Archivio per l'etichetta ‘CESARE PAVESE

Sabato sera in poesia “Dove sei tu luce..” Pavese – arte A. Hacker – canzone “Rainbow”   Leave a comment

 
 

 
 
 
 
Arthur Hacker
 
 
 
 
 
 
 
 
 
barrafiorita

Il cielo avrà il colore dei tuoi occhi…
 
i fiori avranno il colore del tuo cuore.
 
Non puoi sentire ciò che non è già dentro di te…
 
Ciò che ti appartiene è l’unica cosa che… saprai trovare.
 
Coltiva l’amore se puoi e del resto… sbarazzatene in fretta. 

 – S. Littleword – 


barrafiorita
 
 
 
 
 
fre bia pouce    musicAnimata
  
Arthur Hacker – L’innocenza
 
 
 
 
 
DOVE SEI TU, LUCE, E’ IL MATTINO
Cesare Pavese
 

Tu eri la vita e le cose.
In te desti respiravamo
sotto il cielo che ancora è in noi.
Non pena non febbre allora,
non quest’ombra greve del giorno
affollato e diverso. O luce,
chiarezza lontana, respiro
affannoso, rivolgi gli occhi
immobili e chiari su noi.
è buio il mattino che passa
senza la luce dei tuoi occhi.

 
 
 
 
Arthur Hacker – Giovane donna

 
 
 

 


 
 
mhbkup.gif

 
 

 
 
 

.
.
.
.
3

IL GRUPPO DI CHI AMA VIVER L’ARTE
I N S I E M E
Frecce (174)

 
 
 
Arthur Hacker
 
 


 

Weekend in poesia “Mi strugge l’anima” C. Pavese – arte Vermeer – canzone “Mi ritorni in mente” Battisti   Leave a comment

 

 

 

Johannes Vermeer – La lettera

 

 

f divisori115m bae9829f divisori115m bae9829

 

 

 

 .

.

135135

Si dovrebbe, almeno ogni giorno, ascoltare qualche canzone, 
leggere una bella poesia, vedere un bel quadro, 
e,
se possibile, dire qualche parola ragionevole. 
Goethe
135135

 .

.

 
 
 
Vermeer – Giovane donna che legge una lettera davanti alla finestra (part.)
 
 
 
 
 
 

 

 

MI STRUGGE L’ANIMA

Cesare Pavese
 
 
Mi strugge l’anima perdutamente
il desiderio d’una donna viva,
spirito e carne, da poterla stringere
senza ritegno e scuoterla, avvinghiato
il mio corpo al suo corpo sussultante,
ma poi, in altri giorni più sereni,
starle d’accanto dolcemente, senza
più un pensiero carnale, a contemplare
il suo viso soave di fanciulla,
ingenuo, come avvolto in un dolore
e ascoltare la sua voce leggera
parlarmi lentamente, come in un sogno…

 

 

 

Johannes Vermeer  – La lattaia

 

 

 

 


 

 

 

3
Ripped Note

 

 

 

Johannes Vermeer  – Allegoria della pittura

 

Buon lunedì sera in poesia “Colori” C. Pavese – arte J. W. Alexander – canzone “La nostra vita” E. Ramazzotti   Leave a comment

 



John White Alexander


 

 

 
 
 


 
Le menti più pure e più pensose
sono quelle che amano i colori.

John Ruskin – Le pietre di Venezia – 1853
 
 
 
 
 
John White Alexander

 
 
 
 
 
 

 
 
 
 

C O L O R I
Cesare Pavese
.
E desidero solo colori. I colori non piangono,
sono come un risveglio: domani i colori
torneranno. Ciascuna uscirà per la strada,
ogni corpo un colore-perfino i bambini.
Questo corpo vestito di rosso leggero
dopo tanto pallore riavrà la sua vita.
Sentirò intorno a me scivolare gli sguardi
e saprò d’esser io: gettando un’occhiata,
mi vedrò tra la gente. Ogni nuovo mattino,
uscirò per le strade cercando i colori.

 
 
 

John White Alexander

 

 

 

 

 
 
 
 
 
 
stars.gif stars picture by RaiodeLuarstars.gif stars picture by RaiodeLuarstars.gif stars picture by RaiodeLuarstars.gif stars picture by RaiodeLuarstars.gif stars picture by RaiodeLuarstars.gif stars picture by RaiodeLuar
PER LE NOVITA
 
E… SE TI PIACE… ISCRIVITI





John White Alexander




Buon martedì sera in poesia “Anche tu sei l’amore” Pavese – arte Boldini – canzone “Amore scusami” J. Foster   5 comments

 
 

Giovanni Boldini


 

 

 

 Datemi una maschera e vi dirò la verità

Oscar Wilde


 

 

Giovanni Boldini

 

 
ANCHE TU SEI L’AMORE
Cesare Pavese
 
Anche tu sei l’amore.
Sei di sangue e di terra
come gli altri. Cammini
come chi non si stacca
dalla porta di casa.
Guardi come chi attende
e non vede. Sei terra
che dolora e che tace.
Hai sussulti e stanchezze,
hai parole – cammini
in attesa. L’amore
è il tuo sangue – non altro
 
 
 
Giovanni Boldini



barrafiorita
 
 
 

 
 

 

  

 
  
blu vxblo542vkblu vxblo542vk
LA TUA PAGINA DI SOGNO DI FB
 Gif Animate Frecce (117)

 
.
.
.
.


  (Amore scusami)

      

Giovanni Boldini

 
 
 

Buon sabato sera in poesia “Dove sei tu luce..” Pavese – arte A. Hacker – canzone “Rainbow”   1 comment

 
 

 
 
 
 
Arthur Hacker
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Il cielo avrà il colore dei tuoi occhi…
 i fiori avranno il colore del tuo cuore.
 Non puoi sentire ciò che non è già dentro di te…
 Ciò che ti appartiene è l'unica cosa che …
 saprai trovare.
 Coltiva l'amore se puoi e del resto…
 sbarazzatene in fretta.
 – S. Littleword –
 

 
 
 
 
 
 
  
Arthur Hacker – L'innocenza
 
 
 
 
 
DOVE SEI TU, LUCE, E' IL MATTINO
Cesare Pavese
 

Tu eri la vita e le cose.
In te desti respiravamo
sotto il cielo che ancora è in noi.
Non pena non febbre allora,
non quest’ombra greve del giorno
affollato e diverso. O luce,
chiarezza lontana, respiro
affannoso, rivolgi gli occhi
immobili e chiari su noi.
è buio il mattino che passa
senza la luce dei tuoi occhi.

 
 
 
 
Arthur Hacker – Giovane donna

 
 
 

 


 
 

 
 

 
 
 

.
.
.
.

IL GRUPPO DI CHI AMA VIVER L'ARTE
I N S I E M E
Ripped Note

 
 
 
Arthur Hacker
 
 


 

Buona domenica sera in poesia “Mi strugge l’anima” C. Pavese – arte Vermeer – canzone “Mi ritorni in mente” Battisti   Leave a comment

 

 

 

Johannes Vermeer – La lettera

 

 

 

 

 

 .

.

135135

Si dovrebbe, almeno ogni giorno, ascoltare qualche canzone,
leggere una bella poesia, vedere un bel quadro, e,
se possibile, dire qualche parola ragionevole.
Goethe
135135

 .

.

 
 
 
Vermeer – Giovane donna che legge una lettera davanti alla finestra (part.)
 
 
 
 
 
 

 

 

MI STRUGGE L'ANIMA

Cesare Pavese
 
 
Mi strugge l’anima perdutamente
il desiderio d’una donna viva,
spirito e carne, da poterla stringere
senza ritegno e scuoterla, avvinghiato
il mio corpo al suo corpo sussultante,
ma poi, in altri giorni più sereni,
starle d’accanto dolcemente, senza
più un pensiero carnale, a contemplare
il suo viso soave di fanciulla,
ingenuo, come avvolto in un dolore
e ascoltare la sua voce leggera
parlarmi lentamente, come in un sogno…

 

 

 

Johannes Vermeer  – La lattaia

 

 

 

 


 

 

 

 
Ripped Note

 

 

 

Johannes Vermeer  – Allegoria della pittura

 

Buon lunedì in poesia “Colori” C. Pavese – arte J. W. Alexander – canzone “La nostra vita” E. Ramazzotti   Leave a comment

 



John White Alexander


 

 

 
 
 


 
Le menti più pure e più pensose
sono quelle che amano i colori.

John Ruskin – Le pietre di Venezia – 1853
 
 
 
 
 
John White Alexander

 
 
 
 
 
 

 
 
 
 

C O L O R I
Cesare Pavese
.
E desidero solo colori. I colori non piangono,
sono come un risveglio: domani i colori
torneranno. Ciascuna uscirà per la strada,
ogni corpo un colore-perfino i bambini.
Questo corpo vestito di rosso leggero
dopo tanto pallore riavrà la sua vita.
Sentirò intorno a me scivolare gli sguardi
e saprò d’esser io: gettando un’occhiata,
mi vedrò tra la gente. Ogni nuovo mattino,
uscirò per le strade cercando i colori.

 
 
 

John White Alexander

 

 

 

 

 
 
 
 
 
 
stars.gif stars picture by RaiodeLuarstars.gif stars picture by RaiodeLuarstars.gif stars picture by RaiodeLuarstars.gif stars picture by RaiodeLuarstars.gif stars picture by RaiodeLuarstars.gif stars picture by RaiodeLuar
PER LE NOVITA
 
E… SE TI PIACE… ISCRIVITI





John White Alexander




Felice domenica sera in poesia “Mi strugge l’anima” C. Pavese – arte Vermeer – canzone “Mi ritorni in mente”   1 comment

 

 

 

Johannes Vermeer – La lettera

 

 

 

 

 

 .

.

135135

Si dovrebbe, almeno ogni giorno, ascoltare qualche canzone,
leggere una bella poesia, vedere un bel quadro, e,
se possibile, dire qualche parola ragionevole.
Goethe
135135

 .

.

 
 
 
Vermeer – Giovane donna che legge una lettera davanti alla finestra (part.)
 
 
 
 
 
 

 

 

MI STRUGGE L'ANIMA

Cesare Pavese
 
 
Mi strugge l’anima perdutamente
il desiderio d’una donna viva,
spirito e carne, da poterla stringere
senza ritegno e scuoterla, avvinghiato
il mio corpo al suo corpo sussultante,
ma poi, in altri giorni più sereni,
starle d’accanto dolcemente, senza
più un pensiero carnale, a contemplare
il suo viso soave di fanciulla,
ingenuo, come avvolto in un dolore
e ascoltare la sua voce leggera
parlarmi lentamente, come in un sogno…

 

 

 

Johannes Vermeer  – La lattaia

 

 

 

 


 

 

 

 
Ripped Note

 

 

 

Johannes Vermeer  – Allegoria della pittura

 

Buon ultimo lunedì sera 2020 in poesia “Colori” C. Pavese – arte J. W. Alexander – canzone “La nostra vita” E. Ramazzotti   2 comments

 



John White Alexander


 

 

 
 
 


 
Le menti più pure e più pensose
sono quelle che amano i colori.

John Ruskin – Le pietre di Venezia – 1853
 
 
 
 
 
John White Alexander

 
 
 
 
 
 

 
 
 
 

C O L O R I
Cesare Pavese
.
E desidero solo colori. I colori non piangono,
sono come un risveglio: domani i colori
torneranno. Ciascuna uscirà per la strada,
ogni corpo un colore-perfino i bambini.
Questo corpo vestito di rosso leggero
dopo tanto pallore riavrà la sua vita.
Sentirò intorno a me scivolare gli sguardi
e saprò d’esser io: gettando un’occhiata,
mi vedrò tra la gente. Ogni nuovo mattino,
uscirò per le strade cercando i colori.

 
 
 

John White Alexander

 

 

 

 

 
 
 
 
 
 
stars.gif stars picture by RaiodeLuarstars.gif stars picture by RaiodeLuarstars.gif stars picture by RaiodeLuarstars.gif stars picture by RaiodeLuarstars.gif stars picture by RaiodeLuarstars.gif stars picture by RaiodeLuar
PER LE NOVITA
 
E… SE TI PIACE… ISCRIVITI





John White Alexander




Buona domenica sera in poesia “Mi strugge l’anima” C. Pavese – arte Vermeer – canzone “Mi ritorni in mente”   6 comments

 

 

 

Johannes Vermeer – La lettera

 

 

f divisori115m bae9829f divisori115m bae9829

 

 

 

 .

.

135135

Si dovrebbe, almeno ogni giorno, ascoltare qualche canzone, 
leggere una bella poesia, vedere un bel quadro, 
e,
se possibile, dire qualche parola ragionevole. 
Goethe
135135

 .

.

 
 
 
Vermeer – Giovane donna che legge una lettera davanti alla finestra (part.)
 
 
 
 
 
 

 

 

MI STRUGGE L’ANIMA

Cesare Pavese
 
 
Mi strugge l’anima perdutamente
il desiderio d’una donna viva,
spirito e carne, da poterla stringere
senza ritegno e scuoterla, avvinghiato
il mio corpo al suo corpo sussultante,
ma poi, in altri giorni più sereni,
starle d’accanto dolcemente, senza
più un pensiero carnale, a contemplare
il suo viso soave di fanciulla,
ingenuo, come avvolto in un dolore
e ascoltare la sua voce leggera
parlarmi lentamente, come in un sogno…

 

 

 

Johannes Vermeer  – La lattaia

 

 

 

 


 

 

 

3
Ripped Note

 

 

 

Johannes Vermeer  – Allegoria della pittura

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: