Archivio per l'etichetta ‘Jean Auguste Dominique Ingres

Martedì sera in poesia “Ti adoro” Baudelaire – arte Ingres – canzone “Mamma mia” Abba   Leave a comment

.
.
.

Jean-Auguste-Dominique Ingres – Ritratto di Fulong









1tga3e2yj47

Regole per essere felici: 
qualcosa da fare,
qualcuno da amare, 
qualcosa in cui sperare.
– I. Kant –
1tga3e2yj47


Jean-Auguste-Dominique Ingres – Madame Moitessier



TI ADORO

Charles Baudelaire


T’adoro al pari della volta notturna,
o vaso di tristezza, o grande taciturna!
E tanto più t’amo quanto più mi fuggi, o bella,
e sembri, ornamento delle mie notti,
ironicamente accumulare
la distanza che separa le mie braccia
dalle azzurrità infinite.
Mi porto all’attacco,
m’arrampico all’assalto
come fa una fila di vermi presso un cadavere
e amo,
fiera implacabile e cruda,
sino la freddezza che ti fa più bella ai miei occhi.



Jean-Auguste-Dominique Ingres – L’odalisca





2323




fre bia pouce   musicAnimata     (ABBA – MAMMA MIA)


cuore 00001
IL GRUPPO IN CUI VIVER L’ARTE…
INSIEME
Frecce (104)
.
.
.

Jean-Auguste-Dominique Ingres – La contessa Haussonville – 1845

La posa, lo sguardo, il vestito… un insieme di sogno








Giovedì sera in poesia “La musica” Baudelaire – arte Ingres – canzone “Diana” Paul Anka   Leave a comment




Jean Auguste Dominique Ingres – Ritratto di Fulong

 
 
 
 

 
 
musicAnimatamusicAnimatamusicAnimatamusicAnimata
La musica è la lingua dello spirito. 
La sua segreta corrente vibra tra il cuore 
di chi canta (o suona) e l’anima di chi ascolta.
– Gibran –
musicAnimatamusicAnimatamusicAnimatamusicAnimata

 
 
 
Jean Auguste Dominique Ingres – Madame Moitessier
 
 
 
LA MUSICA
Charles Baudelaire
 
Spesso la musica mi prende come il mare.
Sotto una volta di nebbia
o in un vasto cielo
alzo la vela verso la mia pallida stella.
Petto in fuori e polmoni pieni
come una barca m’inerpico sui cavalloni
che la notte mi nasconde;
sento vibrare in me tutte le passioni
d’un vascello sofferente;
il forte vento,
la tempesta ed i suoi moti convulsi
sull’immenso abisso mi cullano.
Altre volte, calma piatta,
grande specchio della mia disperazione!
 
(trad. t.k.)



Jean Auguste Dominique Ingres – La grande odalisca – 1814














 (Paul Anka – Diana)
Jean Auguste Dominique Ingres – Vicomtesse Othenin D’haussonville – 1845
 

Felice martedì sera in poesia “Ti adoro” Baudelaire – arte Ingres – canzone “Mamma mia” Abba   Leave a comment

.
.
.

Jean-Auguste-Dominique Ingres – Ritratto di Fulong









1tga3e2yj47

Regole per essere felici: 
qualcosa da fare,
qualcuno da amare, 
qualcosa in cui sperare.
– I. Kant –
1tga3e2yj47


Jean-Auguste-Dominique Ingres – Madame Moitessier



TI ADORO

Charles Baudelaire


T’adoro al pari della volta notturna,
o vaso di tristezza, o grande taciturna!
E tanto più t’amo quanto più mi fuggi, o bella,
e sembri, ornamento delle mie notti,
ironicamente accumulare
la distanza che separa le mie braccia
dalle azzurrità infinite.
Mi porto all’attacco,
m’arrampico all’assalto
come fa una fila di vermi presso un cadavere
e amo,
fiera implacabile e cruda,
sino la freddezza che ti fa più bella ai miei occhi.



Jean-Auguste-Dominique Ingres – L’odalisca





2323




fre bia pouce   musicAnimata     (ABBA – MAMMA MIA)


cuore 00001
IL GRUPPO IN CUI VIVER L’ARTE…
INSIEME
Frecce (104)
.
.
.

Jean-Auguste-Dominique Ingres – La contessa Haussonville – 1845

La posa, lo sguardo, il vestito… un insieme di sogno








Buon giovedì sera in poesia “La musica” Baudelaire – arte Ingres – canzone “Diana” Paul Anka   Leave a comment




Jean Auguste Dominique Ingres – Ritratto di Fulong

 
 
 
 

 
 
musicAnimatamusicAnimatamusicAnimatamusicAnimata
La musica è la lingua dello spirito. 
La sua segreta corrente vibra tra il cuore 
di chi canta (o suona) e l’anima di chi ascolta.
– Gibran –
musicAnimatamusicAnimatamusicAnimatamusicAnimata

 
 
 
Jean Auguste Dominique Ingres – Madame Moitessier
 
 
 
LA MUSICA
Charles Baudelaire
 
Spesso la musica mi prende come il mare.
Sotto una volta di nebbia
o in un vasto cielo
alzo la vela verso la mia pallida stella.
Petto in fuori e polmoni pieni
come una barca m’inerpico sui cavalloni
che la notte mi nasconde;
sento vibrare in me tutte le passioni
d’un vascello sofferente;
il forte vento,
la tempesta ed i suoi moti convulsi
sull’immenso abisso mi cullano.
Altre volte, calma piatta,
grande specchio della mia disperazione!
 
(trad. t.k.)



Jean Auguste Dominique Ingres – La grande odalisca – 1814














 (Paul Anka – Diana)
Jean Auguste Dominique Ingres – Vicomtesse Othenin D’haussonville – 1845
 

Buon martedì sera in poesia “Ti adoro” Baudelaire – arte J. A. D. Ingres – canzone “Mamma mia” degli Abba   Leave a comment

.
.
.

Jean-Auguste-Dominique Ingres – Ritratto di Fulong









Regole per essere felici: 
qualcosa da fare,
qualcuno da amare, 
qualcosa in cui sperare.
– I. Kant –


Jean-Auguste-Dominique Ingres – Madame Moitessier



TI ADORO

Charles Baudelaire


T’adoro al pari della volta notturna,
o vaso di tristezza, o grande taciturna!
E tanto più t’amo quanto più mi fuggi, o bella,
e sembri, ornamento delle mie notti,
ironicamente accumulare
la distanza che separa le mie braccia
dalle azzurrità infinite.
Mi porto all’attacco,
m’arrampico all’assalto
come fa una fila di vermi presso un cadavere
e amo,
fiera implacabile e cruda,
sino la freddezza che ti fa più bella ai miei occhi.



Jean-Auguste-Dominique Ingres – L’odalisca





2323




   (ABBA – MAMMA MIA)


IL GRUPPO IN CUI VIVER L’ARTE…
INSIEME
.
.
.

Jean-Auguste-Dominique Ingres – La contessa Haussonville – 1845

La posa, lo sguardo, il vestito… un insieme di sogno







Buon giovedì sera in poesia “La musica” Baudelaire – arte J. A. D. Ingres – canzone “Diana” Paul Anka   1 comment




Jean Auguste Dominique Ingres – Ritratto di Fulong

 
 
 
 

 
 
musicAnimatamusicAnimatamusicAnimatamusicAnimata
La musica è la lingua dello spirito. 
La sua segreta corrente vibra tra il cuore 
di chi canta (o suona) e l’anima di chi ascolta.
– Gibran –
musicAnimatamusicAnimatamusicAnimatamusicAnimata

 
 
 
Jean Auguste Dominique Ingres – Madame Moitessier
 
 
 
LA MUSICA
Charles Baudelaire
 
Spesso la musica mi prende come il mare.
Sotto una volta di nebbia
o in un vasto cielo
alzo la vela verso la mia pallida stella.
Petto in fuori e polmoni pieni
come una barca m'inerpico sui cavalloni
che la notte mi nasconde;
sento vibrare in me tutte le passioni
d'un vascello sofferente;
il forte vento,
la tempesta ed i suoi moti convulsi
sull'immenso abisso mi cullano.
Altre volte, calma piatta,
grande specchio della mia disperazione!
 
(trad. t.k.)



Jean Auguste Dominique Ingres – La grande odalisca – 1814














 (Paul Anka – Diana)
Jean Auguste Dominique Ingres – Vicomtesse Othenin D’haussonville – 1845
 

Felice martedì sera in poesia “Ti adoro” Baudelaire – arte J. A. D. Ingres – canzone “Mamma mia” degli Abba   1 comment

.
.
.

Jean-Auguste-Dominique Ingres – La contessa Haussonville – 1845
La posa, lo sguardo, il vestito… un insieme di sogno









Per quanto difficile possa essere la vita,
c'è sempre qualcosa che è possibile fare.
Guardate le stelle invece dei vostri piedi.
– Stephen Hawkin –


Jean-Auguste-Dominique Ingres – Madame Moitessier



TI ADORO

Charles Baudelaire


T’adoro al pari della volta notturna,
o vaso di tristezza, o grande taciturna!
E tanto più t’amo quanto più mi fuggi, o bella,
e sembri, ornamento delle mie notti,
ironicamente accumulare
la distanza che separa le mie braccia
dalle azzurrità infinite.
Mi porto all’attacco,
m’arrampico all’assalto
come fa una fila di vermi presso un cadavere
e amo,
fiera implacabile e cruda,
sino la freddezza che ti fa più bella ai miei occhi.



Jean-Auguste-Dominique Ingres – L'odalisca








   (ABBA – MAMMA MIA)





IL GRUPPO IN CUI VIVER L'ARTE…
INSIEME
.
.
.

Jean-Auguste-Dominique Ingres – Ritratto di Fulong





Buon martedì sera in poesia “Ti adoro” Baudelaire – arte J. A. D. Ingres – canzone “Mamma mia” degli Abba   Leave a comment

.
.
.

Jean-Auguste-Dominique Ingres – La contessa Haussonville – 1845
La posa, lo sguardo, il vestito… un insieme di sogno









Per quanto difficile possa essere la vita,
c'è sempre qualcosa che è possibile fare.
Guardate le stelle invece dei vostri piedi.
– Stephen Hawkin –


Jean-Auguste-Dominique Ingres – Madame Moitessier



TI ADORO

Charles Baudelaire


T’adoro al pari della volta notturna,
o vaso di tristezza, o grande taciturna!
E tanto più t’amo quanto più mi fuggi, o bella,
e sembri, ornamento delle mie notti,
ironicamente accumulare
la distanza che separa le mie braccia
dalle azzurrità infinite.
Mi porto all’attacco,
m’arrampico all’assalto
come fa una fila di vermi presso un cadavere
e amo,
fiera implacabile e cruda,
sino la freddezza che ti fa più bella ai miei occhi.






Jean-Auguste-Dominique Ingres – L'odalisca






 




IL GRUPPO IN CUI VIVER L'ARTE…
INSIEME

.
.
.

Jean-Auguste-Dominique Ingres – Ritratto di Fulong





Buon martedì notte in poesia “Ti adoro” Baudelaire – arte.. J. A. D. Ingres – canzone “Mamma mia”   Leave a comment

 
 
 

 Jean-Auguste-Dominique Ingres – La contessa Haussonville – 1845
La posa, lo sguardo, il vestito… un insieme di sogno…
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

Per quanto difficile possa essere la vita,
c'è sempre qualcosa che è possibile fare.
Guardate le stelle invece dei vostri piedi.
Stephen Hawkin




clicca per vedere l'immagine a dimensioni normali

Jean-Auguste-Dominique Ingres – Madame Moitessier

 

 

 

TI ADORO

Charles Baudelaire

 
T’adoro al pari della volta notturna,
o vaso di tristezza, o grande taciturna!
E tanto più t’amo quanto più mi fuggi, o bella,
e sembri, ornamento delle mie notti,
ironicamente accumulare
la distanza che separa le mie braccia
dalle azzurrità infinite.
Mi porto all’attacco,
m’arrampico all’assalto
come fa una fila di vermi presso un cadavere
e amo,
fiera implacabile e cruda,
sino la freddezza che ti fa più bella ai miei occhi.
 
 
 
 

 
 
 
 
Jean-Auguste-Dominique Ingres – Ritratto di Fulong
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

IL GRUPPO IN CUI VIVER L'ARTE…
INSIEME

.
.
.

Jean-Auguste-Dominique Ingres – Madame Moitessier




Buon giovedì pomer. in poesia “La musica” di Baudelaire – arte.. J. A. D. Ingres – canzone “My oh my”   3 comments

 
 

 
 
 
Jean Auguste Dominique Ingres – Vicomtesse Othenin D’haussonville – 1845
 
 
 
 
 
 
La musica esprime ciò che non può essere detto
e su cui è impossibile rimanere in silenzio.
Victor Hugo
 
 
 
Jean Auguste Dominique Ingres – Madame Moitessier
 
 
 
LA MUSICA
Charles Baudelaire
 
Spesso la musica mi prende come il mare.
Sotto una volta di nebbia
o in un vasto cielo
alzo la vela verso la mia pallida stella.
Petto in fuori e polmoni pieni
come una barca m'inerpico sui cavalloni
che la notte mi nasconde;
sento vibrare in me tutte le passioni
d'un vascello sofferente;
il forte vento,
la tempesta ed i suoi moti convulsi
sull'immenso abisso mi cullano.
Altre volte, calma piatta,
grande specchio della mia disperazione!
 
(trad. t.k.)
 
 
 
Jean Auguste Dominique Ingres – François-Marius Granet
 
 
 
 

 
 
 
 
DA ORSO TONY
 
 
 

PER CHI AMA L'ARTE…
IL GRUPPO DI FB

 
 
 
Jean Auguste Dominique Ingres – La grande odalisca – 1814
 

 
 

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: