Archivio per l'etichetta ‘canzone romantica

“La signora di trent’anni fa” nostalgica e poetica canzone del 1951 – Storia.. atmosfera e video   Leave a comment








E’ una canzone dal tipico e classico stile italiano
che all’epoca, siamo nel 1951, è in competizione
con lo stile americano che sta invadendo il mondo.

Quel che accadeva nel dopoguerra alla nostra musica leggera
viene oggi considerato, dagli storici della canzone,
un tentativo di protezione” della canzone italiana.


Nasce infatti quell’anno anche… Sanremo.





.
NOTE ED ATMOSFERE DI UN TEMPO
LA SIGNORA DI TRENT’ANNI FA
a cura di Tony Kospan







2 PAROLE SULLA CANZONE


Composta da
Guido Leoni (parole) e Oreste Natoli (musica)
fu cantata da Togliani,
Villa, Tajoli, Virgili e da tanti altri
sempre con grande successo.


Si tratta indubbiamente di una canzone dolce…
romantica e malinconica…





La canzone ci parla di un uomo non più giovane
che ricorda i tempi belli di 30 anni prima
e precisamente l’incontro con una bella signora nel 1919.

Ora alcune immagini che ci riportano
alle atmosfere di quell’anno (1951).




Isabella Valdettaro.. Miss Italia 1951.. con G. Govi




La Ferrari




FESTIVAL DI SANREMO 1951








E’ ora giunto il momento di (ri)ascoltarla
cantata da Achille Togliani








LA CANZONE




.


Un cordiale saluto agli appassionati

delle canzoni e delle atmosfere di un tempo da

Tony Kospan




pbsnake3
IL GRUPPO DI CHI AMA LA STORIA ED I RICORDI
Frecce2039





L’amore romantico – Ecco come appare nelle poesie.. nei dipinti.. negli aforismi e nelle canzoni   Leave a comment


 

 

 
 

Vediamo come l’amore romantico,
simbolo della bellezza e della dolcezza dell’amore,
è stato visto nel tempo dai poeti e dagli artisti in genere.




Claude Theberge


.
L’AMORE ROMANTICO IN POESIA… 
ARTE…
AFORISMI… CANZONI E NON SOLO 
a cura di Tony Kospan



 
 
 
 

Non parlerò qui dell’amore in genere…  
e cioè di quel sentimento immenso ed universale
di cui Dante ci dice che:
 
“L’amor () move il sole e l’altre stelle”
(Paradiso XXXIII -145).




 
 

Ma parlerò dell’amore romantico, sognante 
e quindi di quella
magica corrispondenza d’amorosi sensi
che vivono gli innamorati
con aforismi… poesie… dipinti e canzoni.

 
 
 



Dio ci ha concesso una sola via alla vita, ed è l’amore; 
una sola via alla felicità, ed è l’amore; 
una sola via alla perfezione ed è ancora l’amore. 
U.Tarchetti 




E’ inutile parlare dell’amore, 
perché l’amore ha una propria voce
e parla da sé. 
P. Coelho
 
.
.


Il linguaggio dell’amore è un linguaggio segreto 
e la sua espressione più alta è un abbraccio silenzioso
 
Roberto Musil 




Coloro che vivono d’amore vivono d’eterno. 
Emile Verhaeren

 

Nel primo bacio d’amore
rivive il paradiso terrestre. 
Byron

 

.
.
.
.
.
 

 
 
 
Quelle che seguono solo le prescelte 
e come sempre sarà bello leggere le poesie che,
sul tema, 
piacciono a voi.
 


 
 
 
  Sappi amore mio

Charles Edward Perugini – Giovani innamorati

 
 
 

HO SCELTO TE 
S. Lawrence

Nel silenzio della notte,
io ho scelto te.
Nello splendore del firmamento,
io ho scelto te.
Nell’incanto dell’aurora,
io ho scelto te.
Nelle bufere più tormentose,
io ho scelto te.
Nell’arsura più arida,
io ho scelto te.
Nella buona e nella cattiva sorte,
io ho scelto te.
Nella gioia e nel dolore,
io ho scelto te.
Nel cuore del mio cuore,
io ho scelto te.


 

 
  Il cielo in una stanza
Leonid Afremov


PRESENZA 
W. Goethe

Tutto è annuncio di te!
Appare il sole radioso, e tu dietro a lui, spero.
Esci fuori in giardino e sei rosa fra le rose,
e sei giglio fra i gigli.
Quando nel ballo ti muovi si muovono le stelle,
insieme e intorno a te.
Notte! E così sarebbe notte!
Tu superi lo splendore soave e seducente della luna.
Seducente e soave sei tu, e fiori,
luna e stelle a te s’inchinano, o sole!
Sole, sii anche per me artefice di giorni radiosi!
Questa è vita, è eternità.


 
  Kiss Me
Francesco Hayez
 
 
 
 

SE AVESSI… 
William Butler Yeats

Se avessi il drappo ricamato del cielo,
intessuto dell’oro e dell’argento e della luce,
i drappi dai colori chiari e scuri del giorno e della notte
dai mezzi colori dell’alba e del tramonto,
stenderei quei drappi sotto i tuoi piedi:
invece, essendo povero, ho soltanto i sogni;
e i miei sogni ho steso sotto i tuoi piedi;
cammina leggera, perché cammini sui miei sogni.



  Per me per sempre
Vittorio Corcos
 
 
 

SENZA DI TE 
John Keats

Non posso esistere senza di te.
Mi dimentico di tutto tranne che di rivederti:…
la mia vita sembra che si arresti lì,
non vedo più avanti.
Mi hai assorbito.
In questo momento ho la sensazione
come di dissolvermi:
sarei estremamente triste
senza la speranza di rivederti presto.
Avrei paura a staccarmi da te.
Mi hai rapito via l’anima con un potere
cui non posso resistere;
eppure potei resistere finché non ti vidi;
e anche dopo averti veduta
mi sforzai spesso di ragionare
contro le ragioni del mio amore.
Ora non ne sono più capace.
Sarebbe una pena troppo grande.
Il mio amore è egoista.
Non posso respirare senza di te.




 
  Questo Piccolo Grande Amore
Carolus Duran – Il bacio – 1868


 

 
 
PER TE 
Edward Estlin Cummings

Il tuo cuore lo porto con me
Lo porto nel mio
Non me ne divido mai.
Dove vado io, vieni anche tu, mia amata;
qualsiasi cosa sia fatta da me,
la fai anche tu, mia cara.
Non temo il fato
perché il mio fato sei tu, mia dolce.
Non voglio il mondo, perché il mio,
il più bello, il più vero sei tu.
Questo è il nostro segreto profondo
radice di tutte le radici
germoglio di tutti i germogli
e cielo dei cieli
di un albero chiamato vita,
che cresce più alto
di quanto l’anima spera,
e la mente nasconde.
Questa è la meraviglia che le stelle separa.
Il tuo cuore lo porto con me,
lo porto nel mio.
 


 

  

 



Barra21CAhomeiwao
CLICCA QUI GIU’ PER LE NOVITA’ DEL BLOG
E… SE… TI PIACE… I S C R I V I T I
.
.
.





“La signora di trent’anni fa” mitica.. dolce e poetica canzone del 1951 – Conosciamone la storia e riascoltiamola   Leave a comment








E’ una canzone dal tipico e classico stile italiano
che all’epoca, siamo nel 1951, è in competizione
con lo stile americano che sta invadendo il mondo.

Quel che accadeva nel dopoguerra alla nostra musica leggera
viene oggi considerato, dagli storici della canzone,
un tentativo di protezione” della canzone italiana.


Nasce infatti quell’anno anche… Sanremo.





.
NOTE ED ATMOSFERE DI UN TEMPO
LA SIGNORA DI TRENT’ANNI FA
a cura di Tony Kospan







2 PAROLE SULLA CANZONE


Composta da
Guido Leoni (parole) e Oreste Natoli (musica)
fu cantata da Togliani,
Villa, Tajoli, Virgili e da tanti altri
sempre con grande successo.


Si tratta indubbiamente di una canzone dolce…
romantica e malinconica…





La canzone ci parla di un uomo non più giovane
che ricorda i tempi belli di 30 anni prima
e precisamente l’incontro con una bella signora nel 1919.

Ora alcune immagini che ci riportano
alle atmosfere di quell’anno (1951).




Isabella Valdettaro.. Miss Italia 1951.. con G. Govi




La Ferrari




FESTIVAL DI SANREMO 1951








E’ ora giunto il momento di (ri)ascoltarla
cantata da Achille Togliani








LA CANZONE




.


Un cordiale saluto agli appassionati

delle canzoni e delle atmosfere di un tempo da

Tony Kospan




pbsnake3
IL GRUPPO DI CHI AMA LA STORIA ED I RICORDI
Frecce2039





L’amore romantico – Eccolo nelle poesie.. nei dipinti.. negli aforismi.. nelle canzoni e non solo   Leave a comment


 

 

 
 

Vediamo come l’amore romantico,
simbolo della bellezza e della dolcezza dell’amore,
è stato visto nel tempo dai poeti e dagli artisti in genere.




Claude Theberge


.
L’AMORE ROMANTICO IN POESIA… 
ARTE…
AFORISMI… CANZONI E NON SOLO 
a cura di Tony Kospan



 
 
 
 

Non parlerò qui dell’amore in genere…  
e cioè di quel sentimento immenso ed universale
di cui Dante ci dice che:
 
“L’amor () move il sole e l’altre stelle”
(Paradiso XXXIII -145).




 
 

Ma parlerò dell’amore romantico, sognante 
e quindi di quella
magica corrispondenza d’amorosi sensi
che vivono gli innamorati
con aforismi… poesie… dipinti e canzoni.

 
 
 



Dio ci ha concesso una sola via alla vita, ed è l’amore; 
una sola via alla felicità, ed è l’amore; 
una sola via alla perfezione ed è ancora l’amore. 
U.Tarchetti 




E’ inutile parlare dell’amore, 
perché l’amore ha una propria voce
e parla da sé. 
P. Coelho
 
.
.


Il linguaggio dell’amore è un linguaggio segreto 
e la sua espressione più alta è un abbraccio silenzioso
 
Roberto Musil 




Coloro che vivono d’amore vivono d’eterno. 
Emile Verhaeren

 

Nel primo bacio d’amore
rivive il paradiso terrestre. 
Byron

 

.
.
.
.
.
 

 
 
 
Quelle che seguono solo le prescelte 
e come sempre sarà bello leggere le poesie che,
sul tema, 
piacciono a voi.
 


 
 
 
  Sappi amore mio

Charles Edward Perugini – Giovani innamorati

 
 
 

HO SCELTO TE 
S. Lawrence

Nel silenzio della notte,
io ho scelto te.
Nello splendore del firmamento,
io ho scelto te.
Nell’incanto dell’aurora,
io ho scelto te.
Nelle bufere più tormentose,
io ho scelto te.
Nell’arsura più arida,
io ho scelto te.
Nella buona e nella cattiva sorte,
io ho scelto te.
Nella gioia e nel dolore,
io ho scelto te.
Nel cuore del mio cuore,
io ho scelto te.


 

 
  Il cielo in una stanza
Leonid Afremov


PRESENZA 
W. Goethe

Tutto è annuncio di te!
Appare il sole radioso, e tu dietro a lui, spero.
Esci fuori in giardino e sei rosa fra le rose,
e sei giglio fra i gigli.
Quando nel ballo ti muovi si muovono le stelle,
insieme e intorno a te.
Notte! E così sarebbe notte!
Tu superi lo splendore soave e seducente della luna.
Seducente e soave sei tu, e fiori,
luna e stelle a te s’inchinano, o sole!
Sole, sii anche per me artefice di giorni radiosi!
Questa è vita, è eternità.


 
  Kiss Me
Francesco Hayez
 
 
 
 

SE AVESSI… 
William Butler Yeats

Se avessi il drappo ricamato del cielo,
intessuto dell’oro e dell’argento e della luce,
i drappi dai colori chiari e scuri del giorno e della notte
dai mezzi colori dell’alba e del tramonto,
stenderei quei drappi sotto i tuoi piedi:
invece, essendo povero, ho soltanto i sogni;
e i miei sogni ho steso sotto i tuoi piedi;
cammina leggera, perché cammini sui miei sogni.



  Per me per sempre
Vittorio Corcos
 
 
 

SENZA DI TE 
John Keats

Non posso esistere senza di te.
Mi dimentico di tutto tranne che di rivederti:…
la mia vita sembra che si arresti lì,
non vedo più avanti.
Mi hai assorbito.
In questo momento ho la sensazione
come di dissolvermi:
sarei estremamente triste
senza la speranza di rivederti presto.
Avrei paura a staccarmi da te.
Mi hai rapito via l’anima con un potere
cui non posso resistere;
eppure potei resistere finché non ti vidi;
e anche dopo averti veduta
mi sforzai spesso di ragionare
contro le ragioni del mio amore.
Ora non ne sono più capace.
Sarebbe una pena troppo grande.
Il mio amore è egoista.
Non posso respirare senza di te.




 
  Questo Piccolo Grande Amore
Carolus Duran – Il bacio – 1868


 

 
 
PER TE 
Edward Estlin Cummings

Il tuo cuore lo porto con me
Lo porto nel mio
Non me ne divido mai.
Dove vado io, vieni anche tu, mia amata;
qualsiasi cosa sia fatta da me,
la fai anche tu, mia cara.
Non temo il fato
perché il mio fato sei tu, mia dolce.
Non voglio il mondo, perché il mio,
il più bello, il più vero sei tu.
Questo è il nostro segreto profondo
radice di tutte le radici
germoglio di tutti i germogli
e cielo dei cieli
di un albero chiamato vita,
che cresce più alto
di quanto l’anima spera,
e la mente nasconde.
Questa è la meraviglia che le stelle separa.
Il tuo cuore lo porto con me,
lo porto nel mio.
 


 

  

 



Barra21CAhomeiwao
CLICCA QUI GIU’ PER LE NOVITA’ DEL BLOG
E… SE… TI PIACE… I S C R I V I T I
.
.
.





La signora di trent’anni fa – Questa mitica canzone del 1951 è davvero dolce… poetica… e romantica   Leave a comment








E’ una canzone dal tipico stile italiano…
che all’epoca, siamo nel 1951, è in competizione
con lo stile americano che sta invadendo il mondo.

Quel che accadeva nel dopoguerra
viene oggi considerato dagli storici della canzone
tentativo di protezione” della musica leggera italiana.


Nasce infatti quell’anno Sanremo…





.
NOTE ED ATMOSFERE DI UN TEMPO
LA SIGNORA DI TRENT’ANNI FA
a cura di Tony Kospan







2 PAROLE SULLA CANZONE


Composta da
Guido Leoni (parole) e Oreste Natoli (musica)
fu cantata da Togliani,
Villa, Tajoli, Virgili e da tanti altri
sempre con grande successo.


Si tratta indubbiamente di una canzone dolce…
romantica e malinconica…





La canzone ci parla di un uomo non più giovane
che ricorda i tempi belli di 30 anni prima
e precisamente l’incontro con una bella signora nel 1919.

Ora alcune immagini che ci riportano
alle atmosfere di quell’anno (1951).




Isabella Valdettaro.. Miss Italia 1951.. con G. Govi




La Ferrari




FESTIVAL DI SANREMO 1951








E' ora giunto il momento di (ri)ascoltarla
cantata da Achille Togliani








LA CANZONE




.


Un cordiale saluto agli appassionati

delle canzoni e delle atmosfere di un tempo… da

Tony Kospan




IL GRUPPO DI CHI AMA LA STORIA ED I RICORDI





L’amore romantico nelle poesie… nei dipinti… negli aforismi e nelle canzoni   Leave a comment


 

 

 
 

Vediamo come l’amore romantico,
simbolo della bellezza e della dolcezza dell’amore,
è stato visto nel tempo dai poeti e dagli artisti in genere.




Claude Theberge


.
L’AMORE ROMANTICO IN POESIA… 
ARTE…
AFORISMI… CANZONI E NON SOLO 
a cura di Tony Kospan



 
 
 
 

Non parlerò qui dell’amore in genere…  
e cioè di quel sentimento immenso ed universale
di cui Dante ci dice che:
 
“L’amor () move il sole e l’altre stelle”
(Paradiso XXXIII -145).




 
 

Ma parlerò dell’amore romantico, sognante 
e quindi di quella
magica corrispondenza d’amorosi sensi
che vivono gli innamorati
con aforismi… poesie… dipinti e canzoni.

 
 
 



Dio ci ha concesso una sola via alla vita, ed è l’amore; 
una sola via alla felicità, ed è l’amore; 
una sola via alla perfezione ed è ancora l’amore. 
U.Tarchetti 




E’ inutile parlare dell’amore, 
perché l’amore ha una propria voce
e parla da sé. 
P. Coelho
 
.
.


Il linguaggio dell’amore è un linguaggio segreto 
e la sua espressione più alta è un abbraccio silenzioso
 
Roberto Musil 




Coloro che vivono d’amore vivono d’eterno. 
Emile Verhaeren

 

Nel primo bacio d’amore
rivive il paradiso terrestre. 
Byron

 

.
.
.
.
.
 

 
 
 
Quelle che seguono solo le prescelte 
e come sempre sarà bello leggere le poesie che, 
sul tema, piacciono a voi.


 
 
 
  Sappi amore mio

Charles Edward Perugini – Giovani innamorati

 
 
 

HO SCELTO TE 
S. Lawrence

Nel silenzio della notte,
io ho scelto te.
Nello splendore del firmamento,
io ho scelto te.
Nell’incanto dell’aurora,
io ho scelto te.
Nelle bufere più tormentose,
io ho scelto te.
Nell’arsura più arida,
io ho scelto te.
Nella buona e nella cattiva sorte,
io ho scelto te.
Nella gioia e nel dolore,
io ho scelto te.
Nel cuore del mio cuore,
io ho scelto te.


 

 
  Il cielo in una stanza
Leonid Afremov


PRESENZA 
W. Goethe

Tutto è annuncio di te!
Appare il sole radioso, e tu dietro a lui, spero.
Esci fuori in giardino e sei rosa fra le rose,
e sei giglio fra i gigli.
Quando nel ballo ti muovi si muovono le stelle,
insieme e intorno a te.
Notte! E così sarebbe notte!
Tu superi lo splendore soave e seducente della luna.
Seducente e soave sei tu, e fiori,
luna e stelle a te s’inchinano, o sole!
Sole, sii anche per me artefice di giorni radiosi!
Questa è vita, è eternità.


 
  Kiss Me
Francesco Hayez
 
 
 
 

SE AVESSI… 
William Butler Yeats

Se avessi il drappo ricamato del cielo,
intessuto dell’oro e dell’argento e della luce,
i drappi dai colori chiari e scuri del giorno e della notte
dai mezzi colori dell’alba e del tramonto,
stenderei quei drappi sotto i tuoi piedi:
invece, essendo povero, ho soltanto i sogni;
e i miei sogni ho steso sotto i tuoi piedi;
cammina leggera, perché cammini sui miei sogni.



  Per me per sempre
Vittorio Corcos
 
 
 

SENZA DI TE 
John Keats

Non posso esistere senza di te.
Mi dimentico di tutto tranne che di rivederti:…
la mia vita sembra che si arresti lì,
non vedo più avanti.
Mi hai assorbito.
In questo momento ho la sensazione
come di dissolvermi:
sarei estremamente triste
senza la speranza di rivederti presto.
Avrei paura a staccarmi da te.
Mi hai rapito via l’anima con un potere
cui non posso resistere;
eppure potei resistere finché non ti vidi;
e anche dopo averti veduta
mi sforzai spesso di ragionare
contro le ragioni del mio amore.
Ora non ne sono più capace.
Sarebbe una pena troppo grande.
Il mio amore è egoista.
Non posso respirare senza di te.




 
  Questo Piccolo Grande Amore
Carolus Duran – Il bacio – 1868


 

 
 
PER TE 
Edward Estlin Cummings

Il tuo cuore lo porto con me
Lo porto nel mio
Non me ne divido mai.
Dove vado io, vieni anche tu, mia amata;
qualsiasi cosa sia fatta da me,
la fai anche tu, mia cara.
Non temo il fato
perché il mio fato sei tu, mia dolce.
Non voglio il mondo, perché il mio,
il più bello, il più vero sei tu.
Questo è il nostro segreto profondo
radice di tutte le radici
germoglio di tutti i germogli
e cielo dei cieli
di un albero chiamato vita,
che cresce più alto
di quanto l’anima spera,
e la mente nasconde.
Questa è la meraviglia che le stelle separa.
Il tuo cuore lo porto con me,
lo porto nel mio.
 


 

  

 



Barra21CAhomeiwao
CLICCA QUI GIU’ PER LE NOVITA’ DEL BLOG
E… SE… TI PIACE… I S C R I V I T I
.
.
.





Io sì di Tenco – Quando una romantica canzone è anche pura poesia…   1 comment

 

 

 

 

In un'antologia di canzoni – poesie penso che questa nota…,
ma non notissima canzone…, del grande Tenco non possa mancare…
 
 
 
Per me è poesia pura…
 
 
 
 
 
 
Luigi Tenco (Cassine 21 3 1938 – Sanremo 27 1 1967)
 
 
 
 
 
La canzone è tutta sua…
testo e musica…
 
 
Appare a me… ma non solo…
come una delle sue canzoni più incisive…
più sensuali… più romantiche e più intriganti
 
 
Direi che rappresenta un vero e proprio unicum…,
proprio per questi aspetti…,
tra le canzoni di questo mitico cantautore…
vero mito della gioventù… degli anni 60…
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
E’ bello ascoltarla
sia nella versione maschile sofferta e profonda del grande Luigi…
che  nella versione femminile
cantata con la consueta sensualità ed intensità
dalla classica Ornella Vanoni…
 
 
Prima però… leggiamo il testo…
per apprezzarne il valore “poetico”.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
IO SI’
 
– Tenco –
 


Io sì,
che t’avrei fatto vivere
una vita di sogni
che con lui non puoi vivere
 
Io sì,
avrei fatto sparire
dai tuoi occhi la noia
che lui non sa vedere
ma ormai…
 
Io sì,
t’avrei detto il mio amore
cercando le parole
che lui non sa trovare
 
Io sì,
t’avrei fatta invidiare
dalle stesse tue amiche
che di lui ora ridono,
ma ormai…
 
Io sì,
t’avrei fatta arrossire
dicendoti “ti amo”
come lui non sa dire
 
Io sì,
da te avrei voluto
quella tua voce calda
che a lui fa paura
ma ormai…
 
Io sì,
t’avrei fatto capire
che il bello della sera
non è soltanto uscire
 
Io sì,
t’avrei insegnato
che si incomincia a vivere
quando lui vuol dormire,
ma ormai…
 
Io sì,
che t’avrei insegnato
qualcosa dell’amore
che per lui è peccato
 
Io sì,
t’avrei fatto sapere
quante cose tu hai
che mi fanno impazzire
ma ormai…

 

 

 

 

 
 
 
 Ascoltiamola dunque cantata dall’autore…
 
 
 

 
 
 
 
 
e, se ci va,
anche nella bella interpretazione della Vanoni…
 
 

 
 
 
 
Ciao da Tony Kospan
 
 
 
 
 
 
 

ARTE MUSICA POESIA ETC…
I N S I E M E
NEL GRUPPO DI FB

 
 
 
 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: