Archivio per 14 ottobre 2017

Buonanotte con la bella minipoesia “L’abbraccio” di Carlo Bramanti   Leave a comment

 

 

 
 
 
 
ABBRACCIO

Carlo Bramanti
 


Donami un abbraccio
 
sincero, luminoso

come un giorno d’Estate,
 
ma che sia lungo,

lungo una vita.
 
 
 
 
 


Talantbek Chekirov – Embrace in Paris

 
 
 
 

 

 

 

 

par Orso Tony

 

 

 

PER LE NOVITA' DEL BLOG

SE IL BLOG TI PIACE
I S C R I V I T I




John Everett Millais  – Huguenot



 

Annunci

Felice sabato sera in poesia “Chiaro di Luna” di Tagore – dipinti “Chiari di Luna” – canzone “E la luna bussò”     Leave a comment

 

 

Caspar David Friedrich

 

 

 

 

 

 

 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
L'amore immaturo dice:
“Ti amo perché ho bisogno di te”.
L'amore maturo dice:
“Ho bisogno di te perché ti amo”
(Erich Fromm)
 
 

 

 

Ivan Aivazovsky – La baia di Napoli in una notte di luna

 
 
 

AL CHIAR DI LUNA
(R.Tagore)

 

Calma, calma questo cuore agitato,
tu, notte tranquilla di luna piena.
Troppe gravi preoccupazioni,
più e più volte
gravano sul mio cuore.
Versa tenere lacrime
Sopra brucianti pene.
Con i tuoi raggi argentati,
portatori di sogno e di magia,
morbidi come petali di loto,
o notte, vieni, accarezza
tutto il mio essere
e fammi dimenticare
tutte le mie pene.

 
 
 
 
Robert Salmon – Chiaro di luna sul porto di Witehaven
 

 

    

 

   

 

POESIE E NON SOLO

NELLA PAGINA DI FB

 



 
 
Harald Slott-Moller – Chiaro di luna

 
 
 
 

Ecco alcuni esempi in cui sembra che la natura giochi con… l’amore   Leave a comment

 

 

Certo… ovviamente sono solo casualità…

ma… penso siano davvero immagini carinissime


 

 

LA PIANTA “CUORE DI MARIA”

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il Cuore di Maria è una pianta perenne di dimensioni contenute, proveniente dalla Cina e dal Giappone, ed  appartenente al genere Dicentra introdotto in Europa nel XIX secolo.

Ha piccole foglie sottili di colore verde chiaro.

In primavera lungo i suoi scapi pendono numerosi fiori di colore rosa scuro o crema, a forma di cuore da cui prende il nome.

 

 

 

 

 

CIGNI

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L'irresistibile romantico fascino dei cigni
 
 
 

 

 


LAGHI



Il lago Shimshal in Hunza Valley Gilgit – Baltistan – Pakistan



Il lago artico Borebukta che si trova sull'isola norvegese di Spitzbergen




Lago di Scanno

.

.

.

.

.

.

UCCELLI

 

 

 










 

PSICHOTRIA ELATA

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Psychotria elata è una pianta arbustiva appartenente alla famiglia delle Rubiacee originaria della foresta pluviale tropicale dell’America Centrale e del Sud.
 
La sua forma, molto simile a quella di due labbra femminili, l’ha reso un fiore molto famoso.








ISOLE (VERE) A FORMA DI CUORE



La Makepeace Island che si trova in Australia





L’isola Galesnjak… nota come l’isola degli innamorati





Isola di Tavarua, Fidji

 
 
 
 

Ciao da Tony Kospan



ARTE MUSICA POESIA ETC.
NEL GRUPPO DI FB





 

 

Papaveri e papere – La mitica canzone popolare dei primi anni ’50 con la sua storia e l’atmosfera dell’epoca   Leave a comment

 

 

 

 

 

Quella che ascolteremo
non è una gran bella canzone in senso classico,
né come testo né come musica,
ma è stata ugualmente una canzone cult di un'epoca
e su di lei si scrisse di tutto e di più
come vedremo in seguito…


 
 
 

Nilla Pizzi

 
 
 
Il periodo in cui questa canzone
trionfa ed è cantata in Italia dappertutto
è l'inizio degli anni 50…

Per la precisione siamo nel 1952…
 
 
 
 
 

 

PAPAVERI E PAPERE

ATMOSFERE E NOTE DI QUALCHE TEMPO FA

a cura di Tony Kospan


 
 
 
 

 
 
 
 
Questa canzone non ha nè testo poetico nè musica eccezionale…
tuttavia è una canzone simpatica e.. (ingenuamente) divertente…

Molto si ipotizzò e si scrisse su eventuali significati nascosti…
e sottilmente politici…
la paperina = il popolo
e
i papaveri = i potenti.
 
 
Tuttavia essa entrò allora
ed è rimasta sempre nel cuore degli Italiani.

 
 
 
 
 
 
 
E' una canzone che ha segnato davvero un'epoca…
essendo il suo successo durato molto a lungo…
grazie all'interpretazione di Nilla Pizzi
che vediamo qui sotto con Antony Quinn

 
 
 
 

 
 
 
 
La canzone fu la 2° classificata al Festival di Sanremo del 1952,
dopo Vola Colomba, sempre cantata da Nilla Pizzi,
ma ebbe però molto più successo della prima.

 
 
 
 
1952 – Televisore d'allora 
 
 
 
 

Il motivetto insieme a questa strofa… è di quelli che,
una volta entrati nella mente, per qualche magia,
vi restano appiccicati… per sempre.
 
 
 



 
 
 
 
“Lo sai che i papaveri son alti, alti, alti,
e tu sei piccolina, e tu sei piccolina,
lo sai che i papaveri son alti, alti, alti,
sei nata paperina, che cosa ci vuoi far…”




 
 
 
 
Ma ora ascoltiamola… leggendo… se ci va…
anche il testo…
 

 
 
 
 
 
 
e/o, se ci fa piacere, in questo video…
simpaticissimo e… floreale…
 
 
 
1952 – Nilla Pizzi al Festival di Sanremo
 
 
 
CIAO DA TONY KOSPAN



LA STORIA… I RICORDI E LE ATMOSFERE DI UN TEMPO

NEL GRUPPO DI FB

.

.

.

.

.

.

Gli uomini migliorano con gli anni – Yeats con questa sublime poesia ci parla di amore.. saggezza e sogno   Leave a comment


 
 
 
 
 
 
 

Questa poesia, che viaggia tra sogno e realtà
navigando lungo il corso del fiume della nostra vita,
mi appare davvero sublime…

Ovviamente non fa alcun riferimento 
a comportamenti reali ma solo ai sogni ed all'amore.

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

GLI UOMINI MIGLIORANO CON GLI ANNI
POESIA SUBLIME E DI SOGNO
a cura di Tony Kospan









 
 
Possiamo anche definirla… poesia della maturità…

dello sguardo sul tempo,
della sola felicità data dalla saggezza, 
della compagnia comunque dei sogni,
nonostante forse anch’essi,

come tutte le cose, invecchino…




Laocoonte




Essa ci parla di un amore platonico
che ha accompagnato l'autore lungo tutta la vita,
di sogni non realizzati
e di leggeri rimpianti per quel che non avvenne




William Butler Yeats



 

 Questa poesia, d'alto profilo, mi colpì molto

quando per la prima volta la lessi

e la propongo  alla vostra lettura…

per conoscere anche il vostro parere.


L’autore, grande poeta irlandese,

ricevette nel 1923 il Premio Nobel per la letteratura.

 

 

 

 


 

 

 

Questa è solo una delle sue molte poesie

che, in modo elevato, penetrano e svelano

i diversi aspetti dell’animo umano…

 
  
 
 
 
 

 

 


GLI UOMINI MIGLIORANO CON GLI ANNI
 William Butler Yeats *
 


 Sono logoro di sogni;
Un tritone di marmo, roso dalle intemperie
Tra i flutti;
E tutto il giorno guardo
La bellezza di questa signora
Come avessi trovato in un libro
Una bellezza dipinta,
Lieto d’aver riempito gli occhi
O l’orecchio sapiente,
Felice d’essere saggio e non altro,
Perché gli uomini migliorano con gli anni;
Eppure, eppure,
E’ un mio sogno questo, o è la verità?
Oh, ci fossimo incontrati
Quando avevo la mia ardente giovinezza!
Ma io invecchio tra i sogni,
Un tritone di marmo, roso dalle intemperie
Tra i flutti
 
 
 
 
 

 

 

 

 

 

 


 *William Butler Yeats (1865 – 1939) poeta, drammaturgo, scrittore e mistico irlandese.

 
 

 

 

CIAO DA TONY KOSPAN 




POESIE E CULTURA
 

.

.
.
.
.


 

.

.

.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: