Archivio per la categoria ‘PAESAGGI EDIFICI VIAGGI

LOMBARD STREET – LA VIA PIU’ TORTUOSA (MA BELLA E FIORITA) DEL MONDO   2 comments







In verità, a mio parere, non è interessante solo perché è la più tortuosa ma anche perché è una strada originale e molto fiorita…








LOMBARD STREET LA VIA PIU' TORTUOSA DEL MONDO


Lombard Street è una via di San Francisco in California.

Il tratto più celebre di Lombard Street è Russian Hill, tra Hyde Street e Leavenworth Street, dove la carreggiata ha otto ripidissimi tornanti che hanno regalato alla via la fama di “strada più tortuosa del mondo”.








Questo tratto, istituito nel 1922, è nato per la necessità di ridurre la pendenza della collina che è del 51% .








E' lungo 400 mt, presenta una pavimentazione di mattoni rossi, ha ai lati fantastiche coloratissime aiuole ed è percorribile dalle vetture solo in discesa.








Il limite di velocità consentito in questo tratto è di 8 km/h ma è stato superato spesso nelle scene di inseguimento con auto di vari film polizieschi americani di cui questa strada è stata il set.




Il panorama di San Francisco visto dalla sommità di Lombard Street





Eccola anche in questo mio mini video FB





CULTURA CON LEGGEREZZA
E… SETI PIACE… I S C R I V I T I









Annunci

Il fantastico “ponte tibetano” di Claviere in Piemonte.. vietato a chi soffre di vertigini.. anche in video   Leave a comment

.
 
 
 

 

 

 
 
Esistono ponti diversi da quelli che vediamo in genere…

“Il ponte tibetano è una struttura di collegamento costituita da una fune che ha funzione di marciapiede e da due funi/mancorrenti laterali superiori distanziate di circa un metro da quella marciapiede.

Le tre funi, poste a triangolo, sono solidarizzate da stralli laterali distanziati l'uno dall'altro da 50 a 100 cm. In una tale struttura l'oscillazione è inversamente proporzionale al carico di tensione: più tese sono le funi, più stabile è il ponte, in quanto si riducono le oscillazioni laterali, in particolar modo nella sezione centrale.” (Wikipedia)

.

.

.

Foto:




 

Questo che vediamo e che è in funzione solo dal 2006 è proprio da brivido ed è famoso in tutto il mondo… anzi… attualmente è considerato il più lungo al mondo con i suoi 468 mt e… non si trova lontano da noi…
 
Infatti questo ponte tibetano si trova in Piemonte, a Claviere, tra Sestriere e Bardonecchia.


 
 
 
 
 

Foto:

 

 
 


E' infatti letteralmente sospeso per aria ma non solo… si trova a notevole altezza
ed è anche strettissimo ed abbastanza lungo.
 
Mi vengono le vertigini solo a veder le foto…
 
Molti però, che non le hanno, hanno la possibilità di fare una vera passeggiata stile… Indiana Jones.
 
 
 
 
 
 


Ponte Tibetano Claviere – Piemonte
 
 
 
 
 
 
Se vi fa piacere qui lo potrete vedere in video
 
 
 
 
 
 
 Foto:

 Foto:
 
 
http://www.youtube.com/watch?v=fExdV8ARphY

 

 

CIAO DA TONY KOSPAN

 

 

 

ARTE MUSICA POESIA ETC
NEL GRUPPO FB
Foto:
Foto:





Foto:

 
 
 

Le cascate del Parco dell’Iguazù sono tra le più belle del mondo – Conosciamole ed ammiriamole.. anche in video   Leave a comment

.
.
.
.
.
.
.
.
.
Il Parco Nazionale dell’Iguazú è un parco nazionale
situato al confine fra l’Argentina ed il Brasile
che presenta, con le sue stupende cascate,
 uno spettacolo naturale super affascinante.






Il Parco, davvero enorme, presenta infatti 275 cascate
con altezze fino a 70 metri
che molti considerano le più belle del pianeta.
Esse nascono dal fiume Iguazù
che fa anche da confine tra le 2 nazioni.





Queste fantastiche ed enormi cascate sono immerse
in un paesaggio lussureggiante e creano improvvisi arcobaleni
che lasciano a bocca aperta.







Intorno ad esse c’è poi un’imponente foresta pluviale
che presenta una straordinaria varietà di flora e fauna.







Ma forse le immagini fotografiche non sono capaci
di render al meglio la loro stupefacente bellezza…
ed allora guardiamole in questo video girato con un drone
che ci dona visioni da angolazioni normalmente impossibili.





Tony Kospan





LA TUA NUOVA PAGINA DI
PSICHE E SOGNO
PER COLORARE LE TUE ORE…




Hangzhou… incantato e romantico… è il lago più amato dai poeti ma è in Cina! Conosciamolo!   3 comments





 


Sì.. esiste davvero un luogo romantico e di sogno
per chi ama la poesia…

E' lontano… ahimè… in Cina…
ma almeno virtualmente possiamo conoscerlo un po'….
.

.


.
 
 
 
 
 
 
La città dei poeti e dei romantici
così viene definita Hangzhou ed il suo lago.


 
 
.
.
 
 

 
Favolosa acqua scintillante in una giornata di sole,
o montagne avvolte dalla foschia per la pioggia;
in un giorno normale o addobbata a festa come Xizi*;
Hangzhou è sempre affascinante.
 
 
* Xi Zi era la donna più bella della Cina antica


Queste parole, scritte dal famoso poeta Su Dongpo,
della dinastia Song (960-1127),
non lasciano dubbi sull'incredibile fascino
del paesaggio che le ha ispirate.


 
 

 
 
 
 

Hangzhou è la capitale della provincia del Zhejiang
ed è situata lungo la sponda del fiume Qjantang 
ed è anche una delle sette capitali antiche della Cina.


 
 
 
 
 
 

La definizione poi di Paradiso nasce
per merito soprattutto del Lago Occidentale
che, grazie ai fiori di loto sulle sue coste
ed alle tante pagode che lo attorniano,
è stato da secoli amato da imperatori e poeti
in quanto favorisce la tranquillità e la meditazione.

 
 
 
 
 
 
 
 

La sublime bellezza del lago, amata anche dai pittori,
e l'atmosfera rarefatta e silenziosa
incanta sempre, con la sua magia, i visitatori.

 
 
 
 
 
 
 

A tutto ciò… poi…
s'aggiunge l'atmosfera serena degli abitanti…

 
 
 
 
 
 
 
 
Ancor meglio possiamo ammirar il lago 
(ed innamorarcene) in questo bel video…

 
 
 
 

 
 
 
CIAO DA TONY KOSPAN 
 
 
 
 
 

IL GRUPPO DI FB
D'ARTE POESIA MUSICA HUMOUR ETC.
COLLEGATO ALLA PAGNA











 

A Malta un bel giardino di sogno… Palazzo Parisio – Storia ed immagini di un bel giardino di sogno   2 comments

 
 
  
 

ENTRIAMO…
LI’ DOVE IL BELLO SPOSA LA NATURA…

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

I GIARDINI DI… PALAZZO PARISIO
A MALTA…

 
 
 
 
 
 
 
 
 
Nel cuore del villaggio di Naxxar, Palazzo Parisio, è un romantico palazzo di eccezionale grandezza, se paragonato agli altri palazzi storici dell’isola, e testimonia le aspirazioni di una ricca famiglia maltese del XIX secolo.
 
 
 
 
 
 
 
 
In origine la dimora fu il buen retiro della famiglia Parisio – possidenti siciliani imparentati con la nobiltà maltese – che lasciava il palazzo a La Valletta per la caccia e la frescura della campagna.  
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Nel XIX secolo il Palazzo fu acquistato dal marchese Giuseppe Scicluna, banchiere e noto filantropo maltese, ai cui eredi appartiene tuttora.  
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Quella che era una residenza estiva fu trasformata in una sontuosa dimora anche grazie alle maestranze Italiane di Carlo Sada, autore della decorazione del Teatro Bellini di Catania. I lavori iniziarono nel 1898 e terminarono nel 1906, un anno prima della morte del marchese.
Quando i paesaggisti idearono i giardini vi era in origine un sentiero sopraelevato di circa mezzo miglio con ai lati vecchi olivi, ancora oggi visibili, e con un belvedere sulla costa e la baia di San Paolo. 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Nel creare i giardini fu ideato un sistema idrico e di irrigazione molto complesso, fu scavata una cisterna per l’acqua, ampia la metà del giardino e intercomunicante con pozzi dei dintorni. I giardini all’Italiana, cinti da mura, sono una miscela affascinante di simmetria e colori mediterranei. L’Orangerie, sulla sinistra dell’ingresso, sembra esser stata costruita prima del 1890, anno in cui il Palazzo fu rinnovato. I vetri ancora in gran parte originali hanno uno spessore di ben 4 millimetri.  Al suo interno si trova una grotta rivestita di pietra, risalente forse la Seicento, che nasconde un complesso e interessante sistema di irrigazione. 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Nel Giardino si possono ammirare numerose specie mediterranee ed esotiche: Chorisia speciosa, Meryta denhamii, Banksia seratifoglia, Coculus, Quercus ilex, Araucaria, Brugmansia, Erythrina cristagalli, Jacaranda mimosifloia,   Sapindus mukorossi, Nerium oleander, inoltre una vasta collezione d’Hibiscus ibridi, più di 60 piante di colori diversi dal viola al marrone: Tylene, Peggy Walton, Fifth dimension. Ricca anche la collezione di Bougainvillea e di Agrumi come Citrus medica ” Maxima”, Citrus aurantium “Canaliculata”, Citrus sinensis, Citrus limon e Calamondine.  
 
 
 
 
 
  
 
 
 
 
 
Solari, ricchi di colore e profumo, i giardini di palazzo Parisio sono un’eccellente testimonianza della diffusione del giardino all’Italiana fin quasi al Novecento fuori dai confini nazionali, oltre che degli scambi culturali tra Malta e il Sud Italia.
 
 
 

 
 
 
 

 

 

Ciao da Tony Kospan
affascinato da sempre… dai bei giardini…


 

LA TUA NUOVA PAGINA DI SOGNO
PER COLORARE LE TUE GIORNATE
Foto:

 
 
 
.
.
.
.

 
 
 
.
.
.
.

Atlantic Road – La strada piu tremenda.. affascinante.. ed emozionante del mondo in immagini e video   4 comments



 

 

.

.

Possiamo ammirare uno dei più incredibili tratti di strada (8 km)

esistenti al mondo in questo avvincente video.

 

 

 

Foto:

 

 .

.

 LA STRADA PIU' SPETTACOLARE ED  EMOZIONANTE DEL MONDO




Foto:  *** Local Caption *** STORMFULLT: Dette bildet av Atlanterhavsveien er tatt da stormen «Berit» herjet langs norskekysten i november i fjor.

.

.

.

Si trova in Norvegia, e collega l'isola di Averøy alla terra ferma.

 

Guidando lì si ha quasi l'impressione di navigare nell'Oceano Atlantico,

soprattutto quando il mare è in tempesta.


 

 

 

Foto:

 

 

 

Inutile dire che il video ha spopolato in tutto il mondo.


Su saliamo in macchina… allacciamoci le cinture… si parte!


 

 



 

 

Ciao da Tony Kospan





LA TUA PAGINA DI CULTURA PSICHE E SOGNO
PER COLORARE LE TUE ORE…




Foto:


 

 

 

La Coupole – La mitica “brasserie” di Parigi.. tempio dell’alimentazione e della cultura – La storia e le immagini   Leave a comment

 
 
 
 
 
 
 
Una breve visita virtuale ad uno dei locali mitici
della nostra vecchia Europa…
 
Locali mitici sia per la loro storia
che per le rinomate qualità della loro cucina
e delle loro bevande…
 
 
 

 
 
 
 
 
Sono locali che meritano una visita
almeno una volta nella nostra vita
e, se ci dovessimo trovare da quelle parti,
sarebbe davvero un peccato non farvi una visitina…
 
Visitiamo ora…  entrandovi virtualmente…
la mitica…
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
LA COUPOLE è la più famosa brasserie di Parigi che ormai ha superato gli 87 anni dalla sua fondazione…
 
 
In essa si respira, oltre a quella della grande cucina francese (di cui è considerata un monumento), anche l’atmosfera dell’arte, della cultura e della storia.
 
 
 
 

 

 

 

Ma attenzione… non pensiate di dover spendere qui un occhio della testa.

 

La cucina è sì di gran classe ma i prezzi sono contenuti…

 

 

 

 
 
 
 
 
 
Anche le sue colonne sono famose perché vennero decorate da 30 artisti, fra i quali Chagall e Brancusi, e naturalmente sono state ben conservate.
 
 
 
 

Il soffitto decorato da Chagall

 

 

 

Si trova all’angolo con il Boulevard Raspail ed è un locale molto grande.

 

Esiste dal 1927 e fu subito punto di ritrovo per scrittori, poeti e artisti quali Josephine Baker, Roman Polanski, Jean-Paul Sartre e Giacometti.

 

Rivediamo e riascoltiamo per qualche minuto la mitica Josephine Baker in questo stupendo video girato negli anni 20
 
 
Sì… stupendo… perché oltre a farci veder un’esibizione dell’artista che faceva impazzire Parigi da giovane ci fa anche rivivere tutta l’atmosfera di quell’epoca.
 
 
 

La mitica Josephine Baker

 

 

 

La Coupole era il più giovane dei locali del Carrefour Vavin, e col crescere della sua fama, attirò ben presto tantissimi artisti (Kisling, De Chirico, Man Ray, Picasso, ecc.) nonché molti personaggi vicini al Surrealismo (Desnos, Artaud…) e artisti russi (Prokofiev, Ehrenburg, Eisenstein, Maiakovski…).

 

Il 6 novembre 1928 vi si incontrarono per la prima volta Elsa Triolet e Louis Aragon.

 

 

 

 

 

 

Qualche tempo dopo fu frequentato da Miller, Durrell e Samuel Beckett, Prevert (di cui pubblico qui una sua mini poesia), seguiti da Sartre e Beauvoir.







 

 

BUSSANO

J. Prevert

 

Chi è

Nessuno

E’ solo il mio cuore che batte

Che batte troppo forte

Per causa tua.

Ma di fuori

La piccola mano bronzea sulla porta di legno

Non si sposta ….Non si muove

Non muove neanche la punta del dito

 

 

 

Quest’ultima vi ambientò parti del suo romanzoL’invitée“.

 

 

 

Josephine Baker e Simenon à la Coupole

 

 

Il locale, rinnovato alla fine degli anni ’80, è in tipico stile brasserie.

All’interno troviamo le poltroncine originali in velluto rosso, colonne decorate da artisti locali, e un’ampia terrazza interna.

 E’ possibile degustare, come accennavo su, ottimi piatti a costi alquanto contenuti.

 

 


 

 

Sugli amori nati sopra e sotto i tavoli della Coupole sono stati scritti… dei romanzi…

 

 

 

 

Devo dire di aver letto molti commenti di nostri connazionali che sono rimasti entusiasti della cucina

Però spesso non si sono nemmeno accorti di essere entrati in un vero… storico… tempio… della ristorazione mondiale in generale e francese in particolare…

 

 

 

 

 

Indirizzo: Brasserie La Coupole
PARIS   –   Paris 14° Arrondissement

 
 
 
 
Da varie ricerche nel web coordinate da Tony Kospan
 
 
 
 
 
 
P.S. Quando ci andiamo?
 
 
Prenoto eh eh?
 
 
Orso Tony



 
 
 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: