Archivio per l'etichetta ‘NO ALLA MAFIA

Peppino Impastato… uomo a testa alta ed eroe civile – Breve ricordo   1 comment

 
 
 
 
 


 .



PEPPINO IMPASTATO…
UN SICILIANO A TESTA ALTA…


 
 
(Cinisi 5 gennaio 1948 – Cinisi 9 maggio 1978)

 
 
 
 
 
Peppino era un giornalista, un attivista politico,
ma soprattutto un cittadino libero.

 
 
 
 
BREVE BIOGRAFIA

 
 
 
Peppino nacque il  5 gennaio 1948
ed oggi avrebbe 72 anni
se non fosse stato fatto saltare in aria dalla mafia
il 9 maggio 1978.
 
 
Perché avvenne questo?
 
 
Perché il suo attivismo politico… la sua radio…
le sue battaglie in difesa dei diritti dei cittadini…
davano troppo fastidlio.


 
 
 
 
 
 


Non solo…
addirittura con i classici metodi della “onorata società
si cercò pure in ogni modo di infangarne la memoria…
arrivando perfino a definir terrorista lui
che combatteva la mafia a viso aperto…
 
 
La cosa che rattrista è che questo fango aveva ricoperto
la realtà delle cose e solo l'encomiabile attività
dei suoi amici e dei suoi familiari fece riaprire il caso
e finalmente si potè fare piena e vera luce…ed i colpevoli,
dopo lunghi processi, condannati…
 

 
 
 
 
 
 
 

UNA BREVE CONSIDERAZIONE
 
 
 
Pare proprio che a noi italiani non piace la storia…
ed ogni avvenimento del passato
lo buttiamo facilmente nel dimenticatoio…
per poi ricadere sempre ed incoscientemente
negli stessi errori…
 
 
Nell'amara ed antica terra di mafia… negli anni settanta 
un frutto nuovo
mise a soqquadro le coscienze e causò l'odio dei padrini…
 
 
Questo nobile frutto era Peppino Impastato.

 
 
 
 
 
 
 
 

Quel frutto abbattuto… grazie ai suoi semi…
ha fatto però nascere nuovi bellissimi germogli
se oggi possiamo positivamente annoverare
tanti positivi cambiamenti…
 
 
Ma c'è un ma… un grosso ma…
ancor oggi… ahimé… più o meno nascoste
ci sono troppe “malepiante”
che nell'ombra tramano.

 
 

 
 
 
 
 
 


Speriamo che la luce di Peppino
illumini i cuori e pian piano…
il giardino della Sicilia e dell'Italia tutta…
abbia solo fiori…
 
 
Noi non possiam far altro che difenderne il ricordo
e tramandarne l'impegno…  la dignità… e le sue qualità di grande
Siciliano… a testa alta…
 
 

 
IL VIDEO

 
 
Questo bel video ci dà un ulteriore contributo
alla sua conoscenza.


 
 


frebiapouce.gif

 
 


 
Tony Kospan


 
 
 
 

Breve ma sentito omaggio al giudice martire Paolo Borsellino.. nell’anniversario della strage   2 comments



E' vero che siamo presi dai bombardamenti mass mediatici

sui tantissimi problemi della nostra società…

tuttavia non dobbiamo dimenticare la tristissima e tremenda realtà

dell'esistenza di una piovra che danneggia la nostra economia e la nostra società.

.

.

.

.

.

.

Anzi la lotta a questo cancro sociale

è uno dei più importanti presupposti

per una vera ripresa della nostra società

e pertanto è fondamentale il ruolo della nostra memoria

riguardo alla storia degli ultimi decenni.

.

Tra gli eventi, spesso tragici, che l'hanno caratterizzata

c'è stato, ahimè, anche il tremendo attentato al giudice

Paolo Borsellino

che colpì vilmente lui ed i 5 agenti della scorta.

.

.

.

.

.

.

Dunque non possiamo omettere oggi,

nell'anniversario della sua nascita,

di dedicar a lui un sentito omaggio ed un affettuoso ricordo…

.

.

.

.

.

.

E' stato, insieme a Giovanni Falcone,

un vero eroe dei nostri tempi

che con il suo sacrificio ci ha indicato l'unica strada

per una vera liberazione dalle perverse pesanti catene…

delle varie mafie…

.

.

.

Palermo 19 1 1940 – Palermo 19 7 1992

.

.

.

“Felice la Nazione che non ha bisogno di eroi…”

.

.

.



.

.

.

L'Italia ahimé ne ha bisogno… ancora.

.

.

.

.

.

.

Che Ti sia lieve la terra ed il cielo Ti abbia in gloria

insieme a Giovanni Falcone…

ed a tutti coloro che hanno perso la vita

per fare il proprio dovere e per vivere da uomini liberi.

.

.

.

.

.

.

.

TONY KOSPAN

.

.

.




PEPPINO IMPASTATO.. UN SICILIANO A TESTA ALTA – BREVE RICORDO ED UNA RIFLESSIONE   1 comment

 
 
 
 
 


 .



PEPPINO IMPASTATO…
UN SICILIANO A TESTA ALTA…


 
 
(Cinisi 5 gennaio 1948 – Cinisi 9 maggio 1978)

 
 
 
 
 
Peppino era un giornalista, un attivista politico,
ma soprattutto un cittadino libero.

 
 
 
 
BREVE BIOGRAFIA

 
 
 
Peppino nacque il  5 gennaio 1948
ed oggi avrebbe 72 anni
se non fosse stato fatto saltare in aria dalla mafia
il 9 maggio 1978.
 
 
Perché avvenne questo?
 
 
Perché il suo attivismo politico… la sua radio…
le sue battaglie in difesa dei diritti dei cittadini…
davano troppo fastidlio.


 
 
 
 
 
 


Non solo…
addirittura con i classici metodi della “onorata società
si cercò pure in ogni modo di infangarne la memoria…
arrivando perfino a definir terrorista lui
che combatteva la mafia a viso aperto…
 
 
La cosa che rattrista è che questo fango aveva ricoperto
la realtà delle cose e solo l'encomiabile attività
dei suoi amici e dei suoi familiari fece riaprire il caso
e finalmente si potè fare piena e vera luce…ed i colpevoli,
dopo lunghi processi, condannati…
 

 
 
 
 
 
 
 

UNA BREVE CONSIDERAZIONE
 
 
 
Pare proprio che a noi italiani non piace la storia…
ed ogni avvenimento del passato
lo buttiamo facilmente nel dimenticatoio…
per poi ricadere sempre ed incoscientemente
negli stessi errori…
 
 
Nell'amara ed antica terra di mafia… negli anni settanta 
un frutto nuovo
mise a soqquadro le coscienze e causò l'odio dei padrini…
 
 
Questo nobile frutto era Peppino Impastato.

 
 
 
 
 
 
 
 

Quel frutto abbattuto… grazie ai suoi semi…
ha fatto però nascere nuovi bellissimi germogli
se oggi possiamo positivamente annoverare
tanti positivi cambiamenti…
 
 
Ma c'è un ma… un grosso ma…
ancor oggi… ahimé… più o meno nascoste
ci sono troppe “malepiante”
che nell'ombra tramano.

 
 

 
 
 
 
 
 


Speriamo che la luce di Peppino
illumini i cuori e pian piano…
il giardino della Sicilia e dell'Italia tutta…
abbia solo fiori…
 
 
Noi non possiam far altro che difenderne il ricordo
e tramandarne l'impegno…  la dignità… e le sue qualità di grande
Siciliano… a testa alta…
 
 

 
IL VIDEO

 
 
Questo bel video ci dà un ulteriore contributo
alla sua conoscenza.


 
 


frebiapouce.gif

 
 


 
Tony Kospan


 
 
 
 

PEPPINO IMPASTATO – SICILIANO A TESTA ALTA – UN BREVE RICORDO ED UNA RIFLESSIONE   1 comment

 
 
 
 
 


 .



PEPPINO IMPASTATO…
UN SICILIANO A TESTA ALTA…


 
 
(Cinisi 5 gennaio 1948 – Cinisi 9 maggio 1978)
 
 
 
 
 
Peppino era un giornalista… un attivista politico…
ma soprattutto un cittadino libero.
 
 
 
 
BREVE BIOGRAFIA
 
 
 
Peppino nacque il  5 gennaio 1948
ed oggi avrebbe 69 anni
se non fosse stato fatto saltare in aria dalla mafia
il 9 maggio 1978.
 
 
Perché avvenne questo?
 
 
Perché il suo attivismo politico… la sua radio…
le sue battaglie in difesa dei diritti dei cittadini…
davano troppo fastidlio…
 
 
 
 
 
 
Non solo…
addirittura con i classici metodi della “onorata società
si cercò pure in ogni modo di infangarne la memoria…
arrivando perfino a definir terrorista lui
che combatteva la mafia a viso aperto…
 
 
La cosa che rattrista è che questo fango aveva ricoperto
la realtà delle cose e solo l'encomiabile attività
dei suoi amici e dei suoi familiari fece riaprire il caso
e finalmente si potè fare piena e vera luce…ed i colpevoli,
dopo lunghi processi, condannati…
 
 
 
 
 
 
 
 
UNA BREVE CONSIDERAZIONE
 
 
 
Pare proprio che a noi italiani non piace la storia…
ed ogni avvenimento del passato
lo buttiamo facilmente nel dimenticatoio…
per poi ricadere sempre ed incoscientemente
negli stessi errori…
 
 
Nell'amara ed antica terra di mafia… negli anni settanta 
un frutto nuovo
mise a soqquadro le coscienze e causò l'odio dei padrini…
 
 
Questo nobile frutto era Peppino Impastato…
 
 
 
 
 
 
 
 
Quel frutto abbattuto… grazie ai suoi semi…
ha fatto però nascere nuovi bellissimi germogli
se oggi possiamo positivamente annoverare
tanti positivi cambiamenti…
 
 
Ma c'è un ma… un grosso ma…
ancor oggi… ahimé… più o meno nascoste
ci sono troppe “malepiante
che nell'ombra tramano.
 
 
 
 
 
 
 
 
Speriamo che la luce di Peppino
illumini i cuori e pian piano…
il giardino della Sicilia e dell'Italia tutta…
abbia solo fiori…
 
 
Noi non possiam far altro che difenderne il ricordo
e tramandarne l'impegno…  la dignità… e le sue qualità di grande
Siciliano… a testa alta…
 
 
 
IL VIDEO

 
 
Questo bel video ci dà un ulteriore contributo
alla sua conoscenza…
 
 

 
 
 
Tony Kospan


 
 
 
 

Don Pino Puglisi… martire della mafia e fulgido esempio per noi tutti   Leave a comment

 
 


Oggi è l'anniversario
sia della nascita che della morte di Don Giuseppe Puglisi

meglio conosciuto come Padre Pino Puglisi.


Desidero ricordarlo con una breve biografia

ed un video con l'originale ma commosso omaggio

di Ficarra e Picone.


 



(Palermo, 15 settembre 1937 – Palermo, 15 settembre 1993)



DON PINO PUGLISI…
MARTIRE DELLA LOTTA ALLA MAFIA…
Tony Kospan 




Il coraggioso sacerdote è considerato il primo martire della Chiesa

per motivi di mafia ed è stato dichiarato Beato.


Nato a Brancaccio, quartiere di Palermo,

a 16 anni entra in seminario e, divenuto sacerdote,

si caratterizza per il suo impegno per i poveri

e per la liberazione delle persone

dai vincoli mafiosi esistenti nel suo territorio. 




.

.

La sua attività di sacerdote è a 360 gradi

ma pian piano si trova costretto ad intervenire

non tanto per una lotta aperta alla mafia

ma per impedire che i ragazzi della sua parrocchia

vengano reclutati da quella organizzazione criminale.





  


Questo se da un lato gli da molto consenso in città
nel contempo infastidisce molto la Mafia…
che ad un certo punto ne decreta la morte…

In effetti la Mafia non vuole che prenda piede
nel suo territorio una cultura di legalità e di libertà. 





 
Per questo il giorno del suo 56º compleanno
dopo una lunga serie di minacce…
l'uccide davanti al portone di casa.

Il 28 giugno 2012 con una solenne cerimonia
è stato dichiarato Beato dal papa Benedetto XVI.





Oggi sono in corso, soprattutto a Palermo,
numerose iniziative e manifestazioni
per ricordare il suo sacrificio.

Desidero infine ricordarlo con un omaggio originale,
ma molto bello, da parte di Ficarra e Picone…






  



 

 

 

Tony Kospan





 

Piccolo ma sentito omaggio al giudice martire Paolo Borsellino nell’anniversario della strage   Leave a comment

 

 

E' vero che stiamo vivendo un momento di tremenda crisi

economica… ma anche morale… e sociale…

tuttavia non è vivendo solo secondo gli impulsi di giornata

e facendo finta che le mafie non esistano più

che potremo riprenderci…

 

 

 

 

 

 

 

Anzi, questo… è uno dei più importanti presupposti

per una vera ripresa della nostra società

e pertanto è fondamentale il ruolo della nostra memoria…

riguardo alla storia degli utlimi decenni…

 

Tra gli eventi che l'anno caratterizzata

c'è stato, ahimè, anche il tremendo attentato al giudice

Paolo Borsellino

che colpì vilmente lui ed i 5 agenti della scorta.

 

 

 

 

 

 

Dunque non possiamo omettere oggi,

nell'anniversario della quel tragico evento che sconvolse l'Italia,

di dedicar un sentito omaggio ed un affettuoso ricordo…

a lui ed a coloro che gli erano vicini in quel tragico giorno.







 

E' stato, insieme a Giovanni Falcone,

 un vero eroe dei nostri tempi 

che con il suo sacrificio ci ha indicato l'unica strada

per una vera liberazione dalle perverse pesanti catene…

delle varie mafie…

 

 

 


 Palermo 19 1 1940 – Palermo 19 7 1992

 

 

“Felice la Nazione che non ha bisogno di eroi…”

 

 



 

 

 

L'Italia ahimé ne ha bisogno… ancora…

 

 

 

 

 

 

 

Che Ti sia lieve la terra

ed il cielo Ti abbia in gloria

insieme a Giovanni Falcone…

ed a tutti coloro che hanno perso la vita

per fare il proprio dovere e/o per vivere da uomini liberi.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

TONY KOSPAN

 

 

 

Peppino Impastato… uomo a testa alta e grande siciliano…   Leave a comment

 
 
 
 
 


 .



PEPPINO IMPASTATO…
UN SICILIANO A TESTA ALTA…


 
 
(Cinisi 5 gennaio 1948 – Cinisi 9 maggio 1978)
 
 
 
 
 
Peppino era un giornalista… un attivista politico…
ma soprattutto un cittadino libero.
 
 
 
 
BREVE BIOGRAFIA
 
 
 
Peppino nacque il  5 gennaio 1948
ed oggi avrebbe 69 anni
se non fosse stato fatto saltare in aria dalla mafia
il 9 maggio 1978.
 
 
Perché avvenne questo?
 
 
Perché il suo attivismo politico… la sua radio…
le sue battaglie in difesa dei diritti dei cittadini…
davano troppo fastidlio…
 
 
 
 
 
 
Non solo…
addirittura con i classici metodi della “onorata società
si cercò pure in ogni modo di infangarne la memoria…
arrivando perfino a definir terrorista lui
che combatteva la mafia a viso aperto…
 
 
La cosa che rattrista è che questo fango aveva ricoperto
la realtà delle cose e solo l'encomiabile attività
dei suoi amici e dei suoi familiari fece riaprire il caso
e finalmente si potè fare piena e vera luce…ed i colpevoli,
dopo lunghi processi, condannati…
 
 
 
 
 
 
 
 
UNA BREVE CONSIDERAZIONE
 
 
 
Pare proprio che a noi italiani non piace la storia…
ed ogni avvenimento del passato
lo buttiamo facilmente nel dimenticatoio…
per poi ricadere sempre ed incoscientemente
negli stessi errori…
 
 
Nell'amara ed antica terra di mafia… negli anni settanta 
un frutto nuovo
mise a soqquadro le coscienze e causò l'odio dei padrini…
 
 
Questo nobile frutto era Peppino Impastato…
 
 
 
 
 
 
 
 
Quel frutto abbattuto… grazie ai suoi semi…
ha fatto però nascere nuovi bellissimi germogli
se oggi possiamo positivamente annoverare
tanti positivi cambiamenti…
 
 
Ma c'è un ma… un grosso ma…
ancor oggi… ahimé… più o meno nascoste
ci sono troppe “malepiante
che nell'ombra tramano.
 
 
 
 
 
 
 
 
Speriamo che la luce di Peppino
illumini i cuori e pian piano…
il giardino della Sicilia e dell'Italia tutta…
abbia solo fiori…
 
 
Noi non possiam far altro che difenderne il ricordo
e tramandarne l'impegno…  la dignità… e le sue qualità di grande
Siciliano… a testa alta…
 
 
 
IL VIDEO

 
 
Questo bel video ci dà un ulteriore contributo
alla sua conoscenza…
 
 

 
 
 
Tony Kospan


 
 
 
 

Un ricordo di Don Pino Puglisi… martire della mafia e fulgido esempio per tutti   1 comment

 
 


Oggi è l'anniversario
sia della nascita che della morte di Don Giuseppe Puglisi

meglio conosciuto come Padre Pino Puglisi.


Desidero ricordarlo con una breve biografia

ed un video con l'originale ma commosso omaggio

di Ficarra e Picone.


 



(Palermo, 15 settembre 1937 – Palermo, 15 settembre 1993)



DON PINO PUGLISI…
MARTIRE DELLA LOTTA ALLA MAFIA…
Tony Kospan 




Il coraggioso sacerdote è considerato il primo martire della Chiesa

per motivi di mafia ed è stato dichiarato Beato.


Nato a Brancaccio, quartiere di Palermo,

a 16 anni entra in seminario e, divenuto sacerdote,

si caratterizza per il suo impegno per i poveri

e per la liberazione delle persone

dai vincoli mafiosi esistenti nel suo territorio. 




.

.

La sua attività di sacerdote è a 360 gradi

ma pian piano si trova costretto ad intervenire

non tanto per una lotta aperta alla mafia

ma per impedire che i ragazzi della sua parrocchia

vengano reclutati da quella organizzazione criminale.





  


Questo se da un lato gli da molto consenso in città
nel contempo infastidisce molto la Mafia…
che ad un certo punto ne decreta la morte…

In effetti la Mafia non vuole che prenda piede
nel suo territorio una cultura di legalità e di libertà. 





 
Per questo il giorno del suo 56º compleanno
dopo una lunga serie di minacce…
l'uccide davanti al portone di casa.

Il 28 giugno 2012 con una solenne cerimonia
è stato dichiarato Beato dal papa Benedetto XVI.





Oggi sono in corso, soprattutto a Palermo,
numerose iniziative e manifestazioni
per ricordare il suo sacrificio.

Desidero infine ricordarlo con un omaggio originale,
ma molto bello, da parte di Ficarra e Picone…






  



 

 

 

Tony Kospan





 

Paolo Borsellino… breve ricordo-omaggio di un eroe civile nell’anniversario della strage   1 comment

 

 

 

 

Oggi l'anniversario della strage di Via d'Amelio,

avvenuta a Palemo il pomeriggio del 19 luglio 1992,

in cui persero la vita il giudice Borsellino e la sua scorta.

 

 

 

 

 

 

Un sentito omaggio ed un affettuoso ricordo…

ad un vero eroe dei nostri tempi che con il suo generoso impegno

 ci ha indicato l'unica strada per una vera liberazione dalle mafie…

 

 


 

 

“Felice la Nazione che non ha bisogno di eroi…”

 

 



 

 

 

L'Italia ahimé ne ha bisogno… ancora…

 

Ed ha anche bisogno di sperare

che il sacrificio di Paolo Borsellino e di tutti coloro che, 

per esser stati retti servitori dello Stato hanno pagato con la vita,

 non sia stato inutile.

 

 

 

 

 

 

E certo non lo sarà se, attraverso altri

(e tra gli altri indico tutti noi)

continueranno a vivere le loro idee ed il loro impegno

 

 

 

 

 

 

 

Che Ti sia lieve la terra ed il cielo Ti abbia in gloria

insieme a Giovanni Falcone…

ed a tutti coloro che sono morti per uno Stato

libero dalle mafie di ogni genere…

 

 

 

 

 

 

 

TONY KOSPAN

 

 

 

 

 

ARTE MUSICA POESIA CULTURE DEI POPOLI
STORIA RIFLESSIONI SPETTACOLO ETC
NELLA PAGINA DI FB
ImageChef Word Mosaic - ImageChef.com
 
 
 

Ricordo di Peppino Impastato… un grande siciliano…   5 comments

 
 
 
 
 


 .



PEPPINO IMPASTATO…
UN SICILIANO A TESTA ALTA…


 
 
(Cinisi 5 gennaio 1948 – Cinisi 9 maggio 1978)
 
 
 
 
 
Peppino era un giornalista… un attivista politico…
ma soprattutto un cittadino libero.
 
 
 
 
BREVE BIOGRAFIA
 
 
 
Peppino nacque il  5 gennaio 1948
ed oggi avrebbe 71 anni
se non fosse stato fatto saltare in aria dalla mafia
il 9 maggio 1978.
 
 
Perché avvenne questo?
 
 
Perché il suo attivismo politico… la sua radio…
le sue battaglie in difesa dei diritti dei cittadini…
davano troppo fastidlio…
 
 
 
 
 
 
Non solo…
addirittura con i classici metodi della “onorata società
si cercò pure in ogni modo di infangarne la memoria…
arrivando perfino a definir terrorista lui
che combatteva la mafia a viso aperto…
 
 
La cosa che rattrista è che questo fango aveva ricoperto
la realtà delle cose e solo l'encomiabile attività
dei suoi amici e dei suoi familiari fece riaprire il caso
e finalmente si potè fare piena e vera luce…ed i colpevoli,
dopo lunghi processi, condannati…
 
 
 
 
 
 
 
 
UNA BREVE CONSIDERAZIONE
 
 
 
Pare proprio che a noi italiani non piace la storia…
ed ogni avvenimento del passato
lo buttiamo facilmente nel dimenticatoio…
per poi ricadere sempre ed incoscientemente
negli stessi errori…
 
 
Nell'amara ed antica terra di mafia… negli anni settanta 
un frutto nuovo
mise a soqquadro le coscienze e causò l'odio dei padrini…
 
 
Questo nobile frutto era Peppino Impastato…
 
 
 
 
 
 
 
 
Quel frutto abbattuto… grazie ai suoi semi…
ha fatto però nascere nuovi bellissimi germogli
se oggi possiamo positivamente annoverare
tanti positivi cambiamenti…
 
 
Ma c'è un ma… un grosso ma…
ancor oggi… ahimé… più o meno nascoste
ci sono troppe “malepiante
che nell'ombra tramano.
 
 
 
 
 
 
 
 
Speriamo che la luce di Peppino
illumini i cuori e pian piano…
il giardino della Sicilia e dell'Italia tutta…
abbia solo fiori…
 
 
Noi non possiam far altro che difenderne il ricordo
e tramandarne l'impegno…  la dignità… e le sue qualità di grande
Siciliano… a testa alta…
 
 
 
IL VIDEO

 
 
Questo bel video ci dà un ulteriore contributo
alla sua conoscenza…
 
 

 
 
 
Tony Kospan


 
 
 
 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: