Archivio per l'etichetta ‘PITTORE DEL GIORNO

Buon sabato sera in poesia con “Due” di Erri De Luca – arte.. G. Moreau – canzone.. Dreams   1 comment


 

  

 

L'immagine può contenere: 2 persone

Gustave Moreau – Edipo e la Sfinge

 

 

 

L'immagine può contenere: notte, nuvola, cielo e sMS

 

 

 

Se mi fosse possibile
fare un regalo alla prossima generazione,
darei ad ogni individuo
la capacità di ridere di se stesso.
Charles Schulz


 


 

 
 

Gustave Moreau – Galatea

 

 

 

D U E
Erri De Luca

 Quando saremo due saremo veglia e sonno
 affonderemo nella stessa polpa
 come il dente di latte e il suo secondo,
 saremo due come sono le acque, le dolci e le salate,
 come i cieli, del giorno e della notte,
 due come sono i piedi, gli occhi, i reni,
 come i tempi del battito
 i colpi del respiro.
 Quando saremo due non avremo metà
 saremo un due che non si può dividere con niente.
 Quando saremo due, nessuno sarà uno,
 uno sarà l'uguale di nessuno
 e l'unità consisterà nel due.
 Quando saremo due
 cambierà nome pure l'universo
 diventerà diverso.

 
 
 


Gustave Moreau – Dalila
 
 
 


     
 
 
 
 
 
 

.

.

.

L'immagine può contenere: 1 persona, sMS

.

.


      
IL SALOTTO CULTURALE DI FB?
E’ LA TUA PAGINA D’AMICIZIA
CULTURA E SOGNO


 

 



L'immagine può contenere: 2 persone
Gustave Moreau – Leda e il cigno

 

 

 
Annunci

Buon weekend in poesia “Vuoi chiamarmi gioia” di S. Aleramo – arte Monet – canzone “Se piangi se ridi”   Leave a comment

 
 
 

Monet – Bianca Monet che dipinge


 
 
 



Ci sono solo quattro domande che contano nella vita, Don Octavio.
“Cosa è sacro?
Di cosa è fatto lo spirito?
Per cosa vale la pena vivere?
E per cosa vale la pena morire?
La risposta a ognuna è sempre la stessa: solo l’amore.”
Dal film – Don Juan De Marco maestro d’amore


 
 
 


Donna che legge – Monet

 
 
 
VUOI CHIAMARMI GIOIA
Sibilla Aleramo
 
Vuoi chiamarmi Gioia
poi che non sai il mio nome.
E io ti rispondo come ti rispose quel fanciullo
a cui lodasti i lucenti occhi
laggiù nel paese caldo e colorato,
ti rispondo che sei tu ad avere nel forte cuore
la virtù della gioia,
tu ad investire il cuore mio.
Tanto sei forte o signore
che di me cogli solo ciò che t’incanta
e mi ravvivi il sorriso,
e fai che a me stessa più non importi il mio nome
il mio nome che non è Gioia,
fai che ogni oscura imminenza della mia sorte
io alteramente allontani.
– per un attimo?-
e a fine del tuo il mio sorriso ravvivi.
Ravvivi il mio canto,
ed è come se laggiù chiusa nella tua mano
tu mi portassi, nel paese caldo e colorato,
in un avvampante aurora,
là dove ogni cosa si chiama Gioia.
 
 
 
 
Il prato – Monet
 

 
 
 
 
 
 
 
 
a tutti da Tony Kospan
 
 
 

 

STORIE.. RICORDI ED ATMOSFERE DI UNA VOLTA
TI ASPETTANO NEL NUOVO GRUPPO DI FACEBOOK
Nessun testo alternativo automatico disponibile.


 

 

 

Monet – La passeggiata






 

Buon giovedì notte in poesia “Amore” B. Dimitrova – arte Zandomeneghi – canzone “Per me per sempre”   Leave a comment

 
 
 
 

L'immagine può contenere: 1 persona, persona seduta e spazio al chiuso
Federico Zandomeneghi – Riflessione

 
 
 




 
 
 

 
 
 
L'immagine può contenere: una o più persone, notte e sMS
 
 
 
 





 
 
Il fiore che sboccia non fa alcun rumore;
la bellezza, la vera felicità e il genuino eroismo
camminano su suole silenziose!
Wilhelm Raabe
 
mini fleur mini fleur mini fleur mini fleur
 

 

 

Federico Zandomeneghi – Sul divano





AMORE

Blaga Dimitrova

Ho perso l’andatura trascurata,
ho perso la mia risata presuntuosa
e il silenzio mite dell’anima,
e la freschezza nello sguardo distratto,
e di notte il sonno.
Ho perso i sentieri che mi attiravano,
la ribellione, e la libertà,
l’imprevisto, e il suono dei canti
– ho perso tutto, ma sono la più ricca
la più prodiga del mondo.


.


.

Federico Zandomeneghi – La passeggiata

 

 

 



.



 
L'immagine può contenere: sMS


dall'Orso


 
 
 
 
 
 
 
PER LE NOVITA' DEL BLOG


E… SE TI PIACE…


ISCRIVITI





L'immagine può contenere: 2 persone
Federico Zandomeneghi – Il tè




Buona serata del 2 novembre in poesia.. “Le candele” C. Kavafis – arte J. E. Millais – canzone “Io vorrei” di Battisti   Leave a comment

 

 

Foto:

John Everett Millais

 

 

 

Oggi 2 novembre rivolgiamo innnanzitutto
un affettuoso pensiero
ai nostri cari che ci hanno lasciato ed a tutti i defunti
affinché il loro ricordo ed i loro esempi positivi
possano aiutarci ed illuminarci nel nostro cammino
in questa difficilissima epoca…

 

 

 

 

Foto:

 

 

 

70x8270x8270x8270x8270x8270x8270x8270x8270x82

La vita è come una stoffa ricamata della quale 

ciascuno nella propria metà dell’esistenza può osservare il diritto, 

nella seconda invece il rovescio: quest’ultimo non è così bello, 

ma più istruttivo, perché ci fa vedere l’intreccio dei fili.

Arthur Schopenhauer 

70x8270x8270x8270x8270x8270x8270x8270x8270x82

 

 

 

Foto:

John Everett Millais


 


 
      
 

 

Foto: Foto:

 
 
LE CANDELE
Costantinos Kavafis
 
Stanno i giorni futuri innanzi a noi
come una fila di candele accese,
dorate, calde e vivide.
Restano indietro i giorni del passato,
penosa riga di candele spente:
le più vicine danno fumo ancora,
fredde, disfatte, e storte.
Non le voglio vedere: m’accora il loro aspetto,
la memoria m’accora del loro antico lume.
E guardo avanti le candele accese.
Non mi voglio voltare, 
ch’io non scorga, in un brivido,
come s’allunga presto la tenebrosa riga,
come crescono presto le mie candele spente.

     
 
Foto:
John Everett Millais – Ophelia



 
 
Foto:
da Orso Tony

 
 
  

 

 

IL GRUPPO DEGLI ARTISTI
E DI CHI AMA L’ARTE

.
.
.
Foto:
John Everett Millais
 
 

Buon martedì sera in poesia “Parlami” di A. Fumagalli – arte.. Boldini – canzone “Adesso tu”   1 comment

 

 


Giovanni Boldini


 

 

L'immagine può contenere: oceano, cielo, crepuscolo, nuvola, sMS, acqua, spazio all'aperto e natura


 
 
 

 
 
La vita si ascolta così come le onde del mare.
Le onde montano… crescono… cambiano le cose.
Poi, tutto torna come prima…
ma non è più la stessa cosa.
~ A.Baricco ~
 
 
 
 

 

 

 

 

Giovanni Boldini

 

 


PARLAMI
Ambrogio Fumagalli 

 

Parlami se il cielo

non t’ha più sorriso

se il mare non t’ha più amato

se le nuvole non t’hanno ricoperto

quando faceva freddo

o quando l’amore t’ha lasciato

e ti sentisti morire piano piano

come fosse il luccicare

d’una candela

che si spegne in un soffio

di vento o di tempo.

 

Parlami dei tuoi passi


dell’amore che ti mancò

del volare che non ti bastò

o quella voglia di sperare

che ti fece sognare

o era un voler pregare

in una mattina d’inverno

quando il gelo

si confuse con la bruma

e il luccicare del ghiaccio

lo scambiasti per l’infinito

cielo stellato.


 

 

Giovanni Boldini

 

 

 



 

 

Foto:

 

a tutti da Orso Tony

 

 

 

IL GRUPPO DI CHI AMA VIVER L'ARTE…
I N S I E M E

 

 

   

Giovanni Boldini

 

 

 

Buon lunedì notte in poesia “Lei avanza in bellezza come la notte” G. Byron – arte F. L. Comerre – canzone “Minuetto”   Leave a comment


 
 
Leon Francois Comerre – La bella lettrice
 
 
 
 
 

L'immagine può contenere: cielo, crepuscolo e spazio all'aperto
 
 

 
 

Se ti dicono che l’amore è un sogno,
sogna pure ma non stupirti se ti svegli piangendo
.
Jim Morrison

 
 
 
 
  (Minuetto – mp3)

L'immagine può contenere: 1 persona, in piedi e spazio all'aperto
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Leon Francois Comerre – Gloria del mattino


 
 
 


LEI AVANZA IN BELLEZZA COME LA NOTTE
George Byron

Lei avanza in bellezza, come la notte
 Lei avanza in bellezza, come la notte
 di climi tersi e di cieli stellati,
 tutti i pregi della luce e della tenebra
 s'incontrano nel suo aspetto e nei suoi occhi:
 così addolciti a quella luce tenera
 che il cielo nega allo sfarzo del giorno.
 Un'ombra ancora, un raggio in meno,
 forse avrebbero mutato la grazia senza nome
 che ondeggia a ogni treccia corvina,
 o dolcemente le illumina il volto,
 dove pensieri limpidi e soavi svelano
 quanto pura e preziosa la loro dimora.
 Su quella guancia, e su quella fronte,
 così dolci e calme ma eloquenti,
 i sorrisi che vincono, i colori accesi,
 parlano solo di giorni nel bene,
 di un’anima in pace con tutto,
 di un cuore innocente al suo amare.


 
 
 
 
 
Leon Francois Comerre – Luna
 
 
 

69x6269x6269x6269x6269x6269x6269x6269x6269x6269x62
 
 
 
 
 
L'immagine può contenere: sMS
 
 
 
 
 
 
 

IL GRUPPO DI CHI AMA VIVER L'ARTE
I N S I E M E
Ripped Note
.
.
.
.
.
.
.
L'immagine può contenere: 1 persona
Leon Francois Comerre





 
 

Buona domenica sera in poesia “La traversata” M. L. Spaziani – arte Goya – canzone “Io vorrei” di Battisti   Leave a comment

 

 

Goya


 

  

L'immagine può contenere: fiore e sMS

 

Noi non siamo solo quel che mangiamo e l’aria che respiriamo.

Siamo anche le storie che abbiamo sentito,

le favole con cui ci  hanno addormentati da bambini,

i libri che abbiamo letto,

la musica che abbiamo ascoltato

e le emozioni che un quadro, una statua, una poesia ci hanno dato.

Tiziano Terzani

 

 

L'autunno – Goya

.


 
 


    

Foto:


.
LA TRAVERSATA DELL'OASI
Maria Luisa Spaziani


 Ibernati, incoscienti, inesistenti,
proveniamo da infiniti deserti.
Fra poco altri infiniti ci apriranno
ali voraci per l’eternità.
Ma qui ora c’è l’oasi, catena
di delizie e tormenti. Le stagioni
colorate ci avvolgono, le mani
amate ci accarezzano.
Un punto infinitesimo nel vortice
che cieco ci avviluppa. C’è la musica
(altrove sconosciuta), c’è il miracolo
della rosa che sboccia, e c’è il mio cuore.


 

    
Danza in Andalusia – Goya

 
 
 
 
L'immagine può contenere: natura e spazio all'aperto
 

 da Tony Kospan
 

 

STORIE.. RICORDI ED ATMOSFERE DI UNA VOLTA
TI ASPETTANO NEL NUOVO GRUPPO DI FACEBOOK
Nessun testo alternativo automatico disponibile.


.


.

Goya – La Maya vestita



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: