Buona settimana in poesia “Sei inferno e paradiso”- arte.. L. Ritman – canzone “Io ti darò”   Leave a comment

.
.
.
 

Louis Ritman

 


 

 

 

 

 

 


Una vita senza sogni

è come un giardino senza fiori.

G. Beese

 

 

 

Louis Ritman – Mademoiselle Gaby –  1919

 

 

SEI INFERNO E PARADISO

Guido Mazzolini

 

Sei inferno e paradiso

pace, guerra

sei assenso e dissenso

tempesta, bonaccia

sei sabbia e granito

spessore sottile

sei fuoco che arde

sei acqua che spegne la sete

sei e non sei

ma se sei

sei presenza insostenibile

ai sensi,

a sussurrati sensi

insaziabili

di sognatore schivo.

Sei l’ansia di sapere

tu, per sempre irraggiungibile

eppure così vicina.

 

 

Louis Ritman – Sistemazione dei fiori

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
 
 
 


.
.
 

IL GRUPPO IN CUI VIVER L'ARTE…
INSIEME

 
 
 
 
 
 

Louis Ritman – Alla finestra
 
 
 
 

L’incredibile.. favoloso.. Tesoro di Tutankamon – Archeologia di sogno in immagini e video   3 comments






Il tesoro, scoperto solo nel 1922 da un archeologo inglese,

è costituito da oggetti di gran pregio, 

come letti e sedie, dorati, intarsiati e disegnati.




.

.

.

Inoltre vi sono monili ed oggettistica d'oro, 

mobili, giochi, statue, etc. 

Lo stesso sarcofago, di oltre cento kg, è d’oro

come anche la famosissima maschera sul volto di Tutankhamon 

di una bellezza superba.

 



 
 
 
Ora possiamo ammirar questo tesoro grazie
a questo video davvero bellissimo  per chi ama l’antico Egitto.

Qui potremo ammirare non solo reperti archeologici… 
ma anche oggetti di immensa bellezza e senza tempo.
 
 
 
 
 
 
 
 
Nel video, insieme ad una bella musica,
 ci sono le immagini classiche,
che ben conosciamo, di Tutankhamon… ma anche tante altre
del tutto nuove e sorprendenti…
 
 
 
 
 
 
 
 
Il video è fantastico e davvero imperdibile…
 
Buona visione 
 
 
 

 

 
 
 
 
CIAO DA TONY KOSPAN
 
 
 
 
 
80x8080x8080x80
 

IL MONDO DELL'ARTE
E DEGLI ARTISTI
NEL GRUPPO DI FB
 
 
 

Nessun uomo è un’isola – La 2° poesia sublime di J. Donne in cui l’Umanità è vista come un “insieme”   2 comments

 



Come vi avevo  preannunciato c'è un'altra poesia

con lo stesso titolo, sempre di John Donne,

di quella che abbiamo letto qualche tempo fa…



 

  

  

 
NESSUN UOMO E' UN'ISOLA
(Meditation XVII)
 
 
 
 
 
 
 
 
A mio parere anche questa è una poesia profondissima…
 
 
Qui però, più che inneggiare all'amicizia,
il poeta ci porta ad una visione altissima
dell'Umanità… vista come un INSIEME…
di cui ciascuno di noi è parte



 

 

 

 

Parte importante che, così come un pezzo di un puzzle,

riesce a formare un dipinto (o un ordito) molto più ampio…


Poi però quando questa parte viene meno…

ne soffre sia tutto l'insieme… che ciascun uomo…

 
 
 
 
 
 
 
 
Il verso finale
Per chi suona la campana
fu usato come titolo
 di un suo famoso romanzo da Ernest Hemingway 
 
 




John Donne (Londra 1572 – 31 marzo 1631)
 
 
  
John Donne, poeta e religioso inglese,
ma anche vivace uomo di mondo,
vissuto a cavallo tra il 1500 ed il 1600
riusciva spesso a raggiungere,
come possiamo vedere in questi versi,
vette di altissima spiritualità…






 
 
 

NESSUN UOMO E' UN'ISOLA
John Donne

Nessun uomo è un’isola,
completo in sé stesso;
ogni uomo è un pezzo del continente,
una parte del tutto.
Se anche solo una zolla
venisse lavata via dal mare,
l’Europa ne sarebbe diminuita,
come se le mancasse un promontorio,
come se venisse a mancare
una dimora di amici tuoi,
o la tua stessa casa.
La morte di qualsiasi uomo mi sminuisce,
perché io sono parte dell’umanità.
E dunque non chiedere mai
per chi suona la campana:
essa suona per te.

 

 

 



Cosa ne pensate?



Ciao da Tony Kospan

 

 

 

PER LE NOVITA' DEL BLOG


SE IL BLOG TI PIACE
ISCRIVITI


     



 



 

Michael Jackson.. grande ma controverso artista – Breve ricordo con un mio pensiero e molte sue canzoni di successo   1 comment




Artista idolatrato da milioni di persone
è stato anche un personaggio molto controverso
sul quale si è scritto di tutto, spesso a vanvera,
per qualche suo strano atteggiamento.







Atteggiamenti che, se diamo una piccola occhiata
alla sua biografia, potremo facilmente comprendere.
.
.


Michael Jackson
(Gary 29.8.1958 – Los Angeles 25.6.2009)




Nato in una famiglia afroamericana
(ottavo di dieci figli)
madre testimone di Geova e padre operaio metalmeccanico
fin da piccolissimo… per il suo precoce genio musicale
e per il suo fantastico modo di danzare…
fu ahimè travolto dallo star system
e quindi privato completamente di un'infanzia normale
creandogli così non pochi problemi psicologici








Il suo genio musicale però
è stato comunque sempre enorme
e questo ha attirato invidie e maldicenze 
da cui sono nate diverse accuse infamanti
(forse anche per spillargli soldi)
dalle quali è stato sempre pienamente assolto
(e recentemente qualcuno ha confessato la falsità della denuncia).








Chiamato da tutti The King of Pop (Re del Pop)
o più brevemente MJ,
è entrato nel Guinness dei Primati per esser stato l'artista
che ha avuto più successo di tutti e soprattutto
per aver venduto oltre un miliardo di dischi.








Rendiamogli ora un piccolo omaggio con questo che è
uno dei suoi video musicali più famosi ed amati…
in cui possiamo ascoltare la canzone Billie Jean,
tra le più belle di tutti i tempi, 
e che l'impose all'attenzione mondiale…



 



e con quest'altro in cui v'è una raccolta
 di 12 tra le sue più belle canzoni




 




Rivolgo infine un affettuoso pensiero
verso questo grandissimo artista
che ha vissuto con sofferenza,
per i problemi su accennati,
nonostante il suo incredibile successo…




.
.
.
.
Tony Kospan
.
.
.
.

.


SE AMI L'ARTE






.
.
.
.
.

Con l’originale “Lontanissime vacanze” di Vivian Lamarque… buonanotte in minipoesia   Leave a comment

 
 

 

 
.
 
 
LONTANISSIME VACANZE
Vivian Lamarque
 
Lontanissime vacanze
erano incominciate.

In opposti luoghi ubicati
guardavano i bellissimi mari
e le alte montagne
separati.
 
 
.
 
 
 
.
 
 
.
 
 
 
 
 
par Tony Kospan
 
 
.
 
 
C. C. Curran
 
 
.
 
 

La danza delle ore… mitica classica musica di Ponchielli – Storia.. dipinti.. libretto e balletto.. anche in video   Leave a comment






 
 

ARTE E MUSICA
accostate con… con libera… fantasia…
 
 
 

.

.
 

 
 
.


.
.

LA DANZA DELLE ORE
il libretto di Ponchielli… il testo di Boito…
diversi dipinti… e la mitica musica…
 
 
.
.

 

GAETANO PREVIATI – LA DANZA DELLE ORE

 


La “Danza delle ore” è un classico balletto-intermezzo inserito da Amilcare Ponchielli nell'opera Gioconda, da lui musicata su libretto di Arrigo Boito, per vivacizzare la parte centrale.


L'opera debuttò al Teatro della Scala nel 1876 ma dopo faticose modifiche trionfò solo nel 1980 sempre alla Scala.



Francesco Primaticcio – Danza delle ore





Con la “Danza delle ore” il Ponchielli ha magicamente reso in musica l'idea di Arrigo Boito delle 12 ballerine raffiguranti le 12 ore e dei 2 ballerini che simulassero le lancette dell'orologio.

Musica e balletto descrivono in una favolosa sinfonica progressione l'avanzare delle ore del giorno e della notte.



Arrigo Boito





Questo è il solo brano di autore italiano che la Disney inserì nel famoso cartoon musicale “Fantasia“.





 



Ecco il testo del “cuore” (ovvero parte principale)… del libretto…

 

 

 

logo.giflogo.giflogo.giflogo.giflogo.giflogo.gif

 

 

LA DANZA DELLE ORE ATTO III

Arrigo Boito – Amilcare Ponchielli

 

Grazie vi rendo per le vostre laudi,
cortesi amici. A più leggiadri gaüdi
ora v’invito. Ecco una mascherata
di vaghe danzatrici. Ognuna è ornata
di bellezza e fulgore
e tutte in cerchio rappresentan l’ore.
S’incominci la danza.
Sortono le Ore dell’aurora
Danza delle Ore dell’aurora
Sortono le Ore del giorno
Danza delle Ore del giorno.
Sortono le Ore della sera
Danza delle Ore della sera
Sortono le Ore della notte.


 logo.giflogo.giflogo.giflogo.giflogo.giflogo.gif





Amilcare Ponchielli

.


Infine… ecco la notissima affascinante musica…


Il video per immagini e musica
è, a mio parere, davvero di ottima qualità… 




.

 
 Matisse – La danza
 
 
 




 
 
 
 
 

 
 
 
 
Buona visione e buon ascolto…
 

Ciaoooooooooooooo…

Orso Tony

 

 

PSICHE E SOGNO
samp5873205a0f06c928.jpg PSICHE E SOGNO picture by orsosognante

.
.
.
.
.
 
 
.
.
.
.


Buona domenica pomeriggio in poesia.. L’incontro di K. Mansfield – arte.. J. Lavery – canzone.. Almeno tu nell’Universo   1 comment

 

 

 

 

John Lavery

 

 

 

 

 

Amo le cose belle, le belle storie che dicono qualcosa,
mi piace tutto ciò che fa palpitare il cuore.
E’ bello aver la pelle d’oca, significa che stai vivendo.
Josè Saramago
 

 
 
 
 

John Lavery – L'amaca rossa

 

 

 

L'INCONTRO

Katherine Mansfield

 

E iniziammo a parlare,

guardandoci un attimo, schivi,

con imbarazzo.

La tristezza chiamava lacrime,

ma non piangevo; desideravo

prenderti la mano, ma un tremito diffuso

me lo impediva.

Contavi i giorni che mancavano

a un altro appuntamento,

ma entrambi sentivamo nel cuore,

che soli ce ne andavamo per sempre.

Il suono acuto di una campana riempì la stanza.

“Ascolta” dissi “batte forte come un cavallo

che galoppa su una strada deserta

e che si perde nella notte scura.”

Tacqui stretta tra le tue braccia

finché il rintocco

vinse anche il battito dei nostri cuori.

“Non posso andarmene” dicesti,

“la mia vita è qui, in eterno.”

Ma te ne andasti.

Tutto era cambiato.

Il rintocco giunse sopito,

debole, sempre più fioco.

Dissi alla notte: “Se smette devo morire”.

 

 

 

John Lavery – Tennis
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

 
a tutti da Orso Tony

 

 

IL GRUPPO IN CUI VIVER L'ARTE…
INSIEME

 

 

 

John Lavery

 

 

 

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Segui assieme ad altri 4.475 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: