Archivio per 5 marzo 2018

Buonanotte con la bella minipoesia.. “Il silenzio” di Eduardo Mitre   Leave a comment

 .
.

 
 
 

 
 
 
IL SILENZIO
Eduardo Mitre
 

Prateria
in cui brucano
le parole.

Fonte
in cui la musica
fa il bagno
tutta nuda.
 
 
 
 
Foto:
 
 
 
 
 
 
 

 
 
da Tony Kospan
 
 
 



IL MONDO DELL'ARTE E DEGLI ARTISTI
NEL GRUPPO DI FB



William Vincent Cahill

 
 
 
 

Buona settimana in poesia “La lontananza da lei” A. Marianni – arte Le Brun – canzone “Affida una lacrima al vento”   Leave a comment

 
 
 
 

Élisabeth Vigée-Le Brun
 
 
 
 

 
 
 

 

Io parto per strappare una stella al cielo e poi,
per paura del ridicolo,
mi chino a raccogliere un fiore.
– Edmond Rostand –

 
 
 
 
           


Le Brun – Autoritratto con la figlia Giulia

 

 


LA LONTANANZA DA LEI
Ariodante Marianni 
 
La lontananza da lei
non si misura in chilometri,
in ore di macchina, di treno…
è in crampi allo stomaco,
in fitte al cuore,
giornali letti, bicchieri bevuti.
La lontananza è questa
saliva amara,
notturna insonnia,
meridiana sonnolenza
(eppure il nostro è un amore felice)

 
 
 
 

Le Brun – La pace col tempo porta abbondanza

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

PER CHI AMA L'ARTE…
IL GRUPPO DI FB

 
 
 

Le Brun – La Marchesa de Pezay e la Marchesa de Rouge con i loro figli



 
 

Inno a Iside – Questo testo dell’antico Egitto è davvero molto sorprendente ed ha accenti di grande modernità   Leave a comment

.
.


.
.
.

Questo testo dell’Antico Egitto
è a mio parere molto sorprendente
in quanto lo trovo per molti aspetti
incredibilmente modernissimo.


Certo questo antichissimo inno 
ha molte letture e valenze
alcune chiare ed altre criptiche.

.
.
.




.
.
.

Ma, pur senza approfondire i significati storici e religiosi
del testo, una cosa mi appare a prima vista
davvero stupefacente ed è
la modernissima concezione dell’archetipo femminile
tutto concentrato su accesi e forti contrasti.

Certo il tutto è velato e coperto dalla simbologia
di Iside e Osiride (la luna ed il sole).


.
.
.


.
.
.


L’inno è stato trovato nel Papiro di Ossirinco 
n.1380, 1. 214-216, risalente al II secolo a.C.
ma ovviamente si ignora 
se sia stato scritto proprio in quell’epoca
o sia stato riportato da scritture di epoche anteriori.
.
Ma ora leggiamolo.

.
.
.


.
.
.

INNO A ISIDE
.
Perché io sono la prima e l’ultima,
Io sono la venerata e la disprezzata,
Io sono la prostituta e la santa,
Io sono la sposa e la vergine,
Io sono la madre e la figlia,
Io sono le braccia di mia madre,
Io sono la sterile, eppure numerosi sono i miei figli.
Io sono la donna sposata e la nubile,
Io sono colei che dà la luce e colei che non ha mai procreato,
Io sono la consolazione dei dolori del parto.
Io sono la sposa e lo sposo,
E fu il mio uomo che mi creò.
Io sono la madre di mio padre,
Io sono la sorella di mio marito,
Ed egli è il mio figliolo respinto.
Rispettatemi sempre,
Poichè io sono la scandalosa e la magnifica.

.
.
.

.
.
.

Se ci va possiamo anche ascoltarlo in questo video
in cui viene letto da un’amica del blog…


.
.
.


.
.
.

Cosa ne pensate?

.
Orso Tony
.
.
.

Gif Animate Frecce (117)

.
.
.
.
.

.
.
.
.
.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: