Archivio per l'etichetta ‘Roberto Ferruzzi

La Madonnina del Ferruzzi – Storia e misteri di un dipinto notissimo ed amatissimo ma scomparso   Leave a comment






Questo quadro fino a pochi decenni fa era presente, con le cornici più disparate, in quasi tutte le case italiane
(spesso era situato in camera da letto sopra il letto matrimoniale).

Ma penso che pochi ne conoscono storia e misteri.




(Dalmazia 1853 – Luvigliano, Colli Euganei, 1934)



LA STORIA DEL DIPINTO E L'AUTORE


Roberto Ferruzzi era figlio di un avvocato e studente di giurisprudenza ma appassionato di pittura.
Un giorno vide una ragazza dei Colli Euganei, Angelina Cian, che aveva in braccio un fratellino che dormiva.
L'immagine della ragazza, secondogenita di quindici figli, e del fratellino Giovanni colpì la fantasia del Ferruzzi che decise di dipingerli.
Il dipinto presentato poi alla II Biennale di Venezia nel 1897 con il titolo “Maternità” fu premiato ed ebbe subito un grande successo popolare.





IL CAMBIO DEL TITOLO – PRIMO MISTERO


Perché, chi e come cambiò il titolo del dipinto?
Il motivo forse sta nella grande emozione che il dipinto suscitava in tutti coloro che lo vedevano.
Dunque ci fu una forte pressione popolare, anche di natura religiosa, ed alla fine il Ferruzzi, o qualcuno del suo entourage, cambiò il titolo in “Madonnina”.






Il dipinto poi fu acquistato e rivenduto più volte finché non divenne di proprietà dei F.lli Alinari noti fotografi fiorentini che a loro volta lo vendettero ma mantennero il diritto di utilizzare l'immagine per farne copie, santini, biglietti, opuscoli religiosi etc.
Il dipinto, copiato sia in modo legale che illegale, ebbe un'enorme diffusione, in tutta Italia e non solo, durata fino a qualche decennio fa.






I CAMBI DI PROPRIETA' ED IL MISTERO DELLA SCOMPARSA


Dopo ulteriori cambi di proprietà a cifre sempre più alte fu infine acquistato dall'ambasciatore americano in Francia, John G.A. Leishman, che, durante la II Guerra Mondiale lo spedì negli Usa dove però non arrivò mai perché la nave fu affondata.
Secondo un'altra versione invece il dipinto fu salvato e per questa, o per altre vie, sarebbe finito in Pennsylvania in una collezione privata .
Quel che è certo è che del dipinto si persero del tutto perse le tracce.
Intorno al 2000 apparve in circolazione una versione ad olio considerata molto vicina all'originale.



Foto varie dei F.lli Alinari



L'AMARA STORIA DELLA RAGAZZA DEL DIPINTO


La ragazza del dipinto dopo il matrimonio raggiunse il marito negli USA, a Oakland, ove ebbe 10 figli.
Poi, a seguito dell'inattesa morte del marito, cadde in una forte depressione e finì in manicomio, dove morì nel 1972.
I suoi figli furono accolti in un orfanotrofio.






Tony Kospan


F I N E



Copyright Tony Kospan – Vietata la copia senza indicare autore e sito.



Gif Animate Frecce (117)







%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: