State attenti a far piangere una donna! Il bel brano del Talmud ed una moderna riflessione   4 comments

 

 

 
 
 
 
STATE ATTENTI

A FAR PIANGERE UNA DONNA!
 
 
 
 
 
 
 
 
 
UN PENSIERO CHE VIENE DA MOLTO LONTANO


MA CHE ANCOR OGGI APPARE, AHIME',


ATTUALISSIMO ED ANCORA DA DIFFONDERE…
 
 
 
 
 
 
 
 

Il passo che leggeremo
viene erroneamente da molti attribuito a Shakespeare,
al quale ahimè nel web viene attribuito di tutto e di più.


 




In verità ci viene dal Talmud, libro sacro degli ebrei,
 che è una raccolta dei pensieri dei rabbini attraverso i tempi…

Ma leggiamolo…

 
 
 
 
 

“… state molto attenti a far piangere una donna,
che poi Dio conta le sue lacrime!”
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 La donna è uscita dalla costola dell’uomo,
non dai piedi perché dovesse essere pestata,
né dalla testa per essere superiore,
ma dal fianco per essere uguale….
un po' più in basso del braccio per essere protetta
e dal lato del cuore per essere Amata ….”
.
.
 
 
 




La bellezza di questo pensiero è evidente…

e non serve aggiungere altro…

ed infatti è gettonatissimo nel web

anche per la lettura fattane da Benigni

ma… ma c'è tuttavia un punto che stride

e lascia molto perplessi.


.

“è uscita dalla costola dell’uomo”


Infatti molte donne lo contestano proprio

per questa idea di subalternità bisognosa

di aiuto…





Certo questo pensiero mostra un'idea superata di subalternità

della donna, ma se l'inquadriamo nel contesto storico in cui fu scritto,

non possiamo non rilevare che nei tempi antichissimi

tutte le religioni storiche affidavano,

tranne casi particolari, alle donne un ruolo secondario.


E dunque questo evidenzia l'importanza “rivoluzionaria”

per quei tempi…


 

 
  Donna con te – Anna Oxa 
 
Michelangelo – La creazione di Eva
 
 
 
 
 
 

    

 
 
 
CIAO DA TONY KOSPAN…



POESIA E CULTURA…
INSIEME




 

4 risposte a “State attenti a far piangere una donna! Il bel brano del Talmud ed una moderna riflessione

Iscriviti ai commenti con RSS .

  1. Questo brano è bellissimo e oggi gli uomini dovrebberlo conoscere bene, purtroppo a discapito di molte donne cosi non è. Mi attengo a che la donna sia uscita dalla costola dell’uomo perchè come credente credo quindi in quello che sta scritto sulla Genesi dove Dio vedendo l’uomo troppo solo crea per lui la donna idonea ossia il suo complemento appunto dalla sua costola…non vedo inferiorità in questo anzi…
    Paola

    Mi piace

    • Salve signora Paola,

      le rispondo essendo un uomo e sinceramente le posso assicurare che non bisogno leggere questo passo (bellissimo) per trattare bene la donna, ma bisogna essere uomini o meglio umani! In modo da trattare tutti in modo equo, donne, uomini, animali, natura, cose vanno trattate con amore e rispetto, ma per far ciò bisogna esser umani….. Il rsto concetti di superiorità ed inferiorità esistono solo nelle menti di chi li crea e di chi li accetta e spesso li combatte alimentandoli, rispecchiandosi in essi, poichè se non ci si reputa inferiori per cosa si combatte?
      Una buona giornata

      Angelo

      Mi piace

      • È una poesia. Un incanto!…
        Ben detto, Angelo. Fermo restando che il testo è bellissimo, se inquadrato nei tempi della creazione, trova anche la sua spiegazione rivoluzionaria nei periodi in cui la donna, per ovvie condizioni della natura, rivestiva spesso ruoli in cui non era richiesto il potere in nessuna delle sue forme (fisiche, sociali, intellettuali…).

        Mi piace

      • Mi fa piacere Flora

        Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: