Archivio per 23 luglio 2021

Buon weekend in poesia “Sprecata” M. Hornbacher – arte T. E. Mostyn – canzone “Vivo per lei” Bocelli e Giorgia   Leave a comment

.
.
.
. 

Thomas Edwin Mostyn


 

 

 
 .
.

 
 
azzurra barra 10azzurra barra 10

La tradizione dice
che quando abbracciamo qualcuno in modo sincero,
guadagniamo un giorno di vita.
– Paulo Coelho –

azzurra barra 10azzurra barra 10
 
 

 
 
 .
.

 
Thomas Edwin Mostyn – Signora in verde

 
 
 

SPRECATA
Marya Hornbacher
 
Lo so che di solito non abbracci,
però mi chiedevo se posso io abbracciare te,
non importa se ricambi,
ho pensato che siccome sei qui da un pò
e non hai ricevuto neanche un abbraccio da settimane,
forse te ne serve uno.
Mi chinai e lo abbracciai, rigida.
Lui si strinse a me fortissimo,
il contatto fu cosi sorprendente
e la sua persona minuscola era cosi calda
che respirai forte e cominciai a piangere.

“Gli abbracci fanno molto bene”
disse lui dandomi piccole pacche sulla schiena.
“Se vuoi domani te ne do un altro”..
Ed io mi sentii perduta…

 
 
 

 (“Vivo per lei” con testo – Bocelli e Giorgia)

Thomas Edwin Mostyn – Signora con cofanetto di gioielli

 
 
 
 
 
 
 
 
da Orso Tony



ARTE POESIA MUSICA HUMOUR… INSIEME…
NEL GRUPPO DI FB





Thomas Edwin Mostyn – Flora 
 
 

Siamo capaci di ascoltare gli altri o no? Questo test ce lo rivela!   Leave a comment

.
.
.
.



.


Misuriamo la nostra capacità d'ascolto!

.

.

 

.

.

Siamo tutti consapevoli dell’importanza del saper ascoltare
(mentre nel contempo sempre meno concediamo a ciò la ns attenzione)
e dunque cosa c’è di meglio del guardarci dentro e vedere
quale sia la nostra vera capacità d’ascolto?
 

 

.

.

 
 

.

.

 
VOGLIAMO MISURARE
LA NS CAPACITA' DI ASCOLTO?
 
QUESTO TEST CE LO CONSENTE





  
Sì… il test non ci dirà nulla che già non sappiamo
nel nostro profondo intimo
ma certo ce lo evidenza… nel bene e nel male.
 
 
 

.

.


 

.

.

 
 
 E’ UN TEST DAVVERO SERIO ED INFATTI
 E' DI UN SITO CHE SI OCCUPA
PROPRIO DI PSICOLOGIA… 
 


L’ho fatto anch’io per verificarne l’attendibilità
e mi sembra davvero ok…
 
 

.

.

 
fre bia pouce
 
 

.

.

 
Buon test dunque e, se ci va,
raccontiamo che tipo di “ascoltatori” siamo…
 

 
Ciao da Tony Kospan
 
 
 
 



verd fant clipfiori23verd fant clipfiori23verd fant clipfiori23verd fant clipfiori23verd fant clipfiori23

PER LE NOVITA' DEL BLOG
frecq8h
SE TI PIACE – ISCRIVITI








 
 
 
 

Il Teatro Verde di Venezia – Un anfiteatro di tipo classico ma nuovo e bellissimo   Leave a comment

 

 

 




Ecco una simpaticissima elegante e classica, benché moderna, costruzione…

segnalatami dall’amica Giovanna del gruppo… Obiettivo Arte

 

 

IL TEATRO VERDE

 

 

 
 
 


Edificato a partire dal 1952 su progetto degli architetti Luigi Vietti ed Angelo Scattolin recuperando il materiale accumulatosi nel corso dei lavori di restauro dell’Isola, il Teatro Verde è un anfiteatro di 1345 posti situato nel cuore del parco dell’Isola di San Giorgio Maggiore.


 
 

 


 




 
Costruito sul modello dei teatri antichi greci e romani e con riferimento ai teatri di verzura che ornavano le ville venete di terraferma tra Rinascimento e Settecento, il Teatro Verde è costituito da gradoni di pietra bianca di Vicenza intercalati da spalliere di bosso.


Il teatro fu inaugurato nel luglio del 1954 con un testo sacro, Resurrezione e vita, su musiche veneziane rinascimentali.

Seguirono lo stesso anno, l’Arianna di Benedetto Marcello e le Baruffe Chiozzotte di Goldoni.

 

 

 

 

 


Negli anni seguenti si sono succeduti il Teatro di Atene con l’Ecuba di Euripide e l’Edipo Re di Sofocle, il Théàtre populaire de France, con il Don Juan di Molière e la Ville di Claudel, la Compagnia di Annie Ducaux con la Bérénice di Racine, e quella dell’Oxford Playhouse con Il sogno di una notte di mezza estate di Shakespeare, e compagnie italiane con La Moscheta di Ruzzante, il Campiello e I chiassetti del Carneval di Goldoni.

 

 

 

 

 

Dal 1999 al 2003 il Teatro Verde fu dato in gestione alla Biennale di Venezia, che lo destinò prevalentemente a spettacoli di danza.


Il Teatro Verde si trova nel cuore del parco dell’Isola di San Giorgio Maggiore, sede della Fondazione Giorgio Cini.

 
 
 
 

 

Isola di San Giorgio Maggiore

 
 
 
 

(Testo rinvenuto identico in molti siti web – Impaginazione t.k.)




POESIA ARTE MUSICA ETC
I N S I E M E
NEL GRUPPO DI FB





 
 
 

Riti.. miti.. rotture e tormentoni delle tanto amate vacanze per sorridere con immagini e vignette super divertenti   Leave a comment





Un’ampia collezione di immagini e vignette divertenti
sul periodo più atteso dell’anno per distrarci dall’afa
e, se siamo al lavoro o a casa,
per non invidiare troppo chi è in vacanza.






ANCHE LE “AMATE” VACANZE
HANNO I LORO BEI… 
“DOLORINI”… DOLORONI




Le partenze intelligenti – Gli ingorghi – L’alternativa ferrovia – 
Le multe – Il pc – I tradimenti – Le bellezze in spiaggia – 
Le vacanze alternative – Il meteo – Gli abbandoni degli animali –
Le rotture – Le spese – La crisi – Le vacanze inventate… etc etc


 
 
 
 
 
 

IL LATO OSCURO DELLE VACANZE
PER CHI PUO’ PERMETTERSELE (E CHI NO)
RITI… MITI… TORMENTONI… E GUAI
PER SORRIDERE.
by Tony Kospan

 
 
 
 
 
 


Pensieri molto dolorosi vero?

Bè sì certo…  meglio non pensarci.
 
Però proviamo ad esorcizzarli con un sorriso
a volte aperto ed a volte ahimé amaro.

 
 
 
 
.
.
.
.

GLI INGORGHI SENZA FINE TRA BOLLINI ROSSI E NERI

 
 







 
 
 
Bollino nero perfino a… Venezia.


 
 
 
 
 
 
 .
.
L’ALTERNATIVA DELLE FF.SS.
 
 
 
 
 
 

 .


.
 
 
LE DISTRAZIONI

 
 
 
 
 

 .


.

LE VACANZE… E… LA CRISI
 
 
 
 

 .
.
.
 
 
 
 
 
 .

.


VACANZE CULTURALI 



 
 
  
 .


.

LA PARTENZA SUPER INTELLIGENTE!!!!

 
 
 
 
.
.
 .


.

LE VACANZE ED IL TUO… PC…!!!

 
 
 

.
.
 
 
 
 
 
 
 

 .


.
BELLEZZE AL MARE

 
 
 
 
 
 






 
 
 
 

 .


.
 
AVVENTURE E TRADIMENTI
 
 
 
.
.
.
.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 .

.

LE FRASI… ORIGINALI
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
 .


IL RIENTRO AL LAVORO (PER CHI LO HA)

 
 
 
 
 

.

 .


VIVA LE VACANZ.E!!! EH EH… 

 

.
.

 
 
 

 .



.

CIAOOOOOOO A TUTTI
ED IN OGNI CASO… NONOSTANTE TUTTO
 
 
 
 
 
 
 

 .
 
E PER QUEL CHE MI RIGUARDA…
“IO SPERIAMO CHE ME LA CAVO”





UNO SPAZIO VIRTUALE COMUNE D’ARTE
POESIA MUSICA SOGNI RACCCONTI
RIFLESSIONI BUONUMORE ETC
NEL GRUPPO…
.
.
.



.
.
.

Montgomery Clift.. attore americano dalle eleganti ed intense capacità espressive – Breve ricordo anche con immagini e video   Leave a comment


 

 

Questo grande attore statunitense
ha un posto non secondario nella storia del cinema.
 
 
 

 
 
 
 
 


Di famiglia benestante e di grande cultura
viaggiò per l’Europa e già da giovanissimo iniziò a recitare
facendosi subito notare per le sue notevoli e coinvolgenti 
capacità espressive.

 
 
 
 
Montgomery Clift (Omaha 17.10.1920 – New York 23.7.1966)

 
 
 
 
Clift ha incarnato nel cinema le difficoltà della gioventù Usa, 
i suoi smarrimenti e le sue inquietudini nel periodo postbellico
ed è considerato il capostipite di una generazione di ribelli,
 come Marlon  Brando e James Dean.



 
 




Questo però senza mai urla o gesti forti nella recitazione
bensì solo attraverso atteggiamenti distaccati… delicati… 
e quasi indefinibili benché molto intensi.
 
 
 
 
 

 
 
 
 

Nel 1957 riportò gravi ferite al volto in un incidente stradale
che mutarono l’armonia e l’espressività dei suoi lineamenti.








Dopo un periodo di depressione causato da questo
e dalla sua difficoltà a rivelare la sua omosessualità
tuttavia tornò poi a bellissime performances in film come
I giovani leoni, Improvvisamente l’estate scorsa, Gli spostati,
Vincitori e vinti, ed infine Freud passioni segrete
del 1962 in cui interpretò il ruolo del padre della psicanalisi.






Morì giovanissimo all’età di quarantacinque anni
per un attacco cardiaco
 
 
Ricordiamolo anche con questo video-omaggio


 
 
 
 
 
 
 
 
 
Tony Kospan

 
 
 
 
LA TUA PAGINA PER UNA VITA A COLORI









  
 

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: