Archivio per l'etichetta ‘milva

Balocchi e profumi – La struggente canzone-poesia del 1929 e l’atmosfera d’allora   1 comment

.
.








Ora è il turno di un’altra famosissima… storica ed
indimenticabile canzone che fin da piccolo mi colpiva
duro al cuore.








BALOCCHI E PROFUMI
ATMOSFERE E NOTE… DI UN TEMPO…
a cura di Tony Kospan



Più che una canzone mi appare una drammatica poesia…
in cui emoziona quel grido di dolore della bambina.










Ecco, questa su, una pubblicità di profumi dell’epoca
e qui giù, il sogno della bambina ammalata,
quello di una cameretta piena di balocchi.








Prima di ascoltare la canzone
vediamo qualche immagine dell'epoca
in modo da rivivere l’atmosfera di quell’anno.






Petronilla Meglio







 
Crollo di Wall Street




 
Louise Brooks – 1929



Ma ora veniamo alla canzone di cui possiamo
prima leggere il testo







BALOCCHI E PROFUMI
E. A. Mario – Anno 1929

Tutta sfolgorante è la vetrina
piena di balocchi e profumi.
Entra con la mamma la bambina
tra lo sfolgorio di quei lumi.
“Comanda, signora?”
“Cipria e colonia Coty”.

“Mamma”, mormora la bambina
mentre pieni di pianto ha gli occhi,
“per la tua piccolina
non compri mai balocchi,
mamma, tu compri soltanto
i profumi per te”.

Ella, nel salotto profumato
ricco di cuscini di seta,
porge il labbro tumido al peccato
mentre la bambina indiscreta
dischiude quel nido
pieno d'odor di Coty.

“Mamma”, mormora la bambina
mentre pieni di pianto ha gli occhi,
“per la tua piccolina
non compri mai balocchi,
mamma, tu compri soltanto
i profumi per te”.

Esile, agonizza la bambina,
or la mamma non è più ingrata.
Corre a vuotar tutta la vetrina
per la sua figliola malata.
“Amore mio bello,
ecco i balocchi per te”.

“Grazie” mormora la bambina,
vuole toccare quei balocchi,
ma il capo già reclina
e già socchiude gli occhi.
Piange la mamma, pentita,
stringendola al cuor







e poi ascoltarla in questa bella interpretazione
di Claudio Villa






CIAO DA TONY KOSPAN







Flowers_tiny_PH.gif picture by Lilith_RJ2Flowers_tiny_PH.gif picture by Lilith_RJ2Flowers_tiny_PH.gif picture by Lilith_RJ2Flowers_tiny_PH.gif picture by Lilith_RJ2Flowers_tiny_PH.gif picture by Lilith_RJ2Flowers_tiny_PH.gif picture by Lilith_RJ2Flowers_tiny_PH.gif picture by Lilith_RJ2

PER LE NOVITA' DEL BLOG
Frecce (51)
SE TI PIACE… ISCRIVITI






 


Balocchi e profumi – La mitica canzone-poesia del 1929 e l’atmosfera dell’epoca   Leave a comment

.
.






Ora è il turno di… un’altra famosissima… storica…
indimenticabile canzone che fin da piccolo mi colpiva
duro al cuore…








BALOCCHI E PROFUMI
ATMOSFERE E NOTE… DI UN TEMPO…
a cura di Tony Kospan


Più che una canzone… mi appare una poesia
in cui emoziona quel grido di dolore della bambina.







Ecco, questa su, una pubblicità di profumi dell’epoca
e qui giù, il sogno della bambina ammalata,
quello di una cameretta piena di balocchi.








Prima di ascoltare la canzone
vediamo qualche immagine dell'epoca
in modo da rivivere l’atmosfera di quell’anno.
Petronilla Meglio








Crollo di Wall Street





Louise Brooks – 1929












Ma ora veniamo alla canzone di cui possiamo
prima leggere il testo..






BALOCCHI E PROFUMI
E. A. Mario – Anno 1929

Tutta sfolgorante è la vetrina
piena di balocchi e profumi.
Entra con la mamma la bambina
tra lo sfolgorio di quei lumi.
“Comanda, signora?”
“Cipria e colonia Coty”.

“Mamma”, mormora la bambina
mentre pieni di pianto ha gli occhi,
“per la tua piccolina
non compri mai balocchi,
mamma, tu compri soltanto
i profumi per te”.

Ella, nel salotto profumato
ricco di cuscini di seta,
porge il labbro tumido al peccato
mentre la bambina indiscreta
dischiude quel nido
pieno d'odor di Coty.

“Mamma”, mormora la bambina
mentre pieni di pianto ha gli occhi,
“per la tua piccolina
non compri mai balocchi,
mamma, tu compri soltanto
i profumi per te”.

Esile, agonizza la bambina,
or la mamma non è più ingrata.
Corre a vuotar tutta la vetrina
per la sua figliola malata.
“Amore mio bello,
ecco i balocchi per te”.

“Grazie” mormora la bambina,
vuole toccare quei balocchi,
ma il capo già reclina
e già socchiude gli occhi.
Piange la mamma, pentita,
stringendola al cuor









… e poi ascoltarla in questa bella interpretazione
di Claudio Villa








CIAO DA TONY KOSPAN
.
.
.
.
.

PER LE NOVITA' DEL BLOG
 
SE IL BLOG TI PIACE


I S C R I V I T I





 

Balocchi e profumi – Mitica canzone poesia del 1929 e l’atmosfera dell’epoca   Leave a comment

.
.






Ora è il turno di… un’altra famosissima… storica…
indimenticabile canzone che fin da piccolo mi colpiva
duro al cuore…








BALOCCHI E PROFUMI
E. A. Mario – Anno 1929
ATMOSFERE E NOTE… DI UN TEMPO…
a cura di Tony Kospan


Più che una canzone… mi appare una poesia…
in cui emoziona quel grido di dolore della bambina…






Ecco, questa su, una pubblicità di profumi dell’epoca…
e qui giù… il sogno della bambina… ammalata…
di una cameretta piena di balocchi…








Prima di ascoltare la canzone
vediamo qualche immagine dell’epoca
in modo da rivivere l’atmosfera di quell’anno
prima di ascoltare la canzone




Petronilla Meglio








Crollo di Wall Street





Louise Brooks – 1929











Ma ora veniamo alla canzone che possiamo
ascoltare cantata da Milva ed insieme leggere il testo.







CIAO DA TONY KOSPAN

PER LE NOVITA’ DEL BLOG
 
SE IL BLOG TI PIACE


I S C R I V I T I





 

Buon giovedì pomeriggio in poesia “Non era giorno” R. Perin – arte.. T. De Lempicka – canzone “Guarda che luna”   Leave a comment

 

 

 

Tamara de Lempicka


 
 
 
 
 

 



Io parto per strappare una stella al cielo e poi,

per paura del ridicolo, mi chino a raccogliere un fiore.

Edmond Rostand


 

Tamara de Lempicka – Ragazza che dorme – 1935

.

.

.

NON ERA GIORNO… NON ERA NOTTE…

– Roberto Perin –

 

Non era giorno,
non era notte,
erano “attimi” dove
l'infinito era
pieno di sentimento,
dove l'amore
stava riempiendo il nulla.

Era l'attimo
d'incontro tra comete,
tra vite gemelle, ma lontane,
vicine ma staccate.

Era un giorno
senza minuti,
senza cielo,
senza un avvenire
da sognare,
senza un passato
da ricordare.

Era un “istante”,
che mai penserà
che esista un prossimo.

Era una nascita,
era una vita
di luce al cielo.

Era il “momento”,
non un momento.

Non era notte,
non era giorno.

Era un attimo
che non si fermava,
un attimo, che viveva
più della sua vita d'istante.

Non voleva morire.

Non era notte,
non era giorno,
era l'attimo di
un amore eterno.

 

 

Tamara de Lempicka

 

 

  

 
 
 
 
 
da Orso Tony
 
 
 
 
 
 
 
Tamara de Lempicka


 
 
 


Balocchi e profumi – Canzone poesia del 1929 che emoziona ancora e l’atmosfera dell’epoca   Leave a comment

.
.






Ora è il turno di… un’altra famosissima… storica…
indimenticabile canzone che fin da piccolo mi colpiva
duro al cuore…








BALOCCHI E PROFUMI
E. A. Mario – Anno 1929
ATMOSFERE E NOTE… DI UN TEMPO…
a cura di Tony Kospan


Più che una canzone… mi appare una poesia…
in cui emoziona quel grido di dolore della bambina…






Ecco, questa su, una pubblicità di profumi dell’epoca…
e qui giù… il sogno della bambina… ammalata…
di una cameretta piena di balocchi…








Prima di ascoltare la canzone
vediamo qualche immagine dell’epoca
in modo da rivivere l’atmosfera di quell’anno
prima di ascoltare la canzone




Petronilla Meglio








Crollo di Wall Street





Louise Brooks – 1929











Ma ora veniamo alla canzone che possiamo
ascoltare cantata da Milva ed insieme leggere il testo.







CIAO DA TONY KOSPAN

PER LE NOVITA’ DEL BLOG
 
SE IL BLOG TI PIACE


I S C R I V I T I





 

Buon giovedì pomeriggio in poesia “Non era giorno” di R. Perin – arte.. T. De Lempicka – canzone.. Guarda che luna   1 comment

 

 

 

Tamara de Lempicka
 
 
 
 
 

 

Io parto per strappare una stella al cielo e poi,

per paura del ridicolo, mi chino a raccogliere un fiore.

Edmond Rostand

 

Tamara de Lempicka – Ragazza che dorme – 1935

.

.

.

NON ERA GIORNO… NON ERA NOTTE…

– Roberto Perin –

 

Non era giorno,
non era notte,
erano “attimi” dove
l'infinito era
pieno di sentimento,
dove l'amore
stava riempiendo il nulla.

Era l'attimo
d'incontro tra comete,
tra vite gemelle, ma lontane,
vicine ma staccate.

Era un giorno
senza minuti,
senza cielo,
senza un avvenire
da sognare,
senza un passato
da ricordare.

Era un “istante”,
che mai penserà
che esista un prossimo.

Era una nascita,
era una vita
di luce al cielo.

Era il “momento”,
non un momento.

Non era notte,
non era giorno.

Era un attimo
che non si fermava,
un attimo, che viveva
più della sua vita d'istante.

Non voleva morire.

Non era notte,
non era giorno,
era l'attimo di
un amore eterno.

 

 

Tamara de Lempicka

 

 

  

 
 
 
 
 
da Orso Tony
 
 
 
 
 
 
 
Tamara de Lempicka
 
 
 

Buon giovedì in poesia.. Non era giorno di R. Perin – arte.. T. De Lempicka – canzone.. Guarda che luna   3 comments

 

 

 

Tamara de Lempicka – Autoritratto
 
 
 
 
 

 

69x69 69x69 69x69 69x69 69x69 69x69

Io parto per strappare una stella al cielo e poi,

per paura del ridicolo, mi chino a raccogliere un fiore.

Edmond Rostand

69x69 69x69 69x69 69x69 69x69 69x69

 

Tamara de Lempicka – Ragazza che dorme – 1935

.

.

.

NON ERA GIORNO… NON ERA NOTTE…

– Roberto Perin –

 

Non era giorno,
non era notte,
erano “attimi” dove
l'infinito era
pieno di sentimento,
dove l'amore
stava riempiendo il nulla.

Era l'attimo
d'incontro tra comete,
tra vite gemelle, ma lontane,
vicine ma staccate.

Era un giorno
senza minuti,
senza cielo,
senza un avvenire
da sognare,
senza un passato
da ricordare.

Era un “istante”,
che mai penserà
che esista un prossimo.

Era una nascita,
era una vita
di luce al cielo.

Era il “momento”,
non un momento.

Non era notte,
non era giorno.

Era un attimo
che non si fermava,
un attimo, che viveva
più della sua vita d'istante.

Non voleva morire.

Non era notte,
non era giorno,
era l'attimo di
un amore eterno.

 

 

Tamara de Lempicka – In estate (1928)

 

 

  fl_p_dir_AAA.giffl_p_dir_AAA.giffl_p_dir_AAA.giffl_p_dir_AAA.giffl_p_dir_AAA.giffl_p_dir_AAA.giffl_p_dir_AAA.gif  

 
 
 
 
 
da Orso Tony
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

AMANTI DELL'ARTE ED ARTISTI…
I N S I E M E

 
 
 
 
 

Balocchi e profumi – Mitica… struggente canzone poesia… del ’29   Leave a comment

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Ora è il turno di… un’altra famosissima… storica…
indimenticabile canzone che fin da piccolo mi colpiva

duro al cuore…

 
 
 
 

BALOCCHI E PROFUMI

ATMOSFERE E NOTE… DI UN TEMPO…
a cura di Tony Kospan

 
 
 



BALOCCHI E PROFUMI
Autore: E. A. Mario – Anno 1929
 
 
Più che una canzone… una poesia…
ed insieme il grido di dolore di una bambina…
 
 
 
 
 
 
Ecco questa su.. una pubblicità di profumi dell’epoca…
e giù… il sogno della bambina… ammalata…
di una cameretta piena di balocchi…
 
 
 
 
 
Vediamo qualche altra immagine
in modo da rivivere l’atmosfera di quell’anno
prima di ascoltare la canzone…
 
 
 
 
 
 
 
 
Crollo di Wall Street
 
 
 
 
 
 
Louise Brooks- 1929
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Ma ora veniamo alla canzone che possiamo
ascoltare cantata da Milva
ed insieme leggere il testo.
 
 

Note
 
 
CIAO DA TONY KOSPAN
 
 
 
 

Divisorio

LA TUA PAGINA DI SOGNO

 
 
 
 
 

Balocchi e profumi… mitica emozionante canzone poesia del 1929   Leave a comment

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Ora è il turno di… un’altra famosissima… storica…
indimenticabile canzone che fin da piccolo mi colpiva

duro al cuore…

 
 
 
 

BALOCCHI E PROFUMI

ATMOSFERE E NOTE… DI UN TEMPO…
a cura di Tony Kospan

 
 
 



BALOCCHI E PROFUMI
Autore: E. A. Mario – Anno 1929
 
 
Più che una canzone… una poesia…
ed insieme il grido di dolore di una bambina…
 
 
 
 
 
 
Ecco questa su.. una pubblicità di profumi dell’epoca…
e giù… il sogno della bambina… ammalata…
di una cameretta piena di balocchi…
 
 
 
 
 
Vediamo qualche altra immagine
in modo da rivivere l’atmosfera di quell’anno
prima di ascoltare la canzone…
 
 
 
 
 
 
 
 
Crollo di Wall Street
 
 
 
 
 
 
Louise Brooks- 1929
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Ma ora veniamo alla canzone che possiamo
ascoltare cantata da Milva
ed insieme leggere il testo.
 
 

Note
 
 
CIAO DA TONY KOSPAN
 
 
 
 

Divisorio

LA TUA PAGINA DI SOGNO

 
 
 
 
 

Balocchi e profumi. La mitica canzone poesia e l’atmosfera del 1929   2 comments

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Ora è il turno di… un’altra famosissima… storica…
indimenticabile canzone che fin da piccolo mi colpiva
duro al cuore…
 
 
 
 

BALOCCHI E PROFUMI

ATMOSFERE E NOTE… DI UN TEMPO…
a cura di Tony Kospan

 
 
 
BALOCCHI E PROFUMI
Autore: E. A. Mario – Anno 1929
 
 
Più che una canzone… una poesia…
ed insieme il grido di dolore di una bambina…
 
 
 
 
 
 
Ecco questa su.. una pubblicità di profumi dell’epoca…
e giù… il sogno della bambina… ammalata…
di una cameretta piena di balocchi…
 
 
 
 
 
Vediamo qualche altra immagine
in modo da rivivere l’atmosfera di quell’anno
prima di ascoltare la canzone…
 
 
 
 
 
 
 
 
Crollo di Wall Street
 
 
 
 
 
 
Louise Brooks- 1929
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Ma ora veniamo alla canzone che possiamo
ascoltare cantata da Milva
ed insieme leggere il testo.
 
 

Note
 
 
CIAO DA TONY KOSPAN
 
 
 
 

Divisorio
LA TUA PAGINA DI SOGNO

 
 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: