Archivio per l'etichetta ‘John William Waterhouse

Felice mercoledì sera in poesia “Amore è una breve parola” di Maupassant – arte J. W. Waterhouse – canzone “Let it be”   Leave a comment

 

 

John William Waterhouse

 

 

L'immagine può contenere: cielo, notte, oceano e sMS


 

Nessuno può possedere un pomeriggio con la pioggia che batte sui vetri,
o la serenità che diffonde intorno a sé un bambino che dorme,
o il momento magico in cui le onde s'infrangono sugli scogli.
No, nessuno può possedere ciò che esiste di più bello sulla Terra,
eppure sono tutte cose che possiamo conoscere e amare.
Paulo Coelho – Brida – 1990



 

Let it be

John William Waterhouse – La signora di Shalott





AMORE E' UNA BREVE PAROLA


Guy de Maupassant


Amore è una breve parola,


che però abbraccia tutte le altre,


perché comprende il corpo,


l'anima,


la vita


e tutto l'essere.


Noi lo percepiamo così


come avvertiamo il caldo del sangue,


lo scopriamo come l'aria,


lo portiamo in noi stessi


come i nostri pensieri.


Per noi null'altro esiste


di più importante.



 

 
 
 
 

John William Waterhouse – La sirena




 
.
 
L'immagine può contenere: oceano, cielo, nuvola, spazio all'aperto, acqua e natura
 


IL GRUPPO DI CHI AMA VIVER L'ARTE…
I N S I E M E



 
 John William Waterhouse – Il risveglio di Adone
.
.
.
Annunci

Se devi amarmi – La mitica.. sublime.. poesia di Elizabeth Browning che ci rivela il senso del vero amore   Leave a comment



Nell’ambito della personale antologia delle poesie sublimi…
non può mancare questa che forse, ad una lettura frettolosa,
può nascondere il tesoro insito nei suoi versi.



Elizabeth Barrett Browning

.
.
.
.
SE DEVI AMARMI
ELIZABETH BROWNING
POESIA SUBLIME



.
.
.

La poesia non è che un inno sublime della poetessa inglese al suo amore per Robert Browning di cui si innamorò a 32 anni, nonostante una grave malattia, e con il quale si trasferì a Firenze a causa dell'opposizione della famiglia.

Lì poi, oltre a sostenere il Risorgimento italiano, Elizabeth a 42 anni migliorando la malattia  divenne  anche madre di un bimbo.
.
.
.
.
L'immagine può contenere: 1 persona
Robert Browning



Essa come sempre accade quando una poesia è sublime, con parole semplici ma precise e suggestive, ci inoltra in questo mondo assoluto e celeste in cui far viver il sentimento più bello che c’è…

Il Vero Amore, ci dice Elizabeth, non può esser legato a fattori esterni o concreti o a nostre comodità… o interessi… ma si nutre di assoluta interiorità… al di là di ogni contingenza… ed in tal modo esso potrà non aver mai fine…






E’ a parer mio una poesia che… fa davvero volare…

Ma ora leggiamola… e, se vi va,
mi farebbe piacere conoscere il vostro parere

Tony Kospan








SE DEVI AMARMI

Elizabeth Barrett Browning


Se devi amarmi,

per null’altro sia che per amore.

Mai non dire:

“L’amo per il sorriso, per lo sguardo,

la gentilezza del parlare,

il modo di pensare così conforme al mio,

che mi rese sereno un giorno”.

Queste son tutte cose che posson mutare.

Amore mio, in sé stesso o per te,

un amore così nato potrebbe poi morire.

E non amarmi per pietà di lacrime

che bagnino il mio volto.

Può scordare il pianto

chi ebbe a lungo il tuo conforto,

e perderti.

Soltanto per amore amami

per sempre e per l’eternità.




John William Waterhouse

 

 

POESIE E CULTURA VARIA
NELLA PAGINA FB

 


 
 
 

Buona serata con la poesia “Ascoltami” di F. Pastore – arte.. J. W. Waterhouse – canzone “Angels” di Robbie Williams   Leave a comment

 

 

John William Waterhouse – Miranda – The Tempest – 1916

 

 

 

Foto:

 

 

A volte succedono cose strane
un incontro un sospiro un alito di vento
che suggerisce nuove avventure
della mente e del cuore.
Il resto arriva da solo
nell'intimità dei misteri del mondo
Alda Merini
 
 
 
 
John William Waterhouse – Miranda – Il risveglio di Adone



Dedico questa poesia particolare
– ma, a mio parere, molto bella –
a tutte/i coloro che o lottano personalmente
o hanno il loro amore… o un loro caro
in lotta contro il male
T. K.



 
 
 
 

ASCOLTAMI
~ Franco Pastore ~

 
Ti prego,
non soccombere,
teniamoci per mano!
Aiutami a sconfiggere
chi viene da lontano.
Non sono più la quercia,
che sfida forte il vento:
mi sento poca cosa,
guardando il firmamento.
Ti vedo un po' più piccola,
sei grande nel mio cuore,
ma quasi non m’ascolti,
parlandoti d’amore.
No,
per favor, non piangere,
guardiamo insieme il mare,
quando sarai guarita,
riprenderai
 a sognare.

 
 
 
John William Waterhouse – Miranda
 

 

 

 
Foto:
 
a tutti… da Orso Tony
 
 
 
 
 

LA TUA NUOVA PAGINA DI SOGNO
PER COLORARE LE TUE GIORNATE
Foto:

 
 
 
 
 
 
John William Waterhouse – Rose selvatiche
 
 
 
 

SE DEVI AMARMI – In questa poesia sublime di Elisabeth Browning la descrizione del vero amore   Leave a comment

 
 
 
Nell’ambito della personale antologia delle poesie sublimi…
non può mancare questa che forse, ad una lettura frettolosa,
può nascondere il tesoro insito nei suoi versi.
 
 
 
 
 
Margaret Burne Jones –  Edward Burne Jones
 
 
 
 
 
SE DEVI AMARMI
ELIZABETH BROWNING
POESIA SUBLIME
 
 
 
 
 
 
 
 

 
QUALCHE PAROLA SULL'AUTRICE
 
 
 

(Durham 6.3.1806 – Firenze 29.6.1861)


 
 
Elizabeth Barret nacque in una ricca famiglia che però poi ebbe grossi problemi economici. 

Ben presto iniziò a scrivere e pubblicare con successo poesie e traduzioni dal greco. 

A 32 anni incappò in una grave malattia che le creò gravi difficoltà di deambulazione ma nello stesso periodo s’innamorò del poeta Robert Browning dopo una intensa corrispondenza.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
A causa dell’opposizione paterna lo sposò di nascosto e con lui scappò in Italia. 

A circa 43 anni a sua salute migliorò e divenne madre di un bimbo. 

Visse sempre a Firenze.

 

 

 

Firenze nell’800

 
 
 
 
Fu anche una sostenitrice del nostro Risorgimento ed in particolare di Camillo Benso di Cavour. 

La sua opera più ampia è il lungo poema Aurora Leigh, del 1857, in cui esalta in modo poetico la necessità dell’emancipazione femminile. 

Morì a 54 anni ed è sepolta nel Cimitero degli Inglesi.
 
 
 

LA POESIA SUBLIME
 




Tornando alla poesia essa appare un inno sincero e profondo al suo amore per Robert. 

 

I suoi versi, come sempre accade quando una poesia è davvero sublime, ci inoltrano, con parole semplici ma precise e suggestive, in una dimensione assoluta e ultraterrena in cui il sentimento più bello che c’è… brilla d’immensità.
 
 
 
 
 
 

Robert Browning

 

 

 

Il Vero Amore, ci dice Elizabeth, non può esser legato a fattori esterni o concreti o a nostre comodità… o interessi… ma si nutre di assoluta interiorità… al di là di ogni contingenza… ed in tal modo esso potrà non aver mai fine…


 


John Everett Millais

 

 E’ a parer mio una poesia che… fa volare…

 

Ma ora leggiamola
 
 
 
 
 

 John William Waterhouse

 

 


SE DEVI AMARMI

Elizabeth Barrett Browning

 

 

Se devi amarmi,


per null’altro sia che per amore.


Mai non dire:


“L’amo per il sorriso, per lo sguardo,


la gentilezza del parlare,


il modo di pensare così conforme al mio,


che mi rese sereno un giorno”.


Queste son tutte cose che posson mutare.


Amore mio, in sé stesso o per te,


un amore così nato potrebbe poi morire.


E non amarmi per pietà di lacrime


che bagnino il mio volto.


Può scordare il pianto


chi ebbe a lungo il tuo conforto,


e perderti.


Soltanto per amore amami


per sempre e per l’eternità.

 


 

 

 

 

TONY KOSPAN





LA POESIA… LA CULTURA…
IL LORO FANTASTICO MONDO…
E LE LORO SUBLIMI EMOZIONI…
NELLA PAGINA FB




L'immagine può contenere: 2 persone, persone che sorridono, sMS



Con la bella minipoesia “Quelli che”… di Rumi… buonanotte a tutti   1 comment

 
 
 
 
 
 
 
 
QUELLI CHE…
Rumi
 
Quelli che non sentono questo Amore
trascinarli come un fiume,
quelli che non bevono l’alba
come una tazza di acqua sorgiva
o non fanno provvista di tramonto,
quelli che non vogliono cambiare…
lasciateli dormire.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Foto animataFoto animataFoto animata
 
 
 
 
 
 
 
 
by Tony Kospan
 
 
 
 
 
 

IL TUO NUOVO GRUPPO DI STORIA.. RICORDI ED AMICIZIA

L'immagine può contenere: 1 persona

.
.
.
.
.

 Waterhouse – Eco e Narciso

 

 

Pubblicato 10 settembre 2017 da tonykospan21 in BUONANOTTE IN MINIPOESIA

Taggato con , ,

IL RAGAZZO E L’ECO – In questo bel raccontino.. la saggia spiegazione del noto effetto sonoro   Leave a comment

 

 

Un breve ma simpatico brano sull’eco,

fenomeno acustico che ha affascinato

l’umanità fin dai tempi antichi,

con una sua interessante morale

 

 

 

La ninfa Eco in pietra (Parque del Laberinto de Horta – Barcellona)

 

 

 

IL RAGAZZO E L’ECO

Un raccontino di saggezza…

 

 

 

 

 
 
 
 

 

 

 
“Un ragazzino e suo padre passeggiavano tra le montagne…


All’improvviso il ragazzino inciampò, cadde e, facendosi male, urlò :”AAAhhhhhhhhhhh!!!”


Con suo gran stupore il bimbo sentì una voce venire dalle montagne che ripeteva :”AAAhhhhhhhhhhh!!!”


Con curiosità, egli chiese: “Chi sei tu?”


E ricevette la risposta: “Chi sei tu?”


 Dopo il ragazzino urlò: “Io ti sento! Chi sei?”


E la voce rispose: “Io ti sento! Chi sei?”
Infuriato da quella risposta egli urlò: “Codardo”


E ricevette la risposta: “Codardo!”
Allora il bimbo guardò suo padre e gli chiese: “Papà, che succede?”


Il padre gli sorrise e rispose:”Figlio mio, ora stai attento:”
E dopo l’uomo gridò: “Tu sei un campione!”


La voce rispose: “Tu sei un campione!”
Il figlio era sorpreso ma non capiva.


Allora il padre gli spiegò: “La gente chiama questo fenomeno ECO ma in realtà è VITA.
La Vita, come un’eco, ti restituisce quello che tu dici o fai.
La vita non è altro che il riflesso delle nostre azioni.
Se tu desideri più amore nel mondo, devi creare più amore nel tuo cuore; se vuoi che la gente ti rispetti, devi tu rispettare gli altri per primo.
Questo principio va applicato in ogni cosa, in ogni aspetto della vita; la Vita ti restituisce ciò che tu hai dato ad essa.

La nostra Vita non è un insieme di coincidenze, è lo specchio di noi stessi.


 

 
 
 
Waterhouse – Eco e Narciso

 
 
 
 
 
 
 

 

 

(TESTO DAL WEB)

 

 

CIAO DA ORSO TONY

 

 

 

 

 

PER LE NOVITA’ DEL BLOG

SE IL BLOG TI PIACE
I S C R I V I T i


 

 

Buon sabato notte in poesia “Rosa purpurea” Hesse – arte.. Waterhouse – canzone “Acqua e sale”   Leave a comment


 
 
 
 
John William Waterhouse
 
 
 
 
 
L'immagine può contenere: oceano, cielo, nuvola, natura, acqua e spazio all'aperto
 
 
 
 

 
D'amore non esistono peccati,
s'infuriava un poeta ai tardi anni,
esistono soltanto peccati contro l'amore.
E questi no, non li perdoneranno.
Giorgio Caproni
 

 
 
 

 

John William Waterhouse – Santuario

 

 


 


 
 
 
ROSA PURPUREA
Hermann Hesse
 
 
Ti avevo cantato una canzone.
Tu tacevi. La tua destra tendeva
con dita stanche una grande,
rossa, matura rosa purpurea.
E sopra di noi con estraneo fulgore
si alzò la mite notte d'estate,
aperta nel suo meraviglioso splendore,
la prima notte che noi godemmo.
Salì e piegò il braccio oscuro
intorno a noi ed era così calma e calda.
E dal tuo grembo silenziosa scrollasti
i petali di una rosa purpurea.
 
 
 
 
 
John William Waterhouse – Arianna

 
 
 
 
 
 
 
 
L'immagine può contenere: 1 persona, sMS
 
 
 
 
a tutti da Orso Tony
 
 
 
 
.
.
.
.
.
ARTE MUSICA POESIA ETC
NEL GRUPPO DI FB

.
.
 
 
  

 L'immagine può contenere: 6 persone

John William Waterhouse – Ila e le ninfe


 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: