Archivio per l'etichetta ‘Albert Lynch

Felice mercoledì sera in poesia “L’amore e l’amicizia” E. Bronte – arte A. Lynch – canzone “Power of love”   Leave a comment

 
 
 

Albert Lynch


 
 
 
 
 
 
 

 
 
I legami più profondi non sono fatti
né di corde, né di nodi,
eppure nessuno li scioglie
Lao Tze
 
 
 
 
 
Albert Lynch – Donna che coglie fiori

 
 
 
 
L’AMORE E L’AMICIZIA
Emily Bronte
 
L’amore è simile alla rosa di macchia,
l’amicizia assomiglia all’agrifoglio:
l’agrifoglio è scuro quando la rosa fiorisce,
ma chi è più costante nella fioritura?
 
La rosa di macchia è odorosa in primavera,
i suoi fiori estivi profumano l’aria;
ma aspetta che torni l’inverno:
chi si ricorderà della rosa di macchia?
 
Disprezza allora l’inutile corona di rose
e ricopriti della lucentezza dell’agrifoglio
che quando dicembre rattrista la tua fronte
ancora sa mantener verde la tua ghirlanda.

 
 
 
 
Albert Lynch – L’allegra barca
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
Albert Lynch

 
 

Buon martedì notte in poesia “I miei incantesimi” E. A. Poe – arte A. Lynch – canzone “Every breath you take”   Leave a comment

.

.

Albert Lynch

.

.

.

.

.

.

Ti cercherò nel fondo degli abissi, 
nel mormorio del vento. 
Ti ascolterò, 
adagiati sulla luna, ci parleremo, 
ci culleremo nell’occhio del ciclone. 
Perché nel mondo dei sogni ti ho incontrato.
– Paul Eluard –

.

.

.

Albert Lynch – L’ora del tè

.

.

.

Barres & déco diverses

.

.

.

.

.

.

I MIEI INCANTESIMI
Edgar Allan Poe
.
I miei incantesimi sono infranti.
La penna mi cade,
impotente,
dalla mano tremante.
Se il mio libro é il tuo caro nome,
per quanto mi preghi,
non posso più scrivere.
Non posso pensare,
né parlare,
ahimé non posso sentire più nulla,
poiché non é nemmeno un’emozione,
questo immobile arrestarsi sulla dorata
soglia del cancello spalancato dei sogni,
fissando in estasi lo splendido scorcio,
e fremendo nel vedere,
a destra e a sinistra,
e per tutto il viale,
fra purpurei vapori,
lontano
dove termina il panorama
nient’altro che Te.

.

.

.

 
Albert Lynch – Il nuovo spartito

.

.

.

.

.

.

da Tony Kospan

.

.

.

PER LE NOVITA’
SE IL BLOG TI PIACE
I S C R I V I T I




Albert Lynch

.

.


Buon giovedì sera in poesia “Hai colorato i miei pensieri” Tagore – arte A. Lynch – canzone “La forza che ci muove” R. Fogli   Leave a comment

 
 
 
Albert Lynch

 
 
 
 
 
 
 
 


L’amore non dà nulla fuorché sé stesso 
e non coglie nulla se non da sé stesso.
L’amore non possiede, 
né vorrebbe essere posseduto 
poiché l’amore basta all’amore.
– Kahlil Gibran – 

 
 
 
Albert Lynch




HAI COLORATO I MIEI PENSIERI
– Rabindranath Tagore –
 
Hai colorato
i miei pensieri
e i miei sogni,
con gli ultimi riflessi
della tua gloria,
Amore,
trasfigurando
la mia vita
per la prossima bellezza
della morte.
Come il sole,
al tramonto,
ci lascia intravedere
un angolo di cielo,
hai mutato il mio dolore
in gioia immensa.
Per incanto, Amore,
vita e morte
sono diventate
per me
la stessa grande
meraviglia.
 
 
 
 

Albert Lynch – Signora elegante

 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
.
.
.
.
IL GRUPPO DI CHI AMA L’ARTE FIGURATIVA
(PITTURA, SCULTURA, FOTOGRAFIA E CINEMA)
 
 
 
 
 
 
 
Albert Lynch

 
 
 

Buon weekend in poesia “Tutto è amore” B. Dimitrova – arte Albert Linch – canzone “Easter” Patti Smith   Leave a comment

 
 
 
 
Albert Lynch – La cameriera

 
 
 
 
 
 
 
 
azzurr-fb9hh.gif 

 

La malinconia e la felicità 
sono come due persone che fingono di non conoscersi 
e si incontrano di continuo ad appuntamenti segreti.
(Fabrizio Caramagna)

azzurr-fb9hh.gif

 
 

 
 
 (Easter – Patti Smith)
Albert Lynch
 
 
 
 

TUTTO E’ AMORE
Blaga Dimitrova
 
Non aver fretta!
– mi sussurrava una segreta voce. –
Non è matura l’ora dell’amore! –
Ed io, incorreggibile disubbidiente,
Soltanto a lei, Dio, ho dato ascolto –
né io stessa so il perché.
Non aver fretta! – E i grappoli tintinnano –
le campane di pioggia e di bronzo solare,
e nelle botti il vino sogna la tempesta,
si inaridiscono e si screpolano le labbra,
salate da una goccia di sangue.
Mistero d’amore, io non ti ho riconosciuto
nello sbocciare istantaneo della primavera.
Come è tangibile ciò che non sfioriamo,
come il calice non bevuto inebria,
come tutto è amore!
 
 
 
Albert Lynch – Fiori freschi dal giardino
 
 
 
azzurr.gifazzurr.gif

  
 
 
 
 
a tutti da Orso Tony 
 
 
 
 

PER LE NOVITA' DEL BLOG
SE IL BLOG TI PIACE
I S C R I V I T I

 
 
 
 
Albert Lynch – Fiori freschi
 
 
 

Buon mercoledì sera in poesia “L’amore e l’amicizia” E. Bronte – arte A. Lynch – canzone “Power of love”   Leave a comment

 
 
 

Albert Lynch


 
 
 
 
 
 
 

 
 
I legami più profondi non sono fatti
né di corde, né di nodi,
eppure nessuno li scioglie
Lao Tze
 
 
 
 
 
Albert Lynch – Donna che coglie fiori

 
 
 
 
L'AMORE E L'AMICIZIA
Emily Bronte
 
L'amore è simile alla rosa di macchia,
l'amicizia assomiglia all'agrifoglio:
l'agrifoglio è scuro quando la rosa fiorisce,
ma chi è più costante nella fioritura?
 
La rosa di macchia è odorosa in primavera,
i suoi fiori estivi profumano l'aria;
ma aspetta che torni l'inverno:
chi si ricorderà della rosa di macchia?
 
Disprezza allora l'inutile corona di rose
e ricopriti della lucentezza dell'agrifoglio
che quando dicembre rattrista la tua fronte
ancora sa mantener verde la tua ghirlanda.

 
 
 
 
Albert Lynch – L'allegra barca
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
Albert Lynch

 
 

Buon martedì sera in poesia “I miei incantesimi” E. A. Poe – arte A. Lynch – canzone “Every breath you take”   2 comments

.

.

Albert Lynch

.

.

.

.

.

.

Nessuna paura che mi calpestino. 
Calpestata, l'erba diventa un sentiero.
– Blaga Dimitrova –

.

.

.

Albert Lynch – L'ora del tè

.

.

.

Barres & déco diverses

.

.

.

.

.

.

I MIEI INCANTESIMI
Edgar Allan Poe
.
I miei incantesimi sono infranti.
La penna mi cade,
impotente,
dalla mano tremante.
Se il mio libro é il tuo caro nome,
per quanto mi preghi,
non posso più scrivere.
Non posso pensare,
né parlare,
ahimé non posso sentire più nulla,
poiché non é nemmeno un'emozione,
questo immobile arrestarsi sulla dorata
soglia del cancello spalancato dei sogni,
fissando in estasi lo splendido scorcio,
e fremendo nel vedere,
a destra e a sinistra,
e per tutto il viale,
fra purpurei vapori,
lontano
dove termina il panorama
nient'altro che Te.

.

.

.


Albert Lynch – Il nuovo spartito

.

.

.

.

.

.

da Tony Kospan

.

.

.

PER LE NOVITA'
SE IL BLOG TI PIACE
I S C R I V I T I




Albert Lynch

.

.


Felice giovedì notte in poesia “Hai colorato i miei pensieri” Tagore – arte A. Lynch – canzone “La forza che ci muove”   1 comment

 
 
 
Albert Lynch

 
 
 
 
 
 
 
 

Ma l’Amore è cieco
e gli amanti non vedono
le dolci follie che commettono.
William Shakespeare
 
 
 
 
Albert Lynch




HAI COLORATO I MIEI PENSIERI
– Rabindranath Tagore –
 
Hai colorato
i miei pensieri
e i miei sogni,
con gli ultimi riflessi
della tua gloria,
Amore,
trasfigurando
la mia vita
per la prossima bellezza
della morte.
Come il sole,
al tramonto,
ci lascia intravedere
un angolo di cielo,
hai mutato il mio dolore
in gioia immensa.
Per incanto, Amore,
vita e morte
sono diventate
per me
la stessa grande
meraviglia.
 
 
 
 

Albert Lynch – Signora elegante

 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
.
.
.
.
IL GRUPPO DI CHI AMA L'ARTE FIGURATIVA
(PITTURA, SCULTURA, FOTOGRAFIA E CINEMA)
 
 
 
 
 
 
 
Albert Lynch

 
 
 

UN BALLO IN MASCHERA – La mitica opera di Verdi e vari dipinti in tema – Classica e arte   Leave a comment



Una delle più emozionanti opere Verdiane…
considerata il più melodrammatico dei melodrammi
che ebbe sì vita travagliata
ma che alla fine raggiunse meritatissimi successi.

Qui ne conosceremo la storia, ne leggeremo una mini trama e
l'ascolteremo in 2 brani tra dipinti in tema… “maschere”.


.

 

Tiepolo – Maschere veneziane

.
.
.

 
CLASSICA ED ARTE
 
UN BALLO IN MASCHERA

 
 



 
 
 
Parleremo dell'opera di Giuseppe Verdi scritta
su libretto di Antonio Somma,
a sua volta tratto dal libretto di Eugène Scribe per Daniel Auber
“Gustave III, ou Le Bal masqué” (1833).
 
 
.
.
 
 
 
 

.
.
La prima ebbe luogo il 17 febbraio 1859 al Teatro Apollo di Roma
ma sia lì, che al Teatro San Carlo di Napoli,
dove doveva esser per la prima volta rappresentata,
ebbe grossi problemi con la censura dell'epoca.
Si temeva che l'opera nascondesse intenti risorgimentali.
Questi problemi furono superati spostando la trama
dell'opera nelle Americhe… ma Verdi ne soffrì molto.



 
George Tooker.

.



.
.
LA TRAMA IN ESTREMA SINTESI



Riccardo, conte di Warwick, scopre che al ballo ci sarà anche la sua… segretamente… amata Amelia.

Un suo amico… nonché marito di Amelia… Renato… gli comunica che è in corso una congiura contro di lui.

Lui non se ne preoccupa e dovendo decidere se confermare o meno la condanna di un'indovina la perdona e decide di incontrarla davanti ai presenti.
.
.
.


 
L'indovina consiglia ad Amelia d'andare al cimitero per liberarsi di un innamorato.

Lei ci va ed incontra Riccardo che le dichiara il suo amore Amelia gli dice d'esser anche lei innamorata di lui ma che non vuole tradire il marito.

Renato li raggiunge ed avverte Riccardo della necessità urgente di fuggire, ma prima di scappare dice a Renato di proteggere la donna che essendo mascherata non viene riconosciuta dal marito.
 
Arrivano i congiurati che non trovano Riccardo e cercano di capire chi è la donna e nella confusione ad Amelia cade la maschera.

Sconvolto Renato si associa ai nemici del conte che vuole punire con la morte.

Mosso a pietà perdona la moglie ma decide che l'ex amico dovrà morire al ballo in maschera che si deve tenere proprio quel giorno.

All'incontro con Samuel e Tom, gli altri 2 congiurati, si tira a sorte per scegliere chi dovrà uccidere Riccardo… e tocca proprio a Renato.

Siamo al ballo.








Riccardo ha intanto deciso di rinunciare al suon amore e dispone il ritorno di Amelia e suo marito in Inghilterra.

Al ballo in maschera Renato però riesce scoprire chi sia il conte che tra l'altro stava parlando con Amelia.

Appena si allontana dalla donna Renato lo pugnala ma viene subito arrestato.

Riccardo che ormai sta morendo gli dice dell'ordine di espatrio per lui e la moglie, che mai era stato tradito e dà generosamente l'ordine di liberare sia lui che gli altri 2.

I presenti inneggiano al grande gesto di Riccardo mentre Renato resta impietrito per il rimorso.
 
 
.
.

 
 
 
 .
.


Ora guardiamo qualche dipinto in tema… maschere…
a partire da Magritte… col suo inconfondibile lo stile
in questo doppio frutto con maschera


 
 
.
.
 
 
.
.
per passare a questo dipinto di Albert Linch
a cui associamo il primo brano dell'opera
 
 

 Albert Linch – Ballo in maschera
.
.
.

Invece quest'altro brano, stavolta con il grande Pavarotti,
è unito a questo dipinto… dedicato proprio al 
BALLO IN MASCHERA di Gérome Jean-Léon.

  


UN BALLO IN MASCHERA – GEROME JEAN-LEON



 
 
Buon ascolto… (e buona visione)
 
 
Orso Tony


 
IL GRUPPO IN CUI VIVER L'ARTE…
INSIEME
Ripped Note





Felice mercoledì notte in poesia “L’amore e l’amicizia” E. Bronte – arte A. Lynch – canzone “Power of love”   1 comment

 
 
 

Albert Lynch


 
 
 
 
 
 
 

 
 
I legami più profondi non sono fatti
né di corde, né di nodi,
eppure nessuno li scioglie
Lao Tze
 
 
 
 
 
Albert Lynch – Donna che coglie fiori
 
 
 
 
L’AMORE E L’AMICIZIA
Emily Bronte
 
L’amore è simile alla rosa di macchia,
l’amicizia assomiglia all’agrifoglio:
l’agrifoglio è scuro quando la rosa fiorisce,
ma chi è più costante nella fioritura?
 
La rosa di macchia è odorosa in primavera,
i suoi fiori estivi profumano l’aria;
ma aspetta che torni l’inverno:
chi si ricorderà della rosa di macchia?
 
Disprezza allora l’inutile corona di rose
e ricopriti della lucentezza dell’agrifoglio
che quando dicembre rattrista la tua fronte
ancora sa mantener verde la tua ghirlanda.

 
 
 
 
Albert Lynch – L’allegra barca
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

PER CHI AMA VIVER L’ARTE
I N S I E M E
 
 
 
 
 
 
 
Albert Lynch



 
 

Buona serata in poesia con “I miei incantesimi” di E. A. Poe – arte A. Lynch – canzone “Every breath you take”   Leave a comment

.

.

Albert Lynch

.

.

.

.

.

.

Nessuna paura che mi calpestino.
Calpestata, l'erba diventa un sentiero.
Blaga Dimitrova

.

.

.

Albert Lynch – L'ora del tè

.

.

.

.

.

.

.

.

.

I MIEI INCANTESIMI
Edgar Allan Poe
.
I miei incantesimi sono infranti.
La penna mi cade,
impotente,
dalla mano tremante.
Se il mio libro é il tuo caro nome,
per quanto mi preghi,
non posso più scrivere.
Non posso pensare,
né parlare,
ahimé non posso sentire più nulla,
poiché non é nemmeno un'emozione,
questo immobile arrestarsi sulla dorata
soglia del cancello spalancato dei sogni,
fissando in estasi lo splendido scorcio,
e fremendo nel vedere,
a destra e a sinistra,
e per tutto il viale,
fra purpurei vapori,
lontano
dove termina il panorama
nient'altro che Te.

.

.

.


Albert Lynch – Il nuovo spartito

.

.

.

.

.

.

da Tony Kospan

.

.

.

Albert Lynch

.

.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: