CHARLES DARWIN – Breve ricordo dello scrittore e scienziato che con “L’origine delle specie” sconvolse il mondo   7 comments



Charles Darwin è stato il primo

a formulare la teoria dell'evoluzione.

 

 

 

Charles Robert Darwin (Shrewsbury 12.2.1809 – Londra 19.4.1882)

 
 
 
 
BREVE BIOGRAFIA DI DARWIN
 
 

Charles Darwin nato il 12 febbraio 1809 a Shrewsbury (Inghilterra) manifestò ben presto il suo interesse per la storia naturale la zoologia e la botanica.
Iniziò anche a studiare geologia ed a collezionare insetti.
 
 
 

 
 
 
Il 21 dicembre 1831 s'imbarcò sulla nave Beagle attrezzata per effettuare ricerche scientifiche e studi geografici e cartografici.
Durante questo lungo viaggio intorno al mondo, terminato il 2 ottobre 1836, Darwin esaminò, raccolse e catalogò campioni di organismi viventi e fossili che poi consegnò al British Museum che ne confermò la grande importanza scientifica.
 
 
 

 
 
 
Sulla base delle sue osservazioni, in particolare sulla distribuzione geografica delle specie, sulle leggi delle mutazioni fisiche e sull'estinzione delle specie incapaci di adattarsi all'ambiente, Charles si convinse che le specie si modificano gradualmente e da qui la nascita della teoria evoluzionistica.
 
 
 

La prima edizione

 
 
L'elaborazione della teoria sull'origine delle specie come si può immaginare suscitò grandi consensi negli ambiti scientifici ma anche tante polemiche in quelli conservatori e religiosi.
Tuttavia la teoria si diffuse e fu accolta favorevolmente in tutto il mondo.
Nel 1839 sposò la ricca cugina Emma Wedgwood con cui ebbe una lunga tranquilla vita familiare e ben 10 figli.




Emma Wedgwood

 
 
 
Nel 1870 fu nominato socio d'onore della Società Geografica Italiana.
Alla sua morte, il 19 aprile del 1882, Darwin ebbe funerali di stato e la sepoltura nell'Abbazia di Westminster.
Nel duecentesimo anniversario della sua nascita la Chiesa Anglicana si è ufficialmente scusata per “non aver compreso la Teoria dell'evoluzione”.
 
TONY KOSPAN

 
 
 
 
 

Edizione Italiana – (part.)

 
 
 
 
IL LIBRO – L’ORIGINE DELLA SPECIE
 

 
 

Ogni anno il 24 novembre si ricorda l'anniversario della pubblicazione del suo libro L’ORIGINE DELLA SPECIE in cui ha per primo formulato la Teoria dell’evoluzione delle specie animali e vegetali per selezione naturale e proposto la discendenza dell’uomo e degli altri primati da un antenato comune.

 
Pur se ferocemente osteggiato dalla pubblica opinione e dal clero alla sua comparsa, l’evoluzionismo si è subito imposto all’attenzione degli studiosi, divenendo rapidamente un modello di assoluto riferimento in tutti gli ambiti della scienza, e risulta essere oggi la base indiscutibile del sapere biologico ed il fondamento di qualunque studio sulla vita nel nostro pianeta, tanto che oramai la stragrande maggioranza dell’opinione pubblica italiana e della stessa Chiesa cattolica lo accettano.


Al di là dei già notevoli meriti specifici delle singole sue opere, Darwin rappresenta una delle più importanti figure nella storia delle scienze, per l’intraprendenza, la dedizione, l’impostazione metodologica, lo spirito di osservazione, l’acutezza dell’analisi, la libertà dai preconcetti e la serenità del giudizio.

 
 

 
 
 

 

 
 
 
La sua concezione evoluzionista è alla base dell’odierna ecologia, delinea un corretto schema relazionale fra gli esseri viventi ed ha purgato il pensiero umano dalla funesta ideologia delle razze e dagli abusi dell’antropocentrismo.

Rappresenta inoltre la base sulla quale si è sviluppata la ricerca biologica, in particolare nel campo della genetica, che sta rivoluzionando il mondo della medicina.
 
Per i suoi meriti scientifici, Darwin fu nominato membro della Royal Society in Inghilterra e della Académie des Sciences in Francia ed alla sua morte ricevette gli onori di Stato e venne sepolto nell’Abbazia di Westminster, accanto a Newton, a suggello dell’importanza della sua opera.
 

 
 
TESTO DAL WEB CON MINI MODIFICHE– IMPAGINAZIONE TONY KOSPAN
 
 

 
 

 
 
 

 
 
 
 
 

Barres ...Barres ...

PER LE NOVITA' DEL BLOG

SE IL BLOG TI PIACE
I S C R I V I T I





 
 
 

7 risposte a “CHARLES DARWIN – Breve ricordo dello scrittore e scienziato che con “L’origine delle specie” sconvolse il mondo

Iscriviti ai commenti con RSS .

  1. Teoria molto conosciuta!

    "Mi piace"

    MariaRosaria Lanza
  2. Teoria spacciata per un fatto.
    Assurdità di questo mondo che non sa osservare il silenzio che porta conoscenza, ma invece ama i rumori dell’ignoranza.
    Mi chiedo, anzi vi chiedo , di riflettere su una semplice quantoimportante questione legata alla fisicità o non fisicità delle creature: sono gli esseri viventi, di qualsiasi specie, legati a fattori elettromagnetici?
    La scienza umana, quella di Einstein ma anche di Fermi e tanti altri prima di loro, dice che si, noi siamo energia (dietro la materia c’è l’atomo) e quindi potenzialmente possiamo subire alterazioni progressive a seconda dell’energia del posto in cui si vive.
    Ma in quanti hanno studiato questi fenomeni?… la risposta latita da sin troppo tempo.
    Darwin si sarà chiesto se alcune specie hanno perso o acquisito capacità in una certa zona in cui prima non risiedevano perché quella zona presenta delle caratteristiche di energie e quindi elettromagnetismo, differenti da dove erano prima abituati a stare? O si è chiesto se un cambiamento delle energie possa far evolvere una specie ed estinguerne un’altra che hanno sempre vissuto in quell’area?
    Io non voglio affermare che le mie indicazioni sono giuste, ma far riflettere su quante possibili NON DOMANDE si sia fatto Darwin ed i suoi milioni di seguaci nel mondo che non mostrano lungimirante capacità d’osservazione e riflessione oltre quel che gli occhi possono vedere.

    "Mi piace"

  3. La storia non ha dato alcuna risposta affermativa, trovare una pseudo scimmia che forse assomiglia nello scheletro ad un umano non vuol dire nulla, di fatto la teoria è rimasta teoria. Sulla biologia, di reperti datati eoni or sono, la credibilità è quella che è.
    Per qua to riguarda poi la somiglianza biologica, i maiali sono più affini per molte caratteristiche, invero ad alcunk hanno trapiantato organi di quel animale.
    Mk sembra anche i delfini abbiano più rassomiglianza con gli uomini… geneticamente parlando.
    Ora il fatto che qualcuno nei comportamenti e nella fisionomia, come era per Darwin, assomiglia ad una scimmia, non fai di tutti noi loro parenti.
    Le sue parole sono dogmatiche, fa parte di un nuovo credo religioso?

    "Mi piace"

    • Per fortuna c’è la libertà di pensiero.
      Ciascuno può rimanere tranquillamente della sua idea… sulla base dei suoi studi… delle sue riflessioni etc…
      Non intendo convincere nessuno.
      Certamente però fu Darwin a sconvolgere millenarie, dogmatiche ed arcaiche visioni e fu per questo combattutto in vita!
      (E questo è storia non un parere)

      "Mi piace"

      • Il fatto che sia stato combattuto non fa di lui un saggio.
        Ad esempio lei si è chiesto se Darwin ha esplorato tutte le caratteristiche degli animali ed uomini, come ad esempio la natura elettromagnetica (propria degli atomi che ci compongono) sia dei soggetti che dei posti nei quali sostavano?
        Se un cambiamento elettromagnetico ci fù nell’area o nella Terra intera, questo potrebbe aver influito sugli animali da lui studiati.
        Ovviamente è una teoria la mia, ma si basa su fatti concreti che accadono a persone e sulla Terra, ma la domanda ripeto è “si è fatto tutte le domande Darwin?”
        Giustamente ognuno può credre in quel che vuole, ma quando si parla dell’uomo-scimmia, non si sà perchè cala un non-docet, è così e basta!
        A me ed ai miei figli (e milioni d’altre persone) hanno insegnato, nonostante sia una teoria NON comprovata, questa balla Darwiniana, non è quindi una nuova religione?

        "Mi piace"

  4. In realtà non è mai stata una religione e non solo. Ancora oggi le scoperte dei fossili dimostrano l’evoluzione di tutte le specie animali… ed i vari passaggi sono evidenti e dimostrati. Non solo, gli scienziati utilizzano i concetti di Darwin, anche nei moderni studi sull’evoluzione di altri organismi. Una delle più elementari prove della veridicità della teoria (ma ce ne sono tante) è la presenza nell’uomo dei muscoli che fanno muovere le orecchie oggi inutili (ci sono cmq molte persone che rancora iescono a muoverle). Perché li abbiamo se non come residuo ancestrale di specie precedenti? Cmq c’è chi preferisce credere ad Adamo ed Eva… e chi all’evoluzione. No problem.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: