Archivio per l'etichetta ‘buonanotte in poesia

Felice serata in poesia con “Voglio te” Tagore – arte W. Czachórski – canzone “A Blue Shadow”   Leave a comment

 

 

 

 

Wladyslaw Czachorski

 

 

 

 

 

 

SER n4wgb

 

 

 

 

 

 

arancion-rose.gifarancion-rose.gif 

Le uniche cose che ti appartengono davverosono i tuoi sogni


e la libera volontà di vivere la vita nel modo in cui desideri farlo. 


Tutto il resto lo prendiamo soltanto in prestito.


Sergio Bambaren

arancion-rose.gifarancion-rose.gif

 

 

 

 

 

Wladyslaw Czachorski – Momento di riflessione

 

 

 

 


VOGLIO TE

 

Tagore


 


Voglio te, solo te!
Lascia che il mio cuore
lo ripeta senza fine.

Tutti i desideri che mi distraggono
di giorno e di notte
in sostanza sono fasulli e vani.

 

 

Come la notte tiene nascosta nel buio
l’ansia di luce
così nel profondo del mio cuore
senza ch’io me ne renda conto
un grido risuona:

Voglio te, solo te!

 

 

Come la tempesta cerca la quiete
mentre ancora lotta contro la quiete
con tutte le sue forze
così io mi ribello e lotto
contro il tuo amore
ma grido che voglio te, solo te.

  

 

 

 

Wladyslaw Czachorski 

 

angel-image091.gifangel-image091.gif

 

 

 

 

EVENING 1uZ

 

 

 

 

 

PER CHI AMA VIVER L’ARTE INSIEME

Ripped Note

 
 
 
 
Wladyslaw Czachorski


 
 

Buona serata in poesia con “Voglio te” Tagore – arte W. Czachórski – canzone “A Blue Shadow”   Leave a comment

 

 

 

 

Wladyslaw Czachorski

 

 

 

 

 

 

SER n4wgb

 

 

 

 

 

 

arancion-rose.gifarancion-rose.gif 

Le uniche cose che ti appartengono davverosono i tuoi sogni


e la libera volontà di vivere la vita nel modo in cui desideri farlo. 


Tutto il resto lo prendiamo soltanto in prestito.


Sergio Bambaren

arancion-rose.gifarancion-rose.gif

 

 

 

 

 

Wladyslaw Czachorski – Momento di riflessione

 

 

 

 


VOGLIO TE

 

Tagore


 


Voglio te, solo te!
Lascia che il mio cuore
lo ripeta senza fine.

Tutti i desideri che mi distraggono
di giorno e di notte
in sostanza sono fasulli e vani.

 

 

Come la notte tiene nascosta nel buio
l’ansia di luce
così nel profondo del mio cuore
senza ch’io me ne renda conto
un grido risuona:

Voglio te, solo te!

 

 

Come la tempesta cerca la quiete
mentre ancora lotta contro la quiete
con tutte le sue forze
così io mi ribello e lotto
contro il tuo amore
ma grido che voglio te, solo te.

  

 

 

 

Wladyslaw Czachorski 

 

angel-image091.gifangel-image091.gif

 

 

 

 

EVENING 1uZ

 

 

 

 

 

PER CHI AMA VIVER L'ARTE INSIEME

Ripped Note

 
 
 
 
Wladyslaw Czachorski


 
 

Felice mercoledì sera in poesia “Secondo ricordo” di R. Alberti – arte Perugini – canzone “Schiavo senza catene”   Leave a comment

 
 
 
 
 
 
 
 
Charles Edward Perugini
 
 
 
 
 
 
 
             
 
Io ho disteso i miei sogni sotto ai tuoi piedi.
Cammina dolcemente, perché tu cammini sui miei sogni.
William Butler Yeats
 
 
    
 
 
 

Charles Edward Perugini
 
 
 
 
SECONDO RICORDO
– Rafael Alberti –
 
Anche prima,
molto prima della rivolta delle ombre,
e che nel mondo cadessero piume incendiate
e un uccello potesse essere ucciso da un giglio.
Prima,
prima che tu mi domandassi
il numero e il sito del mio corpo.
Assai prima del corpo.
Nell'epoca dell'anima.
Quando tu apristi nella fronte non coronata,
del cielo,
la prima dinastia del sogno.
Allorché,
contemplandomi nel nulla,
inventasti la prima parola.
Allora,
il nostro incontro.
 
 
 
 

Charles Edward Perugini


 
 
 
                            




 
 
a tutti… da  Tony Kospan
 
 
 
 

ARTE MUSICA POESIA ETC
NEL GRUPPO DI FB

COLLEGATO ALLA PAGINA

 
 
 
 
 
Charles Edward Perugini – Innamorati in giardino

 
 
 

 

 

Felice notte in poesia “Ripenso il tuo sorriso” Montale – arte R. de Madrazo – canzone “Non ti dimentico”   Leave a comment

 

 

Raimundo de Madrazo

 

 

 

 
 

 
Se l’amore fosse nella carne,
lo brucerei con ferro rovente e sarei in pace.
Ma è nell’anima… inaccessibile.
Khalil Gibran
 

 
 
Raimundo de Madrazo – Album dei ricordi

 

 


RIPENSO IL TUO SORRISO…

– Eugenio Montale –

 

Ripenso il tuo sorriso, ed è per me un’acqua limpida

scorta per avventura tra le pietraie d’un greto,

esiguo specchio in cui guardi un’ellera e i suoi corimbi;

e su tutto l’abbraccio di un bianco cielo quieto.

 

Codesto è il mio ricordo; non saprei dire, o lontano,

se dal tuo volto si esprime libera un’anima ingenua,

vero tu sei dei raminghi che il male del mondo estenua

e recano il loro soffrire con sé come un talismano.

 

Ma questo posso dirti, che la tua pensata effigie

sommerge i crucci estrosi in un’ondata di calma,

e che il tuo aspetto s’insinua nella memoria grigia

schietto come la cima di una giovane palma…

 

 

 

Raimundo de Madrazo – Coppia in maschera 

 

 

 

 

 

by Tony Kospan

  
 
 



libro.gif Libro image by Arkanis74 libro.gif Libro image by Arkanis74 libro.gif Libro image by Arkanis74 libro.gif Libro image by Arkanis74 

POESIE E CULTURA VARIA?






Raimundo de Madrazo – Flirt


 
 

Buonanotte in poesia con “Voglio te” di Tagore – arte W. Czachórski – canzone “A Blue Shadow”   Leave a comment

 

 

 

 

Wladyslaw Czachorski

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Le uniche cose che ti appartengono davvero

sono i tuoi sogni

e la libera volontà di vivere la vita

nel modo in cui desideri farlo.
Tutto il resto

lo prendiamo soltanto in prestito.
Sergio Bambaren

 

 




 

 

 

 

 

 

L'immagine può contenere: 1 persona, persona seduta
Wladyslaw Czachorski

 

 

 

 

VOGLIO TE

 

Tagore

 


Voglio te, solo te!
Lascia che il mio cuore
lo ripeta senza fine.

Tutti i desideri che mi distraggono
di giorno e di notte
in sostanza sono fasulli e vani.

 

 

Come la notte tiene nascosta nel buio
l’ansia di luce
così nel profondo del mio cuore
senza ch’io me ne renda conto
un grido risuona:

Voglio te, solo te!

 

 

Come la tempesta cerca la quiete
mentre ancora lotta contro la quiete
con tutte le sue forze
così io mi ribello e lotto
contro il tuo amore
ma grido che voglio te, solo te.

  

 

 

 

Wladyslaw Czachorski 

 

.

 

 

 

 

Visualizza immagine di origine

 

 

 

 

 

PER CHI AMA VIVER L'ARTE INSIEME

 
 
 
 
Wladyslaw Czachorski


 
 

Buonanotte con la bella minipoesia “Mi rimbocco il cielo” di Renzo Montagnoli   Leave a comment

 
 
 
 
 
 
 
 
MI RIMBOCCO IL CIELO
Renzo Montagnoli
 
Mi rimbocco il cielo
per sognar le stelle
m'avvolge la notte
e la stringo a me
lontana è l'eco
dell'universo
un carillon infinito
che accompagna
il calar del sonno
sulla mia serenità.
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
Nessun testo alternativo automatico disponibile.
 
da Tony Kospan



stars.gif stars picture by RaiodeLuarstars.gif stars picture by RaiodeLuarstars.gif stars picture by RaiodeLuar
PER LE NOVITA' DEL BLOG
 E… SE TI PIACE…
ISCRIVITI





John Simmons – Sogno di una notte d'estate

 
 
 

Buon mercoledì sera in poesia “Secondo ricordo” di R. Alberti – arte Perugini – canzone “Schiavo senza catene”   Leave a comment

 
 
 
 
 
 
 
 
Charles Edward Perugini
 
 
 
 
 
 
 
                          
 
 
Io ho disteso i miei sogni sotto ai tuoi piedi.
Cammina dolcemente, perché tu cammini sui miei sogni.
William Butler Yeats
 
 
 
 
 

 

 
 

Charles Edward Perugini – Innamorati in giardino
 
 
 
 
SECONDO RICORDO
– Rafael Alberti –
 
Anche prima,
molto prima della rivolta delle ombre,
e che nel mondo cadessero piume incendiate
e un uccello potesse essere ucciso da un giglio.
Prima,
prima che tu mi domandassi
il numero e il sito del mio corpo.
Assai prima del corpo.
Nell'epoca dell'anima.
Quando tu apristi nella fronte non coronata,
del cielo,
la prima dinastia del sogno.
Allorché,
contemplandomi nel nulla,
inventasti la prima parola.
Allora,
il nostro incontro.
 
 
 
 

Charles Edward Perugini – Oh, per il tocco di una mano svanito – 1870

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
a tutti… da  Tony Kospan
 
 
 
 

  

ARTE MUSICA POESIA ETC
NEL GRUPPO DI FB

COLLEGATO ALLA PAGINA

 
 
 
 
 
L'immagine può contenere: 2 persone, persone in piedi e spazio all'aperto
Charles Edward Perugini

 
 
 

 

 

Buon mercoledì sera in poesia “Secondo ricordo” R. Alberti – arte.. Perugini – canzone “Schiavo senza catene”   Leave a comment

 
 
 
 
 
 
 
 
Charles Edward Perugini
 
 
 
 
 
 
 
                          
 
 
Io ho disteso i miei sogni sotto ai tuoi piedi.
Cammina dolcemente, perché tu cammini sui miei sogni.
William Butler Yeats
 
 
 
 
 

 

 
 

Charles Edward Perugini – Innamorati in giardino
 
 
 
 
SECONDO RICORDO
– Rafael Alberti –
 
Anche prima,
molto prima della rivolta delle ombre,
e che nel mondo cadessero piume incendiate
e un uccello potesse essere ucciso da un giglio.
Prima,
prima che tu mi domandassi
il numero e il sito del mio corpo.
Assai prima del corpo.
Nell'epoca dell'anima.
Quando tu apristi nella fronte non coronata,
del cielo,
la prima dinastia del sogno.
Allorché,
contemplandomi nel nulla,
inventasti la prima parola.
Allora,
il nostro incontro.
 
 
 
 

Charles Edward Perugini – Oh, per il tocco di una mano svanito – 1870

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
a tutti… da  Tony Kospan
 
 
 
 

  

ARTE MUSICA POESIA ETC
NEL GRUPPO DI FB

D'ARTE POESIA MUSICA ETC.
NATO DALLA PAGINA

 
 
 
 
 
Charles Edward Perugini
 
 
 

 

 

Felice notte con la bella minipoesia… Mi rimbocco il cielo…   Leave a comment

 
 
 
 
 
 
 
 
MI RIMBOCCO IL CIELO
Renzo Montagnoli
 
Mi rimbocco il cielo
per sognar le stelle
m'avvolge la notte
e la stringo a me
lontana è l'eco
dell'universo
un carillon infinito
che accompagna
il calar del sonno
sulla mia serenità.
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
da Tony Kospan



SE IL BLOG TI PIACE
I S C R I V I T I
O METTILO NEI PREFERITI





John Simmons – Sogno di una notte d'estate


 
 
 

Buonanotte in poesia “Secondo ricordo” di R. Alberti – arte di C. E. Perugini – canzone.. Schiavo senza catene   Leave a comment

 
 
 
 
 
 
 
 
Charles Edward Perugini
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Io ho disteso i miei sogni sotto ai tuoi piedi.
Cammina dolcemente, perché tu cammini sui miei sogni.
William Butler Yeats
 
 
 
 
 

 

 
 

Charles Edward Perugini – Innamorati in giardino
 
 
 
 
SECONDO RICORDO
– Rafael Alberti –
 
Anche prima,
molto prima della rivolta delle ombre,
e che nel mondo cadessero piume incendiate
e un uccello potesse essere ucciso da un giglio.
Prima,
prima che tu mi domandassi
il numero e il sito del mio corpo.
Assai prima del corpo.
Nell'epoca dell'anima.
Quando tu apristi nella fronte non coronata,
del cielo,
la prima dinastia del sogno.
Allorché,
contemplandomi nel nulla,
inventasti la prima parola.
Allora,
il nostro incontro.
 
 
 
 

Charles Edward Perugini – Oh, per il tocco di una mano svanito – 1870

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
a tutti… da  Tony Kospan
 
 
 
 

  

ARTE MUSICA POESIA ETC
NEL GRUPPO DI FB

D'ARTE POESIA MUSICA ETC.
NATO DALLA PAGINA

 
 
 
 
 
Charles Edward Perugini
 
 
 

 

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: