Archivio per 5 marzo 2018

Buonanotte con la bella minipoesia.. “Il silenzio” di Eduardo Mitre   Leave a comment

 .
.

 
 
 

 
 
 
IL SILENZIO
Eduardo Mitre
 

Prateria
in cui brucano
le parole.

Fonte
in cui la musica
fa il bagno
tutta nuda.
 
 
 
 
Foto:
 
 
 
 
 
 
 

 
 
da Tony Kospan
 
 
 



IL MONDO DELL'ARTE E DEGLI ARTISTI
NEL GRUPPO DI FB



William Vincent Cahill

 
 
 
 

Buona settimana in poesia “La lontananza da lei” A. Marianni – arte Le Brun – canzone “Affida una lacrima al vento”   Leave a comment

 
 
 
 

Élisabeth Vigée-Le Brun
 
 
 
 

 
 
 

 

Io parto per strappare una stella al cielo e poi,
per paura del ridicolo,
mi chino a raccogliere un fiore.
– Edmond Rostand –

 
 
 
 
           


Le Brun – Autoritratto con la figlia Giulia

 

 


LA LONTANANZA DA LEI
Ariodante Marianni 
 
La lontananza da lei
non si misura in chilometri,
in ore di macchina, di treno…
è in crampi allo stomaco,
in fitte al cuore,
giornali letti, bicchieri bevuti.
La lontananza è questa
saliva amara,
notturna insonnia,
meridiana sonnolenza
(eppure il nostro è un amore felice)

 
 
 
 

Le Brun – La pace col tempo porta abbondanza

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

PER CHI AMA L'ARTE…
IL GRUPPO DI FB

 
 
 

Le Brun – La Marchesa de Pezay e la Marchesa de Rouge con i loro figli



 
 

Inno a Iside – Questo testo dell’antico Egitto è davvero molto sorprendente ed ha accenti di grande modernità   Leave a comment

.
.


.
.
.

Questo testo dell’Antico Egitto
è a mio parere molto sorprendente
in quanto lo trovo per molti aspetti
incredibilmente modernissimo…

Certo questo antichissimo inno ha molte letture e valenze
alcune chiare ed altre criptiche…

.
.
.




.
.
.

Ma, pur senza approfondire i significati storici e religiosi
del testo, una cosa mi appare a prima vista
davvero stupefacente.
.
la modernissima concezione dell’archetipo femminile.

Certo il tutto è velato e coperto dalla simbologia
di Iside… e Osiride… (la luna ed il sole).


.
.
.


.
.
.


L’inno è stato trovato nel Papiro di Ossirinco 
n.1380, 1. 214-216, risalente al II secolo a.C.
ma ovviamente si ignora 
se sia stato scritto proprio in quell’epoca
o riportato da scritture di epoche anteriori.
.
Ma ora leggiamolo…

.
.
.


.
.
.

INNO A ISIDE
.
Perché io sono la prima e l’ultima,
Io sono la venerata e la disprezzata,
Io sono la prostituta e la santa,
Io sono la sposa e la vergine,
Io sono la madre e la figlia,
Io sono le braccia di mia madre,
Io sono la sterile, eppure numerosi sono i miei figli.
Io sono la donna sposata e la nubile,
Io sono colei che dà la luce e colei che non ha mai procreato,
Io sono la consolazione dei dolori del parto.
Io sono la sposa e lo sposo,
E fu il mio uomo che mi creò.
Io sono la madre di mio padre,
Io sono la sorella di mio marito,
Ed egli è il mio figliolo respinto.
Rispettatemi sempre,
Poichè io sono la scandalosa e la magnifica.

.
.
.

.
.
.

Se ci va possiamo anche ascoltarlo in questo video
in cui viene letto da un’amica del blog…


.
.
.


.
.
.

Cosa ne pensate?

.
Orso Tony
.
.
.

Image and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPic

NELLO SCRIGNO IL TUO SALOTTO DI SOGNO DI FB

Foto animata
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: