Archivio per l'etichetta ‘BUONUMORE

Scherziamo con l’autunno con barzellette e vignette.. per sorridere un po’   Leave a comment

.

.

.

.
.
.
.
.
.


Ora che l’autunno è arrivato…

 salutiamolo con qualche sorriso.

.
.
.
.
.
.



 
 
 
 


CHICCHE DI UMORISMO…
 
BREVI CATTIVE… E… AUTUNNALI…

 
 
 
 
 


  

 

INDOVINELLO


COS’E’ CHE SI TROVA IN INVERNO, PRIMAVERA ED ESTATE
E NON IN AUTUNNO?

(ve lo dirò alla fine del post eh eh… intanto pensateci)
 

 
 
 
 
 
 
 
 
autun eie6bjzeautun eie6bjze

 
 
 
 
 
 
 

 
autun acce2f1aautun acce2f1aautun acce2f1aautun acce2f1aautun acce2f1aautun acce2f1a


 

 
 
 
 
 
 

Foglie autunno GIFFoglie autunno GIF

.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
AUTUNN marr jtoj4ka (4)AUTUNN marr jtoj4ka (4)

.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.


 
 
 
 

 
 
 
 








LA RISPOSTA ALL’INDOVINELLO


(la lettera.. E.. RIDERE gif 2)
 
 
 
 
 
 
 

.

.

.

Ciao dall’Orso autunnale…


.

autunno orsetto 1090983




verde vine lineverde vine line
IL MONDO DI ORSOSOGNANTE ORA E’ ANCHE SU FB!










Ridere fa bene? Sì questo studio lo conferma! Allora… iniziamo la… cura!   Leave a comment


  

 



RIDERE… SORRIDERE…

OLTRE AD AIUTARCI A VIVER MEGLIO…

E’ UNA GRAN BELLA MEDICINA !




 



 

ECCO L’ARTICOLO CHE LO CONFERMA

CORREDATO DA VIGNETTE CON LE QUALI

 POSSIAMO INIZIARE LA… CURA…

 

 

 

 
 
 
 
UNA RISATA AL GIORNO…

 
 
 
 
Un vecchio detto recita: una mela al giorno leva il medico di torno.
Tutti sappiamo che il nostro stato di salute dipende in buona parte da come ci alimentiamo.
 
Eppure si fa sempre più strada la convinzione che per mantenersi in salute sia determinante anche il modo in cui cibiamo la nostra mente con pensieri ed emozioni positivi. 
 
Di seguito riportiamo il parere autorevole del dott. Roberto Santi, medico, autore teatrale e fondatore di due compagnie.



 
 
 
 
 

 

 
Ridere fa bene.
 
Ossia: una disposizione positiva della mente, un atteggiamento attivo e reattivo, una volontà di esternare le emozioni sono presupposti indispensabili per una buona salute.

Di più: ridere stimola la circolazione, aumenta l’ossigeno nei polmoni, abbassa la pressione, attiva i muscoli.

 
La moderna ricerca medica ha confermato quella intuizione che all’inizio del secolo ha dato avvio alla medicina psicosomatica: il corpo e la mente non sono due entità separate, ma due aspetti di un insieme che costantemente interagiscono tra loro.

La psiche, in strettissimo contatto con il sistema immunitario, influenza così le nostre capacità di contrastare una malattia e di reagire a situazioni debilitanti.
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
La scienza ha ormai da tempo sostanziato come le emozioni positive sono in grado di favorire i processi di guarigione, così come uno stress frequente e prolungato nel tempo può portare alla malattia.
 

Sono le connessioni tra psiche e sistema immunitario che spessissimo fanno sì che la nostra salute sia intaccata o, al contrario, rafforzata, se il nostro sistema è abbastanza ben strutturato da tenere lontane le malattie.
 
 
Quando si ride, uno dei benefici effetti dello scoppio di risa è proprio il rilascio, nel nostro organismo, delle beta-endorfine, sostanze che rafforzano potentemente quelle difese.
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
E’ da questi presupposti che da qualche anno, in tutto il mondo, si va diffondendo la cosiddetta ‘gelotologia‘ (dal greco gelos, riso): una ‘cura’ che, attraverso il buonumore e le emozioni positive che si stabiliscono tra medico e paziente, stimola le nostre possibilità di guarigione.








 
 


E’ noto come il pediatra americano, Hunter ‘Patch‘ Adams, ne ha fatto una scelta professionale, resa celebre dal film interpretato da Robin Williams Dopo le ricerche condotte da studiosi svizzeri, anche dall’Italia giunge la conferma che ridere almeno sette-nove minuti al giorno aiuta a mantenere il nostro organismo in piena salute psicologica.
 
Hai sentito qualche buona barzelletta ultimamente?
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
Molte ricerche scientifiche hanno dimostrato che il detto “Il Riso fa buon sangue” ha profonde radici di verità.
 
 
Una nuova branca della medicina, la PsicoNeuroEndocrinoImmunologia (PNEI), ha dimostrato che le emozioni positive, tra cui il ridere è una delle più potenti, influenzano positivamente il sistema immunitario, che è il vero garante della nostra salute. Questa semplice verità non ha avuto vita facile ed ancora stenta ad essere compresa nella sua importanza e profondità.
 
 
 
 

 
 
 
 
Tutto ciò che è connesso al ridere, nella nostra cultura, è considerato secondario, poco importante se non dannoso. In ultima analisi siamo molto meglio educati a soffrire che non a godere, a star bene. Invece, ridendo, si può migliorare e guarire anche da malattie molto gravi sia di tipo psicologico che propriamente fisico.
 
 
Il nostro sforzo, così, non solo è volto alla divulgazione di questa semplice ma dirompente verità , ma anche all’elaborazione di un metodo che è anche terapeutico, per affrontare disagi di tipo psicologico, relazionale, fino alle malattie cosiddette psicosomatiche, tra cui anche quelle degenerative (cancro, leucemie, ecc…).

 
 
 
 

 

 

 

“L’uso della risata e delle emozioni positive migliora lo stato psicologico e neuroendocrino del malato perché lo stress e la tensione emotiva provocati dal dolore e dall’ansia abbassano le difese del nostro organismo mentre tutto ciò che porta allegria e serenità ha un effetto benefico e sicuramente favorisce la guarigione” – spiega il dottor Alberto Vierucci, primario di Clinica Pediatrica III primario di Clinica Pediatrica III all’Ospedale Meyer di Firenze.






 
 
La comicoterapia può avere effetti straordinari. I dati più recenti parlano di una riduzione della degenza vicina al 50 per cento e del 20 per cento nell’uso di anestetici”. Quando si ride, infatti, tutto l’organismo è coinvolto dagli effetti positivi del buonumore: cervello, polmoni, sistema cardiovascolare e muscoli sono tonificati dalla risata come da un vero e proprio massaggio.
 
 
Per questo, dicono gli esperti, bisognerebbe ridere 12 minuti al giorno per mantenersi sani ed almeno 30 per cominciare a vedere qualche effetto terapeutico in chi è malato.
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
“Ridere migliora indubbiamente l’effetto delle terapie convenzionali ma non le sostituisce, è bene essere chiari”, spiega il professor David Fletzer, primario del Centro Paraplegici di Ostia (CPO), dove da un anno si sta sperimentando un progetto pilota di comicoterapia per adulti mielolesi insieme all’associazione





 
 
Ridere per Vivere finanziato dal Comune di Roma su iniziativa dell’Arvas, associazione di volontariato. è il primo caso in Europa di comicoterapia applicata al recupero psicologico degli adulti che hanno perso l’uso di braccia e gambe. Ridere ha degli effetti salvavita: protegge dall’infarto, stimola le difese, scaccia la depressione, elimina le ansie. “Una risata al giorno toglie il medico di torno, senza nulla togliere ai medici”.
 
 
 
 

 

 

 

 
Ridere può:
– rinforzare la tua immunità aumentando gli anticorpi dell’organismo come pure i lifociti-T che proteggono il tuo corpo da ‘invasori’ esterni.
– Aumentare la frequenza del tuo respiro e delle pulsazioni cardiache che sono di beneficio al sistema cardiovascolare.
– Stimolare il cervello a rilasciare endorfine (sostanze che creano gioia, piacere) che possono temporaneamente alleviare il dolore.
– Rilasciare emozioni negative che altrimenti potrebbero creare cambiamenti biologici dannosi nel corpo.
– Ridurre lo stress e favorire il rilassamento. Le ricerche suggeriscono che le persone con un elevato senso dell’umorismo non provano meno stress, ma attraverso le loro battute e la capacità di riderci su, riescono ad affrontarlo meglio.
 
Purtroppo, tendiamo a ridere di meno quando invecchiamo.
 
Mentre un bambino mediamente ride 300 volte ogni giorno, la maggior parte degli adulti ride fra 15 e 100 volte al giorno.
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
Per recuperare la natura di bambino che c’è in ognuno di noi, prova a trovare l’aspetto umoristico nelle situazioni di ogni giorno e cerca di passare il tuo tempo con persone che tirano fuori il tuo senso del divertimento.
 
 
Racconta o fatti raccontare delle barzellette e la prossima volta che vai al cinema o guardi la TV, cerca una commedia o un film comico.
 
 
Perché, dopo tutto, una risata può essere la migliore medicina!
 
 
 
 
 
 
 
 
 
testo dal web – impaginazione T.K. 
 
 
 
 
 
bye
 
 
CON UN SORRISO
DA TONY KOSPAN
 
 
 
 
 


 

Un sondaggio finto e molto divertente ma con un fondo di… verità   Leave a comment


 
 
 
 




Questo simpatico “sondaggio” del tutto inventato
è certamente divertente…
ma leggendolo… se ci pensiamo un attimo…
ci dice alcune verità…
e può farci riflettere un po’…
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
IL SONDAGGIO
 
 
Sono stati pubblicati i risultati di un recente sondaggio,
commissionato dalla FAO, rivolto ai governi di tutto il mondo.
 
La domanda era così formulata:
 
 
 

 
 
 
 
 

“Dite, onestamente, qual è la vostra opinione
sulla scarsità di alimenti nel resto del mondo”.

 
 
 
 

 

 

 

– gli europei non hanno capito cosa fosse la “scarsità”;

– gli africani non sapevano cosa fossero gli “alimenti”;

– gli americani hanno chiesto il significato di “resto del mondo”;

– i cinesi hanno chiesto maggiori delucidazioni sul significato di “opinione”;

– gli italiani stanno ancora discutendo su cosa significhi l’avverbio…”onestamente”.


 
 
 
 

 
 
 
Ciao da Tony Kospan



UNO SPAZIO VIRTUALE COMUNE D’ARTE
POESIA MUSICA SOGNI RACCCONTI
RIFLESSIONI BUONUMORE ETC

.

.

.

.


“Le 5 regole dell’impero romano” e tante battute e vignette divertenti romanesche   Leave a comment

 
 
 
 

 
 
 
 
 

E’ notissima l’immensa e direi contagiosa…
ironia romanesca…
seppur a volte molto graffiante.

 
 
 




 


Ecco dunque…
LE 5 REGOLE D’ORO DELL’IMPERO ROMANO
(in romanesco… originale)



 

 


1 – “Lavora sempre un pò meno della tua soglia minima de sopportazione

ricordate de abbassà ciclicamente i livelli di detta soglia.”


 

2 – “Nun te incazza’ coi deboli, nun te incazzà coi forti, NUN TE INCAZZA’ PROPRIO.

E ricorda, i deboli fanno finta, domani saranno forti,

quinni si proprio devi, menaje subito, nu li fà cresce.”


 

3 – “Non tutti i mali vengono pè nuoce, quindi tutte e vorte che hai fatto male a quarcuno,

nun te sembra, ma je hai fatto bene, percio’ nun te sta’ a preoccupa’, che te frega.” 

 

4 – “Aiutati che tanto nun te aiuta nessuno.

Ricorda infatti che Dio è onnipresente, quinni, se voleva te aiutava prima.” 

 

5 – “Nun scajà mai la prima pietra si nun sei sicuro da piallo BENE.

Sinnò è mejo che te la conservi pè dopo.”


 

 

 

 

 

 E’ un divertissement… certo…
ma per caso… non sono anche regole,
che, almeno in parte,
possono farci riflettere un po’?


 
 
 

 

 

 
Ecco ora altri mitici esempi…
del divertente sarcasmo dei romani.



 

 

 

 

 

 

 

 

 


,

,

,

,

 

 

 

 

 

Ciaoooooooooooooo

Orso Tony

  


.



.
 
 
 

Quattro storielle super femministe ma… divertenti e simpaticissime   Leave a comment






  L’ELICOTTERO



Undici persone si trovano appese alla corda di un elicottero: sono dieci uomini e una donna.


Dal momento che la corda non era sufficientemente resistente per sostenere tutte e undici le persone, decisero che uno doveva lasciarsi cadere nel vuoto altrimenti sarebbero dovuti morire tutti.


Non riuscivano a mettersi d’accordo su chi dovesse compiere il gesto fino a quando la donna non tenne un commovente discorso dicendo che sarebbe stata lei a lasciare volontariamente la corda dal momento che le donne sono abituate a rinunciare a tutto per i loro figli e i loro uomini e a regalare tutto agli uomini senza ricevere nulla in cambio.


Appena finì di parlare, tutti gli uomini iniziarono a battere le mani….


Morale: Non sottovalutate mai il potere di una donna… 





.


.


.

IL RUSCELLO




Un giorno tre amici partirono per una escursione e all’improvviso si trovarono davanti a un grande  torrente impetuoso.


Dovevano assolutamente passare dall’altra parte ma non avevano nessun’idea  di come attraversarlo. Uno dei tre si mise allora a pregare:


“Ti prego, mio Dio, dammi la forza di attraversare il torrente”.


E PUF! Dio gli donò due braccia robuste e due gambe potenti così che fu capace di attraversare  il torrente a nuoto in due ore, ma per due volte fu sul punto di annegare.


Vedendo ciò il secondo amico anche lui pregò Dio:


“Ti Prego, Signore, dammi la forza .. e i mezzi per attraversare il torrente”.


E PUF! Dio gli diede una scialuppa e dei remi con cui poté attraversare il torrente in un’ora, ma per due volte fu sul punto di capovolgersi. Il terzo compagno,  forte delle esperienze degli altri due, decise anche lui di rivolgersi a Dio:


“Ti prego, o Dio, dammi la forza, i mezzi…e l’intelligenza per attraversare il torrente”.


E PUF! Dio lo tramutò in donna. …Lei verificò la cartina, camminò per circa 200 metri a monte e traversò il ponte.


Morale: Senza parole….








IL MAIALE



Un uomo sta guidando su una tortuosa e stretta strada di montagna.


Una donna guida sulla stessa strada ma in senso inverso.


Nel momento in cui si incrociano, la donna apre il finestrino dell’auto e grida accorata… maialeeeee!!”.


L’uomo, immediatamente, apre il proprio finestrino e risponde: “Puttanaaa!!”.


Ognuno di loro continua per la propria strada e però, appena l’uomo gira il tornante successivo va a sbattere contro un grosso maiale al centro della strada.


Morale: Se solo gli uomini stessero ad … ASCOLTARE…





Tissot – Giovane donna in barca




LA BARCA



Una coppia andò in vacanza su un lago in cui si poteva pescare.


Lui amava pescare all’alba e lei adorava la lettura.


Una mattina lui tornò dopo alcune ore di pesca e decise di sdariarsi e schiacciare un pisolino.


Benchè il lago non le fosse familiare, lei decise di uscire in barca.


Remò un po’, ancorò la barca e ricominciòa leggere il suo libro.


Dopo un po’ apparve una guardia vicino alla sua barca.


Richiamò la donna e le disse: “Buongiorno, signora… Cosa sta facendo?”


Leggo” – rispose lei, pensando che fosse evidente.


“Si trova in un’area di divieto di pesca”


Ma non sto pescando! Non lo vede?”


“Sì però ha con sè tutto l’occorrente. Dovrà seguirmi e la dovrò multare”.


Se lo fa, la denuncio per violenza carnale!” – disse la donna indignata.


“Ma.. ma se non l’ho neanche toccata!”


Sì, però ha con sè tutto l’occorrente!”


Morale: Non discutere mai con donne che sanno… leggere …





Ciao dall’Orso… grande ammiratore  delle donne …

(ma non …esagerate … però… eh eh… scherzo…)








La nostra vita dopo l’esplosione di internet – Sorridiamo con barzellettine e vignette   1 comment

 

 

 

 

 

Penso che possiamo accogliere le battute e le vignette

su di noi internauti, appassionati del pc, degli smartphone

o degli altri nuovissimi sistemi di telecomunicazione

con ironia ed… autoironia.

(sennò peggio per chi ne è sprovvisto)

 

 

  

 

LA NOSTRA VITA… DOPO AVER CONOSCIUTO…

LA CONNESSIONE TOTALE

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Barzellette… barzellettine e vignette.

 

 

 
 
 
 
 
CI ACCORGIAMO DI VIVERE NEL 2021…QUANDO



  
 
 
 
 


1. per caso batti la tua password sul microonde




2. sono anni che non giochi al solitario con carte vere



3. hai una lista di 15 numeri di telefono per chiamare una famiglia di 3 persone



4. mandi una mail al tuo collega che ha l’ufficio vicino al tuo 





.
.
.

5. hai perso contatto con i tuoi amici o familiari perché non hanno indirizzo e-mail


6. arrivi a casa dopo il lavoro e rispondi al telefono come se fossi ancora in ufficio



7. fai lo zero sul tuo telefono di casa per prendere la linea



8. sei al tuo posto di lavoro da 4 anni ma hai lavorato per 3 imprese diverse










9. tutte le pubblicità hanno un indirizzo web sullo schermo, in basso


10. vai nel panico se esci da casa senza il cellulare e torni indietro a riprenderlo



11. ti alzi la mattina e la prima cosa che fai è accendere il PC prima di bere un caffè



12. provi ad aprire il portone di casa con il badge dell’ufficio








13. stai leggendo questo testo, sei d’accordo e sorridi


14. peggio ancora, … sai già a chi rimandare questa e-mail



15. sei troppo occupato per accorgerti che non c’è il numero 9 in questa lista


16. subito guardi il messaggio per vedere se c’è o no il numero 9 nella lista

 

 

 




UNA STORIA VERA

 
 
 

 

Un tizio telefona al provider dicendo di avere dei problemi al pc.

Il provider gli dice che fanno anche assistenza e che potrebbero sistemarglielo loro, quindi chiede:

“Che macchina ha lei?”

“Una Panda”.

 


 
 

.

.

BARZELLETTINE SUL PC


Caro Signor Google,
vorrei informarla che di moglie ne ho già una e mi basta.
Perché si ostina a comportarsi come lei?
Una volta per tutte le chiedo cortesemente
di lasciarmi completare la frase
prima di cominciare a suggerirmi come potrebbe finire. Grazie!



Due topi si incontrano dopo tanto tempo,
uno chiede all’altro:
“Come sta tuo figlio?”
“Sta bene grazie, si è laureato in America
e ora lavora nel campo dell’informatica.”
“E di che cosa si occupa precisamente?”
“Fa il mouse!”



Tra amici
“Da quando hai messo internet non senti più nessuno!”
“Eh? Cosa hai detto?”








Tra stampanti: “Come ti senti?”
“Mah, sono un po’ giù di toner…”



Che rabbia,
ho comprato un nuovo monitor di ultima generazione…
e continuo a vedere male!”
“Davvero? E come mai?
“Mi è costato un occhio!”







La disumanità del computer sta nel fatto che,
una volta programmato e messo in funzione,
si comporta in maniera perfettamente onesta
Isaac Asimov

.

.

.

.

 

 IN E OUT – LE SOLUZIONI

 .

.

Tre ingegneri, uno elettronico, uno meccanico e uno informatico, stanno viaggiando in auto.

A un certo punto l’auto si ferma e non accenna a ripartire.

Scende prima l’ingegnere meccanico, apre il cofano e dice: “Sicuramente si è rotta la cinghia della distribuzione. Siamo inguaiati!”.

Allora l’ingegnere elettronico: “No, per me è lo spinterogeno che ha creato un corto circuito deviante con incrostazioni e ossidazioni sulla centralina dell’iniezione. Qui bisogna chiamare il carro attrezzi…”

E l’informatico: “Ma se provassimo a uscire dall’auto e poi a rientrare?




 

 

 


CIAO DA TONY KOSPAN

 

 


TESTI ED IMMAGINI DAL WEB 

RICERCA E IMPAGINAZ. T.K.




POESIA ARTE MUSICA ETC
I N S I E M E












 
 
 

L’amante di mio marito.. super barzelletta mitica che però fa pensare   Leave a comment

 

 

 

L’AMANTE DI MIO MARITO
 PER SORRIDERE…MA NON SOLO
 

 
 
 
 
 

 
 
Marito e moglie stanno cenando in un ristorante di lusso quando entra
una stupenda donna, bionda e sexy, che si avvicina al loro tavolo,
saluta l’uomo calorosamente, gli dà un grosso bacio sulla bocca e se
ne va dicendo :
 “Ci vediamo domani al solito posto”.
 
 La moglie e’ scandalizzata:
“Ma chi e’ quella?”.
 
E il marito tranquillo:
“Niente, cara, e’ la mia amante”.
 
La moglie grida arrabbiatissima:
“Porco! Voglio il divorzio!”.
 
“Non c’e’ problema – replica il marito – ma
pensaci bene: dopo il divorzio niente cameriera, niente spese in
Centro, niente auto sportiva, niente gioielli e niente cene in
ristoranti di lusso. Decidipure liberamente”.
 
Mentre sta dicendo ciò entra nel ristorante un loro amico accompagnato
da una bella ragazza, anch’essa vestita elegante e sexy.
 
La moglie allora chiede:
“Ma chi e’ quella bella ragazza insieme a Giovanni?”.
 
 “E’ la sua amante!”
replica il marito.
 
E la moglie: ….
“La nostra e’ meglio!“.
 
 
 
 
 
 
 

CIAO DA ORSO TONY



 
 

La casalinga ed il robot – Mitica… classicissima super barzelletta!   Leave a comment

 

 


SIMPATICISSIMA… FORTISSIMA BARZELLETTA


 

 





 
 
 
 
 
 

LA CASALINGA ED IL ROBOT

 
 
 
 
Un giorno, una casalinga tornò a casa con l’ennesimo strano acquisto,
un robot in grado di individuare una bugia.

Il marito trovò l’acquisto piuttosto inutile, in quanto aveva sempre predicato l’importanza della sincerità in famiglia ed era certo di essere riuscito nel suo intento.
 
Nel pomeriggio, il figlio quindicenne rincasò con 2 ore di ritardo.
 
A quel punto, certo di dare a sua moglie uno smacco, chiese al ragazzino:
‘Come mai sei arrivato a casa 2 ore dopo?’
Siamo stati in libreria a lavorare su un progetto scolastico’, rispose prontamente.
Il robot girò intorno al ragazzo, e con uno sberlone lo stese.
 
‘Questa è la macchina della verità figliolo, dove sei stato veramente dopo scuola?’
‘Siamo stati a casa di Carlo a guardare un film’.
‘Cosa avete guardato?’ chiese a quel punto la madre.
‘I dieci Comandamenti’, rispose il figlio.
Il robot girò intorno al ragazzo, e con uno sberlone lo stese.
 
Con voce tremante si rialzò e disse:
 ‘Mi dispiace, vi ho mentito, in realtà abbiamo guardato un film intitolato: ‘la regina del sesso’.
 
‘Mi vergogno di te, disse il padre infuriato, ‘alla tua età non ho mai mentito ai miei genitori’.
Il robot girò intorno all’uomo, e lo stese.
 
La moglie piegata in due dalle risate disse:
‘Questa te la sei proprio cercata, non puoi neanche arrabbiarti troppo con lui, dopotutto è… tuo figlio!’.
Il robot girò intorno alla donna, e… la stese



 
 
 

 
 






CIAOOOOOOOOOOOOOOOO

DA TONY KOSPAN


  








 


 


 

Con queste Pilloline d’amore (pensierini d’autore e vignette) prendiamo in giro il sentimento più… amato!   Leave a comment

 

 

 

 

 

Dopo tanto parlare d’amore in modo serio
parliamone ora per sorriderne un po’
con dei mini pensieri o “barzellettine”, 
però d’autore, ed alcune vignette.


 
 
 
 
 
 
 
 

PILLOLINE D’AMORE… MA D’AUTORE

 
 
 
 
 

 

 

 

 

“L’amore è eterno finché dura”
Henry de Régnier
 

“C’è un unico tipo di amore che regge: quello non corrisposto”
Woody Allen
 

Giox “L’amore non ha niente a che fare con l’intelligenza”
Jean Renoir

 

“Quando uno si sente completamente idiota, vuol dire che è innamorato?”
Francois Truffaut


 
 
 
 

 

 

 



“Amare se stessi è l’inizio di una storia d’amore lunga tutta una vita”
Oscar Wilde


“L’amore è una grave malattia mentale”
Platone



Giox “Provo per te un affetto senza fine, un affetto impensabile. E’ un angoscia avere in sé un affetto così immenso”
Ingmar Bergman



“Mai innamorarsi di un fiocco di neve”
Charles M. Schulz


 

 

 


 

 



“Una notte d’amore è un libro letto in meno”
Honoré de Balzac


“L’amore è donare quello che non si ha a qualcuno che non lo vuole”
Jacques Lacan



Giox “Fare l’amore con la propria moglie è come sparare a un’anatra morta”
Groucho Marx




“I grandi amori si annunciano in modo preciso, appena la vedi dici: chi è questa stronza?”
Ennio Flaiano


 

 


 

 



“L’amore ha diritto di essere disonesto e bugiardo. Se è sincero”
Marcello Marchesi

 

“L’amore è l’attesa di una gioia che quando arriva annoia”
Leo Longanesi


“L’amore è un castigo. Siamo puniti di non aver saputo restare soli”
Marguerite Yourcenar

 

Giox “Amore. Amore. Amore. Quanto rumore … per nulla”
Anonimo



 
 
 
 
 
 
 
 
 
 


testo dal web – impaginazione dell’Orso


 

 

 

 

 

 


CIAO DA TONY KOSPAN





stars.gif stars picture by RaiodeLuarstars.gif stars picture by RaiodeLuarstars.gif stars picture by RaiodeLuarstars.gif stars picture by RaiodeLuarstars.gif stars picture by RaiodeLuarstars.gif stars picture by RaiodeLuarstars.gif stars picture by RaiodeLuar

PER LE NOVITA’ DEL MONDO DI ORSOSOGNANTE

 
SE IL BLOG TI PIACE…  I S C R I V I T I








IO SONO… MIO NONNO! – Incredibile… quasi assurda ma molto divertente… lettera   Leave a comment




Questa è una sorprendente lettera che rinvenni nel web anni fa

e che mi colpì per la sua evidente assurdità

ma anche  perché mi strappò un sorriso.


Tuttavia quello che leggiamo spesso nella cronaca,

quanto ad incastri familiari incredibili,

la rende un po’ meno… impossibile.

.

.


.


IO SONO… MIO… NONNO!!!!!

Incredibile… lettera…



La seguente lettera sarebbe stata realmente inviata al Ministero della Difesa
alcuni anni fa da un ragazzo che chiedeva l’esonero dal servizio militare.







Signor Ministro della Difesa,
mi permetta di prendere rispettosamente la libertà di esporvi quanto segue, e di sollecitare per vostra benevolenza lo sforzo necessario al rapido disbrigo della pratica.
Sono in attesa della chiamata alle armi, ho 24 anni e sono sposato con una vedova di 44 anni, la quale ha una figlia di 25 anni.
Mio padre ha sposato tale figlia.
Quindi attualmente mio padre è diventato mio genero, in quanto ha sposato mia figlia.
Inoltre, mia nuora è divenuta mia matrigna, in quanto moglie di mio padre.
Mia moglie e io abbiamo avuto lo scorso gennaio un figlio.
Costui è quindi diventato fratello della moglie di mio padre, quindi cognato di mio padre; e inoltre mio zio, in quanto fratello della mia matrigna.
Mio figlio è dunque mio zio.
La moglie di mio padre a Natale ha avuto un figlio,
che quindi è contemporaneamente mio fratello in quanto figlio di mio padre, e mio nipote in quanto figlio della figlia di mia moglie.
Io sono quindi fratello di mio nipote, e siccome il marito della madre di una persona è suo padre, risulta che io sono padre della figlia di mia moglie e fratello di suo figlio.
Quindi io sono mio nonno!
Spiegato ciò, Signor Ministro, la prego di volermi concedere di essere esentato dal servizio militare, in quanto la legge impedisce che padre, figlio e nipote prestino servizio contemporaneamente.
Fermamente convinto della vostra comprensione, la prego Signor Ministro di accettare i miei più distinti saluti.”







Per la cronaca, pare che il ragazzo in questione
sia stato effettivamente riformato per
“stato psichico instabile e preoccupante e turbe mentali aggravate
da un clima familiare molto disturbante”. Sorpresa










Testo dal Web


Inutile ribadire che la cosa è assurda
ma non c’è dubbio che sia una storia
anche molto originale e divertente
e, come dicevo su,
chissà se per caso qualcosa del genere
non sia davvero accaduta.

Ciao da Tony Kospan










%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: