Archivio per l'etichetta ‘Matteo Arfanotti

Buonanotte con la bella ed originale minipoesia “Anche se impazziscono” di D. Thomas   1 comment

.
.
 
 
 
 
 
 
 
 
 

ANCHE SE IMPAZZISCONO
Dylan Thomas
 
 
Anche se impazziscono
saranno sani
 
Anche se affondano in mare
affioreranno di nuovo
 
Anche se coloro che si amano si perdono
l'amore non si perderà
e la morte non avrà alcun dominio.

 

 

 

 

 

 

by Tony Kospan

 

 

 

IL MONDO DEGLI ARTISTI
E DI CHI AMA L'ARTE
NEL GRUPPO DI FB

Ripped Note

 
 
 
 


 Matteo Arfanotti
 

 

L’amore tra cuore e ragione è il tema della poesia.. Il sogno.. di John Donne..   5 comments

 
 
 

Questa, non solo per il titolo,
è a mio parere una grande poesia
di e sul… sogno.

 
 
 
 
 
 
 

IL SOGNO – JOHN DONNE
– POESIA DI… SOGNO… –

 
 
 
Essa descrive… in modo profondo,
sublime ed assolutamente originale
come l’amore spesso
si trovi a lottare tra il sogno e la ragione…
 
 
 
 
John Donne 
 
 
 
 
John Donne è un autore che prediligo
per la sua notevolissima capacità
di poetica e metafisica analisi dei sentimenti
sia riguardo all’amicizia che all’amore…
 
 
 
 


 Matteo Arfanotti – Onde
  
 
 
 
Ma veniamo ai suoi versi che vanno letti sì col cuore
ma anche e soprattutto con la mente…
 
Se ci va, mentre la leggiamo,
ascoltiamo questa musica new age
 
 
 
 
 
I L   S O G N O
John Donne *
(traduzione di Cristina Campo)
 
 
 

Per nessun altro, amore, avrei spezzato
questo beato sogno.
Buon tema per la ragione,
troppo forte per la fantasia.
Sei stata saggia a svegliarmi. E tuttavia
tu non spezzi il mio sogno, lo prolunghi.
 
Tu così vera che pensarti basta
per fare veri i sogni e storia le favole.
Entra tra queste braccia. Se ti sembrò
più giusto per me non sognare tutto il sogno,
ora viviamo il resto.
 
Come un lampo o un bagliore di candela
i tuoi occhi, non già il rumore, mi destarono.
Così (poiché tu ami il vero)
io ti credetti sulle prime un angelo.
Ma quando vidi che mi vedevi in cuore,
che conoscevi i miei pensieri meglio di un angelo,
quando interpretasti il sogno, sapendo
che la troppa gioia mi avrebbe destato
e venisti, devo confessare
che sarebbe stato sacrilegio crederti altro da te.
 
Il venire, il restare ti rivelò: tu sola.
Ma ora che ti allontani
dubito che tu non sia più tu.
Debole quel amore di cui più forte è la paura,
e non è tutto spirito limpido e valoroso
se è misto di timore, di pudore, di onore.
 
Forse, come le torce
sono prima accese e poi spente, così tu fai con me.
Venisti per accendermi, vai per venire. E io
sognerò nuovamente
quella speranza, ma per non morire.
 
 
 
 
 
Jan Van Beers 
 
 
 
 
*John Donne (1571-1631)
poeta e religioso inglese sempre in bilico
tra grande passionalità e grande spiritualità…
 
 
 

Tony Kospan

 
 
 
 
 

 
 
sampcd334ba72532392a.jpg picture by orsosognante

 

 

Buonanotte in minipoesia con… Turbamento… di K. Kavafis…   Leave a comment

 
 
 
 
 
 
 
 
TURBAMENTO
Kostantin Kavafis
 
 
L’anima mia nel mezzo della notte
è paralizzata e confusa. Fuori,
fuori di lei si compie la sua vita.
 
E attende la favolosa aurora.
E anch’io dentro di lei, con lei,
attendo, m’annoio, mi consumo.
 
 
 
 
 
Matteo Arfanotti
 
 
 
 

70x8270x8270x8270x8270x8270x8270x82

 
 
 
 
 
 
PAR OURS ANTOINE
 
 
 
 
 
 
 

PER LE NOVITA' DEL BLOG

SE IL BLOG TI PIACE
I S C R I V I T I
 

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: