Archivio per l'etichetta ‘AUTOGRILL

Buona domenica sera in poesia “Ripenso il tuo sorriso” Montale – arte H. M. Turner – canzone “Autogrill” Guccini   Leave a comment

  
 
 
Helen M. Turner
 
 
 
 
 
 
 

 
 
ro roro roro ro

Ora ascolta: ovunque io sia, riconoscerò le tue risate,
vedrò il sorriso nei tuoi occhi, sentirò la tua voce.
Il semplice fatto di sapere che tu sei da qualche parte
su questa terra sarà, nell’inferno, il mio angolo di Paradiso. 
Marc Levy, Sette giorni per l’eternità 
ro roro roro ro
 

 
 

  

 

RIPENSO IL TUO SORRISO…


– Eugenio Montale –

 

 

Ripenso il tuo sorriso, ed è per me un’acqua limpida

scorta per avventura tra le pietraie d’un greto,

esiguo specchio in cui guardi un’ellera e i suoi corimbi;

e su tutto l’abbraccio di un bianco cielo quieto.

 

Codesto è il mio ricordo; non saprei dire, o lontano,

se dal tuo volto si esprime libera un’anima ingenua,

vero tu sei dei raminghi che il male del mondo estenua

e recano il loro soffrire con sé come un talismano.

 

Ma questo posso dirti, che la tua pensata effigie

sommerge i crucci estrosi in un’ondata di calma,

e che il tuo aspetto s’insinua nella memoria grigia

schietto come la cima di una giovane palma…

 

 

 

Helen M. Turner – Gigli, lanterne e serenità – 1923

 

 

 

rosa separatori%20gif

 

 

 

 
 
 
 
 
 
 
 

PER CHI AMA VIVER L’ARTE…
I N S I E M E
Ripped Note
.
.
.
.
.

Helen M. Turner 




Buon sabato sera in poesia “Il cammino fino a te” B. Dimitrova – arte B. Burke – canzone “Autogrill” Guccini   Leave a comment





Brenda Burke









Da giovani guardiamo al futuro, 
da vecchi guardiamo al passato 
e così non siamo mai voltati nella direzione giusta 
e il presente, spesso, ci sfugge.
Michel de Montaigne –



Brenda Burke



IL CAMMINO FINO A TE
– Blaga Dimitrova –

Fu lungo il mio cammino fino a te,
 la vita intera quasi ti cercai
 per serpeggianti avidi incontri
 con altri, e tu non venivi.
E fino a dove s’apriva il tuo sguardo,
 ombre attraversai e rumori sordi,
 ma trapelava da me soltanto
 purezza di suoni – per amor tuo.
Ogni tua carezza io piansi,
 Prima che fosse nata la difesi,
 e il nostro futuro incontro custodivo
 con pazienza nel mio petto.
Fu lungo il mio cammino fino a te,
 immensamente lungo, e quando tu davvero
 finalmente davanti a me sei apparso,
 ho riconosciuto te, ma me stessa a stento.
Immensi spazi avevo in me raccolto,
 sconfinati aromi, timbri e desideri,
 e abbracciavo ormai uno spazio così vasto
 che accanto a me dovevi fermarti.
Fu lungo il mio cammino fino a te,
 e ci ha unito per un incontro breve.

 Sapendolo… di nuovo sceglierei
questo lungo cammino fino a te.




Brenda Burke








80x8080x8080x8080x8080x8080x8080x80
IL MONDO DI ORSOSOGNANTE… NOVITA’
frebiapouce.gif



Brenda Burke
.
.
.
.

Buona domenica sera in poesia “Ripenso il tuo sorriso” Montale – arte H. M. Turner – canzone “Autogrill” Guccini   Leave a comment

  
 
 
Helen M. Turner
 
 
 
 
 
 
 

 
 
ro roro roro ro

Ora ascolta: ovunque io sia, riconoscerò le tue risate,
vedrò il sorriso nei tuoi occhi, sentirò la tua voce.
Il semplice fatto di sapere che tu sei da qualche parte
su questa terra sarà, nell’inferno, il mio angolo di Paradiso. 
Marc Levy, Sette giorni per l’eternità 
ro roro roro ro
 

 
 

  

 

RIPENSO IL TUO SORRISO…


– Eugenio Montale –

 

 

Ripenso il tuo sorriso, ed è per me un’acqua limpida

scorta per avventura tra le pietraie d’un greto,

esiguo specchio in cui guardi un’ellera e i suoi corimbi;

e su tutto l’abbraccio di un bianco cielo quieto.

 

Codesto è il mio ricordo; non saprei dire, o lontano,

se dal tuo volto si esprime libera un’anima ingenua,

vero tu sei dei raminghi che il male del mondo estenua

e recano il loro soffrire con sé come un talismano.

 

Ma questo posso dirti, che la tua pensata effigie

sommerge i crucci estrosi in un’ondata di calma,

e che il tuo aspetto s’insinua nella memoria grigia

schietto come la cima di una giovane palma…

 

 

 

Helen M. Turner – Gigli, lanterne e serenità – 1923

 

 

 

rosa separatori%20gif

 

 

 

 
 
 
 
 
 
 
 

PER CHI AMA VIVER L’ARTE…
I N S I E M E
Ripped Note
.
.
.
.
.

Helen M. Turner 




Buon sabato sera in poesia “Il cammino fino a te” B. Dimitrova – arte B. Burke – canzone “Autogrill” di Guccini   Leave a comment





Brenda Burke









Da giovani guardiamo al futuro, 
da vecchi guardiamo al passato 
e così non siamo mai voltati nella direzione giusta 
e il presente, spesso, ci sfugge.
Michel de Montaigne –



Brenda Burke



IL CAMMINO FINO A TE
– Blaga Dimitrova –

Fu lungo il mio cammino fino a te,
 la vita intera quasi ti cercai
 per serpeggianti avidi incontri
 con altri, e tu non venivi.
E fino a dove s'apriva il tuo sguardo,
 ombre attraversai e rumori sordi,
 ma trapelava da me soltanto
 purezza di suoni – per amor tuo.
Ogni tua carezza io piansi,
 Prima che fosse nata la difesi,
 e il nostro futuro incontro custodivo
 con pazienza nel mio petto.
Fu lungo il mio cammino fino a te,
 immensamente lungo, e quando tu davvero
 finalmente davanti a me sei apparso,
 ho riconosciuto te, ma me stessa a stento.
Immensi spazi avevo in me raccolto,
 sconfinati aromi, timbri e desideri,
 e abbracciavo ormai uno spazio così vasto
 che accanto a me dovevi fermarti.
Fu lungo il mio cammino fino a te,
 e ci ha unito per un incontro breve.

 Sapendolo… di nuovo sceglierei
questo lungo cammino fino a te.




Brenda Burke








80x8080x8080x8080x8080x8080x8080x80
IL MONDO DI ORSOSOGNANTE… NOVITA'
frebiapouce.gif



Brenda Burke
.
.
.
.

Buona domenica sera in poesia “Ripenso il tuo sorriso” Montale – arte H. M. Turner – canzone “Autogrill” di Guccini   Leave a comment

  
 
 
Helen M. Turner
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
Ora ascolta: ovunque io sia, riconoscerò le tue risate,
vedrò il sorriso nei tuoi occhi, sentirò la tua voce.
Il semplice fatto di sapere che tu sei da qualche parte
su questa terra sarà, nell’inferno, il mio angolo di Paradiso.
Marc Levy, Sette giorni per l’eternità

 
 

 
 
 

Helen M. Turner – Il giornale del  mattino

  

 

RIPENSO IL TUO SORRISO…


– Eugenio Montale –

 

 

Ripenso il tuo sorriso, ed è per me un'acqua limpida

scorta per avventura tra le pietraie d'un greto,

esiguo specchio in cui guardi un'ellera e i suoi corimbi;

e su tutto l'abbraccio di un bianco cielo quieto.

 

Codesto è il mio ricordo; non saprei dire, o lontano,

se dal tuo volto si esprime libera un'anima ingenua,

vero tu sei dei raminghi che il male del mondo estenua

e recano il loro soffrire con sé come un talismano.

 

Ma questo posso dirti, che la tua pensata effigie

sommerge i crucci estrosi in un'ondata di calma,

e che il tuo aspetto s'insinua nella memoria grigia

schietto come la cima di una giovane palma…

 

 

 

Helen M. Turner – Gigli, lanterne e serenità – 1923

 

 

 

                        

 

 

 

 
 
 
 
 
 
 
 

PER CHI AMA VIVER L'ARTE…
I N S I E M E
.
.
.
.
.

Helen M. Turner 


Buona domenica sera in poesia “Ripenso il tuo sorriso” Montale – arte H. M. Turner – canzone “Autogrill”   1 comment

  
 
 
Helen M. Turner
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
Ora ascolta: ovunque io sia, riconoscerò le tue risate,
vedrò il sorriso nei tuoi occhi, sentirò la tua voce.
Il semplice fatto di sapere che tu sei da qualche parte
su questa terra sarà, nell’inferno, il mio angolo di Paradiso.
Marc Levy, Sette giorni per l’eternità

 
 

 
 
 

Helen M. Turner – Il giornale del  mattino

  

 

RIPENSO IL TUO SORRISO…


– Eugenio Montale –

 

 

Ripenso il tuo sorriso, ed è per me un'acqua limpida

scorta per avventura tra le pietraie d'un greto,

esiguo specchio in cui guardi un'ellera e i suoi corimbi;

e su tutto l'abbraccio di un bianco cielo quieto.

 

Codesto è il mio ricordo; non saprei dire, o lontano,

se dal tuo volto si esprime libera un'anima ingenua,

vero tu sei dei raminghi che il male del mondo estenua

e recano il loro soffrire con sé come un talismano.

 

Ma questo posso dirti, che la tua pensata effigie

sommerge i crucci estrosi in un'ondata di calma,

e che il tuo aspetto s'insinua nella memoria grigia

schietto come la cima di una giovane palma…

 

 

 

L'immagine può contenere: Regina Simonin Sacchi, persona seduta e spazio all'aperto

Helen M. Turner – Gigli, lanterne e serenità – 1923

 

 

 

                        

 

 

 

 
 
 
 
 
 
 
 

PER CHI AMA VIVER L'ARTE…
I N S I E M E
.
.
.
.
.

L'immagine può contenere: 1 persona, cappello, spazio all'aperto e acqua

Helen M. Turner – Ora del tè d'estate


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: