Archivio per l'etichetta ‘Helen M. Turner

Buona domenica sera in poesia “Ripenso il tuo sorriso” Montale – arte H. M. Turner – canzone “Autogrill” Guccini   Leave a comment

  
 
 
Helen M. Turner
 
 
 
 
 
 
 

 
 
ro roro roro ro

Ora ascolta: ovunque io sia, riconoscerò le tue risate,
vedrò il sorriso nei tuoi occhi, sentirò la tua voce.
Il semplice fatto di sapere che tu sei da qualche parte
su questa terra sarà, nell’inferno, il mio angolo di Paradiso. 
Marc Levy, Sette giorni per l’eternità 
ro roro roro ro
 

 
 

  

 

RIPENSO IL TUO SORRISO…


– Eugenio Montale –

 

 

Ripenso il tuo sorriso, ed è per me un’acqua limpida

scorta per avventura tra le pietraie d’un greto,

esiguo specchio in cui guardi un’ellera e i suoi corimbi;

e su tutto l’abbraccio di un bianco cielo quieto.

 

Codesto è il mio ricordo; non saprei dire, o lontano,

se dal tuo volto si esprime libera un’anima ingenua,

vero tu sei dei raminghi che il male del mondo estenua

e recano il loro soffrire con sé come un talismano.

 

Ma questo posso dirti, che la tua pensata effigie

sommerge i crucci estrosi in un’ondata di calma,

e che il tuo aspetto s’insinua nella memoria grigia

schietto come la cima di una giovane palma…

 

 

 

Helen M. Turner – Gigli, lanterne e serenità – 1923

 

 

 

rosa separatori%20gif

 

 

 

 
 
 
 
 
 
 
 

PER CHI AMA VIVER L’ARTE…
I N S I E M E
Ripped Note
.
.
.
.
.

Helen M. Turner 




Buona domenica sera in poesia “Ripenso il tuo sorriso” Montale – arte H. M. Turner – canzone “Autogrill” Guccini   Leave a comment

  
 
 
Helen M. Turner
 
 
 
 
 
 
 

 
 
ro roro roro ro

Ora ascolta: ovunque io sia, riconoscerò le tue risate,
vedrò il sorriso nei tuoi occhi, sentirò la tua voce.
Il semplice fatto di sapere che tu sei da qualche parte
su questa terra sarà, nell’inferno, il mio angolo di Paradiso. 
Marc Levy, Sette giorni per l’eternità 
ro roro roro ro
 

 
 

  

 

RIPENSO IL TUO SORRISO…


– Eugenio Montale –

 

 

Ripenso il tuo sorriso, ed è per me un’acqua limpida

scorta per avventura tra le pietraie d’un greto,

esiguo specchio in cui guardi un’ellera e i suoi corimbi;

e su tutto l’abbraccio di un bianco cielo quieto.

 

Codesto è il mio ricordo; non saprei dire, o lontano,

se dal tuo volto si esprime libera un’anima ingenua,

vero tu sei dei raminghi che il male del mondo estenua

e recano il loro soffrire con sé come un talismano.

 

Ma questo posso dirti, che la tua pensata effigie

sommerge i crucci estrosi in un’ondata di calma,

e che il tuo aspetto s’insinua nella memoria grigia

schietto come la cima di una giovane palma…

 

 

 

Helen M. Turner – Gigli, lanterne e serenità – 1923

 

 

 

rosa separatori%20gif

 

 

 

 
 
 
 
 
 
 
 

PER CHI AMA VIVER L’ARTE…
I N S I E M E
Ripped Note
.
.
.
.
.

Helen M. Turner 




Buona domenica sera in poesia “Ripenso il tuo sorriso” Montale – arte H. M. Turner – canzone “Autogrill” di Guccini   Leave a comment

  
 
 
Helen M. Turner
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
Ora ascolta: ovunque io sia, riconoscerò le tue risate,
vedrò il sorriso nei tuoi occhi, sentirò la tua voce.
Il semplice fatto di sapere che tu sei da qualche parte
su questa terra sarà, nell’inferno, il mio angolo di Paradiso.
Marc Levy, Sette giorni per l’eternità

 
 

 
 
 

Helen M. Turner – Il giornale del  mattino

  

 

RIPENSO IL TUO SORRISO…


– Eugenio Montale –

 

 

Ripenso il tuo sorriso, ed è per me un'acqua limpida

scorta per avventura tra le pietraie d'un greto,

esiguo specchio in cui guardi un'ellera e i suoi corimbi;

e su tutto l'abbraccio di un bianco cielo quieto.

 

Codesto è il mio ricordo; non saprei dire, o lontano,

se dal tuo volto si esprime libera un'anima ingenua,

vero tu sei dei raminghi che il male del mondo estenua

e recano il loro soffrire con sé come un talismano.

 

Ma questo posso dirti, che la tua pensata effigie

sommerge i crucci estrosi in un'ondata di calma,

e che il tuo aspetto s'insinua nella memoria grigia

schietto come la cima di una giovane palma…

 

 

 

Helen M. Turner – Gigli, lanterne e serenità – 1923

 

 

 

                        

 

 

 

 
 
 
 
 
 
 
 

PER CHI AMA VIVER L'ARTE…
I N S I E M E
.
.
.
.
.

Helen M. Turner 


Buona domenica sera in poesia “Ripenso il tuo sorriso” Montale – arte H. M. Turner – canzone “Autogrill”   1 comment

  
 
 
Helen M. Turner
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
Ora ascolta: ovunque io sia, riconoscerò le tue risate,
vedrò il sorriso nei tuoi occhi, sentirò la tua voce.
Il semplice fatto di sapere che tu sei da qualche parte
su questa terra sarà, nell’inferno, il mio angolo di Paradiso.
Marc Levy, Sette giorni per l’eternità

 
 

 
 
 

Helen M. Turner – Il giornale del  mattino

  

 

RIPENSO IL TUO SORRISO…


– Eugenio Montale –

 

 

Ripenso il tuo sorriso, ed è per me un'acqua limpida

scorta per avventura tra le pietraie d'un greto,

esiguo specchio in cui guardi un'ellera e i suoi corimbi;

e su tutto l'abbraccio di un bianco cielo quieto.

 

Codesto è il mio ricordo; non saprei dire, o lontano,

se dal tuo volto si esprime libera un'anima ingenua,

vero tu sei dei raminghi che il male del mondo estenua

e recano il loro soffrire con sé come un talismano.

 

Ma questo posso dirti, che la tua pensata effigie

sommerge i crucci estrosi in un'ondata di calma,

e che il tuo aspetto s'insinua nella memoria grigia

schietto come la cima di una giovane palma…

 

 

 

L'immagine può contenere: Regina Simonin Sacchi, persona seduta e spazio all'aperto

Helen M. Turner – Gigli, lanterne e serenità – 1923

 

 

 

                        

 

 

 

 
 
 
 
 
 
 
 

PER CHI AMA VIVER L'ARTE…
I N S I E M E
.
.
.
.
.

L'immagine può contenere: 1 persona, cappello, spazio all'aperto e acqua

Helen M. Turner – Ora del tè d'estate


Buona domenica sera in poesia “Ripenso il tuo sorriso” Montale – arte.. H. M. Turner – canzone “Jurame”   1 comment

 

 
 
 
 
 
 
Helen M. Turner
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 

 
Il vero attributo dell’anima
è il sentimento dell’infinito.
Madame De Stael
 
 

 
 

Helen M. Turner – Gigli, lanterne e serenità – 1923

 

 

 

RIPENSO IL TUO SORRISO…

– Eugenio Montale –

 

 

Ripenso il tuo sorriso, ed è per me un'acqua limpida

scorta per avventura tra le pietraie d'un greto,

esiguo specchio in cui guardi un'ellera e i suoi corimbi;

e su tutto l'abbraccio di un bianco cielo quieto.

 

Codesto è il mio ricordo; non saprei dire, o lontano,

se dal tuo volto si esprime libera un'anima ingenua,

vero tu sei dei raminghi che il male del mondo estenua

e recano il loro soffrire con sé come un talismano.

 

Ma questo posso dirti, che la tua pensata effigie

sommerge i crucci estrosi in un'ondata di calma,

e che il tuo aspetto s'insinua nella memoria grigia

schietto come la cima di una giovane palma…

 

 

 

Helen M. Turner – Ora del tè d'estate

 

 

 

                        

 

 

 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

PER CHI AMA VIVER L'ARTE…
I N S I E M E
.
.
.
.
.

 Helen M. Turner – Il giornale del  mattino


 
 

Felice domenica in poesia.. Ripenso il tuo sorriso di Montale – arte.. H. M. Turner – canzone.. Jurame   3 comments

 

 
 
 
 
 
 
Helen M. Turner
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 

 
Il vero attributo dell’anima
è il sentimento dell’infinito.
Madame De Stael
 
 

 
 

Helen M. Turner – Il giornale del  mattino

 

 

 

RIPENSO IL TUO SORRISO…

– Eugenio Montale –

 

 

Ripenso il tuo sorriso, ed è per me un'acqua limpida

scorta per avventura tra le pietraie d'un greto,

esiguo specchio in cui guardi un'ellera e i suoi corimbi;

e su tutto l'abbraccio di un bianco cielo quieto.

 

Codesto è il mio ricordo; non saprei dire, o lontano,

se dal tuo volto si esprime libera un'anima ingenua,

vero tu sei dei raminghi che il male del mondo estenua

e recano il loro soffrire con sé come un talismano.

 

Ma questo posso dirti, che la tua pensata effigie

sommerge i crucci estrosi in un'ondata di calma,

e che il tuo aspetto s'insinua nella memoria grigia

schietto come la cima di una giovane palma…

 

 

 

Helen M. Turner – Ora del tè d'estate

 

 

 

         

 

 

 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

PER CHI AMA VIVER L'ARTE…
I N S I E M E

 
 
 

Buona domenica in poesia.. Ripenso il tuo sorriso di Montale – arte.. H. M. Turner – canzone.. Jurame   1 comment

 

 
 
 
 
 
 
Helen M. Turner
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 

 
Il vero attributo dell’anima
è il sentimento dell’infinito.
Madame De Stael
 
 

 
 

Helen M. Turner – Il giornale del  mattino

 

 

 

RIPENSO IL TUO SORRISO…

– Eugenio Montale –

 

 

Ripenso il tuo sorriso, ed è per me un'acqua limpida

scorta per avventura tra le pietraie d'un greto,

esiguo specchio in cui guardi un'ellera e i suoi corimbi;

e su tutto l'abbraccio di un bianco cielo quieto.

 

Codesto è il mio ricordo; non saprei dire, o lontano,

se dal tuo volto si esprime libera un'anima ingenua,

vero tu sei dei raminghi che il male del mondo estenua

e recano il loro soffrire con sé come un talismano.

 

Ma questo posso dirti, che la tua pensata effigie

sommerge i crucci estrosi in un'ondata di calma,

e che il tuo aspetto s'insinua nella memoria grigia

schietto come la cima di una giovane palma…

 

 

 

Helen M. Turner – Ora del tè d'estate

 

 

 

         

 

 

 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

IL GRUPPO DI
GOOGLE PLUS
DI POESIA E CULTURA
I N S I E M E

 
 
 

Felice domenica in poesia (Montale… Ripenso il tuo sorriso) arte (H. M. Turner) aforisma (M. de Stael) e…   1 comment

 

 
 
 
 
 
 
Helen M. Turner
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 

 
Il vero attributo dell’anima
è il sentimento dell’infinito.
Madame De Stael
 
 

 
 

Helen M. Turner – Il giornale del  mattino

 

 

 

RIPENSO IL TUO SORRISO…

– Eugenio Montale –

 

 

Ripenso il tuo sorriso, ed è per me un'acqua limpida

scorta per avventura tra le pietraie d'un greto,

esiguo specchio in cui guardi un'ellera e i suoi corimbi;

e su tutto l'abbraccio di un bianco cielo quieto.

 

Codesto è il mio ricordo; non saprei dire, o lontano,

se dal tuo volto si esprime libera un'anima ingenua,

vero tu sei dei raminghi che il male del mondo estenua

e recano il loro soffrire con sé come un talismano.

 

Ma questo posso dirti, che la tua pensata effigie

sommerge i crucci estrosi in un'ondata di calma,

e che il tuo aspetto s'insinua nella memoria grigia

schietto come la cima di una giovane palma…

 

 

 

Helen M. Turner – Ora del tè d'estate

 

 

 

         

 

 

 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

IL GRUPPO DEGLI ARTISTI
E DI CHI AMA L'ARTE

 
 
 

L’ALBA… IN POESIA ARTE AFORISMI E… NON SOLO…   3 comments

 
 
 

un-caffe-spensierato-marphot.jpg image by carlo49_album
 
 
 

Se la Primavera è la prima stagione dell'anno…
se il lunedì è il primo giorno della settimana…
se l'infanzia-adolescenza-giovinezza è la prima parte della vita…
qual'è il momento iniziale e sognante che,
rinnovandosi sempre, ci apre al mondo ed alla vita ogni giorno?
 
 
 
 
 
 

 Bella mattinata sulle rocce – Charles Courtney Curran

 
 
 
 
Bè avrete certamente capito che si parla dell'Alba
(ma anche dell'aurora e del mattino)
quel momento affascinante in cui le ombre della notte
lentamente si diradano ed avanza un chiarore che illumina
pian piano, e sempre di più, ogni cosa…
 
 
Per la verità essendo un “gufo” (bioritmi)
raramente riesco a vederla ma forse proprio per questo… chissà…
l'amo come un momento misterioso e magico.
 
 
 
 
 

Allegoria dell'Aurora – Guido Reni – 1614

 

 

 

L'ALBA… IN POESIA ARTE AFORISMI E…

a cura di Tony Kospan

 

 

Prima di passare alle poesie selezionate quest'anno
leggiamo alcuni aforismi sulla prima parte del giorno.
 
 
 
L'alba ha una sua misteriosa grandezza
che si compone d'un residuo di sogno
e d'un principio di pensiero.
Victor Hugo
 
 
Non si può toccare l'alba
se non si sono percorsi i sentieri della notte.
Kahlil Gibran
 
Le persone starebbero meglio la mattina
se ricevessero un bacio sul naso.
Lucy van Pelt
 
 
 
 
 

Mattina di maggio – Charles Courtney Curran

 
 
 
 
Essa è stata molto amata da poeti… pensatori… scrittori…
per quel che è in sé ma anche per le sue chiare valenze simboliche…
ed infatti sono davvero tantissime le poesie a lei dedicate.
 
Con l'alba (aurora e mattino) iniziamo un trittico
che proseguirà con la sera e terminerà con la notte…
saltando il giorno che forse per le materiali incombenze della vita
è apparso da sempre la parte meno poetica del giorno…
 
 
 
 
 
 
clicca per vedere l'immagine a dimensioni normali

Mattino ad Antibes – Monet

 
 
 
 
L’ALBA
~ Michael Santhers ~
 
La luna all’alba
stanca di dirigere il traffico dei sogni
e arroventata dai dolori
finiti esausti appollaiati sulle stelle
si cala in mare a raffreddarsi,
lascia una lama rossa,
tremula
sull’acqua increspata
fumosa ai vapori della tempra
sulla quale il sole sovrappone la sua spada
per il rito delle consegne
– la luce caccia il buio
e vampiri ritornano ai cervelli
i sogni più forti per ritentare domani
oltre al cuore hanno rabbia poesia e ideali –
Quelli più deboli sono rimasti
appesi stoccafisso al cielo
ormai visto coperchio della pentola terra
per uno stufato di anime
a nutrire carcasse nel viaggio a zonzo
– l’alba questo gong muto
fatto di contrasti
per avviare al giorno
i derelitti a vivere –
 
 
 

clicca per vedere l'immagine a dimensioni normali

Sole del mattino – Hopper

 
 
 
QUANDO AL MATTINO…
~ Romano Battaglia ~
 
Quando al mattino il sole
si leva dietro le montagne
fa nascere nei nostri cuori
un grande senso di libertà
che ci accompagna
 per tutto il giorno.
 Quando fra le gole profonde
 delle montagne sibila il vento
 ci ispira un sentimento
di liberazione che
 ci fa sognare lidi lontani.
Quando l'acqua dei ruscelli
scorre veloce
dopo le grandi piogge
ci indica il sentiero della vita
 e le nuvole bianche
nel cielo sono le nostre speranze
 che si muovono verso il futuro.
 Quando l'uomo
saprà capire tutte queste cose
allora avrà raggiunto
la felicità.
 
 
 
clicca per vedere l'immagine a dimensioni normali

Luce del mattino – William McGregor Paxton

 
 
 
L'ALBA DI DOMANI
~ Luciano Somma ~
 
Alle soglie
del nuovo giorno
un'alba
dal cielo terso
accoglierà
un volo di speranza
aquiloni
diretti verso il sole
dove il Cristo
dei giusti
attende i fratelli
d'ogni razza e colore
dove Dio-padre buono
veglierà sui suoi figli
forse
la macchina-uomo
fermerà i suoi ingranaggi
torneranno
a suonare le campane
e la preghiera
sarà un canto d'amore
per l'umanità
 
 
 
clicca per vedere l'immagine a dimensioni normali

Mattino – Helen M. Turner – 1919

 
 
 
OGNI ALBA
~ Rabindranath Tagore ~
 
Ogni Alba porta un nuovo giorno,
lavando con la luce della speranza
le macchie e la polvere dello spirito
vuoto di ogni giorno passato.
Vuoi celare te stesso!
Il cuore non ubbidisce,
diffonde luce dagli occhi.
Nella vita non c’è speranza
di evitare il dolore:
che tu possa trovare nell’animo
la forza per sopportarlo.
Cieco, non sai che l’andare e il venire
camminano sulla stessa strada?
Se sbarri la strada all’andata
perdi la speranza del ritorno…
 
 
clicca per vedere l'immagine a dimensioni normali

Lovis Corinth – Sole del mattino

 

 
DOVE SEI TU E' IL MATTINO
~ Cesare Pavese ~
 
Tu eri la vita e le cose.
In te desti respiravamo
sotto il cielo che ancora è in noi.
Non pena non febbre allora,
non quest'ombra greve del giorno
affollato e diverso. O luce,
chiarezza lontana, respiro
affannoso, rivolgi gli occhi
immobili e chiari su noi.
è buio il mattino che passa
senza la luce dei tuoi occhi.
 
 

 
 
 
Ciao a tutti da…

 
 
 
 
 
 

IL GRUPPO DI CHI AMA VIVERE
L'ARTE
(E NON SOLO)
I N S I E M E

 

 

 

RIPENSO IL TUO SORRISO – MONTALE – FELICE DOMENICA IN POESIA… ARTE… E…   Leave a comment

 

 

 
 
 
 
 
 
Helen M. Turner – Il giorno
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
Image Hosted by ImageShack.usImage Hosted by ImageShack.usImage Hosted by ImageShack.us
 
 
Il vero attributo dell’anima
è il sentimento dell’infinito.
Madame De Stael
 
 
 

 

Helen M. Turner – Donna con vaso

 

 

 

RIPENSO IL TUO SORRISO…

– Eugenio Montale –

 

 

Ripenso il tuo sorriso, ed è per me un'acqua limpida

scorta per avventura tra le pietraie d'un greto,

esiguo specchio in cui guardi un'ellera e i suoi corimbi;

e su tutto l'abbraccio di un bianco cielo quieto.

 

Codesto è il mio ricordo; non saprei dire, o lontano,

se dal tuo volto si esprime libera un'anima ingenua,

vero tu sei dei raminghi che il male del mondo estenua

e recano il loro soffrire con sé come un talismano.

 

Ma questo posso dirti, che la tua pensata effigie

sommerge i crucci estrosi in un'ondata di calma,

e che il tuo aspetto s'insinua nella memoria grigia

schietto come la cima di una giovane palma…

 

 

 

Helen M. Turner – Ora del tè d'estate

 

 

                  

 

 

 
 
a tutti da Orso Tony
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

IL NUOVO GRUPPO DI
GOOGLE PLUS
DI POESIA E CULTURA
I N S I E M E

 
 
 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: