Archivio per l'etichetta ‘Andrea Bocelli

Torna a Surriento – La storia vera… l’atmosfera del tempo e l’ascolto della mitica canzone   1 comment

 
 
 
 
 
 
 
 

Rieccomi a parlare con voi
delle affascinanti canzoni di un tempo…
 
 

Questa, che ha per oggetto la bellissima Sorrento,
favoloso (e storico) luogo di villeggiatura…
nasconde una storia poco nota ai più…

 
  
 
 

 
 

ATMOSFERE E NOTE… D’UN TEMPO…


 
 
 
 
 
 
 
 
 
TORNA A SURRIENTO 
 STORIA… MUSICA… ED IMMAGINI…
a cura di Tony Kospan
 
 
 
 
 
 
 
 
 
LA VERA STORIA
 
 
 
 
Questa famosissima e classicissima canzone napoletana
al contrario di quel che tantissimi pensano…
non nasce come affatto come canzone d’amore… anzi…
 
 
 
 
 
 
Piazza Tasso di Sorrento com’era…
 
 
 
 
Siamo nel 1902
ed il proprietario del Grand Hotel di Sorrento…
per sé e per la cittadinanza…  
perora presso l’onorevole Giuseppe Zanardelli
la causa dell’apertura di un Ufficio Postale…
grande novità per l’epoca…
 
.


.
.
Il ministro Zanardelli


 ..
.
Gli viene l’idea poi, per dare incisività a tale richiesta
e dunque esser più convincente,
di dedicare all’onorevole una canzone.
 
 
Chiede allora ai fratelli
Gian Battista ed Ernesto De Curtis
di prepararla al più presto.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
L’onorevole, ignaro di tutto,
mentre sta per lasciare l’Hotel riceve dunque
la graditissima sorpresa
di sentirsi dedicare una dolce canzone…
che l’invita a tornare tra le bellezze di Sorrento…
appunto…
Torna a Surriento“.
 
 
La cosa lo colpisce a tal punto che…
poco dopo Sorrento ha l’agognato Ufficio Postale… 
 
 
 
 
 
Piedigrotta
 
 
 
 
La canzone così nata, però con alcune modifiche,
 qualche anno dopo partecipa alla famosa
Festa di Piedigrotta
e diventa un successo
che si estende in breve tempo in tutto il mondo…
 
 
 
 
 
 
 
 
A mio modesto parere il successo,
oltre che alla bellissima musica,
è dovuto anche alla perdita 
del suo originario reale significato
per diventare un accorato appello
da parte di ogni amata/o al proprio amore 
per un ritorno nei luoghi che li hanno visti felici…
 
 
 
 
 
 
 
 
 
L’ATMOSFERA DEL 1902
 
 
 
Ora prima d’ascoltar la canzone
e di leggerne il testo
diamo un’occhiata all’atmosfera del 1902…
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Ascoltiamola dunque in una prima versione
cantata da Claudio Villa, leggendone anche il testo
sia in originale che tradotto in italiano
 
 
 
 clicca per vedere l'immagine a dimensioni normali
 
 
 
 
 
e poi, se ci va,  
in questo bel video cantata da Bocelli
clikkando sull’immagine qui giù…
 
 
clicca per vedere l'immagine a dimensioni normali
 

 
 
 
 
Buon ascolto, se vi fa piacere.
 
 
Ciao da Tony Kospan
 
 
 
 
 
 

PER LE NOVITA’

SE IL BLOG TI PIACE

I S C R I V I T I







 
 

E voi dormite ancora – Il poetico canto che riuscì a fermare la battaglia in trincea e la sua storia   2 comments

 
 
 
 

UN BELLISSIMO… ROMANTICO CANTO D’AMORE…
 SENZA SPAZIO E… SENZA TEMPO

CON UNA SUA INCREDIBILE EMOZIONANTE STORIA…
 

 
 
 
 
L'immagine può contenere: una o più persone
 
 
 
 

E VOI DORMITE ANCORA
(E VUI DURMITI ANCORA)

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

POESIA MUSICA EMOZIONE…
ED UNA STORIA VERA
a cura di Tony Kospan…
 
 
 
 

 
 
Serenata siciliana – Gloeden Wilhelm – 1916
 
 
 
 
 
LA STORIA

 
 
 
“Si dice che fosse il 1916.
Sul fronte della Carnia si fronteggiavano gli austriaci e due reggimenti formati da Siciliani.
Si sparavano e si ammazzavano.
Una sera, splendendo la luna, uno dei nostri, un soldato siciliano, prese la sua chitarra e cantò.
E mentre cantava, gli spari cessarono.
E quando finì di cantare, gli austriaci applaudirono.
Questa canzone, cantò il soldato.
Non era quello il suo posto, in mezzo alla Morte.
E lui invocò il suo posto.” (DAL WEB)
 
 
Quest’episodio all’epoca fece moltissimo parlare di sé…
 
 
 
 
 
 
 
 
Questa qui giù è la dolcissima musica…
poi leggeremo il testo
ed infine il video con parole e musica…
 
 
 
LA MUSICA

 
 
 
 
 
 
 
 

IL TESTO

 

E VOI DORMITE ANCORA…
Giovanni Formisano*
 
*POETA E COMMEDIOGRAFO – Catania – 1878 – 1962
 
 
 
 
 

 

 

Già dal mare s’è levato il sole 
E voi dormite ancora, piccola e bella 
Gli uccelli sono stanchi di cantare 
Infreddoliti, aspettano qui fuori 
Su quel balconcino si son posati 
E aspettano che voi vi affacciate
Basta, non dormite più 
Perché insieme a loro, in questa straduccia 
Ci sono anch’io ad aspettare voi 
Per vedere questo viso così bello 
Passo qui fuori tutte le mie notti 
E aspetto solo che voi vi affacciate
I fiori non vogliono stare senza di voi 
Tengono tutti il loro capo chino 
Non ce n’è uno che voglia sbocciare 
Se prima non si apre quel balcone 
Sono nascosti fra i boccioli 
E aspettano che voi vi affacciate
Basta, non dormite più 
Perché insieme a loro, in questa straduccia 
Ci sono anch’io ad aspettare voi 
Per vedere questo viso così bello 
Passo qui fuori tutte le mie notti 
E aspetto solo che voi vi affacciate.
 

 

Il canto è qui ovviamente in  versione italiana…
mentre l’originale è in dialetto siciliano…
 
 
.
.
 
Monumento a Giovanni Formisano



Nel 1910 il musicista,  Gaetano Emanuel Calì,

(Catania 1885 – Siracusa 1936)

nel leggere i versi del suo concittadino,

rimase così colpito dalla loro bellezza

che in una sola notte compose la musica…




 

 

 

IL VIDEO (BOCELLI)

 

Se ci va ascoltiamo  ora  il magico canto
in questo video…
nell’interpretazione di Andrea Bocelli…
.
.

  

 
Jeanette Guichard-Bunel

 
 
  
 
Devo dire che la storia di questo canto
quando la conobbi mi fece venire i brividi…
 
 
Tony Kospan
 
 

 

 


Buon weekend in poesia “Sprecata” M. Hornbacher – arte T. E. Mostyn – canzone “Vivo per lei”   Leave a comment

.
.
.
.

 

 


 

 

 
 
 
 
 
In amore, chi arde non ardisce
e chi ardisce non arde.
Niccolò Tommaseo
 
 
 
 
 
L'immagine può contenere: 1 persona
Thomas Edwin Mostyn – Signora con gioielli

 
 
 

SPRECATA
Marya Hornbacher
 
Lo so che di solito non abbracci,
però mi chiedevo se posso io abbracciare te,
non importa se ricambi,
ho pensato che siccome sei qui da un pò
e non hai ricevuto neanche un abbraccio da settimane,
forse te ne serve uno.
Mi chinai e lo abbracciai, rigida.
Lui si strinse a me fortissimo,
il contatto fu cosi sorprendente
e la sua persona minuscola era cosi calda
che respirai forte e cominciai a piangere.

“Gli abbracci fanno molto bene”
disse lui dandomi piccole pacche sulla schiena.
“Se vuoi domani te ne do un altro”..
Ed io mi sentii perduta…

 
 
 

 (Vivo per lei… con testo – Bocelli e Giorgia)

Thomas Edwin Mostyn – Signora con cofanetto di gioielli

 
 
 
 
 
 
 
 
da Orso Tony


ARTE POESIA MUSICA HUMOUR… INSIEME…
NEL GRUPPO DI FB






L'immagine può contenere: 1 persona
Thomas Edwin Mostyn – Flora

 
 
 

Buon weekend in poesia “Amore vola da me” di A. Merini – arte.. J. W. Waterhouse – canzone “Moon river” (Breakfast at Tiffany’s)   2 comments

 

 

J. W. Waterhouse

 

 

 

L'immagine può contenere: fiore, pianta, natura e spazio all'aperto

 

 

 

 

Bacio.
Primula nel giardino delle carezze.
– Paul Verlaine –

 
 

 
 
 

J. W. Waterhouse – Gossip

 

 

 

AMORE, VOLA DA ME
Alda Merini
 
 
Amore, vola da me
con l'aeroplano di carta
della mia fantasia,
con l'ingegno del tuo sentimento.

Vedrai fiorire terre piene di magia
e io sarò la chioma d'albero più alta
per darti frescura e riparo.

Fa' delle due braccia
due ali d'angelo
e porta anche a me un po' di pace
e il giocattolo del sogno.
Ma prima di dirmi qualcosa
guarda il genio in fiore
del mio cuore.

 
 
 
 
J. W. Waterhouse – Arianna

 
 
 



 

 

a tutti da Orso Tony

 

 

 

IL GRUPPO DI CHI AMA L'ARTE FIGURATIVA
(PITTURA, SCULTURA, FOTOGRAFIA E CINEMA)

 
 
 
J. W. Waterhouse – Il risveglio di Adone
 
 
 

Buon martedì sera in poesia “Sonetto dell’amore” di De Moraes – arte W. S. Cooper – canzone “Quando m’innamoro”   Leave a comment

 

 

William Savage Cooper

 

 

 

 

 

L'Amore è la più forte di tutte le passioni

perché attacca contemporaneamente

la testa, il cuore e il corpo.

Voltaire

 

William Savage Cooper – Primavera
 
.
 
 

SONETTO DELL’AMORE TOTALE
Vinicius De Moraes
.
Ti amo tanto, amore mio…non canti
il cuore umano con maggiore verità….
Ti amo come amico e come amante
in una sempre diversa realtà.
Ti amo per affinità, di un quieto amore prestante
e ti amo al di là, presente nella nostalgia.
Ti amo, infine, con grande libertà
per l’eternità e a ogni istante.
Ti amo come un animale, semplicemente
di un amore senza mistero e senza virtù
con un desiderio massiccio e permanente.
E amandoci così, molto e sempre
un giorno nel tuo corpo all’improvviso
morirò per aver amato più di quanto ho potuto.

 
 

 
William Savage Cooper – Fantasia







da Tony Kospan
 

 

 

LA PAGINA DI FB
DELLA POESIA E DELLA CULTURA

 

 

William Savage Cooper – Bellezza sdraiata tra i fiori e sotto l'arcobaleno

 

 

Buon mercoledì sera in poesia “Rimuovo” di A. Merini – arte.. A. Hughes – canzone “L’appuntamento”   Leave a comment

 

 

Arthur Hughes
 
 
 

 


E adesso che ti amo sono felice,

così felice che qualsiasi cosa può aspettare domani

Alda Merini

 

 

 

Arthur Hughes

 
 
 
RIMUOVO
Alda Merini
 
 
Rimuovo
le antiche muraglie
per trovare
le praterie del sogno
e incontrare te,
pane incontaminato
che prendo con le labbra.
Sentire la tua lingua di bosco
e l’ansia salina del tuo respiro,
il cuore che si ferma
è il battito di ali di un’anima
che forse se ne va
per morire d’amore.
 

 

Arthur Hughes

 

 

 

 
 
 

PER LE NOVITA'
SE IL BLOG TI PIACE…
ISCRIVITI

 
 
 
 
Arthur Hughes
 
 
 

Buona settimana in poesia “Ho messo la mia anima” M. Guidacci – arte.. Picasso – canzone “Quando m’innamoro”   2 comments

 

 
 
Picasso
 
 
 

 
 
 
 
 

 
 

Ognuno di noi ha un paio di ali,
ma solo chi sogna impara a volare.
Jim Morrison
 

 
 
 
 
 
 
 
 

 
 

Picasso – La sorgente

 
 
HO MESSO LA MIA ANIMA…
Margherita Guidacci
 
Ho messo la mia anima fra le tue mani.
Curvale a nido.
Essa non vuole altro che riposare in te.
Ma schiudile
se un giorno la sentirai fuggire.
Fa che siano allora come foglie
e come vento,
assecondando il suo volo.
E sappi che l'affetto nell'addio
non è minore che nell'incontro.
Rimane uguale e sarà eterno.
Ma diverse sono talvolta
le vie da percorrere
in obbedienza al destino.

 

 
 
 

Picasso – Famiglia di saltimbanchi

 

 

 

 

 

 
 
a tutti da Orso Tony
 
 
 
 

  

ARTE MUSICA POESIA ETC
NEL GRUPPO DI FB

D'ARTE POESIA MUSICA ETC.
NATO DALLA PAGINA

 
 
 
 
 
 
Picasso – La Bassin des Tuileries – 1901
 
 
 
 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: