sogno,
il segreto del centro del cielo.

 
 
 
 
 

Carl Larsson – Lettore

 

 

farf 2qx3kuqfarf 2qx3kuqfarf 2qx3kuqfarf 2qx3kuq

 

 

 

a tutti…  da Tony Kospan

 

 

stelline color rsstelline color rsstelline color rsstelline color rs

POESIA ARTE MUSICA ETC
IN ARMONIA ED AMICIZIA

NEL GRUPPO DI FB
Frecce (51)

 

 

Carl Larsson – Lettura


.

Mercoledì sera in poesia “Baciami” Prévert – arte S. H. Meteyard – canzone “Mi ritorni in mente” Battisti   Leave a comment

 
 

 

 

      

 Sidney Harold Meteyard – Eros… a riposo – 1900

 

 

 

 

 

  

misc023misc023misc023misc023misc023misc023
  Forse attendo invano, ma spero in un 
“mi manchi”
che mi accarezzi l’anima. 
– Gustave Flaubert –
misc023misc023misc023misc023misc023misc023

      
 
 
fre bia pouce   musical notes

 Sidney Harold Meteyard – La speranza consola lo schiavo d’amore
 
 
 
 
BACIAMI
Jaques Prévert


In un quartier della ville Lumière
Dove fa sempre buio e manca l’aria
E d’inverno come d’estate è sempre inverno
Lei era sulle scale
Lui accanto a lei e lei accanto a lui
Faceva notte
C’era un odore di zolfo
Perché nel pomeriggio avevano ucciso le cimici
E lei gli diceva
è buio qui
Manca l’aria
E d’inverno come d’estate è sempre inverno
Il sole del buon Dio non brilla da noi
Ha fin troppo lavoro nei quartieri ricchi
Stringimi tra le braccia
Baciami
Baciami a lungo
Baciami
Più tardi sarà troppo tardi
La nostra vita è ora
Qui si crepa di tutto
Dal caldo e dal freddo
Si gela si soffoca
Manca l’aria
Se tu smettessi di baciarmi
Credo che morirei soffocata
Hai quindici anni ne ho quindici anch’io
In due ne abbiamo trenta
A trent’anni non si è più ragazzi
Abbiamo l’età per lavorare
Avremo pure diritto di baciarci
Più tardi sarà troppo tardi
La nostra vita è ora
Baciami!

 
 
 
 
Sidney Harold Meteyard – Fiori di melo – 1913

 
 
 
      huo.gifhuo.gifhuo.gif     
 
 
 
 

carnaval 23carnaval 23carnaval 23carnaval 23carnaval 23carnaval 23
LA TUA PAGINA DI… SOGNO
Frecce (51)






Sidney Harold Meteyard


 
 

Mercoledì sera in poesia “Ricordo il magico istante” Puskin – arte F. Batet – canzone “Ti penso” M. Ranieri   Leave a comment

 
 
 
 
François Batet
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
azzurr-fb9hh.gif
 
Mi piace essere la cosa giusta nel posto sbagliato
e la cosa sbagliata nel posto giusto,
perché accade sempre qualcosa di interessante.
– Andy Warhol –

azzurr-fb9hh.gif
 
 
 

 
fre bia pouce    musical notes

François Batet
 
 
 
 

RICORDO IL MAGICO ISTANTE 
Aleksander Puskin
 
 
Ricordo il magico istante:
Davanti m’eri apparsa tu,
Come fuggevole visione,
Genio di limpida beltà.
 
Nei disperati miei tormenti,
Nel chiasso delle vanità,
Tenera udivo la tua voce
,Sognavo i cari lineamenti.
 
Anni trascorsero. 
Bufere
Gli antichi sogni poi travolsero,
Scordai la tenera tua voce,
I tuoi sublimi lineamenti.
 
E in silenzio passavo i giorni
Recluso nel vuoto grigiore,
Senza più fede e ispirazione,
Senza lacrime, nè vita e amore.
 
Tornata è l’anima al risveglio:
E ancora mi sei apparsa tu,
Come fuggevole visione,
Genio di limpida beltà.
 
E nell’ebbrezza batte il cuore
E tutto in me risorge già
E’ la fede e l’ispirazione
E la vita e lacrime e amore.
 
 
 

François Batet
 
 
 
azzurra barra 10azzurra barra 10
 
 
 
 
 
da Orso Tony
 
 
 
 
 

farf 2qx3kuqfarf 2qx3kuq
Il tuo salotto culturale e di sogno
Frecce (51)

 .
.
.
François Batet
 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: