Archivio per l'etichetta ‘paul anka

Buon giovedì sera in poesia “La musica” Baudelaire – arte Ingres – canzone “Diana” Paul Anka   Leave a comment




Jean Auguste Dominique Ingres – Ritratto di Fulong

 
 
 
 

 
 
musicAnimatamusicAnimatamusicAnimatamusicAnimata
La musica è la lingua dello spirito. 
La sua segreta corrente vibra tra il cuore 
di chi canta (o suona) e l’anima di chi ascolta.
– Gibran –
musicAnimatamusicAnimatamusicAnimatamusicAnimata

 
 
 
Jean Auguste Dominique Ingres – Madame Moitessier
 
 
 
LA MUSICA
Charles Baudelaire
 
Spesso la musica mi prende come il mare.
Sotto una volta di nebbia
o in un vasto cielo
alzo la vela verso la mia pallida stella.
Petto in fuori e polmoni pieni
come una barca m’inerpico sui cavalloni
che la notte mi nasconde;
sento vibrare in me tutte le passioni
d’un vascello sofferente;
il forte vento,
la tempesta ed i suoi moti convulsi
sull’immenso abisso mi cullano.
Altre volte, calma piatta,
grande specchio della mia disperazione!
 
(trad. t.k.)



Jean Auguste Dominique Ingres – La grande odalisca – 1814














 (Paul Anka – Diana)
Jean Auguste Dominique Ingres – Vicomtesse Othenin D’haussonville – 1845
 

Buon giovedì sera in poesia “La musica” Baudelaire – arte J. A. D. Ingres – canzone “Diana” Paul Anka   1 comment




Jean Auguste Dominique Ingres – Ritratto di Fulong

 
 
 
 

 
 
musicAnimatamusicAnimatamusicAnimatamusicAnimata
La musica è la lingua dello spirito. 
La sua segreta corrente vibra tra il cuore 
di chi canta (o suona) e l’anima di chi ascolta.
– Gibran –
musicAnimatamusicAnimatamusicAnimatamusicAnimata

 
 
 
Jean Auguste Dominique Ingres – Madame Moitessier
 
 
 
LA MUSICA
Charles Baudelaire
 
Spesso la musica mi prende come il mare.
Sotto una volta di nebbia
o in un vasto cielo
alzo la vela verso la mia pallida stella.
Petto in fuori e polmoni pieni
come una barca m'inerpico sui cavalloni
che la notte mi nasconde;
sento vibrare in me tutte le passioni
d'un vascello sofferente;
il forte vento,
la tempesta ed i suoi moti convulsi
sull'immenso abisso mi cullano.
Altre volte, calma piatta,
grande specchio della mia disperazione!
 
(trad. t.k.)



Jean Auguste Dominique Ingres – La grande odalisca – 1814














 (Paul Anka – Diana)
Jean Auguste Dominique Ingres – Vicomtesse Othenin D’haussonville – 1845
 

Buon giovedì notte in poesia con “La musica” Baudelaire – arte J. A. D. Ingres – canzone “Diana” Paul Anka   1 comment

 
 

 
 
Jean Auguste Dominique Ingres – La grande odalisca – 1814

 
 
 
 
 
 
La musica è la lingua dello spirito. 
La sua segreta corrente vibra tra il cuore 
di chi canta (o suona) e l’anima di chi ascolta.
Gibran
 
 
 
Jean Auguste Dominique Ingres – Madame Moitessier
 
 
 
LA MUSICA
Charles Baudelaire
 
Spesso la musica mi prende come il mare.
Sotto una volta di nebbia
o in un vasto cielo
alzo la vela verso la mia pallida stella.
Petto in fuori e polmoni pieni
come una barca m'inerpico sui cavalloni
che la notte mi nasconde;
sento vibrare in me tutte le passioni
d'un vascello sofferente;
il forte vento,
la tempesta ed i suoi moti convulsi
sull'immenso abisso mi cullano.
Altre volte, calma piatta,
grande specchio della mia disperazione!
 
(trad. t.k.)
 
 
 
Jean Auguste Dominique Ingres – François-Marius Granet

 
 


 
  
 da Orso Tony

 
  

PER CHI AMA L'ARTE…
IL GRUPPO DI FB

 
 
 
  ( Pauk Anka – Diana )

Jean Auguste Dominique Ingres – Vicomtesse Othenin D’haussonville – 1845

 

 

Buon giovedì sera in poesia con “La musica” Baudelaire – arte J. A. D. Ingres – canzone “Diana”   Leave a comment

 
 

 
 
Jean Auguste Dominique Ingres – La grande odalisca – 1814

 
 
 
 
 
 
La musica ha una fondamentale componente spirituale.
Rende meno arida, meno egoista, meno violenta la società.
– Uto Ughi –
 
 
 
Jean Auguste Dominique Ingres – Madame Moitessier
 
 
 
LA MUSICA
Charles Baudelaire
 
Spesso la musica mi prende come il mare.
Sotto una volta di nebbia
o in un vasto cielo
alzo la vela verso la mia pallida stella.
Petto in fuori e polmoni pieni
come una barca m'inerpico sui cavalloni
che la notte mi nasconde;
sento vibrare in me tutte le passioni
d'un vascello sofferente;
il forte vento,
la tempesta ed i suoi moti convulsi
sull'immenso abisso mi cullano.
Altre volte, calma piatta,
grande specchio della mia disperazione!
 
(trad. t.k.)
 
 
 

Jean Auguste Dominique Ingres – François-Marius Granet

 
 


 
  
 da Orso Tony

 
  

PER CHI AMA L'ARTE…
IL GRUPPO DI FB

 
 
 
  ( Pauk Anka – Diana )

Jean Auguste Dominique Ingres – Vicomtesse Othenin D’haussonville – 1845

 

 

Buon giovedì pomeriggio in poesia “La musica” Baudelaire – arte J. A. D. Ingres – canzone “Diana”   1 comment

 
 

 
 
Jean Auguste Dominique Ingres – La grande odalisca – 1814

 
 
 
 
 
 
La musica ha una fondamentale componente spirituale.
Rende meno arida, meno egoista, meno violenta la società.
Uto Ughi
 
 
 
Jean Auguste Dominique Ingres – Madame Moitessier
 
 
 
LA MUSICA
Charles Baudelaire
 
Spesso la musica mi prende come il mare.
Sotto una volta di nebbia
o in un vasto cielo
alzo la vela verso la mia pallida stella.
Petto in fuori e polmoni pieni
come una barca m'inerpico sui cavalloni
che la notte mi nasconde;
sento vibrare in me tutte le passioni
d'un vascello sofferente;
il forte vento,
la tempesta ed i suoi moti convulsi
sull'immenso abisso mi cullano.
Altre volte, calma piatta,
grande specchio della mia disperazione!
 
(trad. t.k.)
 
 
 
Jean Auguste Dominique Ingres – François-Marius Granet

 
 

 
  
 da Orso Tony
 
  

PER CHI AMA L'ARTE…
IL GRUPPO DI FB

 
 
 

L'immagine può contenere: 1 persona
Jean Auguste Dominique Ingres – Vicomtesse Othenin D’haussonville – 1845

 

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: