Archivio per 16 aprile 2018

Felice lunedì sera in poesia con “Non lasciarmi” Tagore – arte Tiziano – canzone “Pazza idea”   Leave a comment

 

 

 

Tiziano – Ritratto di giovane donna (Part.)

 

 

 

 

 

Il cuore vive finché ha qualcosa da amare,
così come il fuoco finché ha qualcosa da bruciare.
– Victor Hugo –

 

 

 

Tiziano – La bella gatta (Part.)

 

 

NON LASCIARMI

Tagore

 


Non lasciarmi, non andartene,

perché scende la notte.

La strada è deserta e buia,

si perde tortuosa. La terra stanca

è tranquilla, come un cieco senza bastone.

Sembra che io abbia aspettato nel tempo

questo momento con te

così accendo la lampada

dopo averti donato fiori.

Con il mio amore ho raggiunto stasera

il limite del mare senza spiaggia,

per nuotarci dentro e perdermi in eterno.

 

 

 

 

 
 
 

Tiziano – L'estate

 

 

 
 

 
 
DA TONY KOSPAN

 
 
 

La pagina per colorare in mondo non banale le nostre ore

 
 
 
 
Tiziano – Amor sacro ed amor profano 
 
 

 

Annunci

Breve ricordo di Nilla Pizzi.. Regina della canzone italiana.. anche con “Vola Colomba” uno dei suoi massimi successi   Leave a comment

.

.

.

.

LA REGINA DELLA CANZONE ITALIANA



Adionilla Pizzi in arte Nilla è stata unanimemente definita
«la regina della musica italiana»…
per i suoi grandi successi nei primi Festival di Sanremo
e per esser stata un vero e proprio mito della canzone italiana
negli anni '50 e '60.








Per far comprendere quanto fosse vera quella definizione
basti pensare che dopo aver vinto ne '51 il Festival di Sanremo
con Grazie dei Fiori l'anno dopo, caso unico nella storia,
salì su tutti e 3 gradini del podio con
“Vola colomba”, “Papaveri e papere” e “Una donna prega”.




(Sant'Agata Bolognese 16.4.1919 – Segrate 12.3.2011)



Ma c'è di più, lei bolognese, nello stesso anno, il 1952
vinse anche il primo Festival della Canzone Napoletana…
onore che Napoli le tributò di buon grado
in quanto star amatissima e veneratissima in quegli anni.




Nilla Pizzi al centro tra Achille Togliani e Gino Latilla




Un'altra sua fantastica caratteristica era l'eccezionale simpatia
che suscitava la sua classica genuinità emiliana.
La sua vita privata non offre spunti molto particolari
a parte la storia col cantante Gino Latilla
che per lei tentò il suicidio.








BREVE BIOGRAFIA UMANA ED ARTISTICA


Nata nel 1919 inizia la sua attività di cantante
nel 1943 ma raggiunge il massimo del successo
negli anni 50 come solista dell'orchestra Angelini
e sopratutto con le già ricordate vittorie a Sanremo.

Ma è stata anche attrice in ben 18 film
di carattere prevalentemente musicale.






Tutta l'Italia amante della musica leggera…
in quegli anni la voleva vedere ed ascoltare
ed i suoi spettacoli erano tutti dei trionfi.

Dopo gli anni '60, anche per il cambio dei gusti musicali,
la sua fama andò pian piano a scemare
ma lei non smise mai di cantare fino alla fine.







LA CANZONE


Per concludere questo ricordo e per renderle omaggio
penso sia giusto farvi ascoltare
la sua canzone più rappresentativa.





Tony Kospan





LA TUA PAGINA DI… SOGNO?

Foto animata

Foto animata



.

.




.

.

.

Charlie Chaplin.. non solo arte cinematografica ma anche grande umanità – Breve ricordo anche con video e pensieri   Leave a comment

.

.

Chaplin ed Einstein

.

.

.

.

A quei pochi che ignorano chi sia Sir Charles Spencer Chaplin ma noto come Charlie Chaplin e, quando eravamo bambini innamorati, dei suoi film come Charlot cercherò di accennare a lui, alla sua arte cinematografica e, forse aspetto meno noto ma non meno importante, al suo pensiero sulla vita e sull'Umanità.





Londra 16.4.1889 – Corsier-sur-Vevey 25.12.1977




BREVE RICORDO



Chaplin è certo un vero monumento della Storia del Cinema del 20° secolo in quanto è stato, oltre che attore (considerato tra i primi 25 attori di sempre) anche sceneggiatore, compositore e produttore quasi sempre di successo.

Già nei suoi film come Charlot… ne Il monello (1921) ed in Luci della città (1931), soprattutto nelle scene con la fioraia cieca, appare forte e geniale la sua grande umanità ma è nel Grande Dittatore che si manifesta il suo sublime pensiero sulla vita.








.

 

IL SUO PENSIERO ATTRAVERSO UN SUO SUBLIME BRANO

 

 

 

 

 

 

Leggere queste sue riflessioni può, a mio parere,

farci comprendere anche la sua grande saggezza,

e farci bene alla mente ed al cuore.

 

 

 

 

 

 

QUANDO HO COMINCIATO AD AMARMI DAVVERO

 

Quando ho cominciato ad amarmi davvero,
mi sono reso conto
che la sofferenza e il dolore emozionali
sono solo un avvertimento
che mi dice di non vivere contro la mia verità.
Oggi so che questo si chiama


AUTENTICITA’

 


Quando ho cominciato ad amarmi davvero,
ho capito com’è imbarazzante
imporre a qualcuno i miei desideri,
pur sapendo che i tempi non sono maturi
e la persona non è pronta,
anche se quella persona sono io.
Oggi so che questo si chiama

RISPETTO PER SE STESSI

 

 

 

.


Quando ho cominciato ad amarmi davvero,
ho smesso di desiderare un’altra vita
e mi sono accorto che tutto ciò che mi circonda
è un invito a crescere.
Oggi so che questo si chiama

MATURITA'

 

 

Quando ho cominciato ad amarmi davvero,
ho capito di trovarmi sempre ed in ogni occasione
al posto giusto nel momento giusto
e che tutto quello che succede va bene.
Da allora ho potuto stare tranquillo.
Oggi so che questo si chiama

RISPETTO PER SE STESSI





.


Quando ho cominciato ad amarmi davvero,
ho smesso di privarmi del mio tempo libero
e di concepire progetti grandiosi per il futuro.
Oggi faccio solo
ciò che mi procura gioia e divertimento,
ciò che amo e che mi fa ridere,
a modo mio e con i miei ritmi.
Oggi so che questo si chiama

SINCERITA'

 


Quando ho cominciato ad amarmi davvero,
mi sono liberato di tutto ciò
che non mi faceva del bene:
cibi, persone, cose, situazioni
e da tutto ciò che mi tirava verso il basso
allontanandomi da me stesso,
all’inizio lo chiamavo “sano egoismo”,
ma oggi so che questo è

AMORE DI SE’


 

 



 

Quando ho cominciato ad amarmi davvero,
ho smesso di voler avere sempre ragione.
E cosi ho commesso meno errori.
Oggi mi sono reso conto che questo si chiama

SEMPLICITA'

 

Quando ho cominciato ad amarmi davvero,
mi sono rifiutato di vivere nel passato
e di preoccuparmi del mio futuro.
Ora vivo di più nel momento presente,
in cui TUTTO ha un luogo.
E’ la mia condizione di vita quotidiana
e la chiamo

PERFEZIONE

 


 

 


 

Quando ho cominciato ad amarmi davvero,
mi sono reso conto che il mio pensiero può
rendermi miserabile e malato.
Ma quando ho chiamato a raccolta
le energie del mio cuore,
l’intelletto è diventato un compagno importante.
Oggi a questa unione do il nome di

SAGGEZZA DEL CUORE

 


Non dobbiamo continuare a temere i contrasti,
i conflitti e i problemi con noi stessi e con gli altri
perché perfino le stelle, a volte,
si scontrano fra loro dando origine a nuovi mondi.

Oggi so che…

QUESTO E' LA VITA!

 

 

 

Chaplin con la moglie

 

 

 

IL GRANDE DISCORSO ALL'UMANITA'




.

.

Grazie Charlie

 

 

 

 

LA PAGINA DI FB
DELLA POESIA E DELLA CULTURA









 
 
 

Felice notte con la bella minipoesia “Vagabondo” di Terenzio Formenti   Leave a comment

 
 
 
 
 
 
 
VAGABONDO
Terenzio Formenti
 
acqua e vento
negli occhi
sole
nell’anima
giro il mondo
in cerca di me stesso
l’altro… gli altri
mi sorridono
agli angoli
delle strade
 
 
 
 
Lucien Levy Dhurmer
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
by Tony Kospan
 
 
 
 
 
 
 
 
 

SCOPRI IL MONDO DI ORSOSOGNANTE

E… SE TI PIACE… ISCRIVITI

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: