Archivio per l'etichetta ‘martedì sera

Martedì sera in poesia “Il tuo sorriso” Neruda – arte Khnopff – canzone “Luglio” R. Del Turco   Leave a comment

 

 

 

 Fernand Khnopff – Silenzio

 

 

 

 

 

png ROSA GRANDE PNG 9

Lo sai, io amo l’ombra come amo la luce.
Perché esistano la bellezza del volto,
la chiarezza del discorso,
la bontà e fermezza del carattere,
l’ombra è necessaria quanto la luce.
Esse non sono avversarie:
anzi si tengono amorevolmente per mano,
e quando la luce scompare l’ombra le scivola dentro.
– Friedrich Nietzsche –

png ROSA GRANDE PNG 9
 

 

 

Fernand Khnopff – Carezze  

 

 

IL TUO SORRISO

Pablo Neruda

 

Toglimi il pane, se vuoi,
toglimi l’aria, ma
non togliermi il tuo sorriso.
Non togliermi la rosa,
la lancia che sgrani,
l’acqua che d’improvviso
scoppia nella tua gioia,
la repentina onda
d’argento che ti nasce.
Dura è la mia lotta e torno
con gli occhi stanchi,
a volte, d’aver visto
la terra che non cambia,
ma entrando il tuo sorriso
sale al cielo cercandomi
ed apre per me tutte
le porte della vita.
Amor mio, nell’ora
più oscura sgrana
il tuo sorriso, e se d’improvviso
vedi che il mio sangue macchia
le pietre della strada,
ridi, perché il tuo riso
sarà per le mie mani
come una spada fresca.
Vicino al mare, d’autunno,
il tuo riso deve innalzare
la sua cascata di spuma,
e in primavera, amore,
voglio il tuo riso come
il fiore che attendevo,
il fiore azzurro, la rosa
della mia patria sonora.
Riditela della notte,
del giorno, della luna,
riditela delle strade
contorte dell’isola,
riditela di questo rozzo
ragazzo che ti ama,
ma quando apro gli occhi
e quando li richiudo,
quando i miei passi vanno,
quando tornano i miei passi,
negami il pane, l’aria,
la luce, la primavera,
ma il tuo sorriso mai,
perché io ne morrei.

 

 

*Fernand Khnopff – Ricordi 

 

 

     cuore-mini-2e4lqw9.gifcuore-mini-2e4lqw9.gifcuore-mini-2e4lqw9.gifcuore-mini-2e4lqw9.gifcuore-mini-2e4lqw9.gifcuore-mini-2e4lqw9.gifcuore-mini-2e4lqw9.gifcuore-mini-2e4lqw9.gifcuore-mini-2e4lqw9.gif     


 A VOI TUTTI… OVUNQUE SIATE


 

frebiapouce.gif   musical notes    (Luglio)

 

 

Fernand Edmond Jean Marie Khnopff Grembergen

 12.9.1858 – Bruxelles 12.11.1921

 è stato un pittore belga della corrente Simbolista.

.
.
.
.
.

Fernand Khnopff – 1899 – Testa di donna (Simbolismo)




Martedì sera in poesia “Il tuo sorriso” Neruda – arte F. Khnopff – canzone “Luglio”   Leave a comment

 

 

 

 Fernand Khnopff – Silenzio

 

 

 

 

 

png ROSA GRANDE PNG 9

Lo sai, io amo l’ombra come amo la luce.
Perché esistano la bellezza del volto,
la chiarezza del discorso,
la bontà e fermezza del carattere,
l’ombra è necessaria quanto la luce.
Esse non sono avversarie:
anzi si tengono amorevolmente per mano,
e quando la luce scompare l’ombra le scivola dentro.
– Friedrich Nietzsche –

png ROSA GRANDE PNG 9
 

 

 

Fernand Khnopff – Carezze  

 

 

IL TUO SORRISO

Pablo Neruda

 

Toglimi il pane, se vuoi,
toglimi l’aria, ma
non togliermi il tuo sorriso.
Non togliermi la rosa,
la lancia che sgrani,
l’acqua che d’improvviso
scoppia nella tua gioia,
la repentina onda
d’argento che ti nasce.
Dura è la mia lotta e torno
con gli occhi stanchi,
a volte, d’aver visto
la terra che non cambia,
ma entrando il tuo sorriso
sale al cielo cercandomi
ed apre per me tutte
le porte della vita.
Amor mio, nell’ora
più oscura sgrana
il tuo sorriso, e se d’improvviso
vedi che il mio sangue macchia
le pietre della strada,
ridi, perché il tuo riso
sarà per le mie mani
come una spada fresca.
Vicino al mare, d’autunno,
il tuo riso deve innalzare
la sua cascata di spuma,
e in primavera, amore,
voglio il tuo riso come
il fiore che attendevo,
il fiore azzurro, la rosa
della mia patria sonora.
Riditela della notte,
del giorno, della luna,
riditela delle strade
contorte dell’isola,
riditela di questo rozzo
ragazzo che ti ama,
ma quando apro gli occhi
e quando li richiudo,
quando i miei passi vanno,
quando tornano i miei passi,
negami il pane, l’aria,
la luce, la primavera,
ma il tuo sorriso mai,
perché io ne morrei.

 

 

*Fernand Khnopff – Ricordi 

 

 

     cuore-mini-2e4lqw9.gifcuore-mini-2e4lqw9.gifcuore-mini-2e4lqw9.gifcuore-mini-2e4lqw9.gifcuore-mini-2e4lqw9.gifcuore-mini-2e4lqw9.gifcuore-mini-2e4lqw9.gifcuore-mini-2e4lqw9.gifcuore-mini-2e4lqw9.gif     


 A VOI TUTTI… OVUNQUE SIATE


 

frebiapouce.gif   musical notes    (Luglio)

 

 

Fernand Edmond Jean Marie Khnopff Grembergen

 12.9.1858 – Bruxelles 12.11.1921

 è stato un pittore belga della corrente Simbolista.

.
.
.
.
.

Fernand Khnopff – 1899 – Testa di donna (Simbolismo)




Martedì sera in poesia “Come angeli” Ive Balsamo – arte Tran Nguyen – canzone “Cercami” R. Zero   Leave a comment

 
 
 
 
 
 Tran Nguyen

 
 

 

 

 

fiori ximqrfiori ximqr

L’amore immaturo dice:

“Ti amo perché ho bisogno di te”.

L’amore maturo dice:

”Ho bisogno di te perché ti amo”

Erich Fromm

fiori ximqrfiori ximqr

 

 

Tran Nguyen

 

 

8h970zos.gif8h970zos.gif

 

 

fre bia pouce     musical notes

sera-o8o1jsm1zam.gif

 

 

 
COME ANGELI 
Ive Balsamo
 
 
Danziamo
come angeli
nel buio
dei Quasar
stringendoci le mani.
Baci
di stelle
si posano
sulle labbra,
polveri di luna
ci abbracciano.
Come sfere
impazzite
rotoliamo
nel vuoto
intonando
canti d’amore
al ritmo
di suoni siderali.
E’ un sogno
incantato,
amore mio,
svanisce
all’alba.

 
 
 
 

 Tran Nguyen

 
 
 
 
violk39.gifviolk39.gif
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
stelline color rsstelline color rsstelline color rs

PER LE NOVITA’ DEL BLOG
Frecce2039

SE IL BLOG TI PIACE
I S C R I V I T I 

.
.

Tran Nguyen



Martedì sera in poesia “I miei incantesimi” Poe – arte B. Burke – canzone “The bottle let medown”   Leave a comment



Brenda Burke









barrafiorita

Le persone non sono tasti di pianoforte…
Nessuno può schiacciarci 
per suonare la musica che piace a loro.
 – Fëdor Dostoevskij –


barrafiorita
.
.
.
.
fre bia poucemusical notes
Visualizza immagine di origine
Brenda Burke



I MIEI INCANTESIMI 
Edgard Allan Poe


I miei incantesimi sono infranti.
 La penna mi cade,
 impotente,
 dalla mano tremante.
 Se il mio libro é il tuo caro nome,
 per quanto mi preghi,
 non posso più scrivere.
 Non posso pensare,
 né parlare,
 ahimé non posso sentire più nulla,
 poiché non é nemmeno un’emozione,
 questo immobile arrestarsi sulla dorata
 soglia del cancello spalancato dei sogni,
 fissando in estasi lo splendido scorcio,
 e fremendo nel vedere,
 a destra e a sinistra,
 e per tutto il viale,
 fra purpurei vapori,
 lontano
 dove termina il panorama
 nient’altro che te.
.
.
.
.

Brenda Burke
.
.
.
.

farf 2qx3kuqfarf 2qx3kuqfarf 2qx3kuqfarf 2qx3kuq
.
.
.
.





f 2zghuzt49dcd0490000a99ef 2zghuzt49dcd0490000a99e

.
.
.

.
Brenda Burke
.
.
.

Martedì sera in poesia “Sonetto del dolce lamento” Lorca – arte R. Leech – canzone “Anche per te” Battisti   2 comments

 
 
 
 
 
 Raymond Leech – Donna dal cappello rosso

 
 
 
 

 

 

0939s1j10at.gif

Quando si scrive delle donne 
bisogna intingere la penna nell’arcobaleno 
e asciugare la pagina 
con la polvere delle ali delle farfalle. 
– Denis Diderot –
 
0939s1j10at.gif
 
 
 


fre bia poucemusicAnimata

Raymond Leech

 
 
 
 
 
SONETTO DEL DOLCE LAMENTO
Federico Garcia Lorca
 
Temo di perdere la meraviglia
dei tuoi occhi di statua e la cadenza
che di notte mi posa sulla guancia
la rosa solitaria del respiro.
 
Temo di essere lungo questa riva
un tronco spoglio, e quel che più m’accora
è non avere fiore, polpa, argilla
per il verme di questa sofferenza.
 
Se sei tu il mio tesoro seppellito,
la mia croce e il mio fradicio dolore,
se io sono il cane e tu il padrone mio
non farmi perdere ciò che ho raggiunto
e guarisci le acque del tuo fiume
con foghe dell’Autunno mio impazzito

 

 

 

 Raymond Leech




 

 
 
 
3

IL GRUPPO DI CHI AMA
VIVER L’ARTE… E NON SOLO 
I N S I E M E
Frecce (174)





 
 
 
 Raymond Leech
 

  

Martedì sera in poesia “Ti guardo e il sole cresce” P. Eluard – arte J. W. Godward – canzone “Al di là” E. Pericoli   Leave a comment


 
.
.
.
 
John William Godward

 
 
 
 
 
 
 
 
viola 19
 
L’amore è come un albero… spunta da sé, 
getta profondamente le radici in tutto il nostro essere
 e continua a verdeggiare anche sopra un cuore in rovina. 
– Victor Hugo –

viola 19
.
.
.
.
 
  

John William Godward – L’animale tranquillo


 
 
 
 
TI GUARDO E IL SOLE CRESCE 
Paul Eluard
 
Ti guardo e il sole cresce
Presto ricoprirà la nostra giornata
Svegliati cuore e colori in mente
Per dissipare le pene della notte

Ti guardo tutto è spoglio
Fuori le barche hanno poca acqua
Bisogna dire tutto con poche parole
Il mare è freddo senza amore

E’ l’inizio del mondo
Le onde culleranno il cielo
E tu vieni cullata dalle tue lenzuola
Tiri il sonno verso di te
Svegliati che io segua le tue tracce
Ho un corpo per attenderti per seguirti
Dalle porte dell’alba alle porte dell’ombra
Un corpo per passare la mia vita ad amarti

Un corpo per sognare al di fuori del tuo sonno


 
 
 
 
John William Godward
 
 
 


8h970zos.gif8h970zos.gif


 

 
 
 
 
 
 

musical notes

John William Godward
 
 

Martedì sera in poesia “Correnti d’amore” F. Lugnani – arte Martin-Kavel – canzone “Almeno tu nell’universo”   Leave a comment

 
 

 
 
 

 

Francois Martin-Kavel

 
 
 
 
 
 
 
f divisori115m bae9829f divisori115m bae9829

L’ebbrezza, e il desiderio, e il lasciarsi andare,
e  questo  era  la mia  vita
era questo che l’acqua dei tuoi occhi portava.
– Pablo Neruda –

f divisori115m bae9829f divisori115m bae9829 

 

 
 
 

Francois Martin-Kavel – Giovane bellezza con il cappello floscio

 

 

 

CORRENTI D’AMORE

– Franco Lugnani –

 

D’amore ho percorso i nascosti sentieri

sempre cercando dovunque là fuori

la luce nascosta nei nuovi amori,

ma cenere resta dei fuochi di ieri.

Nell’abbraccio cercato

nell’amplesso goduto

nell’attimo andato

nel sogno vissuto

nell’emozione provata

nell’occasione mancata

e non solo…

Da sempre ho percorso d’amore i sentieri

sol cenere resta della vita di ieri.

Nel fiore sbocciato

per la donna che ho amato,

nell’incontro sfiorato

con la donna che ho amato

nello sguardo trovato

nella donna che ho amato,

e non solo…

Da sempre percorsi d’amore i sentieri

sol cenere resta degli amori di ieri.

 

 
 
 
Francois Martin-Kavel
 
 
    

                     indaco-f7ey.gifindaco-f7ey.gifindaco-f7ey.gifindaco-f7ey.gif                   

 
 
 
 da Orso Tony



 
 

 
 
 
 
Francois Martin-Kavel

 
 
 
 
 
 
 
 
 

Martedì sera in poesia “Fiore di luce” Ruben Dario – arte P. T. Quidley – canzone “Caruso” Dalla   1 comment

 
 

 
 

Peter Taylor Quidley

 

 

 

 

 

80x8080x8080x8080x8080x8080x8080x80

Solo se riusciremo a vedere l’universo come un tutt’uno 
in cui ogni parte riflette la totalità 
e in cui la grande bellezza sta nella sua diversità, 
cominceremo a capire chi siamo e dove stiamo.
– Tiziano Terzani –
80x8080x8080x8080x8080x8080x8080x80

 

 

 (Caruso- Dalla)

Peter Taylor Quidley


FIORE DI LUCE

Ruben Dario
 
Si levò la mia anima come dalla corolla
di un giglio.
Sapeva restare nuda e sola.
Sola, come nell’acqua o nel vento.
Leggera,trasparente, sottile, meravigliosa.
Era quasi un divino fiore di luce,
o un divino uccello
che nell’aria appare all’improvviso. 
Non sapeva ascoltare, comprendere, vedere; 
non sapeva ove andava, 
né qual era la materia qua in basso,
lassù in alto.
 
 
 
 
Peter Taylor Quidley
 
 
 
 
              

 
 
 
 
 
 
 
 

135

IL TUO GRUPPO DI PSICHE E SOGNO

Peter Taylor Quidley

 

Martedì sera in poesia “In segreto” Lasker-Schuler – arte Hopper – canzone “La nostra relazione” V. Rossi   1 comment

.
.
.


Edward Hopper
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
cuori stelle 
Non giudicare sbagliato ciò che non conosci, 
prendi l’occasione per comprendere. 
– Pablo Picasso – 

cuori stelle
 

 

 

Edward Hopper – Nottambuli
 
 
 
 
 
IN SEGRETO, DI NOTTE 
Else Lasker-Schuler
 
In segreto, di notte
io t’ho prescelto fra tutte le stelle.
E sono sveglia – fiore attento,
fra il canto basso del fogliame.
Le nostre labbra per cercare miele,
le nostre notti lucenti sbocciate.
Alla luce gloriosa del tuo corpo
il mio cuore accende i cieli.
Tutti i miei sogni pendono al tuo oro.
Io t’ho prescelto fra tutte le stelle.
 
 
 
 
 

Hopper – Compartment C Car 293

 
 

verd carino LHDev Copiaverd carino LHDev Copia

 
 
 
 

 
 
 
 
ARANCIO divfar
IL GRUPPO DI FB DEDICATO AI RICORDI

 
Edward Hopper
.

Martedì sera in poesia “Tu sei” R. M. Rilke – arte Alciati – canzone “Sei nell’anima” Nannini   Leave a comment

 

 

Ambrogio Antonio Alciati – Ritratto di signora


 

 

 

 

 
 
 
Noi non siamo solo quel che mangiamo e l’aria che respiriamo. 
Siamo anche le storie che abbiamo sentito, 
le favole con cui ci  hanno addormentati da bambini,
i libri che abbiamo letto,
la musica che abbiamo ascoltato
e le emozioni 
che un quadro, una statua, una poesia ci hanno dato. 
– Tiziano Terzani –
 
 
 
 
 
Ambrogio Antonio Alciati – Il bacio
 
 
 
 
TU SEI
– Rainer Maria Rilke –

Tu sei il mio giorno di festa. 
E quando in sogno vengo da te, 
porto sempre fiori tra i capelli.
Vorrei metterti dei fiori tra i capelli.
Quali? 
Nessuno è abbastanza semplice 
e commovente. 
Da quale maggio li prenderò? 
Ma ora io credo che tu abbia sempre 
una ghirlanda sui capelli o una corona. 
Non ti ho mai vista diversamente. 
 
 
 
 

Ambrogio Antonio Alciati – Ritratto di signora (Dama in nero) (1917)

 
 
 

 

80x8080x8080x8080x8080x8080x8080x8080x8080x80

            

 

 
da Orso Tony
 
 
 
 
carnaval 23carnaval 23carnaval 23
SE IL SITO TI PIACE.. ISCRIVITI

 
 
 

Ambrogio Antonio Alciati – Il convegno

 

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: