Archivio per l'etichetta ‘LA MADRE NELLE OPERE D’ARTE

LA MATERNITA’… NELL’ARTE – II PARTE   1 comment

 

 

Proseguiamo questa rassegna con altri dipinti,

a mio parere significativi,

ma senza alcuna pretesa di poter, neanche lontanamente,

esaurire un tema che è stato forse (o senza forse?)

il più amato… dagli artisti di ogni epoca.

 

 

 

 

 

 

LA MAMMA NELL'ARTE
 
 
II PARTE
 

 

 

William Henry Cotton – Mother and Child

 
 
 
Frederick Leighton – Madre e figlia
 
 
 
 

Louis-Emile Adan – Neo mamma
 
 
 
 
Giacomo Balla – Affetti
 
 
 
 
Severini – Maternità
 
 
 
 
John Bond Francisco – Il bambino malato (1893)
 
 
 
 
Le Brun – Autoritratto dell'artista con la figlia
 
 
 
 
Edmund C. Tarbell – Madre e figlia in barca
 
 
 
 
Anne Marie Oborn -Madre e figlia
 
 
 
 


Henry Salem Hubbell – Mother and Child
 
 
 
 
William Sergeant Kendall – Intermezzo – 1907
 
 
 
 
Albert Edelfelt – Mother and Child
 
 
 
 
Renoir – Madre che allatta
 
 
 
 

ricerca T.K.
 
 
 

 
Concludo questa… dolce carrellata…
con un affettuoso saluto
a tutte le mamme di ieri, oggi e domani…
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Chi desidera vedere la I PARTE del post,
incentrata soprattutto sulle stupende opere di Mary Cassat,
ma anche su Picasso e Klimt… può clikkare qui…

Cassatt, Mary (1845 – 1926) – Madre e bambino

 
 
 
 
Ciao da Tony Kospan
 
 
 
 
Flowers_tiny_PH.gif picture by Lilith_RJ2Flowers_tiny_PH.gif picture by Lilith_RJ2Flowers_tiny_PH.gif picture by Lilith_RJ2Flowers_tiny_PH.gif picture by Lilith_RJ2

L'AMORE PER L'ARTE
NEL GRUPPO DI FB

 
 
 

W LA MAMMA IN… POESIA… AFORISMI… ARTE… MUSICA E….   2 comments

 

 
 
 
 
 
 
 
 
LA MAMMA IN POESIA E…
LA POESIA DELLA MAMMA
NELLA NOSTRA VITA
a cura di Tony Kospan
 
 
C’è poco da fare… non potevo non dedicare
il tema poetico di questa domenica alla festa della mamma…
e lo faccio con immenso piacere…
 
 
Chi può aver maggior importanza, nella nostra vita,
dell’essere che ci ha generato?
 
 
 

 
 
Certo ci sono madri e madri…
ma in ogni caso la vita umana (e non solo)
si è perpetuata (almeno finora) grazie alla maternità
e la madre con le sue cure rappresenta, in genere,
il fondamento stesso del nostro esser… persone.
 
 
Alcuni aforismi sulla mamma che adoro…
 
 
 
 

 
Il cuore di una madre è un abisso
in fondo al quale si trova sempre un perdono.
Honoré de Balzac
 
 
La mano che fa dondolare la culla
è la mano che regge il mondo.
William Ross Wallace
 
 
Le verità che contano, i grandi principi,
alla fine, restano sempre due o tre.
Sono quelli che ti ha insegnato tua madre da bambino.
Enzo Biagi
 
 
La parola “MAMMA” è nascosta nel cuore
e sale alle labbra nei momenti di dolore e di felicità,
come il profumo sale dal cuore della rosa
e si mescola all’aria chiara.
Kahlil Gibran

 
 
 
 
 
E’ quindi con i versi che seguono
che vi/mi auguro una domenica felice
o con la mamma, o con il pensiero della mamma,
o con il ricordo e la nostalgia della mamma,
o con le mogli/compagne mamme dei nostri figli… 
 
 

 

Le immagini sono tutte della grande pittrice americana
Mary Cassatt che, pur senza averla potuto vivere personalmente,
si distingue per la grande quantità e qualità
di dipinti dedicati alla maternità…
 
 
 
Come sempre mi piacerebbe leggere le poesie vostre…
o di altri autori che dedichereste alla mamma…
 
 

 

 
 
 

Nota

 
 

IL SORRISO DELLA MADRE
Angiolo Silvio Novaro
 
Benedetta la casa
illuminata dal sorriso della madre!
Sorriso della madre!
Più nitido e luminoso del primo raggio di sole
quando appare alla creatura
che riapre gli occhi al mattino,
lusinghiero
quando saluta e dice addio da un davanzale
e accompagna fino alla svolta della strada,
e chi si allontana se la porta nel cuore
e la strada gli sembra più amabile di ieri
e il mondo gli sembra più roseo… 
 
 
 
Nota

 

 

MIA MADRE ETERNA MARGHERITA

Mario Luzi

Mia madre, mia eterna margherita
che piangi e mi sorridi
viva ora più di prima,
lo so, lo so quel che dovrei, pazienza
di forte non è questa ostinazione
d’uomo che teme la sua resa. Forza
è pace. Il sopore che s’insinua
nell’ora giusta fra due giuste veglie
è forza anch’esso, non viltà. Ma ormai
che i tuoi occhi mi s’aprono
solamente nell’anima, due punti
tenaci al fondo del braciere
con cui guardare tutto il resto, o santa,
non è il taglio a fil di lama
che partisce ombra e sole in queste vie
puntate contro il fuoco
del mare all’orizzonte, è un altro il segno
a cui dovrò tener fronte, segno
che ferisce, passa da parte a parte

 

 

Nota

 

 

L'ADOLESCENTE

Jan Ramòn Jiménez

 

Il baule attende, già chiuso,
nel patio di marmo
«Mi dimentico, madre, non ricordo…
Madre, che cos'è quel che dimentico?»
«La roba c'è tutta, figlio.»
«Sì, ma qualcosa manca, e non ricordo…
Madre, che cos'è quel che dimentico?»
«I libri ci son tutti, figlio?»
«Sì, ma qualcosa manca, e non ricordo…
Madre, che cos'è che dimentico?»
«Sarà il tuo ritratto, figlio.»
«No! mi manca qualcosa, e non ricordo…
Madre, che cos'è che dimentico?»
«Non pensarci più, dormi, figlio.»

«Madre! (L'aurora è nuova.) La tua viva
voce risuonerà, senza ch'io l'oda!
Solo un'ora nel mezzo,
e già il mondo è vuoto!
Non vanno in nessun luogo
le strade del mattino!
Madre, madre, ora so che mi mancava:
tutto, te, me!
Oscuro il nord.
Sibila il vento, freddo e grande.»

 
 
 
Nota

 

 

MAMMA

Alda Merini

 

Mamma sono “Indra”.
Lascia che io
ti guardi nei raggi del sole.
Mamma sono
nuvola e presto sarò da te.
Mamma sono vento
e tu sei tempo infinito.
La sfida è questo oceano di nuvole.
Ma dopo il temporale
saremo liberi….
arcobaleni di essenza.
Mamma dolce fior di loto
al cospetto di Dio!

 
 
Nota

 

 

 MIA MADRE

De Amicis

 

Non sempre il tempo la beltà cancella
o la sfioran le lacrime e gli affanni
mia madre ha sessant'anni e più la guardo
e più mi sembra bella.

Non ha un accento, un guardo, un riso
che non mi tocchi dolcemente il cuore.
Ah se fossi pittore, farei tutta la vita
il suo ritratto.

Vorrei ritrarla quando inchina il viso
perch'io le baci la sua treccia bianca
e quando inferma e stanca,
nasconde il suo dolor sotto un sorriso.

Ah se fosse un mio prego in cielo accolto
non chiederei al gran pittore d'Urbino
il pennello divino per coronar di gloria
il suo bel volto.

 

 

déco .. floatie  coeurdéco .. floatie  coeurdéco .. floatie  coeurdéco .. floatie  coeurdéco .. floatie  coeurdéco .. floatie  coeur
 
 

di ieri, di oggi e di domani…
da Tony Kospan
 
 
 
 
 
 
 
IN FACEBOOK…
SCRIVERLE LEGGERLE AMARLE
FANTMONDOPOESIA.jpg picture by orsotony21
 
 

 

 

BELLA CARRELLATA SULLA MAMMA NELL’ARTE – II PARTE   Leave a comment







Proseguiamo questa carrellata dedicata ad altri dipinti,

di autori molto noti e di altri poco noti,

ma a mio parere comunque significativi,

senza alcuna pretesa però di poter neanche lontanamente

esaurire un tema che è stato forse (o senza forse?)

il più amato… dagli artisti di ogni epoca.








LA MAMMA NELL’ARTE
II PARTE




P. E. Calderon




Charles Baugniet




W. S. Kendall




Van Gogh – Il padre di famiglia è in mare




William-Adolphe Bouguereau





Giacomo Balla – Affetti – 1910




Klimt




Hugues Merle




Le Brun – Autoritratto dell’artista con la figlia




J. B. Francisco – Il bambino malato -1893




S. B. Halle




Jesse Smith



Tamara de Lempicka




Xi Pan




Orazio Gentileschi




Vincenzo Irolli




Vincenzo Boldini




William-Adolphe Bouguereau – Sguardo materno




Ricerca e impaginazione T.K.




Chi desidera vedere la I PARTE del post,
incentrata soprattutto sulle stupende opere
di Mary Cassat, Renoir, Picasso e A. Toulmouche,
può cliccare qui giù.




Ciao da Tony Kospan






IL GRUPPO DI CHI AMA
VIVER L’ARTE… INSIEME
Ripped Note





Frederick Leighton – Madre e figlia



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: