Archivio per l'etichetta ‘police

Martedì sera in poesia “Lasciami venire” G. Ritsos – arte Soulacroix – canzone “Every breath you take” Police   Leave a comment

.
.

 
Frederic Soulacroix
 
 

.
.
 
 
 
 
 
 
 
 

Meglio che arrivi l’inverno che si vede e si sente, 

piuttosto che un inverno che non si vede, quello del cuore.

~ Stephen Littleword ~

 
 
 
 
 
 
Frederic Soulacroix
 
 
 
 
LASCIAMI VENIRE CON TE 
Ghiannis Ritsos
 
Lasciami venire con te. Che luna stasera!
La luna è buona – non si vedrà
che si sono imbiancati i miei capelli. La luna
me li farà di nuovo biondi. Non te ne accorgerai.
Lasciami venire con te. […].
Ci sederemo un poco sul muretto, sull’altura,
e rinfrescandoci al vento di primavera
forse immagineremo pure di volare,
perché spesso, e perfino ora, sento il fruscío della mia veste
che pare il battito di due ali forti,
e quando ti chiudi in questo rumore del volo
senti irrigidirsi il collo, i fianchi, la tua carne,
e cosí stretto nei muscoli del vento azzurro,
nei nervi robusti dell’altezza,
non ha importanza che tu parta o torni
né conta che i miei capelli siano bianchi,
(non è questo che mi dà pena – mi dà pena
che non mi s’imbianchi anche il cuore
).
Lasciami venire con te.
Lo so, ciascuno cammina da solo verso l’amore,
solo verso la gloria e la morte.
Lo so. L’ho provato. Non giova a niente.
Lasciami venire con te.
 
 
 
 
 
Frederic Soulacroix 
 

.
.
aa 8 aqaqphaa 8 aqaqph
 

.
.
 

 

da Tony Kospan

 
 
 
 
 
 
 
tititatititatitita
STORIA.. RICORDI E ATMOSFERE DI UN TEMPO
frebiapouce.gif
 
 

.
.
 
 
Frederic Soulacroix


 
 
 

Buon martedì sera in poesia “Lasciami venire” Ritsos – arte Soulacroix – canzone “Every breath..” Police   Leave a comment

.
.

 
Frederic Soulacroix
 
 

.
.
 
 
 
 
 
 
 
 

Meglio che arrivi l’inverno che si vede e si sente, 

piuttosto che un inverno che non si vede, quello del cuore.

~ Stephen Littleword ~

 
 
 
 
 
 
Frederic Soulacroix
 
 
 
 
LASCIAMI VENIRE CON TE 
Ghiannis Ritsos
 
Lasciami venire con te. Che luna stasera!
La luna è buona – non si vedrà
che si sono imbiancati i miei capelli. La luna
me li farà di nuovo biondi. Non te ne accorgerai.
Lasciami venire con te. […].
Ci sederemo un poco sul muretto, sull’altura,
e rinfrescandoci al vento di primavera
forse immagineremo pure di volare,
perché spesso, e perfino ora, sento il fruscío della mia veste
che pare il battito di due ali forti,
e quando ti chiudi in questo rumore del volo
senti irrigidirsi il collo, i fianchi, la tua carne,
e cosí stretto nei muscoli del vento azzurro,
nei nervi robusti dell’altezza,
non ha importanza che tu parta o torni
né conta che i miei capelli siano bianchi,
(non è questo che mi dà pena – mi dà pena
che non mi s’imbianchi anche il cuore
).
Lasciami venire con te.
Lo so, ciascuno cammina da solo verso l’amore,
solo verso la gloria e la morte.
Lo so. L’ho provato. Non giova a niente.
Lasciami venire con te.
 
 
 
 
 
Frederic Soulacroix 
 

.
.
viola 19
 

.
.
 

 

da Tony Kospan

 
 
 
 
 
 
 
tititatititatitita
STORIA.. RICORDI E ATMOSFERE DI UN TEMPO
frebiapouce.gif
 
 

.
.
 
 
Frederic Soulacroix


 
 
 

Buon martedì sera in poesia “I miei incantesimi” E. A. Poe – arte A. Lynch – canzone “Every breath you take”   2 comments

.

.

Albert Lynch

.

.

.

.

.

.

barrafiorita
Ti cercherò nel fondo degli abissi, 
nel mormorio del vento. 
Ti ascolterò, 
adagiati sulla luna, ci parleremo, 
ci culleremo nell’occhio del ciclone. 
Perché nel mondo dei sogni ti ho incontrato.
– Paul Eluard –

barrafiorita

.

.

Albert Lynch – L’ora del tè

.

.

.

jkuhuxsx

.

.

.

.

.

.

I MIEI INCANTESIMI
Edgar Allan Poe 
. 
I miei incantesimi sono infranti.
La penna mi cade,
impotente,
dalla mano tremante.
Se il mio libro é il tuo caro nome,
per quanto mi preghi,
non posso più scrivere.
Non posso pensare,
né parlare,
ahimé non posso sentire più nulla,
poiché non é nemmeno un’emozione,
questo immobile arrestarsi sulla dorata
soglia del cancello spalancato dei sogni,
fissando in estasi lo splendido scorcio,
e fremendo nel vedere,
a destra e a sinistra,
e per tutto il viale,
fra purpurei vapori,
lontano
dove termina il panorama
nient’altro che Te.

.

.

.

 
Albert Lynch – Il nuovo spartito

.

.

.

.

.

.

.

.

.

PER LE NOVITA’
SE… IL BLOG TI PIACE
I S C R I V I T I




Albert Lynch

.

.


Buon martedì sera in poesia “Lasciami venire..” G. Ritsos – arte Soulacroix – canzone “Every breath you take”   Leave a comment

.
.

 
Frederic Soulacroix
 
 

.
.
 
 
 
 
 
 
 
 

Meglio che arrivi l’inverno che si vede e si sente, 

piuttosto che un inverno che non si vede, quello del cuore.

~ Stephen Littleword ~

 
 
 
 
 
 
Frederic Soulacroix
 
 
 
 
LASCIAMI VENIRE CON TE 
Ghiannis Ritsos
 
Lasciami venire con te. Che luna stasera!
La luna è buona – non si vedrà
che si sono imbiancati i miei capelli. La luna
me li farà di nuovo biondi. Non te ne accorgerai.
Lasciami venire con te. […].
Ci sederemo un poco sul muretto, sull’altura,
e rinfrescandoci al vento di primavera
forse immagineremo pure di volare,
perché spesso, e perfino ora, sento il fruscío della mia veste
che pare il battito di due ali forti,
e quando ti chiudi in questo rumore del volo
senti irrigidirsi il collo, i fianchi, la tua carne,
e cosí stretto nei muscoli del vento azzurro,
nei nervi robusti dell’altezza,
non ha importanza che tu parta o torni
né conta che i miei capelli siano bianchi,
(non è questo che mi dà pena – mi dà pena
che non mi s’imbianchi anche il cuore
).
Lasciami venire con te.
Lo so, ciascuno cammina da solo verso l’amore,
solo verso la gloria e la morte.
Lo so. L’ho provato. Non giova a niente.
Lasciami venire con te.
 
 
 
 
 
Frederic Soulacroix 
 

.
.
aa 8 aqaqphaa 8 aqaqph
 

.
.
 

 

da Tony Kospan

 
 
 
 
 
 
 
tititatititatitita
STORIA.. RICORDI E ATMOSFERE DI UN TEMPO
frebiapouce.gif
 
 

.
.
 
 
Frederic Soulacroix


 
 
 

Buon martedì notte in poesia “I miei incantesimi” E. A. Poe – arte A. Lynch – canzone “Every breath you take”   Leave a comment

.

.

Albert Lynch

.

.

.

.

.

.

Ti cercherò nel fondo degli abissi, 
nel mormorio del vento. 
Ti ascolterò, 
adagiati sulla luna, ci parleremo, 
ci culleremo nell’occhio del ciclone. 
Perché nel mondo dei sogni ti ho incontrato.
– Paul Eluard –

.

.

.

Albert Lynch – L’ora del tè

.

.

.

Barres & déco diverses

.

.

.

.

.

.

I MIEI INCANTESIMI
Edgar Allan Poe
.
I miei incantesimi sono infranti.
La penna mi cade,
impotente,
dalla mano tremante.
Se il mio libro é il tuo caro nome,
per quanto mi preghi,
non posso più scrivere.
Non posso pensare,
né parlare,
ahimé non posso sentire più nulla,
poiché non é nemmeno un’emozione,
questo immobile arrestarsi sulla dorata
soglia del cancello spalancato dei sogni,
fissando in estasi lo splendido scorcio,
e fremendo nel vedere,
a destra e a sinistra,
e per tutto il viale,
fra purpurei vapori,
lontano
dove termina il panorama
nient’altro che Te.

.

.

.

 
Albert Lynch – Il nuovo spartito

.

.

.

.

.

.

da Tony Kospan

.

.

.

PER LE NOVITA’
SE IL BLOG TI PIACE
I S C R I V I T I




Albert Lynch

.

.


Buon martedì sera in poesia “Lasciami venire con te” G. Ritsos – arte Soulacroix – canzone “Every breath you take”   1 comment

.
.


Frederic Soulacroix
 
 

.
.
 
 
 
 
 
 
 
 

Meglio che arrivi l’inverno che si vede e si sente, 

piuttosto che un inverno che non si vede, quello del cuore.

~ Stephen Littleword ~
 
 
 
 
 
 
Frederic Soulacroix
 
 
 
 
LASCIAMI VENIRE CON TE 
Ghiannis Ritsos
 
Lasciami venire con te. Che luna stasera!
La luna è buona – non si vedrà
che si sono imbiancati i miei capelli. La luna
me li farà di nuovo biondi. Non te ne accorgerai.
Lasciami venire con te. […].
Ci sederemo un poco sul muretto, sull’altura,
e rinfrescandoci al vento di primavera
forse immagineremo pure di volare,
perché spesso, e perfino ora, sento il fruscío della mia veste
che pare il battito di due ali forti,
e quando ti chiudi in questo rumore del volo
senti irrigidirsi il collo, i fianchi, la tua carne,
e cosí stretto nei muscoli del vento azzurro,
nei nervi robusti dell’altezza,
non ha importanza che tu parta o torni
né conta che i miei capelli siano bianchi,
(non è questo che mi dà pena – mi dà pena
che non mi s’imbianchi anche il cuore
).
Lasciami venire con te.
Lo so, ciascuno cammina da solo verso l’amore,
solo verso la gloria e la morte.
Lo so. L’ho provato. Non giova a niente.
Lasciami venire con te.
 
 
 
 
 
Frederic Soulacroix 
 

.
.
71x73 71x73 71x73 71x73 71x73 71x73 71x73 71x73  
 

.
.
 

 

da Tony Kospan

 
 
 
 
 
 
 
123gifs010123gifs010 
STORIA.. RICORDI E ATMOSFERE DI UN TEMPO
frebiapouce.gif
 
 

.
.
 
 
Frederic Soulacroix


 
 
 

Buon martedì sera in poesia “I miei incantesimi” E. A. Poe – arte A. Lynch – canzone “Every breath you take”   2 comments

.

.

Albert Lynch

.

.

.

.

.

.

Nessuna paura che mi calpestino. 
Calpestata, l'erba diventa un sentiero.
– Blaga Dimitrova –

.

.

.

Albert Lynch – L'ora del tè

.

.

.

Barres & déco diverses

.

.

.

.

.

.

I MIEI INCANTESIMI
Edgar Allan Poe
.
I miei incantesimi sono infranti.
La penna mi cade,
impotente,
dalla mano tremante.
Se il mio libro é il tuo caro nome,
per quanto mi preghi,
non posso più scrivere.
Non posso pensare,
né parlare,
ahimé non posso sentire più nulla,
poiché non é nemmeno un'emozione,
questo immobile arrestarsi sulla dorata
soglia del cancello spalancato dei sogni,
fissando in estasi lo splendido scorcio,
e fremendo nel vedere,
a destra e a sinistra,
e per tutto il viale,
fra purpurei vapori,
lontano
dove termina il panorama
nient'altro che Te.

.

.

.


Albert Lynch – Il nuovo spartito

.

.

.

.

.

.

da Tony Kospan

.

.

.

PER LE NOVITA'
SE IL BLOG TI PIACE
I S C R I V I T I




Albert Lynch

.

.


Buon martedì in poesia.. Lasciami venire con te di G. Ritsos – arte.. F. Soulacroix – canzone.. Every breath you take   Leave a comment

 
 
 
 

Frederic Soulacroix
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Meglio che arrivi l’inverno che si vede e si sente, 
piuttosto che un inverno che non si vede,
quello del cuore.
~ Stephen Littleword ~
 
 
 
 
 

Frederic Soulacroix
 
 
 
 
LASCIAMI VENIRE CON TE
Ghiannis Ritsos
 
Lasciami venire con te. Che luna stasera!
La luna è buona – non si vedrà
che si sono imbiancati i miei capelli. La luna
me li farà di nuovo biondi. Non te ne accorgerai.
Lasciami venire con te. […].
Ci sederemo un poco sul muretto, sull’altura,
e rinfrescandoci al vento di primavera
forse immagineremo pure di volare,
perché spesso, e perfino ora, sento il fruscío della mia veste
che pare il battito di due ali forti,
e quando ti chiudi in questo rumore del volo
senti irrigidirsi il collo, i fianchi, la tua carne,
e cosí stretto nei muscoli del vento azzurro,
nei nervi robusti dell’altezza,
non ha importanza che tu parta o torni
né conta che i miei capelli siano bianchi,
(non è questo che mi dà pena – mi dà pena
che non mi s’imbianchi anche il cuore
).
Lasciami venire con te.
Lo so, ciascuno cammina da solo verso l’amore,
solo verso la gloria e la morte.
Lo so. L’ho provato. Non giova a niente.
Lasciami venire con te.
 
 
 
 
 
Frederic Soulacroix – Aver il coraggio di…
 
 
 
 
 
 
 
A' TOUT LE MONDE
PAR ORSO TONY
 
 
 
 
 
 
 
SOLO PER CHI AMA LA POESIA E LA CULTURA
 
 
 
 

Felice martedì in poesia.. I miei incantesimi di E. A. Poe – arte.. A. Lynch – canzone.. Every breath you take   Leave a comment

 

 

Albert Lynch – Fiori freschi dal giardino

 

 

 

 

 
Nessuna paura che mi calpestino.
Calpestata, l'erba diventa un sentiero.
Blaga Dimitrova

 
 
 
 barra__7hrts.gif picture by indiaguerreira
 
 
 
 
Albert Lynch – L'ora del tè
 
 
 
 
 
 
 
 
feIb5uisbrkY.gif picture by Juliza_05
 
 
 
 
 
I MIEI INCANTESIMI
Edgar Allan Poe
 
I miei incantesimi sono infranti.
La penna mi cade,
impotente,
dalla mano tremante.
Se il mio libro é il tuo caro nome,
per quanto mi preghi,
non posso più scrivere.
Non posso pensare,
né parlare,
ahimé non posso sentire più nulla,
poiché non é nemmeno un'emozione,
questo immobile arrestarsi sulla dorata
soglia del cancello spalancato dei sogni,
fissando in estasi lo splendido scorcio,
e fremendo nel vedere,
a destra e a sinistra,
e per tutto il viale,
fra purpurei vapori,
lontano
dove termina il panorama
nient'altro che Te. 
 
 
 
 
 

Albert Lynch – L'allegra barca

 

 

 
 
 
 

 
 
par Orso Tony
 
 
 
 
 
POESIE?
UN MODO DIVERSO DI VIVERLE
 
 
 

Buon martedì in poesia – Lasciami venire con te di G. Ritsos – arte.. F. Soulacroix – canzone.. Every breath you take – e..   1 comment

 
 
 
 

Frederic Soulacroix
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Meglio che arrivi l’inverno che si vede e si sente, 
piuttosto che un inverno che non si vede,
quello del cuore.
~ Stephen Littleword ~
 
 
 
 
 

Frederic Soulacroix
 
 
 
 
LASCIAMI VENIRE CON TE
Ghiannis Ritsos
 
Lasciami venire con te. Che luna stasera!
La luna è buona – non si vedrà
che si sono imbiancati i miei capelli. La luna
me li farà di nuovo biondi. Non te ne accorgerai.
Lasciami venire con te. […].
Ci sederemo un poco sul muretto, sull’altura,
e rinfrescandoci al vento di primavera
forse immagineremo pure di volare,
perché spesso, e perfino ora, sento il fruscío della mia veste
che pare il battito di due ali forti,
e quando ti chiudi in questo rumore del volo
senti irrigidirsi il collo, i fianchi, la tua carne,
e cosí stretto nei muscoli del vento azzurro,
nei nervi robusti dell’altezza,
non ha importanza che tu parta o torni
né conta che i miei capelli siano bianchi,
(non è questo che mi dà pena – mi dà pena
che non mi s’imbianchi anche il cuore
).
Lasciami venire con te.
Lo so, ciascuno cammina da solo verso l’amore,
solo verso la gloria e la morte.
Lo so. L’ho provato. Non giova a niente.
Lasciami venire con te.
 
 
 
 
 
Frederic Soulacroix – Aver il coraggio di…
 
 
 
 
 
 
 
à TOUT LE MONDE
PAR ORSO TONY
 
 
 
 
 
 
 
SOLO PER CHI AMA LA POESIA E LA CULTURA
 
 
 
 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: