La verità – Quanta saggezza davvero in questa poesia Sufi medievale   3 comments

 
 
 
Se pensiamo che questa poesia è d'epoca medievale…
ci accorgiamo, ahimè, di quanti passi indietro
si sono fatti nella comprensione (o tentativo di comprensione)
del mistero della vita umana…
e di come il tutto venga rovinato dall'assurdo comportamento
di certi radicalismi e fondamentalismi religiosi e culturali…
 
 
 
 
 

 
 


 .
.
 
LA VERITA’

– POESIA SUFI DEL XIII SEC. –
 
 .
.
 
 
 
 
 
 
 
 
La poesia Sufi è una poesia mistica…
 
 
Una mistica che nasce nei secoli passati dall’Islam illuminato…
ma che è, per tantissimi aspetti,
 sovrapponibile alla mistica di molte altre religioni… 
 
 
Direi… anzi… che è una mistica che va oltre… le religioni…
 
 
Leggiamo ora a questa poesia… del sec. XIII-XIV
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
  

 
 
LA VERITA’
Yunus Hemre
 
 
La Verità è come un immenso oceano
e la Legge è come una nave fatta per lei.
Molti sono coloro che sono entrati nella nave
ma sono pure rimasti sulla riva…
Per quanto sia salda la struttura della nave
quando le onde la percuoteranno
la faranno a pezzi.
Tutto quanto cerchi valicando montagne,
frugando per terra,
in affannosi lunghi viaggi
è qui,
non nell’insensato peregrinare…
è in te
la moschea* ed il caravanserraglio**,
ma tu cammini a casaccio
 
 
 
 
 
 
 
 
 
(termini sostituibili con *chiesa **luogo d’incontro tra persone)

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Ciao da Tony Kospan
 
 
 
 

  stars.gif stars picture by RaiodeLuarstars.gif stars picture by RaiodeLuarstars.gif stars picture by RaiodeLuarstars.gif stars picture by RaiodeLuar 
LA TUA PAGINA DI FACEBOOK










 
 
 

3 risposte a “La verità – Quanta saggezza davvero in questa poesia Sufi medievale

Iscriviti ai commenti con RSS .

  1. Non mi interessa più la carriera Internet Facebook abbiamo lottato io contro te e abbiamo vinto entrambi non ha vinto nessuno chissà come sei adesso non so più che faccia hai

    Mi piace

  2. Sai che sfortuna dannata ho avuto nella vita dovunque dappertutto la vedo dentro di me in giro fuori dentro sento la sfortuna e la fortuna di vivere ma io allora volevo morire ma se mi lasciavate morire sai che era meglio lo sai lo sai oerche mi avetebfatto questo io volevo solo nSai che il bla non mi interessa più cedo il posto o a qualcun altro e il parlare e il girovagare non mi interessa più mi interessava prima ed ora che sono pronta i pm basa non lo voglio piu ne te ne Mario ne il pacemaker nemmeno le patologie ho ale ho Ubaldo mi bastano loro devo solo farmi coragg io nel vivere la mia vita cerco casa per me cerco marito vado a nozze vado in vacanza vado in Luna di miele e giusto così

    Mi piace

  3. No siento patria alguna,soy algo depositado en la tierra,no siento religión,respeto a todas ,solo se que un día moriré igual que los demás seres de la tierra,aunque cuando lo pienso siento un leve escalofrío;no veré la luz del sol,ni moverse las hojas de los árboles,ni las gotas de lluvia en mi piel,y entonces me pongo triste;mientras me reconfortan las poesías y es así como paso esos tristes momentos.

    Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: