Il dr. Morelli con questa bella analisi ci indica la giusta via verso la… felicità.   24 comments



Mi sono davvero molto piaciute queste considerazioni…

e quindi mi fa piacere condividerle con voi…

 così come mi piacerebbe

anche conoscere il vostro parere…

 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
2 PAROLE SULLA FELICITA’



Foto:
(Milano, 5 novembre 1948)

 
 
 
 
 
LA VIA DELLA FELICITA’ 
 
 
 


“…Se vogliamo trovare la via della vera felicità,

che non è una via né difficile né faticosa,

dobbiamo prima di tutto fare il contrario di ciò cui siamo abituati:

dobbiamo svuotarci.


 Svuotare la mente di tutte le cose che ci abbiamo infilato dentro

e che ci impediscono di fare la cosa più semplice:

vivere secondo la nostra natura.


Si chiede forse a un fiore, o un animale, quali obiettivi porsi,

quali ruoli assolvere, quali comportamenti è meglio avere?


No, semplicemente la pianta diventa ciò che il suo progetto profondo,

contenuto nel seme, aveva pronto per lei.


Diventa stelo e fiore.


Senza elucubrazioni, senza teorizzazioni, senza dubbi, sensi di colpa o ambizioni.


 

 

 

 


Perché noi non siamo capaci di fare la cosa più semplice di tutte?


Dov’è la nostra superiorità,

in cosa siamo più intelligenti di un fiore o di un animale?


Comincia a farsi strada una verità profonda:

la vera felicità non è uno stato isterico di continua allegria,

ma è la realizzazione del nostro progetto più profondo,

il progetto che la Vita ha per noi.


Non c’è niente di complicato o misterioso in queste parole.


Non più dello sbocciare di un fiore o del crescere dei nostri capelli.


 

 

 

 

 


La vera felicità, allora, non ha nulla a che vedere con ciò che sta attorno a noi,

non dipende da ciò che abbiamo o da come stiamo, dalla nostra forza o debolezza,

dal fatto di aver capito o non capito qualcosa, dall’avere vissuto più gioie o più dolori.


La felicità dipende solo da noi stessi.


Da come sappiamo osservarci senza giudicare,

da come lasciamo che la Vita, tutta la Vita in tutte le sue forme

– che noi scioccamente dividiamo in buone o cattive –

può scorrere in noi.


Coi nostri giudizi, noi permettiamo o impediamo alla Vita di sgorgare.


La deviamo, la costringiamo, la mortifichiamo, la spegniamo.


E ci condanniamo così all’insensatezza e all’infelicità.


E alle malattie, che sono il segno più chiaro ed evidente, s

e non fossimo ciechi, di tutte le dighe che costruiamo

di fronte al fiume dell’energia vitale.


 

 

 

 

Felicità è osservare serenamente la Vita

mentre incessantemente ci forma e ci crea.


Osservare i dolori e lasciarli venire,

la tristezza e lasciarla venire, la gioia e lasciarla venire.


Allargare lo sguardo, cedere alla Vita.


Solo così, nella consapevolezza,

diventiamo davvero donne e uomini,

e smettiamo di recitare come burattini.”


 

 

Prof. Dr. Raffaele Morelli


 


 

Testo dal web – impaginaz. t.k.

 

 

 

 

Cosa ne pensate?


Ciao da  Tony Kospan

 

 

 

 


 

 

Advertisements

24 risposte a “Il dr. Morelli con questa bella analisi ci indica la giusta via verso la… felicità.

Iscriviti ai commenti con RSS .

  1. Teoricamente sono pienamente d accordo, dovremmo amarci di più e lasciarci andare così spontaneamente, naturalmente come tutte le cose della natura, ma in pratica è molto più difficile, siamo tutti imbottigliati nella nostra vita, tutti noi abbiamo varie bottiglie, la famiglia, il lavoro , la società.Bisognerebbe avere una grande forza interiore di andare controcorrente, di pensare più a se stessi,un sano egoismo, o meglio amarsi di più , ma non è facile,perché ormai siamo tutti omologati e l etichetta del diverso non piace a nessuno, e’ più facile cercare di convivere con noi stessi, adeguandoci, sacrificando la nostra felicità !!!

    Mi piace

    • Non hai tutti i torti…
      Ma, pur non essendo facile, già seguire solo in parte i suoi consigli può farci viver meglio… dentro… penso…

      Mi piace

    • È facile quando si vive in un ambiente pieno di agi e soddisfazioni soldi e libertà di alzarsi la mattina all’ora che sivole nn dover fare i conti al supermercato perchè in tasca hai solo venti euro …aver paura che ti tagliano il gas e i tuoi figli nn possono andare in gita o a lezioni di musica insomma su lascia sta professò in tv non ci vai gratis

      Mi piace

      • La felicità non è ricchezza ma ricerca interiore…
        E’ chiaro ed ovvio che i suoi scritti non valgono per chi ha grossi problemi di salute… economici… etc… ma se appena appena li risolvono… valgono eccome…

        Mi piace

  2. E’ POSSIBILE…C’ E’ STATO UN PERIODO NELLA MIA VITA IN CUI HO SOFFERTO MOLTO…MA ASCOLTANDO I SUOI CONSIGLI DOTTOR MORELLI…SONO DIVENTATA PIAN PIANO CONSAPEVOLE DELLA MIA STESSA ESISTENZA … A CUI IL PIU’ DELLE VOLTE NON DIAMO MOLTA IMPORTANZA… E NON C’ E’ COSA PIU’ SBAGLIATA…SONO ARRIVATA AD UN PUNTO CHE NON RIESCO A DESCRIVERE O SPIEGARE … POSSO DIRE DOLO QUESTO ERA TUTTO PIU’ LIMPIDO, PIU’ CHIARO INTORNO A ME… ED OGNI COSA ERA COSI’ COME ERA…COSI’ COME IO LA VEDEVO… GIUSTA IN QUEL MODO…NULLA DI SBAGLIATO… ED OGNI PENSIERO NEGATIVO LO ACCETTAVO DENTRO DI ME PROPRIO COME UN FRATELLO MAGGIORE…CHE TI FA LA SOLITA RAMANZINA QUOTIDIANA… SEMPLICEMENTE PERCHE’ TI VUOLE BENE…ED ECCO HO IMPARATO COSI’ AD ACCETTARE OGNI SINGOLO MOMENTO E NON GIUDICARLI MAI…AD ACCETTARE OGNI MIO STATO D’ANIMO TRISTEZZA,,RABBIA,CATTIVERIA, PERCHE’ TUTTI NOI ABBIAMO DEI MOMENTI IN CUI CI COMPORTIAMO MALE… O SIAMO ARRABBIATI O TRISTI…E DOBBIAMO SOLO ACCETTARCI PER QUELLO CHE SIAMO.. IO PERSONALMENTE NON PUNTO AL MIGLIORAMENTO. IO CREDO CHE SE ACCETTI TUTTO CIO’ COME PARTE DI QUESTA VITA…IL MIGLIORAMENTO IN SE PER SE ARRIVA DA SOLO. LO DICO PER ESPERIENZA… TI SENTI UNA PERSONA DIVERSA…RINATA…CHE ESISTE DAVVERO PER LA PRIMA VOLTA…DINAMICA PIENA DI VITA E SOPRATTUTTO SEMPLICE CON TANTO AMORE UN’ AMORE IMMENSO NEL PROPRIO CUORE…TALMENTE GRANDE DA NON RIUSCIRLO A SOSTENERE.. E VUOI SOLO AMARE SORRIDERE … COME SE NON LO FACESSI REALMENTE DA UNA VITA

    Mi piace

  3. GRAZIE DOTTOR MORELLI … LEI MI HA AIUTATO IN UN MOMENTO DI GRANDE DIFFICOLTA’… E MI HA FATTO CONOSCERE, CON I SUOI INSEGNAMENTI… STRADE NUOVE DI CUI NON SAPEVO NEANCHE L’ESISTENZA E HO RISCOPERTO ME… UNA PERSONA NUOVA CHE NON CONOSCEVO…LA RINGRAZIO.
    ED ORA SO… CHE ANCHE IN QUESTO MOMENTO IO POSSO FARCELA. BASTA FARE UNO SFORZO DIFFERENTE..O MEGLIO BASTA CEDERE A TUTTO CIO’ CHE CI CIRCONDA …COME LE FOGLIE DI UN ALBERO PER ESEMPIO… E SENTIRE DENTRO DI NOI IL DOLORE O QUEL CHE SIA… SENZA GIUDICARE, SENZA OPPORSI… SENZA ORGOGLIO…SENZA DIFENDERCI. SENZA PROVARE PIETA’ DI NOI STESSI… SENZA VITTIMIZZARSI…ABBANDONARCI SEMPLICEMENTE AL TUTTO… ALL’UNIVERSO… CERCANDO DI NON URLARE DI NON CACCIAR FUORI LA NOSTRA RABBIA, IL NOSTRO ODIO O QUEL CHE SIA PERCHE’ IL TUTTO MATURA IN SILENZIO… NEL SILENZIO DELLA NOSTRA ANIMA,. SENZA ATTRIBUIRE AGLI ALTRI, O MEGLIO ALL ESTERNO I NOSTRI STATI D’ANIMO… E ALLORA PORTIAMOLI CON NOI NEL NOSTRO CUORE DI GIORNO IN GIORNO…E QUANDO ARRIVANO, LORO BUSSANO…RICORDIAMOCI DI APRIRE… DI APRIRE I NOSTRI FRATELLI O SORELLE … LAVORIAMO DI FANTASIA PERCEPIAMO IL LORO VISO, IL LORO CALORE ..FACCIAMOLI ENTRARE DENTRO DI NOI PERCEPIAMOLI E ASCOLTIAMOLI CON ATTENZIONE… IL CAMBIAMENTO LO VEDREMO DOPO…:)

    Mi piace

  4. Grande Morelli… maestro di vita e di semplicità capace di ribaltare preconcetti e convenzioni. Perché la natura non vuole intralci e così la nostra essenza di uomini e donne che devono vivere secondo quello per cui sono stati creati e non recitare copioni scritti da altri. Non attori ma protagonisti. Certo ci vuole coraggio e autostima ma in cambio allo specchio vedi chi sei non chi sembri.

    Mi piace

  5. faccio confronti tra gioia e felicità e mi attardo a scegliere se l’una o l’altra sono fatti per me.

    Mi piace

    vittoria francioso
  6. L’ha ribloggato su maestradicuore.

    Mi piace

  7. e’ un articolo che a me piace molto, mette in risalto l’aspetto piu’ naturale delle nostre emozioni e quindi l’essenza della semplicita’.

    Mi piace

    antonella romano
  8. Grazie dott. Morelli lei e’ x me il migliore maestro di vita……e’ come il mio respiro.Grazie davvero dei bei consigli

    Mi piace

  9. Seguo con molto interesse e stima il dottor Morelli . Complimenti ! Da molti anni , ogni mese, acquisto la sua rivista “Riza Psicosomatica ” ! Davvero illuminante ! Mi ha insegnato tantissimo ! Un grazie profondo ed infinito al dottor Raffaele Morelli e a tutti i suoi preziosi collaboratori ..!!

    Mi piace

  10. La felicità è lasciarsi andare… alla felicità in questo caso..ma esistono anche cose nn felici però.. come pagamenti, doveri etc e se nn si lavora (ammesso Ke il lavoro ci piaccia) nn riusciremmo a compiere ciò Ke la vita ci impone. Allora la felicità è lasciarsi andare anke alla non felicità? Io direi che x essere felici ci vuole determinazione x raggiungere la felicità.. per esempio fare anche un lavoro Ke nn piace x avere quello che poi ci soddisfa.. una casa un figlio etc.. la felicità nn è essere sempre sereni con sé stessi? Ma per essere sereni, tutto ciò che ci circonda deve essere sereno.. allora come si fa a lasciarsi andare alla felicità se nn si è sereni perché tutto ciò Ke ti circonda nn è sereno? Potremmo far finta di esserlo, ma poi mentiremmo a noi stessi… forse mentire a noi stessi ci darà l’illusione di essere felici. Paola

    Mi piace

  11. Molte volte nella sofferenza restiamo troppo a lungo…..ci facciamo influenzare da eventi esterni…..grande è la forza che arriva dalla fiducia nelle nostre possibilità ma per arrivare a questo nn dobbiamo avere paura. La forza risiede nel coraggio di guardare il disagio e oltre ad accoglierlo trasformarlo in vera opportunità…..togliendosi di dosso ogni idea che abbiamo di noi nella semplicità di essere essenza…..

    Mi piace

  12. Grazie….non è sempre facile ed è davvero semplice invece a pensarci…seguire consapevolmente la nostra via come la nostra natura ci permette forse è il segreto…secondo me sempre con il cuore.

    Mi piace

  13. Può essere una strada, un po’ parolaia, ma una strada può essere

    Mi piace

  14. Non è facile farci invadere dalla serenità x poter riflettere su ciò che ho letto quando nell anima e nella mente c’è dolore .non esiste una bacchetta magica che cancella
    il tormento

    Mi piace

    • Certo che non è facile…
      Ma bisogna sforzarci e non abbandonarci al “culto” del dolore…
      Ci sono cmq momenti in cui la ns “umanità” è così violata da farci affondare nel dolore e nella disperazione… ma la vita continua… e bisogna sapersi riprendere…
      Ciao Concetta

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: