Archivio per l'etichetta ‘Kate Ryan

Buon sabato sera in poesia “I miei incantesimi” – arte S. Swatland – canzone “Voyage voyage” Kate Ryan   Leave a comment




Sally Swatland







viaggio roadsunset 700x


Il viaggio è una specie di porta attraverso la quale si esce dalla realtà
come per penetrare in una realtàinesplorata che sembra un sogno
– G. de Maupassant (Al sole) –


beige gif animationbeige gif animationbeige gif animationbeige gif animationbeige gif animationbeige gif animationbeige gif animation



Sally Swatland



I MIEI INCANTESIMI

Edgar Allan Poe



I miei incantesimi sono infranti.

La penna mi cade,

impotente,

dalla mano tremante.

Se il mio libro è il tuo caro nome,

per quanto mi preghi,

non posso più scrivere.

Non posso pensare,

né parlare,

ahimè non posso sentire più nulla,

poiché non è nemmeno un’emozione,

questo immobile arrestarsi sulla dorata

soglia del cancello spalancato dei sogni,

fissando in estasi lo splendido scorcio,

e fremendo nel vedere,

a destra e a sinistra,

e per tutto il viale,

fra purpurei vapori,

lontano

dove termina il panorama

nient’altro che Te.




Sally Swatland







da Tony Kospan






Sally Swatland


Buon sabato sera in poesia “I miei incantesimi” – arte S. Swatland – canzone Voyage voyage   Leave a comment




Sally Swatland







viaggio roadsunset 700x


Il viaggio è una specie di porta attraverso la quale si esce dalla realtà
come per penetrare in una realtàinesplorata che sembra un sogno
– G. de Maupassant (Al sole) –


beige gif animationbeige gif animationbeige gif animationbeige gif animationbeige gif animationbeige gif animationbeige gif animation



Sally Swatland



I MIEI INCANTESIMI

Edgar Allan Poe



I miei incantesimi sono infranti.

La penna mi cade,

impotente,

dalla mano tremante.

Se il mio libro è il tuo caro nome,

per quanto mi preghi,

non posso più scrivere.

Non posso pensare,

né parlare,

ahimè non posso sentire più nulla,

poiché non è nemmeno un'emozione,

questo immobile arrestarsi sulla dorata

soglia del cancello spalancato dei sogni,

fissando in estasi lo splendido scorcio,

e fremendo nel vedere,

a destra e a sinistra,

e per tutto il viale,

fra purpurei vapori,

lontano

dove termina il panorama

nient'altro che Te.




Sally Swatland







da Tony Kospan






Sally Swatland


Buon sabato sera in poesia con “I miei incantesimi” – arte S. Swatland – canzone Voyage voyage   1 comment




Sally Swatland










Il viaggio è una specie di porta
attraverso la quale si esce dalla realtà
come per penetrare in una realtà
inesplorata che sembra un sogno
– G. de Maupassant (Al sole) –




Sally Swatland



I MIEI INCANTESIMI

Edgar Allan Poe



I miei incantesimi sono infranti.

La penna mi cade,

impotente,

dalla mano tremante.

Se il mio libro è il tuo caro nome,

per quanto mi preghi,

non posso più scrivere.

Non posso pensare,

né parlare,

ahimè non posso sentire più nulla,

poiché non è nemmeno un'emozione,

questo immobile arrestarsi sulla dorata

soglia del cancello spalancato dei sogni,

fissando in estasi lo splendido scorcio,

e fremendo nel vedere,

a destra e a sinistra,

e per tutto il viale,

fra purpurei vapori,

lontano

dove termina il panorama

nient'altro che Te.




Sally Swatland







da Tony Kospan




 
Sally Swatland


Buon sabato pomer. in poesia “I miei incantesimi” – arte.. S. Swatland – canzone.. Voyage voyage – e..   Leave a comment




Sally Swatland










Il viaggio è una specie di porta
attraverso la quale si esce dalla realtà
come per penetrare in una realtà
inesplorata che sembra un sogno
– G. de Maupassant (Al sole) –



clicca per vedere l'immagine a dimensioni normali
Sally Swatland



I MIEI INCANTESIMI

Edgar Allan Poe



I miei incantesimi sono infranti.

La penna mi cade,

impotente,

dalla mano tremante.

Se il mio libro è il tuo caro nome,

per quanto mi preghi,

non posso più scrivere.

Non posso pensare,

né parlare,

ahimè non posso sentire più nulla,

poiché non è nemmeno un'emozione,

questo immobile arrestarsi sulla dorata

soglia del cancello spalancato dei sogni,

fissando in estasi lo splendido scorcio,

e fremendo nel vedere,

a destra e a sinistra,

e per tutto il viale,

fra purpurei vapori,

lontano

dove termina il panorama

nient'altro che Te.




Sally Swatland







da Tony Kospan





Sally Swatland


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: