Archivio per l'etichetta ‘IO DI PIU’ NON POSSO DARTI

IO DI PIU’ NON POSSO DARTI – SALINAS – POESIA SUBLIME   Leave a comment

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
IO DI PIU’ NON POSSO DARTI
PEDRO SALINAS – POESIA SUBLIME
 
 
 
 

Image Hosted by ImageShack.usImage Hosted by ImageShack.usImage Hosted by ImageShack.usImage Hosted by ImageShack.usImage Hosted by ImageShack.usImage Hosted by ImageShack.usImage Hosted by ImageShack.usImage Hosted by ImageShack.usImage Hosted by ImageShack.usImage Hosted by ImageShack.usImage Hosted by ImageShack.usImage Hosted by ImageShack.us
 
 

 
Questa poesia del grandissimo poeta spagnolo
è senz’altro una poesia
che per il suo messaggio di verità ed amore…
non posso non definire sublime.
 
 
 
 
 
Pedro Salinas
 
 
 
 
Il messaggio che ci giunge
in modo raffinato ed elegante,
secondo il consueto stile dell’autore,
è che l’amore… il vero amore…,
unico gancio che ci unisce al Cielo,
rifiuta maschere e compromessi…
e richiede verità ed autenticità assolute…
 
 
 
 
 
 
 
 
Solo l’accettazione reciproca
delle proprie libere personalità…
consente all’amore
di librarsi in emozioni senza fine…
senza timori di… amare sorprese…
 
 
 

 
 
 
Ciò non toglie…però… come dice Salinas…
che chi ama… all’amata/o vorrebbe,
come nelle più facili dichiarazioni,
donare la Luna…
ma poi… non può e forse in verità non vuole
che donare se stessa/o.
 
 
 
 
Chagall
 
 
 
 
IO DI PIU’ NON POSSO DARTI
Pedro Salinas
 
 
 
Io di più non posso darti.
Non sono che quello che sono.
 
Ah, come vorrei essere
sabbia, sole, in estate!
Che tu ti distendessi
riposata a riposare.
Che andando via tu mi lasciassi
il tuo corpo, impronta tenera,
tiepida, indimenticabile.
E che con te se ne andasse
sopra di te, il mio bacio lento:
colore,
dalla nuca al tallone,
bruno.
 
Ah, come vorrei essere
vetro, tessuto, legno,
che conserva il suo colore
qui, il suo profumo qui,
ed è nato tremila chilometri lontano!
 
Essere
la materia che ti piace,
che tocchi tutti i giorni,
che vedi ormai senza guardare
intorno a te, le cose
– collana, profumi, seta antica –
di cui se senti la mancanza
domandi: «Ah, ma dov’è?»
 
Ah, e come vorrei essere
un’allegria fra tutte,
una sola,
l’allegria della tua allegria!
Un amore, un solo amore:
l’amore di cui tu ti innamorassi.
 
Ma
non sono che quello che sono.
 
 
 
 
 
Mondocuore.png image by VanillaCH

 

 

 

Come sempre mi piacerebbe leggere il vostro pensiero…
 

Tony Kospan

 

 

 

 

    
LA POESIA IN TUTTE LE SUE FORME?
IN FACEBOOK
FANTMONDOPOESIA.jpg picture by orsotony21 
 
 

Pubblicato 14 marzo 2012 da tonykospan21 in POESIE SUBLIMI, Senza categoria

Taggato con ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: