Archivio per la categoria ‘TEST E GIOCHI

Se sedurre è un’arte tu… sì tu (uomo o donna) che artista sei? – Simpatico test   2 comments

 
 


Sedurre è un’arte?
 
Certamente sì
e in ciascuno di noi vive un potenziale grande artista!

 
 
 
 

SAI SEDURRE?

CHE TIPO DI SEDUTTORE/SEDUTTRICE SEI?
 

 
cuore 00009cuore 00009cuore 00009cuore 00009cuore 00009
 
 
Per sedurre però, oltre ad avere una sensualità innata,
è necessario anche avere delle capacità
che derivano dall’esperienza.
 
 

  

.


 Mettiamo alla prova le nostre conoscenze in materia con questo test 

e verifichiamo che tipo di seduttori siamo. 


Ricordo sempre però di prendere i test soprattutto come gioco.

.



 

 

 

Clicca allora qui giù sul primo o secondo link

(I per maschi e II per femmine)

e, se ti va, fai il test.

 

 

I

 

TEST SEDUZIONE PER LUI

 

fre bia pouce




II

 

TEST SEDUZIONE PER LEI



fre bia pouce



Se ti va… facci sapere il tuo stile di seduzione… eh eh


Ciao da Tony Kospan







 

Siamo timidi o sicuri? Ecco il test che ce lo svela subito!   Leave a comment

 

 

 

 

 

SIAMO SICURI DI NOI O… TIMIDI?

 

 

 


 
 
 
 
 Ecco un test molto interessante

che ci svela se siamo
timidi o sicuri…
come crediamo.

 
 
 
 
 

 
 
 
 

E’ un test davvero facile e veloce.
 
 
 
 


fre bia pouce
 

 
 
 
 
Se ci va…
raccontiamo cosa ci dice…
 
 
 
 
timidezza SF
 
 
 
 
Ciaooooooooooo
 
 
Tony Kospan 
 
 
 .
.
.
.
 
.
.

Sì anche la vocale che usi per ridere.. parla di te! – Scopri cosa rivela con questo mini test!   Leave a comment

 


 

 

 
 


Pare… dico pare… che chi riesce a sorridere spesso
 
ha  meno possibilità d’ammalarsi!

 
Ne sono convinti i medici,  ma a parte ciò,
 
quel che è certo è che chi riesce a sorridere spesso

vive senz’altro meglio.

 

 

 gif animali 20

 

 
Ma sono uguali tutte le risate?



NO!
 
  
 
La vocale che usiamo… parla di noi
 
e del momento che stiamo vivendo.
 

 

 



 
 

 
 

Il modo di ridere è un’importante via di comunicazione:
 
e, a seconda delle vocali che usiamo,

la risata comunica stati d’animo differenti e modi diversi di essere.





 
 
 
 
VEDIAMO DUNQUE I SIGNIFICATI DI OGNI SINGOLA VOCALE…

 
 
 

A



– la risata “ah, ah, ah”:  
 
la “a” è la vocale delle risate di vero cuore, vitale, aperta e solare come la personalità di chi ride in questo modo.
 
Fa bene al cuore apre la respirazione e aiuta la circolazione; è quindi utilissima per stress a stati d’ansia.

 
 
 
 
O O O O O O O O 

 
 
 
 

– la risata “oh, oh, oh”:  
 
caratteristica di chi apprezza la buona cucina e si sente a proprio agio soprattutto in una tavolata di amici.
 
La risata in “o” è grassa o di pancia, risuona nel ventre e dà benefici all’apparato digerente.


 
 
 
 

U U U U U U U U 


 
 
 
– la risata “uh, uh, uh”:


 
è la più profonda , la più vicina agli istinti.


 
E’ preziosa per sciogliere la tensione, soprattutto quando si accumula nella schiena.

 
 
 
 
E E E E E E E E 
 
 
 

 
– la risata “eh, eh, eh”:  
 
risuona nella gola, che fa da ponte tra la testa e il cuore, tra le emozioni e la razionalità.
 
E’ la risata caratteristica di chi privilegia la razionalità nel lavoro e nelle relazioni.
 
Sarcastica e pungente ha spesso per bersaglio qualcosa o qualcuno. 


Può esprimere cinismo, difficoltà di contatto affettivo, tendenza a fuggire le emozioni.


 
Attenzione a non controllare troppo con la testa; lasciate andare un po’ di più la vostra parte emozionale, ne trarranno beneficio mente e corpo.

 
 
 
I I I I I I I I 
 

 
 
 

– la risata “ih, ih, ih”:  
 
vibra nel naso e nella testa, ed è piuttosto mentale e controllata.
 
Così è la risata del sarcastico, di chi sta reprimendo l’aggressività.
 
Sembra più una scarica nervosa che un atto piacevole.
 
Comunica spesso disagio, tensione o nervosismo, e può significare un’aggressività repressa che sceglie questo modo per esprimersi. 
 
 


E tu con che vocale ridi?





 
 
 
Copyright Test e Testo Antonella Lucato 2005 – Impaginazione e piccole modificheT.K.

 
 
 
 

Ed ora – quale che sia la vostra vocale –
 facciamoci delle gran belle risate  
con Totò in questo video.

 
 
 
frebiapouce.gif

 
 
 
 
 
Ciao da Tony Kospan
 
 
 
 
 

Flowers_tiny_PH.gifFlowers_tiny_PH.gifFlowers_tiny_PH.gifFlowers_tiny_PH.gifFlowers_tiny_PH.gifFlowers_tiny_PH.gifFlowers_tiny_PH.gif

PER LE NOVITA’ DEL BLOG
fre bia pouce
 SE TI PIACE… ISCRIVITI





 

Ma poi siamo capaci di ascoltare gli altri? Questo test ce lo rivela!   Leave a comment

.
.
.
.



.


Misuriamo la nostra capacità d’ascolto!

.

.

 

.

.

Siamo tutti consapevoli dell’importanza del saper ascoltare
(mentre nel contempo sempre meno concediamo a ciò la ns attenzione)
e dunque cosa c’è di meglio del guardarci dentro e vedere
quale sia la nostra vera capacità d’ascolto?
 

 

.

.

 
 

.

.

 
VOGLIAMO MISURARE
LA NS CAPACITA’ DI ASCOLTO?
 
QUESTO TEST CE LO CONSENTE





  
Sì… il test non ci dirà nulla che già non sappiamo
nel nostro profondo intimo
ma certo ce lo evidenza… nel bene e nel male.
 
 
 

.

.


 

.

.

 
 
 E’ UN TEST DAVVERO SERIO ED INFATTI
 E’ DI UN SITO CHE SI OCCUPA
PROPRIO DI PSICOLOGIA… 
 


L’ho fatto anch’io per verificarne l’attendibilità
e mi sembra davvero ok…
 
 

.

.

 
fre bia pouce
 
 

.

.

 
Buon test dunque e, se ci va,
raccontiamo che tipo di “ascoltatori” siamo…
 

 
Ciao da Tony Kospan
 
 
 
 



verd fant clipfiori23verd fant clipfiori23verd fant clipfiori23verd fant clipfiori23verd fant clipfiori23

PER LE NOVITA’ DEL BLOG
frecq8h
SE TI PIACE – ISCRIVITI








 
 
 
 

Pubblicato 23 luglio 2022 da tonykospan21 in TEST E GIOCHI

Siamo pronti per un’avventura? Sss.. non lo diciamo a nessuno! Test birichino ed impertinente!   Leave a comment










Ecco un test inusuale… direi… 
anche simpaticamente impertinente








Beh lo facciamo qui tra noi per giococome sempre…
e come sempre possiamo dire cosa ne pensiamo…

Personalmente l’ho testato… e devo dire che non è male…

(Non dirò cosa mi ha detto eh eh)




Ma veniamo al test


SIETE/SIAMO PRONTI PER UN’AVVENTURA?


fre bia pouce



Se ci va… se ci fa piacere… diciamo il ns risultato


Ciao dall’Orso

CUORI oi648

IL SALOTTO CULTURALE DI FB?

LA TUA PAGINA D’AMORE PSICHE E SOGNO

Frecce (51)










 

Il test del cono gelato – Il modo con cui mangiamo il gelato.. parla di noi!   Leave a comment

 


Per combatter il caldo

ecco un test fresco fresco e dolce dolce.

.

.



Sìììììììììììììì

è il test più fresco e più dolce che c’è!


 

 

IL TEST DEL CONO GELATO




 
 
 



COME LO MANGIAMO IL CONO GELATO?

 
 
Anche il nostro modo di mangiare un cono gelato

può dirci che tipo di persona siamo! 

 

E allora, proviamo a scoprirlo con questo velocissimo

e… rinfrescante… test!


 
 
 
 
 
 
 
 


Come si fa?

 

 

E’ semplicissimo basta sceglier qui giù…

la risposta.


1 – a grandi morsi

2 – a piccoli morsi

3 – leccandolo

4 – iniziando dalla parte inferiore del cono






   

  FATTO?


SCELTA LA MODALITA’?

SCENDIAMO QUI GIU’ PER IL RESPONSO




1 – MANGIO IL CONO GELATO A GRANDI MORSI

SEI UNA PERSONA PIUTTOSTO TESTARDA E LA MAGGIOR PARTE DELLE VOLTE

VUOI FARE COME DECIDI TU.

PERO’ AMI ANCHE LAVORARE E SEI ALQUANTO SINCERO: QUESTO GENERALMENTE

TI PERMETTE DI ANDARE D’ACCORDO CON GLI AMICI E CON IL PARTNER. 



.
.



2 – MANGIO IL CONO GELATO A PICCOLI MORSI

SEI UNA PERSONA MOLTO ATTENTA E CAUTA, IN OGNI CIRCOSTANZA DELLA VITA;

PER QUESTO NON AMI PRENDERE DECISIONI AFFRETTATE.

SEI GENTILE ED ANCHE PIUTTOSTO SENSIBILE.



 


3 – MANGIO IL CONO GELATO SOPRATTUTTO LECCANDOLO

SEI UNA PERSONA CHE ADORA LA VITA MONDANA; PARTECIPI VOLENTIERI ALLE

FESTE E AMI CHIACCHIERARE E CONOSCERE GENTE NUOVA.

SEI PIUTTOSTO OTTIMISTA, AMBIZIOSO/-A E QUALCHE VOLTA

TI PIACE PROVOCARE CHI TI STA ATTORNO.





4 – MANGIO IL CONO GELATO COMINCIANDO DAL BASSO

SEI UNA PERSONA RIGOROSA, CHE AMA LA DISCIPLINA, MA TALVOLTA ANCHE

PIUTTOSTO IMPREVEDIBILE. QUANDO ENTRI IN COMPETIZIONE CON GLI ALTRI

NON LO FAI PER IL GUSTO DI PARTECIPARE, MA PROPRIO PER VINCERE!

AMI TANTISSIMO VIAGGIARE E SCOPRIRE NUOVI USI E COSTUMI.








Il test è stato creato da Patrizia Testa


Se ci va… possiamo parlarne.

 

 

CIAO DALL’ORSO… ESTIVO



orso 

 




  

 

Il primo sguardo.. quanto vale? Questo studio psicologico ci parla della prima impressione   1 comment



Che valore ha il primo sguardo? 
Questo studio psicologico ci parla della prima impressione


Uno studio dell’American Psychological Association
ci aiuta a chiarire diversi dubbi sul valore e l’importanza della…
PRIMA IMPRESSIONE









QUANTO VALE DAVVERO IL PRIMO SGUARDO?



Il fenomeno degli speed-dating ha riportato alla ribalta il valore della “prima impressione”.

Ma si può davvero valutare una persona alla prima occhiata?

Gli esperti dicono di sì e un esperimento proverebbe che abbiamo addirittura una “seconda vista“!



sguar 5py8AFUQ1swkt44540




L’intuizione ha qualcosa di magico, ma è un dono che tutti possiedono. Chi più, chi meno.
 
Questa straordinaria abilità – che forse deriva dall’ancestrale istinto destinato a salvarci la vita di fronte alla necessità di prendere una rapida decisione –
è diventata oggetto di studio da parte degli psicologi, desiderosi di comprenderne i meccanismi, soprattutto quelli connessi alla valutazione “immediata” delle altre persone.

Tanto che la rivista Monitor, dell’American Psychological Association, le ha recentemente dedicato un intero numero. 

Chiarendo qualche dubbio.









Secondo Seymour Epstein, psicologo dell’University of Massachusetts, l’intuizione potrebbe essere definita come «La cosa che abbiamo imparato senza renderci conto di averla imparata. E che alle volte risulta utile, alle volte è invece disadattiva». Cioè inutile.

L’utilizzo dell’intuizione per valutare gli altri a prima vista è diventato oggi di moda con il fenomeno, di importazione americana, degli “speed-dating”, incontri organizzati da apposite agenzie, nei quali single aspiranti a incontrare l’anima gemella parlano per due-tre minuti con una sfilza di persone, indicando quelle che intuitivamente valutano più compatibili con se stessi.

Alla base del fenomeno c’è la reale esistenza di strumenti di valutazione impressionistici e non verbali.










Diverse ricerche sperimentali hanno infatti dimostrato che è abbastanza facile rilevare alcune caratteristiche psicologiche degli altri, come il livello di estroversione e l’abilità nel socializzare.

Secondo Nalini Ambady, psicologo sociale della Tuft University, la personalità è fatta a strati, un po’ come una cipolla, e non c’è da meravigliarsi se l’estroversione e la capacità di socializzare risultano essere qualità facilmente rilevabili. «Gli strati vicino alla superficie – dice lo psicologo – sono i più facili da cogliere».






ASPETTI NASCOSTI


Altri aspetti di un individuo, anche decisivi per la possibilità di instaurare un rapporto duraturo, possono invece essere quasi impossibili da rilevare e c’è per forza bisogno di tempo perché possano emergere.

Senza contare che caratteristiche personali, come un aspetto fisico gradevole o il carisma personale (in gran parte fatto proprio di estroversione) possono rendere ancora più difficile andare in profondità utilizzando solo lo strumento dell’intuizione.

Infine, bisogna considerare le variabili collegate a chi valuta. 

Alcune persone sono più dotate della cosiddetta “intelligenza sociale” e hanno antenne affinate che consentono loro di cogliere aspetti della personalità altrui.

Altre sono meno dotate.







Poi conta anche lo stato d’animo in cui ci si trova. 

Secondo i risultati delle ricerche di Nalini Ambady, più una persona si trova in uno stato d’animo allegro, maggiore è la sua capacità di intuire le caratteristiche degli altri; più il suo umore è depresso, maggiore sono le indecisioni e i tentennamenti.

Un’altra difficoltà può sorgere in chi è decisamente entusiasta della propria capacità di giudicare “a prima vista”: quando si vuole utilizzare l’intuizione bisogna infatti essere pronti a farla funzionare, ma, nello stesso tempo, a sottoporla a valutazione critica.




stel etoile060stel etoile060stel etoile060

IL MONDO DI ORSOSOGNANTE ORA E’ ANCHE SU FB!

Frecce (174)







Puoi scoprire il potenziale “malandrino” che c’è in te con questo test molto inconsueto   Leave a comment


 
 
 


 



Questo test è ovviamente scherzoso.
 
Una specie di gioco tendente a dimostrare
che c’è del buono nei cattivi
e del cattivo nei buoni
ma il sito che lo propone mi sembra serio
anche se ha parecchia pubblicità
(quindi fate attenzione).
 
 
 
 
deliquente gif
 
 
 
 
 
SCOPRI IL DELINQUENTE CHE C’E’ IN TE!

 

 

Ecco un test originale per scoprire… forse
di che pasta siamo fatti.
 
 
 
 

 
 
 

 
In verità il test, molto originale, era in un altro sito
che però l’ha cancellato
ed a fatica ne ho trovato ora uno simile
che spero possa piacervi come l’altro
anche se, come accennavo, presenta molta pubblicità.




DEL 800 qfsd4t4gtl




Ma attenzione


Questo test viene proposto all’unico scopo di divertire i lettori,
portandoli a riflettere su aspetti del sé
che solo raramente vengono presi in considerazione.

Ma ecco il test

fre bia pouce
SCOPRI IL DELINQUENTE IN TE



 
 
 
 

Alla fine, se ci va,
facciamo sapere cosa vien fuori.
 
 
Ciaooooo






Leggiamo questo messaggio alfanumerico – E’ un facile e simpatico esercizio per la nostra mente   1 comment





Un gioco in fondo facile…

Basta cercare di capire il senso
senza fermarsi alle singole lettere o numeri.

 

 

 

Ci sono messaggi che a prima vista possono apparire incomprensibili

ma la nostra mente ha grandi poteri e riesce, senza problemi,

a sbloccare l’arcano.

  
 

 

 

 
 

 

  
 

Questo qui giù ad esempio è un messaggio alfanumerico

cioè composto da lettere e numeri.

 

  

Riesci a leggerlo? 

 

 

 

 

  
 

 

Prova!

  
 

Vedrai che ci riuscirai… senz’altro anche tu.




 

 

Ciaoooooooooooooo

Tony Kospan



Il “Cubo di Rubik” – Il mitico rompicapo degli anni ’80.. la sua storia ed il video di un record   Leave a comment





Il suo creatore è stato lo scultore, architetto e designer ungherese
 Ernő Rubik, padre non solo dell’omonimo famosissimo cubo,
ma anche di altri giochi analoghi.






Leggeremo ora la storia del mitico… cubo
sia per chi lo conosce,
ma l’ha ormai confinato in un angolo della memoria,
 che per le nuove generazioni.




(Ernő Rubik – Budapest 13 luglio 1944)

.
.
IL MITICO ROMPICAPO DEGLI ANNI 80


IL GIOCO – LA STORIA – UN RECORD


 
 
 
 
 
 
 
 
 

IL CUBO DI RUBIK

 

 

COS’E’…?

 

 

 

 

 

 

Il cubo di Rubik, detto anche “Cubo Magico”, è composto da 26 cubetti esterni ed un “cubetto invisibile” interno in cui risiede il meccanismo che permette la rotazione dei piani in tutte le direzioni.

Lo scopo del gioco è di risalire alla posizione originale dei cubetti portando il cubo ad avere per ogni faccia un colore uguale.

Sei lati, ogni lato 9 quadratini colorati, e tutti i lati che si possono muovere sia in orizzontale che in verticale..vi sembra di ricordare, vero? 43.252.003.274.489.856.000 (si, proprio 43 miliardi di miliardi..) di possibili combinazioni, e una sola che portava al risultato agognato, tutte e 6 le facce del colore giusto, nello stesso momento!

Uscito dalla mente malefica di un matematico ungherese, il cubo di Rubik è stato per noi ragazzi degli anni ’80 quello che i Pokemon sono per i ragazzini di oggi, una mania, una febbre da cui non si poteva guarire. In tutti i formati e le dimensioni, ci giocavamo a tutte le ore, a scuola e fuori scuola, anche e soprattutto durante le lezioni.. e mentre per molti l’unica soluzione possibile era quella di staccare i quadratini colorati e attaccarli dove serviva, ai campionati mondiali c’era chi lo completava in meno di 30 secondi!

 
 
 
 
 
 

 

 

 

 

Ma ecco ora in breve la storia completa di questo mitico rompicapo.

 

 

 

LA STORIA

 

Il cubo di Rubik (o cubo magico) è un celebre rompicapo inventato dal professore di architettura e scultore ungherese Ernő Rubik il 19 MAGGIO 1974.

Originariamente chiamato dallo stesso inventore (Cubo Magico), fu rinominato nel 1980 “Rubik’s Cube” dalla Ideal Toys, l’azienda che ne ha curato la distribuzione. 

Nello stesso anno ha vinto il premio come gioco dell’anno in Germania. Si dice che sia il gioco più venduto al mondo, (imitazioni low cost comprese) con oltre 300 milioni di pezzi.

Fu inizialmente progettato da Rubik a scopi didattici e all’inizio si diffuse solo tra i matematici ungheresi, interessati ai problemi statistici e teorici che il cubo poneva. 

Qualche anno più tardi un matematico inglese scrisse su quest’oggetto un articolo che portò la sua fama fuori dai confini dell’Ungheria. 
Nel giro di pochi anni, il cubo di Rubik invase i negozi europei ed americani, diventando il rompicapo più venduto della storia. 
Oggi esistono anche lettori mp3 a foma di cubo.

Nel solo 1982 ne furono venduti oltre 100 milioni di pezzi e Rubik divenne il cittadino più ricco del suo paese. Ad oggi si svolgono veri e propri Campionati del Mondo nel quale i concorrenti, che giungono da ogni parte del pianeta, si sfidano nel ricomporlo nel minor tempo possibile.

Il record del mondo, ad oggi appartiene a Erik Akkersdijk che lo ha risolto in 7,08 secondi durante gli Open 2008 tenutisi a Pardubice, nella Repubblica Ceca, il 12-13 luglio 2008; nella competizione che tiene conto della media nella risoluzione di 5 cubi, il record appartiene a Yu Nakajima con 11,28 secondi, record ottenuto durante gli Open 2008 tenutisi in Giappone, nella città di Kashiwa il 5 maggio 2008.

 

 

 

 

 

 

IL VIDEO DI UN RECORD

 

 

Ecco come un campione risolve il tremendo rompicapo in pochissimi secondi.

 

 

 

fre bia pouce

 

 

 

Tony Kospan


 

 

FONTI… VARI SITI WEB – IMPAGINAZ. T.K. 

 

 

 

 

 
 
 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: