Archivio per l'etichetta ‘John William Godward

Felice domenica sera in poesia “Canzone d’amore” Hesse – arte Godward – canzone “Mi fido di te” Jovanotti   Leave a comment

John William Godward

.

.

.


.

.

John William Godward


Felice è colui che dalla vita non esige
più di quello che essa spontaneamente gli offre,
facendosi guidare dall’istinto dei gatti,
che cercano il sole quando c’è il sole
e quando non c’è il sole, il caldo, dovunque esso sia.
Fernando Pessoa

John William Godward

CANZONE D’AMORE
~ Hermann Hesse ~
Per dire cos’hai fatto
di me, non ho parole.
cerco solo la notte
fuggo davanti al sole.
La notte mi par d’oro
più di ogni sole al mondo,
sogno allora una bella
donna dal capo biondo.
Sogno le dolci cose,
che il tuo sguardo annunciava,
remoto paradiso
di canti risuonava.
Guarda a lungo la notte
e una nube veloce
per dire cos’ hai fatto
di me, non ho la voce.

John William Godward



IL GRUPPO DI CHI AMA VIVER L’ARTE
I N S I E M E
Ripped Note

John William Godward

Buon martedì sera in poesia “Ti guardo e il sole cresce” P. Eluard – arte J. W. Godward – canzone “Al di là”   Leave a comment


 
.
.
.
 
John William Godward

 
 
 
 
 
 
 
 
 
L’amore è come un albero… spunta da sé,
getta profondamente le radici in tutto il nostro essere
e continua a verdeggiare anche sopra un cuore in rovina.
– Victor Hugo –

.
.
.
.
 
  

John William Godward – L’animale tranquillo


 
 
 
 
TI GUARDO E IL SOLE CRESCE
Paul Eluard
 
Ti guardo e il sole cresce
Presto ricoprirà la nostra giornata
Svegliati cuore e colori in mente
Per dissipare le pene della notte

Ti guardo tutto è spoglio
Fuori le barche hanno poca acqua
Bisogna dire tutto con poche parole
Il mare è freddo senza amore

E’ l’inizio del mondo
Le onde culleranno il cielo
E tu vieni cullata dalle tue lenzuola
Tiri il sonno verso di te
Svegliati che io segua le tue tracce
Ho un corpo per attenderti per seguirti
Dalle porte dell’alba alle porte dell’ombra
Un corpo per passare la mia vita ad amarti

Un corpo per sognare al di fuori del tuo sonno


 
 
 
 
John William Godward
 
 
 


8h970zos.gif8h970zos.gif


 

 
 
 
 
 
 

John William Godward
 
 

Buon mercoledì sera in poesia con “Il bacio” Neruda – arte Godward – canzone “Averti addosso” G. Paoli   Leave a comment

 

 

John Godward – Dolce far niente




 

 

 

 

Tutto cambia. 

Ciò che oggi ritieni giusto, domani potrai considerare sbagliato…

ciò che oggi approvi, domani potrai disapprovare. 

Ciò che oggi ti piace tanto, domani potrà disgustarti…

Ciò che oggi scansi come dannoso, 

domani potrai cercare come vantaggioso. 

Ciò che oggi ami, domani potrai odiare. 

Non dare mai niente per certo. 

Finché vivi niente resta immutato. 

Ciò che non cambia muore. 

Se vuoi vivere, cambia.

Omar Falworth – Capirsi, stimarsi, amarsi

 

 

 

 

John Godward – Una vecchia storia

 

 

IL BACIO
 Pablo Neruda
 
Ti manderò un bacio con il vento
e so che lo sentirai,
ti volterai senza vedermi ma io sarò li
Siamo fatti della stessa materia
di cui sono fatti i sogni
Vorrei essere una nuvola bianca
in un cielo infinito
per seguirti ovunque e amarti ogni istante
Se sei un sogno non svegliarmi
Vorrei vivere nel tuo respiro
Mentre ti guardo muoio per te
Il tuo sogno sarà di sognare me
Ti amo perché ti vedo riflessa
in tutto quello che c’è di bello
Dimmi dove sei stanotte
ancora nei miei sogni?
Ho sentito una carezza sul viso
arrivare fino al cuore
Vorrei arrivare fino al cielo
e con i raggi del sole scriverti ti amo
Vorrei che il vento soffiasse ogni giorno
tra i tuoi capelli,
per poter sentire anche da lontano
il tuo profumo!
Vorrei fare con te quello
che la primavera fa con i ciliegi.
 
 
 
 
 
 

L’animale tranquillo – John Godward
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
da Orso Tony




IL TUO GRUPPO IN CUI VIVER L’ARTE
INSIEME
 

 
 

 

 

 

Dolci melodie – John GodwardDolci melodie – John Godward 




 

Buona domenica sera in poesia “Canzone d’amore” Hesse – arte J. Godward – canzone “Mi fido di te” Jovanotti   Leave a comment

John William Godward

.

.

.


.

.

John William Godward


Felice è colui che dalla vita non esige
più di quello che essa spontaneamente gli offre,
facendosi guidare dall’istinto dei gatti,
che cercano il sole quando c’è il sole
e quando non c’è il sole, il caldo, dovunque esso sia.
Fernando Pessoa

John William Godward

CANZONE D’AMORE
~ Hermann Hesse ~
Per dire cos’hai fatto
di me, non ho parole.
cerco solo la notte
fuggo davanti al sole.
La notte mi par d’oro
più di ogni sole al mondo,
sogno allora una bella
donna dal capo biondo.
Sogno le dolci cose,
che il tuo sguardo annunciava,
remoto paradiso
di canti risuonava.
Guarda a lungo la notte
e una nube veloce
per dire cos’ hai fatto
di me, non ho la voce.

John William Godward



IL GRUPPO DI CHI AMA VIVER L’ARTE
I N S I E M E
Ripped Note

John William Godward

Buon martedì notte in poesia “Ti guardo e il sole cresce” P. Eluard – arte J. W. Godward – canzone “Al di là”   Leave a comment


 
.
.
.
 
John William Godward

 
 
 
 
 
 
 
 
 
L'amore è come un albero… spunta da sé,
getta profondamente le radici in tutto il nostro essere
e continua a verdeggiare anche sopra un cuore in rovina.
– Victor Hugo –

.
.
.
.
 
  

John William Godward – L'animale tranquillo


 
 
 
 
TI GUARDO E IL SOLE CRESCE
Paul Eluard
 
Ti guardo e il sole cresce
Presto ricoprirà la nostra giornata
Svegliati cuore e colori in mente
Per dissipare le pene della notte

Ti guardo tutto è spoglio
Fuori le barche hanno poca acqua
Bisogna dire tutto con poche parole
Il mare è freddo senza amore

E’ l’inizio del mondo
Le onde culleranno il cielo
E tu vieni cullata dalle tue lenzuola
Tiri il sonno verso di te
Svegliati che io segua le tue tracce
Ho un corpo per attenderti per seguirti
Dalle porte dell’alba alle porte dell’ombra
Un corpo per passare la mia vita ad amarti

Un corpo per sognare al di fuori del tuo sonno


 
 
 
 
John William Godward
 
 
 


8h970zos.gif8h970zos.gif


 

 
 
 
 
 

 

John William Godward
 
 

Buon mercoledì sera in poesia con “Il bacio” Neruda – arte J. W. Godward – canzone “Averti addosso”   2 comments

 

 

Dolci melodie – John Godward

 

 

 

 

 

 

 

Tutto cambia. 

Ciò che oggi ritieni giusto, domani potrai considerare sbagliato…

ciò che oggi approvi, domani potrai disapprovare. 

Ciò che oggi ti piace tanto, 

domani potrà disgustarti…

Ciò che oggi scansi come dannoso, 

domani potrai cercare come vantaggioso. 

Ciò che oggi ami, 

domani potrai odiare. 

Non dare mai niente per certo. 

Finché vivi niente resta immutato. 

Ciò che non cambia muore. 

Se vuoi vivere, cambia.

Omar Falworth – Capirsi, stimarsi, amarsi

 

 

 

 

John Godward – Una vecchia storia

 

 

IL BACIO
 Pablo Neruda
 
Ti manderò un bacio con il vento
e so che lo sentirai,
ti volterai senza vedermi ma io sarò li
Siamo fatti della stessa materia
di cui sono fatti i sogni
Vorrei essere una nuvola bianca
in un cielo infinito
per seguirti ovunque e amarti ogni istante
Se sei un sogno non svegliarmi
Vorrei vivere nel tuo respiro
Mentre ti guardo muoio per te
Il tuo sogno sarà di sognare me
Ti amo perché ti vedo riflessa
in tutto quello che c’è di bello
Dimmi dove sei stanotte
ancora nei miei sogni?
Ho sentito una carezza sul viso
arrivare fino al cuore
Vorrei arrivare fino al cielo
e con i raggi del sole scriverti ti amo
Vorrei che il vento soffiasse ogni giorno
tra i tuoi capelli,
per poter sentire anche da lontano
il tuo profumo!
Vorrei fare con te quello
che la primavera fa con i ciliegi.
 
 
 
 
 
 

L'animale tranquillo – John Godward
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
da Orso Tony




IL TUO GRUPPO IN CUI VIVER L'ARTE
INSIEME
 

 
 

 

 

 

 

John Godward – Dolce far niente




 

Felice domenica sera in poesia con “Canzone d’amore” Hesse – arte J. Godward – canzone “Mi fido di te”   Leave a comment

 

 

 

John William Godward

.

.

.


.

.

John William Godward

 

 

Felice è colui che dalla vita non esige
più di quello che essa spontaneamente gli offre,
facendosi guidare dall'istinto dei gatti,
che cercano il sole quando c’è il sole
e quando non c’è il sole, il caldo, dovunque esso sia.
Fernando Pessoa 
 

 

  

John William Godward 
 

CANZONE D’AMORE
~ Hermann Hesse ~
 
Per dire cos’hai fatto
di me, non ho parole.
cerco solo la notte
fuggo davanti al sole.
La notte mi par d’oro
più di ogni sole al mondo,
sogno allora una bella
donna dal capo biondo.
Sogno le dolci cose,
che il tuo sguardo annunciava,
remoto paradiso
di canti risuonava.
Guarda a lungo la notte
e una nube veloce
per dire cos’ hai fatto
di me, non ho la voce.

 
 

John William Godward


 

  

 
  
 

IL GRUPPO DI CHI AMA VIVER L'ARTE
I N S I E M E
Ripped Note

 

 

 

 

John William Godward

 
 

Buona serata in poesia “In pena per un cielo infranto” Eluard – arte J. W. Godward – canzone “Al di là”   3 comments

 
 
John William Godward

 
 
 
 
Foto animata
 
 
 
 
 
L'amore è come un albero… spunta da sé,
getta profondamente le radici in tutto il nostro essere
e continua a verdeggiare anche sopra un cuore in rovina.
– Victor Hugo –
 
 
 
 

John William Godward – L'animale tranquillo
 
 
 
 
IN PENA PER UN CIELO INFRANTO
Paul Eluard
 
In pena per un cielo infranto
per la pioggia che ci bagnerà
vado pensando alla gioia grande
che se vorremo ci prenderà.
Tra dovere ed inquietudine
esita questa vita rude.
(è una molto grande pena
confessarlo, ora)
Qui ogni cosa odora d’erba.
Su tutto il cielo, in cielo,
il volo delle rondini
ci distrae, ci fa pensare…
Io penso una speranza quieta.
 
 
 
 
John William Godward – Flabellifera
 
 
 



 

 
 

Foto animata
da Orso Tony

 
 
 

 

PER CHI AMA VIVER L'ARTE
I N S I E M E
 
 
 
 
 

John William Godward

 
 

Buona domenica sera in poesia con “Canzone d’amore” di Hesse – arte J. W. Godward – canzone “Mi fido di te”   Leave a comment

 

 

 

John William Godward

.

.

 

L'immagine può contenere: fiore e sMS

.

.

.

.

John William Godward

 

 
 


Felice è colui che dalla vita non esige
più di quello che essa spontaneamente gli offre,
facendosi guidare dall'istinto dei gatti,
che cercano il sole quando c’è il sole
e quando non c’è il sole, il caldo, dovunque esso sia.
Fernando Pessoa
 
 

 
 
v

 

 

John William Godward 
 

CANZONE D’AMORE
~ Hermann Hesse ~
 
Per dire cos’hai fatto
di me, non ho parole.
cerco solo la notte
fuggo davanti al sole.
La notte mi par d’oro
più di ogni sole al mondo,
sogno allora una bella
donna dal capo biondo.
Sogno le dolci cose,
che il tuo sguardo annunciava,
remoto paradiso
di canti risuonava.
Guarda a lungo la notte
e una nube veloce
per dire cos’ hai fatto
di me, non ho la voce.
 
 
 

John William Godward – Balconata

 
 
 
 
 
L'immagine può contenere: pianta e sMS
 
  
 

IL GRUPPO DI CHI AMA VIVER L'ARTE
I N S I E M E
Ripped Note

 

 

 

 

John William Godward

 
 

Buona serata in poesia “In pena per un cielo infranto” di Eluard – arte J. W. Godward – canzone “Al di là”   Leave a comment

 
 
John William Godward
 
 
 
 
Foto animata
 
 
 
 
 
Il mondo è nelle mani di coloro
che hanno il coraggio di sognare
e di correre il rischio
di vivere i propri sogni
Paulo Coelho
 
 
 
 
John William Godward – L'animale tranquillo
 
 
 
 
IN PENA PER UN CIELO INFRANTO
Paul Eluard
 
In pena per un cielo infranto
per la pioggia che ci bagnerà
vado pensando alla gioia grande
che se vorremo ci prenderà.
Tra dovere ed inquietudine
esita questa vita rude.
(è una molto grande pena
confessarlo, ora)
Qui ogni cosa odora d’erba.
Su tutto il cielo, in cielo,
il volo delle rondini
ci distrae, ci fa pensare…
Io penso una speranza quieta.
 
 
 
 
John William Godward – Flabellifera
 
 
 



 

 
 

Foto animata
da Orso Tony

 
 
 

 

PER CHI AMA VIVER L'ARTE
I N S I E M E
 
 
 
 
 

John William Godward

 
 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: