Archivio per l'etichetta ‘E. A. MARIO

Balocchi e profumi – La mitica canzone-poesia del 1929 e l’atmosfera dell’epoca   Leave a comment

.
.






Ora è il turno di… un’altra famosissima… storica…
indimenticabile canzone che fin da piccolo mi colpiva
duro al cuore…








BALOCCHI E PROFUMI
ATMOSFERE E NOTE… DI UN TEMPO…
a cura di Tony Kospan


Più che una canzone… mi appare una poesia…
in cui emoziona quel grido di dolore della bambina…







Ecco, questa su, una pubblicità di profumi dell’epoca…
e qui giù… il sogno della bambina… ammalata…
di una cameretta piena di balocchi…








Prima di ascoltare la canzone
vediamo qualche immagine dell'epoca
in modo da rivivere l’atmosfera di quell’anno
prima di ascoltare la canzone




Petronilla Meglio








Crollo di Wall Street





Louise Brooks – 1929












Ma ora veniamo alla canzone di cui possiamo
prima leggere il testo..



L'immagine può contenere: sMS



BALOCCHI E PROFUMI
E. A. Mario – Anno 1929

Tutta sfolgorante è la vetrina
piena di balocchi e profumi.
Entra con la mamma la bambina
tra lo sfolgorio di quei lumi.
“Comanda, signora?”
“Cipria e colonia Coty”.

“Mamma”, mormora la bambina
mentre pieni di pianto ha gli occhi,
“per la tua piccolina
non compri mai balocchi,
mamma, tu compri soltanto
i profumi per te”.

Ella, nel salotto profumato
ricco di cuscini di seta,
porge il labbro tumido al peccato
mentre la bambina indiscreta
dischiude quel nido
pieno d'odor di Coty.

“Mamma”, mormora la bambina
mentre pieni di pianto ha gli occhi,
“per la tua piccolina
non compri mai balocchi,
mamma, tu compri soltanto
i profumi per te”.

Esile, agonizza la bambina,
or la mamma non è più ingrata.
Corre a vuotar tutta la vetrina
per la sua figliola malata.
“Amore mio bello,
ecco i balocchi per te”.

“Grazie” mormora la bambina,
vuole toccare quei balocchi,
ma il capo già reclina
e già socchiude gli occhi.
Piange la mamma, pentita,
stringendola al cuor




Nessun testo alternativo automatico disponibile.






… e poi ascoltarla in questa bella interpretazione
di Claudio Villa








CIAO DA TONY KOSPAN
.
.
.
.
.

PER LE NOVITA' DEL BLOG
 
SE IL BLOG TI PIACE


I S C R I V I T I





 

Annunci

Tammurriata nera.. mitica canzone popolare – La vera storia.. i grandi autori.. il video   2 comments

 

 

 

Una grande famosissima musica popolare…

nata nella Napoli del dopoguerra…

ma in verità sia la musica che il testo…

sono d'autore!


  


LA STORIA


Siamo nel 1945 nell'Ospedale Loreto Mare di Napoli
quando accade un fatto… inconsueto.

Una ragazza partorisce un bambino di pelle scura…

Tutti a porsi domande su come la scienza poteva spiegare la cosa…
ma la realtà era molto… ma molto… più semplice…

L'anno prima erano giunte in città le truppe americane
composte anche da molti soldati neri…
ed il caso di neonati mulatti ormai cominciava
a non esser più una rarità…

.
.
.
.
L'immagine può contenere: una o più persone e persone sedute
.
.


Edoardo Nicolardi, che lavora proprio in quell'ospedale
e che aveva già scritto testi di bellissime canzoni come “
Voce 'e notte“,
sente forte l'impulso di scrivere dei versi sull'episodio.

Appena scritti consulta il consuocero, altro mitico personaggio
della canzone napoletana…
E. A. Mario… notissimo musicista
ed autore tra l'altro della musica della “
Leggenda del Piave“.

.

.


Quest'ultimo compone in breve una musica che, insieme ai versi,
diverrà la migliore testimonianza della dura realtà di quegli anni.

Proprio per questa aderenza al momento storico e sociale
la canzone veniva percepita ed amata dappertutto,
come se fosse una canzone popolare,
poiché il successo fu immediato.

Il primo a portarla a farla conoscere fu Renato Carosone
ma poi negli anni '70 la Nuova Compagnia di Canto Popolare
la portò ai primi posti della Hit parade nazionale.

 

  


LA CANZONE

 

E' giunto il momento di ascoltarla grazie a questo bel video

che ci consente anche di immergerci

nella difficile… tremenda… atmosfera della Napoli post-bellica.

 

 

   

CIAO DA TONY KOSPAN
 
 
  

LA TUA NUOVA PAGINA DI
PSICHE E SOGNO
PER COLORARE LE TUE ORE…

Foto animata

 
 

.
.
.
 
L'immagine può contenere: una o più persone e sMS
.
.
.
 

Balocchi e profumi – Mitica canzone poesia del 1929 e l’atmosfera dell’epoca   Leave a comment

.
.






Ora è il turno di… un’altra famosissima… storica…
indimenticabile canzone che fin da piccolo mi colpiva
duro al cuore…








BALOCCHI E PROFUMI
E. A. Mario – Anno 1929
ATMOSFERE E NOTE… DI UN TEMPO…
a cura di Tony Kospan


Più che una canzone… mi appare una poesia…
in cui emoziona quel grido di dolore della bambina…






Ecco, questa su, una pubblicità di profumi dell’epoca…
e qui giù… il sogno della bambina… ammalata…
di una cameretta piena di balocchi…








Prima di ascoltare la canzone
vediamo qualche immagine dell’epoca
in modo da rivivere l’atmosfera di quell’anno
prima di ascoltare la canzone




Petronilla Meglio








Crollo di Wall Street





Louise Brooks – 1929











Ma ora veniamo alla canzone che possiamo
ascoltare cantata da Milva ed insieme leggere il testo.







CIAO DA TONY KOSPAN

PER LE NOVITA’ DEL BLOG
 
SE IL BLOG TI PIACE


I S C R I V I T I





 

Tammurriata nera – La vera storia… i grandi autori… la mitica canzone popolare   Leave a comment

 

 

 

Una grande famosissima musica popolare…

nata nella Napoli del dopoguerra…

ma in verità sia la musica che il testo…

sono d'autore!


  

LA STORIA

Siamo nel 1945 nell'Ospedale Loreto Mare di Napoli
quando accade un fatto… inconsueto.

Una ragazza partorisce un bambino di pelle scura…

Tutti a porsi domande su come la scienza poteva spiegare la cosa…
ma la realtà era molto… ma molto… più semplice…

L'anno prima erano giunte in città le truppe americane
composte anche da molti soldati neri…
ed il caso di neonati mulatti ormai cominciava
a non esser più una rarità…

Edoardo Nicolardi, che lavora proprio in quell'ospedale
e che aveva già scritto testi di bellissme canzoni come “Voce 'e notte“,
sente forte l'impulso di scrivere dei versi sull'episodio.

Appena scritti consulta il consuocero, altro mitico personaggio
della canzone napoletana… E. A. Mario… notissimo musicista
autore tra l'altro della musica della “Leggenda del Piave“.

.

.


Quest'ultimo compone in breve una musica che, insieme ai versi,
diverrà la migliore testimonianza della dura realtà di quegli anni.

Proprio per questa aderenza al momento storico e sociale
la canzone veniva percepita ed amata dappertutto,
come se fosse una canzone popolare,
poiché il successo fu immediato.

Il primo a portarla a farla conoscere fu Renato Carosone
ma poi negli anni '70 la Nuova Compagnia di Canto Popolare
la portò ai primi posti della Hit parade nazionale.

 

  

LA CANZONE

 

E' giunto il momento di ascoltarla grazie a questo bel video

che consente di immergerci nella difficile… tremenda… atmosfera

della Napoli post-bellica.

 

 


   


CIAO DA TONY KOSPAN


 


 


  
IL NUOVO GRUPPO IN CUI VIVER L'ARTE…
INSIEME
 
 
 
 

Balocchi e profumi – Canzone poesia del 1929 che emoziona ancora e l’atmosfera dell’epoca   Leave a comment

.
.






Ora è il turno di… un’altra famosissima… storica…
indimenticabile canzone che fin da piccolo mi colpiva
duro al cuore…








BALOCCHI E PROFUMI
E. A. Mario – Anno 1929
ATMOSFERE E NOTE… DI UN TEMPO…
a cura di Tony Kospan


Più che una canzone… mi appare una poesia…
in cui emoziona quel grido di dolore della bambina…






Ecco, questa su, una pubblicità di profumi dell’epoca…
e qui giù… il sogno della bambina… ammalata…
di una cameretta piena di balocchi…








Prima di ascoltare la canzone
vediamo qualche immagine dell’epoca
in modo da rivivere l’atmosfera di quell’anno
prima di ascoltare la canzone




Petronilla Meglio








Crollo di Wall Street





Louise Brooks – 1929











Ma ora veniamo alla canzone che possiamo
ascoltare cantata da Milva ed insieme leggere il testo.







CIAO DA TONY KOSPAN

PER LE NOVITA’ DEL BLOG
 
SE IL BLOG TI PIACE


I S C R I V I T I





 

Balocchi e profumi – Mitica… struggente canzone poesia… del ’29   Leave a comment

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Ora è il turno di… un’altra famosissima… storica…
indimenticabile canzone che fin da piccolo mi colpiva

duro al cuore…

 
 
 
 

BALOCCHI E PROFUMI

ATMOSFERE E NOTE… DI UN TEMPO…
a cura di Tony Kospan

 
 
 



BALOCCHI E PROFUMI
Autore: E. A. Mario – Anno 1929
 
 
Più che una canzone… una poesia…
ed insieme il grido di dolore di una bambina…
 
 
 
 
 
 
Ecco questa su.. una pubblicità di profumi dell’epoca…
e giù… il sogno della bambina… ammalata…
di una cameretta piena di balocchi…
 
 
 
 
 
Vediamo qualche altra immagine
in modo da rivivere l’atmosfera di quell’anno
prima di ascoltare la canzone…
 
 
 
 
 
 
 
 
Crollo di Wall Street
 
 
 
 
 
 
Louise Brooks- 1929
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Ma ora veniamo alla canzone che possiamo
ascoltare cantata da Milva
ed insieme leggere il testo.
 
 

Note
 
 
CIAO DA TONY KOSPAN
 
 
 
 

Divisorio

LA TUA PAGINA DI SOGNO

 
 
 
 
 

Tammurriata nera – La vera storia di questa mitica canzone popolare ma… d’autore   1 comment

 

 

 

 

Una… grande famosissima musica popolare…

nata nella Napoli del dopoguerra… ma d'autore!


 La sua vera storia e la canzone.

 

 

 

 

LA STORIA


Siamo nel 1945 nell'Ospedale Loreto Mare di Napoli
quando accade un fatto… inconsueto.

Una ragazza partorisce un bambino di pelle scura…

Tutti a porsi domande su come la scienza poteva spiegare la cosa…
ma la realtà era molto ma molto più semplice…

L'anno prima erano giunte in città le truppe americane
composte anche da molti soldati neri…
ed il caso di neonati mulatti ormai cominciava
a non esser più una rarità…

Edoardo Nicolardi, che lavora proprio in quell'ospedale
e che aveva già scritto testi di bellissme canzoni come “Voce 'e notte”,
sente forte l'impulso di scrivere dei versi sull'episodio.

Appena scritti consulta il consuocero, altro mitico personaggio
della canzone napoletana… E. A. Mario… notissimo musicista
autore tra l'altro della musica della “Leggenda del Piave”.

.

.


Quest'ultimo compone in breve una musica che insieme ai versi
diverrà la migliore testimonianza della realtà di quegli anni.

Proprio per questa aderenza al momento storico e sociale
la canzone veniva percepita ed amata dappertutto,
come se fosse una canzone popolare, poiché il successo fu immediato.

Il primo a portarla al successo fu Renato Carosone
ma poi negli anni '70 la Nuova Compagnia di Canto Popolare
la portò ai primi posti della Hit parade nazionale.

 

 

 

LA CANZONE

 

E' giunto il momento di ascoltarla grazie a questo bel video

che consente di immergerci nella difficile… tremenda… atmosfera

della Napoli post-bellica.

 

 


   


CIAO DA TONY KOSPAN


 


 


  
IL NUOVO GRUPPO IN CUI VIVER L'ARTE…
INSIEME
 
 
 
 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: