Nell’Umanità (ed in noi) prevale il bene o il male? Piccola riflessione.. una domanda e.. una mia poesia   5 comments








L’esplosione nel mondo
di una violenza totale e senza freni
che vediamo in questi giorni
ma che in realtà, in forme diverse
c’è sempre stata…
mi porta a creare questo post
composto da:

– Una piccola riflessione…
– una domanda… ed
– una poesia…











NELL’UMANITA’ PREVALE IL BENE O IL MALE?
O COESISTONO L’UNO E L’ALTRO?












La mia è forse una riflessione banale ma in realtà su questo tema si discute da millenni senza esito.

Nessun uomo, anche quello che compie le azioni più efferate, è malvagio al 100%.

Anch’egli ha le sue emozioni i suoi dolori le sue debolezze… e perfino le sue bontà… verso i figli… gli amici etc.

Certo ha commesso azioni tremende ed esecrabili e deve pagare il suo debito alla giustizia completamente e senza sconti… a parer mio… ma da sempre l’umanità è questa come ci raccontano gli antichissimi miti di Caino ed Abele, Romolo e Remo, Angeli e Demoni etc.






Tanto per citare un esempio “neutro” … anche il truffatore più spietato… può amare ed avere un grande affetto verso la sua donna, i suoi figli… etc. ed esser con loro ed altri buono e generoso…
Infatti seppur ritengo una favola mitologica la storia di Caino ed Abele tuttavia essa è come dire una favola… vera… e saggia perché riconosce una sacrosanta verità:
da sempre in tutta l’umanità ma attenzione… anche in ognuno di noi… c’è un Abele… ed un… Caino…







Cioè in tutti noi esiste una “naturale“, consapevole o meno, pulsione verso il bene e nel contempo un’altra verso il male…

Come sappiamo le filosofie orientali esprimono concetti simili ad es. con i noti principi yin e yang.







Certo In alcuni fa capolino di più Caino… in altri di più Abele
Ciascuno di noi è infatti del tutto uguale ma nel contempo del tutto diverso dagli altri.







LA DOMANDA


Ciò detto la domanda non può che essere:

Cosa ne pensate?








LA MIA POESIA


Sono così convinto dell’esistenza di questo eterno dualismo,
in noi e fuori di noi, che mi nacque questa poesia… forse non facile…
in cui il tema è visto però in forma molto allegorica.
.
.
.
.
COSMOGONIA




Ciao da Tony Kospan



Annunci

5 risposte a “Nell’Umanità (ed in noi) prevale il bene o il male? Piccola riflessione.. una domanda e.. una mia poesia

Iscriviti ai commenti con RSS .

  1. No se que decirte,veo más diablos,que ángeles.A mi siempre me acompaña mi ángel y me guía .¡¡Ciao ¡¡

    Mi piace

  2. Si nos dieron los diez mandamientos , que prohiben , robar , matar etc., quiere decir que nuestros instintos son atraídos por el mal…..; no teniendo educación ( religiosa o de otro tipo) , cada uno de nosotros tendería al egoísmo y a la prevaricación ….
    Perdona mi muy limitado castellano, pero creo que me hice entender…..
    Muy interesante tu entrada!

    Mi piace

  3. ” Cosa ne pensate?” : Il pensiero personale può avere una relativa logica umana,cioè soggetto alle proprie esperienze e capacità ma,nel caso del bene e del male,ha bisogno di notizie,per così dire “extraterrestri”,la cui fonte non può che essere da Dio,una entità molto superiore alla nostra (che vale per chi crede o meno) e quindi,volente o nolente,sullo studio di notizie bibliche che,nel corso del tempo si sono rivelate esatte,anche se espresse con simboli,allegorie e paragoni,considerando anche il tempo e la mentalità espressiva originaria in cui furono scritte. Partendo dal libro di Genesi,molti credono che il frutto proibito fosse,anche se non specificato,una mela o qualcosa di simile,ma in realtà non doveva essere un frutto perchè dal contesto biblico si può dedurre che si trattava di un accoppiamento sessuale; infatti,il serpente o diavolo notò la bellezza di Eva e la sedusse e questo particolare trova riscontro nella scrittura di Genesi 6:2 ” Avvenne che i figliuoli di Dio (angeli ribelli con a capo satana il diavolo) videro che le figliuole degli uomini erano belle e presero per mogli quelle che si scelsero fra tutte” ; quindi Caino,il frutto che rappresenteva il male,non era figlio di Adamo ma solo Abele, suo primogenito,come era nel pensiero di Dio e quindi,in un certo senso rappresentante del bene. Così,con la disubbidienza,la prima coppia umana acquisì la capacità del bene e del male,cioè la volontà personale di decidere e scegliere se ubbidire a Dio o sottomettersi alle voglie della malvagità. A tutto questo bisogna aggiungere anche la sentenza contro il diavolo ed i suoi angeli ribelli perchè,dopo l’ascensione del Cristo,furono giudicati e scacciati dai cieli e relegati sulla terra ( descritto in Apoc./Riv.12:7-9 come una battaglia). E’ vero che nel mondo è sempre esistita la cattiveria,ma oggi la malvagità ha superato ogni limite a causa dell’azione efficace del diavolo che ha poco tempo a sua disposizione; infatti,con il prossimo e vicino ritorno del Cristo,ci sarà la sua definitiva condanna (Apoc./Riv.20:10). Buon pomeriggio

    Mi piace

    • Grazie Antonio per l’interessante analisi biblica che mi trova però solo in parte d’accordo…
      Il discorso sarebbe molto lungo…
      Ma in ogni caso non ho il privilegio dell’assoluta verità… così come nessun altro.
      Facciamo parte dell’imperfetta umanità…
      Ciao

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: