Archivio per l'etichetta ‘Tiziano Terzani

Buona domenica sera in poesia “La traversata” Spaziani – arte Goya – canzone “Io vorrei” Battisti   Leave a comment

 

 

Danza in Andalusia – Goya


 

  

 .


Noi non siamo solo quel che mangiamo e l’aria che respiriamo.

Siamo anche le storie che abbiamo sentito,

le favole con cui ci  hanno addormentati da bambini,

i libri che abbiamo letto,

la musica che abbiamo ascoltato

e le emozioni che un quadro, una statua, una poesia ci hanno dato.

Tiziano Terzani

 

 

Goya – La lattaia di Bordeaux






.
LA TRAVERSATA DELL’OASI 
Maria Luisa Spaziani


 Ibernati, incoscienti, inesistenti,
proveniamo da infiniti deserti.
Fra poco altri infiniti ci apriranno
ali voraci per l’eternità.
Ma qui ora c’è l’oasi, catena
di delizie e tormenti. Le stagioni
colorate ci avvolgono, le mani
amate ci accarezzano.
Un punto infinitesimo nel vortice
che cieco ci avviluppa. C’è la musica
(altrove sconosciuta), c’è il miracolo
della rosa che sboccia, e c’è il mio cuore.




Goya

 
 

 da Tony Kospan

 

STORIE.. RICORDI ED ATMOSFERE DI UNA VOLTA
TI ASPETTANO NEL GRUPPO DI FACEBOOK


.


.

Goya – La Maya vestita


Buon lunedì sera in poesia “Il vento nell’isola” Neruda – arte T. de Lempicka – canzone “Tornerò”   Leave a comment

 


 Tamara De Lempicka *






blu bel Separatori20090blu bel Separatori20090




Pablo Neruda con Matilde Urrutia a Capri
dove fu scritta la poesia che leggeremo

 .

.

MARRONE CHIARO

A forza di guardare il cielo

e di respirare a pieni polmoni

l’aria fresca della notte,

mi sembrava di riempirmi di stelle.

– Tiziano Terzani – 

MARRONE CHIARO

 

 

 Tamara De Lempicka




IL VENTO NELL’ISOLA

Pablo Neruda


Il vento è un cavallo:

senti come corre

per il mare, per il cielo.

Vuol portarmi via: senti

come percorre il mondo

per portarmi lontano.

Nascondimi tra le tue braccia

per questa notte sola,

mentre la pioggia rompe

contro il mare e la terra

la sua bocca innumerevole.

Senti come il vento

mi chiama galoppando

per portarmi lontano.

Con la tua fronte sulla mia fronte,

con la tua bocca sulla mia bocca,

legati i nostri corpi,

all’amore che brucia,

lascia che il vento passi

senza che possa portarmi via.

Lascia che il vento corra

coronato di spuma,

che mi chiami e mi cerchi

galoppando nell’ombra,

mentre, sommerso,

sotto i tuoi grandi occhi,

per questa notte sola

riposerò, amor mio.



Tamara De Lempicka


 
 
 
beige gif animationbeige gif animationbeige gif animationbeige gif animationbeige gif animationbeige gif animation




 (Tornerò)

 

 
 
*Ritratto del Marchese d’Afflitto 

 
 
 

Flowers_tiny_PH.gif picture by Lilith_RJ2Flowers_tiny_PH.gif picture by Lilith_RJ2Flowers_tiny_PH.gif picture by Lilith_RJ2Flowers_tiny_PH.gif picture by Lilith_RJ2Flowers_tiny_PH.gif picture by Lilith_RJ2Flowers_tiny_PH.gif picture by Lilith_RJ2Flowers_tiny_PH.gif picture by Lilith_RJ2

PER LE NOVITA’ DEL BLOG
SE TI PIACE… ISCRIVITI





Tamara De Lempicka


Felice martedì sera in poesia con “Fiore di luce” Ruben Dario – arte P. T. Quidley – canzone “Caruso”   Leave a comment

 
 

 
 

Peter Taylor Quidley

 

 

 

 

 

80x8080x8080x8080x8080x8080x8080x80

Solo se riusciremo a vedere l’universo come un tutt’uno 
in cui ogni parte riflette la totalità 
e in cui la grande bellezza sta nella sua diversità, 
cominceremo a capire chi siamo e dove stiamo 
– Tiziano Terzani –
80x8080x8080x8080x8080x8080x8080x80

 

 

 (Caruso- Dalla)

Peter Taylor Quidley


FIORE DI LUCE

Ruben Dario
 
Si levò la mia anima come dalla corolla
di un giglio.
Sapeva restare nuda e sola.
Sola, come nell’acqua o nel vento.
Leggera,trasparente, sottile, meravigliosa.
Era quasi un divino fiore di luce,
o un divino uccello
che nell’aria appare all’improvviso.
Non sapeva ascoltare, comprendere, vedere;
non sapeva ove andava,
nè qual’era la materia qua in basso,
lassù in alto…
 
 
 
 

Peter Taylor Quidley

 
 
 
 
              

 
 
 
 
 
 
 

 

IL TUO GRUPPO DI PSICHE E SOGNO

 

 

 

Peter Taylor Quidley

 

 

 

 

Buona domenica sera in poesia “La traversata” M. L. Spaziani – arte Goya – canzone “Io vorrei” Battisti   Leave a comment

 

 

Danza in Andalusia – Goya


 

  

 .


Noi non siamo solo quel che mangiamo e l’aria che respiriamo.

Siamo anche le storie che abbiamo sentito,

le favole con cui ci  hanno addormentati da bambini,

i libri che abbiamo letto,

la musica che abbiamo ascoltato

e le emozioni che un quadro, una statua, una poesia ci hanno dato.

Tiziano Terzani

 

 

Goya – La lattaia di Bordeaux






.
LA TRAVERSATA DELL’OASI 
Maria Luisa Spaziani


 Ibernati, incoscienti, inesistenti,
proveniamo da infiniti deserti.
Fra poco altri infiniti ci apriranno
ali voraci per l’eternità.
Ma qui ora c’è l’oasi, catena
di delizie e tormenti. Le stagioni
colorate ci avvolgono, le mani
amate ci accarezzano.
Un punto infinitesimo nel vortice
che cieco ci avviluppa. C’è la musica
(altrove sconosciuta), c’è il miracolo
della rosa che sboccia, e c’è il mio cuore.




Goya

 
 

 da Tony Kospan

 

STORIE.. RICORDI ED ATMOSFERE DI UNA VOLTA
TI ASPETTANO NEL GRUPPO DI FACEBOOK


.


.

Goya – La Maya vestita


Buona domenica sera in poesia “Il vento nell’isola” Neruda – arte T. de Lempicka – canzone “Tornerò”   2 comments

 


 Tamara De Lempicka *









Pablo Neruda con Matilde Urrutia a Capri
dove fu scritta la poesia che leggeremo

 .

.

A forza di guardare il cielo

e di respirare a pieni polmoni

l’aria fresca della notte,

mi sembrava di riempirmi di stelle.

– Tiziano Terzani – 

 

 

 Tamara De Lempicka




IL VENTO NELL'ISOLA

Pablo Neruda


Il vento è un cavallo:

senti come corre

per il mare, per il cielo.

Vuol portarmi via: senti

come percorre il mondo

per portarmi lontano.

Nascondimi tra le tue braccia

per questa notte sola,

mentre la pioggia rompe

contro il mare e la terra

la sua bocca innumerevole.

Senti come il vento

mi chiama galoppando

per portarmi lontano.

Con la tua fronte sulla mia fronte,

con la tua bocca sulla mia bocca,

legati i nostri corpi,

all’amore che brucia,

lascia che il vento passi

senza che possa portarmi via.

Lascia che il vento corra

coronato di spuma,

che mi chiami e mi cerchi

galoppando nell’ombra,

mentre, sommerso,

sotto i tuoi grandi occhi,

per questa notte sola

riposerò, amor mio.



Tamara De Lempicka


 
 
 




 (Tornerò)

 

 
 
*Ritratto del Marchese d'Afflitto 

 
 
 

Flowers_tiny_PH.gif picture by Lilith_RJ2Flowers_tiny_PH.gif picture by Lilith_RJ2Flowers_tiny_PH.gif picture by Lilith_RJ2Flowers_tiny_PH.gif picture by Lilith_RJ2Flowers_tiny_PH.gif picture by Lilith_RJ2Flowers_tiny_PH.gif picture by Lilith_RJ2Flowers_tiny_PH.gif picture by Lilith_RJ2

PER LE NOVITA' DEL BLOG
SE TI PIACE… ISCRIVITI





Tamara De Lempicka

Buon martedì in poesia – Non amare il florido ramo di J. Krishnamurti – arte.. Goya – canzone.. Io vorrei di Battisti.. – e   1 comment

 

 

La lattaia di Bordeaux – Goya

 

 

 

Oggi 2 novembre rivolgiamo innnanzitutto
un affettuoso pensiero
ai nostri cari che ci hanno lasciato ed a tutti i defunti
affinché il loro ricordo ed i loro esempi positivi
possano aiutarci ed illuminarci nel nostro cammino
in questa difficilissima epoca…

 

 

 

 

 

 

 

70x8270x8270x8270x8270x8270x8270x82

Noi non siamo solo quel che mangiamo e l’aria che respiriamo.
Siamo anche le storie che abbiamo sentito,
le favole con cui ci  hanno addormentati da bambini,
i libri che abbiamo letto, l
a musica che abbiamo ascoltato
e le emozioni che un quadro, una statua, una poesia ci hanno dato.”
Tiziano Terzani

70x8270x8270x8270x8270x8270x8270x82

 

 

 

La processione dei flagellanti – Goya

 

 
      
 

 

     

 
 
NON AMARE IL FLORIDO RAMO
J. Krishnamurti
 
Non amare il florido ramo,
non mettere nel tuo cuore
la sua immagine sola;
essa avvizzisce.
Ama l’albero intero,
così amerai il florido ramo,
la foglia tenera e la foglia morta,
il timido bocciolo ed il fiore aperto,
il petalo caduto e la cima ondeggiante,
lo splendido riflesso dell’Amore pieno.
Ama la vita nella sua pienezza,
essa non conosce decadimento.
 

 
     
 
L’aquilone – Goya
 
 
da Orso Tony
 
 
 
 

 

 

IL GRUPPO DEGLI ARTISTI
E DI CHI AMA L’ARTE
 
 

Buona domenica pomer. in poesia “La traversata” M. L. Spaziani – arte.. Goya – canzone “Io vorrei” di Battisti   2 comments

 

 

Goya

 

  

Foto:

 

Noi non siamo solo quel che mangiamo e l’aria che respiriamo.
Siamo anche le storie che abbiamo sentito,
le favole con cui ci  hanno addormentati da bambini,
i libri che abbiamo letto,
la musica che abbiamo ascoltato
e le emozioni che un quadro, una statua, una poesia ci hanno dato.
Tiziano Terzani

 

 

L'autunno – Goya

.


 
 


    

Foto:


.
LA TRAVERSATA DELL'OASI
Maria Luisa Spaziani


 Ibernati, incoscienti, inesistenti,
proveniamo da infiniti deserti.
Fra poco altri infiniti ci apriranno
ali voraci per l’eternità.
Ma qui ora c’è l’oasi, catena
di delizie e tormenti. Le stagioni
colorate ci avvolgono, le mani
amate ci accarezzano.
Un punto infinitesimo nel vortice
che cieco ci avviluppa. C’è la musica
(altrove sconosciuta), c’è il miracolo
della rosa che sboccia, e c’è il mio cuore.


 

    
Danza in Andalusia – Goya

 
 
 
 
Foto:
 

 da Tony Kospan
 
 

 

LA TUA PAGINA CULTURALE E DI SOGNO

CON OLTRE 1.000.000 DI FANS


.


.

Goya – La Maya vestita



Buona domenica e sereno Novembre in poesia.. La traversata.. di M. L. Spaziani – arte.. Goya – canzone.. Io vorrei di Battisti   1 comment

 

 

Goya

 

  

 

Noi non siamo solo quel che mangiamo e l’aria che respiriamo.
Siamo anche le storie che abbiamo sentito,
le favole con cui ci  hanno addormentati da bambini,
i libri che abbiamo letto,
la musica che abbiamo ascoltato
e le emozioni che un quadro, una statua, una poesia ci hanno dato.
Tiziano Terzani

 

 

L'autunno – Goya

.


 
 


    


.
LA TRAVERSATA DELL'OASI
Maria Luisa Spaziani


 Ibernati, incoscienti, inesistenti,
proveniamo da infiniti deserti.
Fra poco altri infiniti ci apriranno
ali voraci per l’eternità.
Ma qui ora c’è l’oasi, catena
di delizie e tormenti. Le stagioni
colorate ci avvolgono, le mani
amate ci accarezzano.
Un punto infinitesimo nel vortice
che cieco ci avviluppa. C’è la musica
(altrove sconosciuta), c’è il miracolo
della rosa che sboccia, e c’è il mio cuore.


 

    
Danza in Andalusia – Goya

 
 
 
 
 
 e 
 
 da Tony Kospan
 
 

 

LA TUA PAGINA CULTURALE E DI SOGNO

CON OLTRE 700.000 FANS


.


.

Goya – La Maya vestita



Buona domenica sera in poesia “Il vento nell’isola” di Neruda – arte… T. de Lempicka – canzone Tornerò   1 comment

 


 Tamara De Lempicka *




 








Pablo Neruda con Matilde Urrutia a Capri
dove fu scritta la poesia che leggeremo

 .

.


A forza di guardare il cielo
e di respirare a pieni polmoni l’aria fresca della notte,
mi sembrava di riempirmi di stelle.
Tiziano Terzani

 

 

 

clicca per vedere l'immagine a dimensioni normali


 IL VENTO NELL'ISOLA

Pablo Neruda

 

Il vento è un cavallo:
senti come corre
per il mare, per il cielo.
Vuol portarmi via: senti
come percorre il mondo
per portarmi lontano.
Nascondimi tra le tue braccia
per questa notte sola,
mentre la pioggia rompe
contro il mare e la terra
la sua bocca innumerevole.
Senti come il vento
mi chiama galoppando
per portarmi lontano.
Con la tua fronte sulla mia fronte,
con la tua bocca sulla mia bocca,
legati i nostri corpi,
all’amore che che brucia,
lascia che il vento passi
senza che possa portarmi via.
Lascia che il vento corra
coronato di spuma,
che mi chiami e mi cerchi
galoppando nell’ombra,
mentre, sommerso,
sotto i tuoi grandi occhi,
per questa notte sola
riposerò, amor mio.

 

.

.

Tamara De Lempicka


 
 
 










 
 

 
 
*Ritratto del Marchese d'Afflitto 

 
 
 

PER LE NOVITA' DEL BLOG

SE IL BLOG TI PIACE
I S C R I V I T I




Tamara De Lempicka

Buon Sabato e sereno Novembre in poesia.. La traversata dell’oasi di M. L. Spaziani – arte.. Goya – canzone.. Io vorrei di Battisti   Leave a comment

 

 

Goya

 

 

 

 

 

 

70x8270x8270x8270x8270x8270x8270x82

Noi non siamo solo quel che mangiamo e l’aria che respiriamo.
Siamo anche le storie che abbiamo sentito,
le favole con cui ci  hanno addormentati da bambini,
i libri che abbiamo letto, l
a musica che abbiamo ascoltato
e le emozioni che un quadro, una statua, una poesia ci hanno dato.
Tiziano Terzani

70x8270x8270x8270x8270x8270x8270x82

 

 

 

La processione dei flagellanti – Goya

 

 
      
 

 

     

 
 
LA TRAVERSATA DELL'OASI
Maria Luisa Spaziani
 
Ibernati, incoscienti, inesistenti,
proveniamo da infiniti deserti.
Fra poco altri infiniti ci apriranno
ali voraci per l’eternità.
Ma qui ora c’è l’oasi, catena
di delizie e tormenti. Le stagioni
colorate ci avvolgono, le mani
amate ci accarezzano.
Un punto infinitesimo nel vortice
che cieco ci avviluppa. C’è la musica
(altrove sconosciuta), c’è il miracolo
della rosa che sboccia, e c’è il mio cuore.
 
    

 
L'aquilone – Goya
 
 
 
 
 
 
 
E
 
 
 
 
da Tony Kospan
 
 
 
 
 

 

 

IL GRUPPO DEGLI ARTISTI
E DI CHI AMA L'ARTE
 
 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: