Archivio per l'etichetta ‘buona serata

Giovedì notte in poesia “Vicinanza all’amata” Goethe – arte Mucha – canzone “Quello che non…” Celentano   Leave a comment

Alphonse Mucha



        
        
 
 
 
 

misc023misc023misc023misc023misc023misc023misc023misc023misc023

E’ bello quando trovi qualcuno che sia innamorato della tua mente. 
Qualcuno che vuole parlare alla tua coscienza e far l’amore con i tuoi pensieri. 
Qualcuno che vuole guardarti mentre lentamente butti giù
i muri che ti sei costruito e lo lasci entrare. 
– Reeva Steenkamp –

misc023misc023misc023misc023misc023misc023misc023misc023misc023
 
 
 
Alphonse Mucha – Le 4 stagioni
 
 
 
 
VICINANZA ALL’AMATA  
~ Goethe ~


Io penso a te quando il raggio del sole
mi raggiunge dal mare.
Penso a te quando il biancore lunare
si specchia nella fonte.
Ti vedo quando sulla via lontana
si solleva la polvere
e quando a notte là sul ponticello
passa il viandante, e trema.
Io odo te quando il mugghiar dell’onda
monta cupo laggiù.
Vado spesso nel quieto bosco e ascolto,
quando tutto è silenzio.
Sono con te: benché così lontana
tu sei vicina a me.
Cade il sole, mi fan luce le stelle.
Oh, se tu fossi qui!

 
 
 

Alphonse Mucha – Danza

 
 
 
pbsnake3

 
 
 






3
IL GRUPPO DI CHI AMA VIVER L’ARTE
I N S I E M E

Frecce (174)

.
.
.

.
fre bia pouce    musical notes   (Quello che non ti ho detto mai – Celentano).

Alphonse Mucha




Giovedì sera in poesia “Danza d’amore” Elena Scarpello – Arte M. Shasha – Canzone “Acqua e sale” Mina e Celentano   Leave a comment




Mark Shasha
 
 
 

Dovunque voi siate vi giunga il mio più affettuoso
augurio di un bella serata estiva.
 
 
 
 
 
 
 
 
 

I dipinti stavolta sono tutti… d’ambiente estivo e marino…

 
 

 
 
 1tga3e2yj47

Il tempo è una scusa.

Quando si ama una cosa il tempo lo si trova.

– Dacia Maraini –

1tga3e2yj47

.




Mark Shasha – Vento d’estate

 

 

long cuor 1xd5long cuor 1xd5

 

 

fre bia pouce     (Acqua e sale)

 
 
 

DANZA D’AMORE
Elena Scarpello

Ella danza
Davanti al suo principe
La danza dei fiori
Che volteggiano
Nel vento
Leggeri
Stupenda ballerina
Or si allontana
Or si avvicina
Turbinando
come per magia
Su un tappeto di fiori
E di profumo
Sulla punta delle dita
Poi tra le braccia morbide
Del suo amato
Cade sfinita
Lui la veste di baci
Come fiamma
ella si accende
Tutto in lei è passione
Poi si abbandona
un fiore arso che vibra
che davanti al silenzio
non si ferma
Abbracciati
Volteggiano nella stanza
Alfin
dopo aver sollevato i veli
Il suo principe
si placa in lei
che sublime fiorí.

 
 
 

Mark Shasha



farf 2qx3kuqfarf 2qx3kuqfarf 2qx3kuqfarf 2qx3kuq

.

.


a tutti da Antony Kospan

 

 

 Mark Shasha




Serata in poesia “Gocce d’alba” De Steinkuehl – arte A. Hacker – canzone “Let it be”   Leave a comment


 

 
 
 

Arthur Hacker – L’ombrellino perduto
 
 
 

  
 

ross 5
Non posso perdere
l’unica cosa che mi mantiene vivo:
la SPERANZA.
 
Una parola che, spesso si trova con noi al mattino, 
viene ferita nel corso della giornata
e muore all’imbrunire, 
ma resuscita con l’aurora.
– Paulo Coelho –
ross 5
  
 
fre bia pouce    musicAnimata

Arthur Hacker
 
 
 

stella AR2 animado  f divisori115m bae9829f divisori115m bae9829stella AR2 animado

 
 

Gocce d’Alba
Monica De Steinkuehl

Annego sotto gocce di rugiada
soffici e delicate
mi lascio avvolgere dall’aria umida
dolci stille mi accarezzano il viso
senza lasciare
spazio a nessuno
Voce all’anima
libera dentro un sogno leggero
seguo il flusso della mia vita
in un mare di piccoli segni del destino
a cui mi abbandono
per trovare la pace più profonda
il senso che mi da
questo contatto
così forte
con la natura
così immensa.
Danzo libera su queste gocce
su me stessa
sui miei pensieri
in un arcobaleno di suoni
che mi dona quest’alba
così viva di colori,
ritrovo la perdita
all’improvviso..
…mi accorgo
che in realtà
non ho mai perduto nulla.
Tutto è dentro di me.

 

 

Arthur Hacker – Fiori di primavera
   

 

 
 
 
 
A TUTTI DA ORSO TONY 
 
 

scriver foto.23scriver foto.23scriver foto.23scriver foto.23scriver foto.23

POESIA E CULTURA CON LEGGEREZZA

Frecce (174)





Arthur Hacker – The Cloister of the Bell


 

Serata in poesia “Sogni imperscrutabili” D. Pasqua – arte J. Collier – canzone “Legata ad un granello” N. Fidenco   Leave a comment

 

  

 

 

John Collier


 

 

 

viola 19

Quando io ti amo e tu mi ami, 
siamo l’uno come lo specchio dell’altro, 
e riflettendoci l’uno nello specchio dell’altro, 
vediamo l’infinito. 
– Leo Buscaglia –

viola 19


 
 
John Collier – La confessione
 
 
 
 
SOGNI IMPERSCRUTABILI 
Daniella Pasqua


Sogni imperscrutabili
coperti da profonda
e spessa coltre di nebbia.
Vagano perdendosi
al rintoccare delle ore.
Meta insicura…
Voglie inespresse
che divorano l’ intelletto
frenando slanci liberatori.
Rimpianti di piccole gioie
che avrebbero cambiato
il corso del mio cammino.
Passioni che incalzano
cercando compimento
in attimi rubati all’ ora del giorno
Sogni e desideri
che si perdono nel tempo,
lasciando briciole…
che raccolgo con gioia.
 
 
 
 
John Collier – Lady Godiva



       
 

 

 

 


             barrafiorita               

LA PAGINA DELLA POESIA E DELLA CULTURA VARIA
CON LEGGEREZZA
Frecce2039

 

        farf 2qx3kuqfarf 2qx3kuqfarf 2qx3kuqfarf 2qx3kuqfarf 2qx3kuq         
fre bia pouce   musical notes
John Collier – La farfalla

 

 

Martedì sera in poesia “La giostra” R. Perin – arte Poynter – canzone “Daniel” Elton John   2 comments

 
 

.
.
.
.
.

Sir Edward John Poynter – Danza ionica





 




png ROSA GRANDE PNG 9
L’amore non ha sesso, né età, né religione, né paese
né distanza, né tantomeno razza o colore…
è universale e poliglotta, si trova ovunque
e parla la lingua del cuore.
Jean-Paul Malfatti

 png ROSA GRANDE PNG 9

 

 

fre bia pouce    musical notes

Sir Edward John Poynter – Ore serene

 

 

LA GIOSTRA

Roberto Perin
 
 
 
Passi lenti
in un parco incantato.
 
Giostra di sentimenti,
cavallucci
di onde innamorate.
 
Graffiti scolpiti
con sorrisi intensi,
neri tunnel
illuminati di emozioni.
 
Giostra di sentimenti,
in un parco incantato,
tra risate di mamme,
sorrisi di bimbi,
in mani strette di nonni,
occhi di mamma
su culle gioiose.
 
Sulla giostra,
occhi incantati,
abbracciati da innamorati.
 
La giostra dei sentimenti.
 
 
 
 

Sir Edward John Poynter – La lettura

 

 

           roserose        

 
 
 
 

  

 


stel etoile060stel etoile060stel etoile060stel etoile060

Frecce2039






          gial-stel.gifgial-stel.gifgial-stel.gifgial-stel.gifgial-stel.gifgial-stel.gif          

 

Sir Edward John Poynter 

 

Notte in poesia “Stella” R. Perin – arte Vettriano – canzone “Parlami di te” F. Hardy   2 comments


.
.
.
.
 
 

 
 
 
 
 





 



 
 
 viola 19
Quei giorni perduti a rincorrere il vento
a chiederci un bacio e volerne altri cento
Fabrizio De Andrè
viola 19

 
 
 
 

Jack Vettriano
 
 
 
 
STELLA
Roberto Perin

 
Ho trovato
un mondo dove giocare.
Ho trovato
un mondo dove vivere.
Ho trovato
un mondo dove sognare,
con le bolle color grano,
saltare i riflessi
di cielo nelle acque vive.
Ho trovato dove correre
in sella alla libertà,
mentre cerco l’orizzonte.
Penso che questa
non può essere realtà.
Ho sciolto i nodi
dei miei pensieri,
ho liberato al vento i desideri
in questo mondo magico.
Una mano mi stringe,
mi prende, è la tua mano.
La mano di chi mi ha
fatto sognare con il suo amore.

 
 
 
 

Jack Vettriano

 
 
 
 
 
 
stella rosa divisore1
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 da Orso Tony

 
 
 
 

ARANCIO divfar

.
.
.
.
.
.

Frecce2039 musicAnimata.gif

Jack Vettriano



 
 

Giovedì sera in poesia “Il piccolo fiore” Tagore – arte C. Alexandre – canzone “Farfallina” L. Carboni   Leave a comment




Catherine Alexandre









indaco-f7ey.gifindaco-f7ey.gifindaco-f7ey.gif

“Quando si diventa forti?” chiesi.
Ed ella con un delicato sorriso rispose:
“Quando imparerai a non fare del male a nessuno.”
Alejandro Jodorowsky

indaco-f7ey.gifindaco-f7ey.gifindaco-f7ey.gif






Catherine Alexandre




IL PICCOLO FIORE
R. Tagore

Cogli questo piccolo fiore
e prendilo. Non indugiare!
Temo che esso appassisca
e cada nella polvere. 

Non so se potrà trovare
posto nella tua ghirlanda,
ma onoralo con la carezza pietosa
della tua mano – e coglilo. 

Temo che il giorno finisca
prima del mio risveglio
e passi l’ora dell’offerta. 

Anche se il colore è pallido
e tenue è il suo profumo
serviti di questo fiore
finché c’è tempo – e coglilo.




Catherine Alexandre







stelline color rsstelline color rsstelline color rsstelline color rs
PER CHI AMA L’ARTE
IL GRUPPO DI FB
Frecce (174)



frebiapouce.gif musicagif-104.gif        Farfallina – Luca Carboni
Catherine Alexandre – Effetto farfalle



Giovedì sera in poesia “La speranza” E. Dickinson – arte Haigh-Wood – canzone “L’emozione non ha voce” Celentano   1 comment

 
 
 
 
 
Charles Haigh-Wood
 
 
 
         
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
BARCA-mare015.gif
 
 
Uno spettacolo per gli dei
è la vita di due innamorati. 
– Wolfgang Goethe –
 
 
BARCA-mare015.gif


 
 
 
 
Charles Haigh-Wood – L’appuntamento
 
 
 
 
 
 L’emozione non ha voce
 

 

 

LA SPERANZA E’ UN ESSERE PIUMATO  
Emily  Dickinson
 
La speranza è un essere piumato
che si posa sull’anima,
canta melodie senza parole e non finisce mai.
La brezza ne diffonde l’armonia,
e solo una tempesta violentissima
potrebbe sconcertare l’uccellino
che ha consolato tanti.
L’ho ascoltato nella terra più fredda
e sui più strani mari.
Eppure neanche nella necessità
ha chiesto mai una briciola – a me.


 
 
 
Charles Haigh-Wood – Pensieri dubbiosi
 

 
 
 
 
da Orso Tony

 
 
 

barrafiorita
IL GRUPPO DI FB DEDICATO A STORIA E RICORDI




 
 
 
 
Charles Haigh-Wood – Decisioni serie



 
 

Serata in poesia “Quando tu mi hai scelto” Salinas – arte D. Ligare – canzone “Tu sei l’unica donna” Alan Sorrenti   Leave a comment

 
 
 

David Ligare


 
 

 
 


.
.
 

 

Nel dolore si può rimanere soli,
ma per godere di una gioia
si deve avere qualcuno con cui condividerla.
– Mark Twain –
 
 
 


David Ligare

 
 
 
 
 
QUANDO TU MI HAI SCELTO
– Pedro Salinas –

Quando tu mi hai scelto
– fu l’amore che scelse –
sono emerso dal grande anonimato
di tutti, del nulla.
Sino allora
mai ero stato più alto
delle vette del mondo.
Non ero mai sceso più sotto
delle profondità
massime segnalate
sulle carte di mare.
E la mia allegria era
triste, come lo sono
quei piccoli orologi,
senza braccio cui cingersi,
senza carica, fermi.
Ma quando mi hai detto : “Tu”
– a me, sì, a me, fra tutti –
più in alto ormai di stelle
o coralli sono stato.
E la mia gioia
ha preso a girare, avvinta
al tuo essere, nel tuo pulsare.
Possesso di me tu mi davi,
dandoti a me.
Ho vissuto, vivo. Fino a quando?
So che tu tornerai
indietro. E quando te ne andrai
ritornerò a quel sordo
mondo, indistinto,
del grammo, della goccia,
nell’acqua, nel peso.
Sarò uno dei tanti
quando non ti avrò più.
E perderò il mio nome,
i miei anni, i miei tratti,
tutto perduto in me, di me.
Ritornato all’ossario immenso
di quelli che non sono morti
e non hanno più nulla
da morire nella vita.

 
 
 
 
 
David Ligare






 
 
 

PER LE NOVITA’ DEL BLOG
SE TI PIACE…
I S C R I V I T I 

 
 
 
 

David Ligare


 
 
 

Giovedì sera in poesia “L’amore quando si rivela” Pessoa – arte J-A Watteau – canzone “Giulia” Venditti   Leave a comment

 
 
 

Jean-Antoine Watteau – Canzone d’amore

 

 

 
 
 
 
 
 .
.
fiori 0001
Beati coloro che si baceranno sempre al di là delle labbra,
varcando il confine del piacere, per cibarsi dei sogni.
– Alda Merini –
 
fiori 0001
 
 
 
 
 

 

Jean-Antoine Watteau – Lezione d’amore
 
 
 
 

L’AMORE QUANDO SI RIVELA
Fernando Pessoa

L’amore, quando si rivela,
Non si sa rivelare.
Sa bene guardare lei,
Ma non le sa parlare.
Chi vuol dire quel che sente
Non sa quel che deve dire.
Parla: sembra mentire…
Tace: sembra dimenticare…
Ah, ma se lei indovinasse,
Se potesse udire lo sguardo,
E se uno sguardo le bastasse
Per sapere che stanno amandola!
Ma chi sente molto, tace;
Chi vuol dire quello che sente
Resta senz’anima né parola,
Resta solo, completamente!
Ma se questo potesse raccontarle
Quel che non oso raccontarle,
Non dovrò più parlarle,
Perché le sto parlando.

 
 
 
 

Jean-Antoine Watteau – Lezione di musica
 
 
 
 
ro roro roro ro
 
 
.
 
 
 
 
 .
.
.
.
cuore 00001cuore 00001
 .
.
.
.
 
 
 

Jean-Antoine Watteau – Incontro a quattro – 1713



 
 
 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: