Archivio per l'etichetta ‘Rumi

Il grammatico ed il derviscio – Rumi.. con questa favola.. ci fa meditare sulle priorità della vita   Leave a comment

 

 

 

 

 

Ecco un bellissimo raccontino Sufi…
con 2 morali sì semplici… semplici…
 ma a ben vedere… anche profonde. 

 

 

  

1 – Nella vita ci sono delle priorità…
e
2 – guai a confondere la teoria con la pratica…

 

 

 

  

Massimo Pedrazzi – Derviscio




IL GRAMMATICO ED IL DERVISCIO

Rumi







In una notte senza luna un derviscio, passando vicino a un pozzo prosciugato, sentì un grido: una voce cavernosa chiedeva aiuto.


“Chi c’è laggiù?”, chiese il derviscio, sporgendosi.


“Sono un grammatico e, poiché non conosco la strada, sono caduto inavvertitamente in questo profondo pozzo dove mi trovo ora, praticamente immobilizzato”, rispose la voce.


“Tieniti, amico, vado a prendere una scala e corda”, disse il derviscio.
“Un momento, prego”, rispose il grammatico. “La tua sintassi e la tua pronuncia sono difettose; ti prego di correggerle”.


“Se questo è così importante per te, più importante dell’essenziale”, gridò il derviscio, “allora è meglio che tu rimanga lì dove sei finché io non imparo a parlare correttamente”.

E proseguì per la sua strada.
 


.
.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Questa storia è stata raccontata da ]alaludin Rumi.

La si può trovare nel Munaqib El-Arifin di Aflaki pubblicato in Inghilterra nel 1965.

Alcune delle storie ivi contenute non sono altro che meravigliose favole, mentre altre sono fatti storici.

Altre ancora appartengono a quella strana categoria che i Sufi chiamano “storie illustrative”: una serie di eventi combinati per mettere in evidenza dei processi psicologici.
 
 
 

.
.
 
 

 

 

 

Cosa ne pensate?


CIAO DA TONY  KOSPAN

 

 

 

 
 
 
Annunci

Con la bella minipoesia “Quelli che”… di Rumi… buonanotte a tutti   1 comment

 
 
 
 
 
 
 
 
QUELLI CHE…
Rumi
 
Quelli che non sentono questo Amore
trascinarli come un fiume,
quelli che non bevono l’alba
come una tazza di acqua sorgiva
o non fanno provvista di tramonto,
quelli che non vogliono cambiare…
lasciateli dormire.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Foto animataFoto animataFoto animata
 
 
 
 
 
 
 
 
by Tony Kospan
 
 
 
 
 
 

IL TUO NUOVO GRUPPO DI STORIA.. RICORDI ED AMICIZIA

L'immagine può contenere: 1 persona

.
.
.
.
.

 Waterhouse – Eco e Narciso

 

 

Pubblicato 10 settembre 2017 da tonykospan21 in BUONANOTTE IN MINIPOESIA

Taggato con , ,

Buon giovedì sera in poesia “In pena per un cielo infranto” Eluard – arte Carrier-Belleuse – canzone “Parlami di te”   Leave a comment

 

 

Pierre Carrier-Belleuse
 
 
 

 
Di là dalle idee,
di là da ciò che è giusto e ingiusto,
c’è un luogo.
Incontriamoci là…
Rumi

 
 
 
 
L'immagine può contenere: fiore, pianta, natura e spazio all'aperto

 
 


 
 
 

Pierre Carrier-Belleuse

 

 

 

IN PENA PER UN CIELO INFRANTO

Paul Eluard

 

In pena per un cielo infranto

per la pioggia che ci bagnerà

vado pensando alla gioia grande

che se vorremo ci prenderà.

Tra dovere ed inquietudine
 
esita questa vita rude.

(è una pena molto grande confessarlo, ora)

Qui ogni cosa odora d’erba.

Su tutto il cielo, in cielo,
 
il volo delle rondini

ci distrae, ci fa pensare…

Io penso una speranza quieta.


 
 
 

Pierre Carrier-Belleuse – Signora seduta

 
 



 
  
 
 
 



 
 
 

L'immagine può contenere: cielo, albero, nuvola, natura, spazio all'aperto e sMS
da Orso Tony


 
 
 
IL GRUPPO DI CHI AMA VIVER L'ARTE…
I N S I E M E
 
 
 
 
 
 
 Pierre Carrier-Belleuse



 
 

Laila ed califfo – Mitica e antica poesia Sufi che ci parla dell’amore sublime   1 comment







 
 
 
 

Le poesie Sufi con il loro liguaggio altamente simbolico
sono molto belle… e dense di immagini suggestive.
 
 
Quelle che preferisco sono soprattutto
le poesie Sufi d'amore…
che sempre rimandano ad una visione dell'amore…
come sentimento ultraterreno… e quasi divino…

 
 
 
 


 
 
 
 

Questa che leggeremo ora, del grande Rumi,
poeta persiano del 1200,
è forse la più bella e la più nota in assoluto.

Essa si presenta sì in forma di dialogo…
ma ci rimanda pur sempre
al senso supremo dell'amore…
del vero… grande… amore…

 
 
 
 
 
 
 
 
 
LE GRANDI POESIE SUFI D'AMORE
a cura di Tony Kospan
 
 
 
 
 

 
 
 
 
LAILA E IL CALIFFO
Moulânâ Rumi
 
 
Il califfo chiese a Laila: “Sei tu dunque colei
per cui Majnun ha perso ragione e senno?
Eppure non sei più bella di tante altre fanciulle.”
Le rispose, “Taci. Dici questo perché tu non sei Majnun!”
 
Se ti fosse donata la vista di Majnun
Ammireresti i due mondi con un solo sguardo.
Tu sei cosciente, mentre Majnun ha trasceso se stesso.
In Amore esser desti è il peggiore dei tradimenti.

 
Più l'uomo è desto, più all'Amore è cieco;
esser desti, in Amore, è peggio che assopirsi.
E' lo stato di veglia a incatenare i nostri spiriti,
quando le anime nostre sono in preda a inutili brame,
a possesso e perdita, al timore dell'abbandono.

 
Allora non vi è più purezza, né dignità, né onore,
né desiderio di ascendere al cielo.
E' davvero assopito colui che insegue ogni desìo
e che su ogni quisquilia intavola discussioni.
 
 
 


 

 

 

Mi farebbe piacere leggere qualche vostra riflessione…

 

 

 

 

 

 

CIAO DA TONY KOSPAN




 
LA POESIA IN TUTTE LE SUE FORME…
NEL GRUPPO DI FACEBOOK
FANTMONDOPOESIA.jpg picture by orsotony21
 




 
 
 
 
 

Buona serata in poesia “Se il Cielo non fosse innamorato” Rumi – arte.. F. Leighton – canzone “Sognando”   Leave a comment

 
 
 

 

 

Foto:

Frederick Leighton

 

 

 
 
 
 
 
 




Niente è più brutto di una parola d'amore 
pronunciata freddamente da una bocca annoiata.
Nagib Mahfuz
 


 

 

Frederick Leighton – Ragazze che avvolgono la matassa

 


 
SE IL CIELO NON FOSSE INNAMORATO
Jalaluddin Rumi *
 
Se il Cielo non fosse innamorato
il suo seno non sarebbe dolce.
Se il Sole non fosse innamorato
il suo volto non brillerebbe.
Se la Terra e le montagne
non fossero innamorate
nessuna pianta germoglierebbe
dal loro cuore.
Se il Mare non conoscesse l’amore
se ne starebbe immobile
da qualche parte.
Se il cielo, le montagne, i fiumi e
ogni altra cosa nell’universo fossero
egoisti e avidi come l’uomo e come
lui cercassero di conquistare e accumulare
cose per sé, l’universo non funzionerebbe.
 
 
* Grande poeta Sufi del 1200 – Persia.
La sua poetica scavalca ogni barriera culturale o religiosa
 
 
 

Frederick Leighton – Tristano e Isotta

 
 

 

 

 
 



LA TUA PAGINA DI PSICHE E SOGNO DI FACEBOOK?

 

 

Frederick Leighton – Idillio

 

 
 

 

 

Siamo una sola anima tu ed io – Sublime poesia sufi che spiega la scomparsa dell’IO e del TU nel vero amore.   1 comment

 

 

 

Questa è una poesia di una profondità tale che,

immergendoci nel suo profondo significato,

può farci accelerare i battiti del cuore…


 

 

 

Foto:

 

 

 

 


SIAMO UNA SOLA ANIMA TU ED IO

 

POESIA SUFI D’AMORE SUBLIME

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L’interpretazione, che sorge chiara dai versi,


è che non c’è, non ci può essere, nel vero amore, un confine tra


l’IO ed il TU… il TE ed il ME.

 

 

 

In questo verso sublime… che non può non coinvolgerci…


c'è tutta la genialità del pensiero insito nella poesia…

 

 

 

“Appariamo e ci nascondiamo,


tu in me, io in te.”


 

 

 

 

 

 

 

 

 

Quando ciò accade (ahimé raramente)

l’amore s’avvicina e ci avvicina alla perfezione.

 

 

Rumi conferma d’esser un vero principe

della grande poesia Sufi d’amore

 

 

 



 

 

 

 

SIAMO UNA SOLA ANIMA TU ED IO


Rumi




In verità siamo una sola anima,


tu e io.


Appariamo e ci nascondiamo,


tu in me, io in te.


Ecco il significato profondo


della mia relazione con te.


Poiché fra te e me non esistono


né tu, né io.


Siamo al tempo stesso


lo specchio e il volto.


Siamo ebbri della coppa eterna.


Siamo il balsamo e la guarigione.


Siamo l’acqua di giovinezza


e colui che la versa.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

CIAO DA TONY KOSPAN

 

 

 

 

stars.gif stars picture by RaiodeLuarstars.gif stars picture by RaiodeLuarstars.gif stars picture by RaiodeLuarstars.gif stars picture by RaiodeLuar

PER LE NOVITA' DEL BLOG

SE IL BLOG TI PIACE
I S C R I V I T I




Foto:



 
 

Buon giovedì notte in poesia “Vita della mia vita” Tagore – arte J. M. Nattier – canzone “Lei” di Adamo   4 comments

 

 

Jean-Marc Nattier

 

 

 


 
La verità era uno specchio che cadendo dal cielo si ruppe.
Ciascuno ne prese un pezzo
e vedendo riflessa in esso la propria immagine,
credette di possedere l'intera verità
Rumi – Sec. XIII
 
 

 

 

      
Jean-Marc Nattier – Adelaide di Francia nelle vesti di Diana

 

 

 

VITA DELLA MIA VITA

Rabindranath Tagore

 

 

Vita della mia vita,

sempre cercherò di conservare

puro il mio corpo,

sapendo che la tua carezza vivente

mi sfiora tutte le membra.

 

Sempre cercherò di allontanare

ogni falsità dai miei pensieri,

sapendo che tu sei la verità

che nella mente

mi ha acceso la luce della ragione.

 

Sempre cercherò di scacciare

ogni malvagità dal mio cuore,

e di farvi fiorire l’amore,

sapendo che hai la tua dimora

nel più profondo del cuore.

 

E sempre cercherò nelle mie azioni

di rivelare te,

sapendo che è il tuo potere

che mi dà la forza di agire.


 

 

 
 
 
 
 

 
 

 

Jean-Marc Nattier – Alleanza tra Amore e Vino

 
 
 

 
 
da Orso Tony

 
 

 

 

LA TUA NUOVA PAGINA DI PSICHE E SOGNO
PER COLORARE LE TUE ORE…

 

 
 
 
 
 
 Jean-Marc Nattier – Adelaide di Francia nelle vesti di Flora


 
 
 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: