Archivio per 9 dicembre 2015

Titita tititutu – Classico… simpatico… ma tremendo tormentone dei primi anni del web   1 comment



Penso che questo sia stato uno dei primi…
e certamente uno dei più noti tormentoni
della storia del web

E’ certo un tormentone “non sense
ma capace di … creare… dipendenza
per cui mi raccomando… fate attenzione…
(io mi sono… vaccinato eh eh)



 
 

 
 
 
E’ STATO UN SUPER SUPER SUPER TORMENTONE…
CHE EBBE UNA DIFFUSIONE DAVVERO DA RECORD…
 
 
 
 





I più giovani si domanderanno cosa sia…
E’  un fantastico e divertente… tormentone musicale…
che per alcuni è un favoloso anti stress….

L’originale era scomparso dalla circolazione
ma ora è riapparso in questo sito…









Per conoscerlo… accendete le casse al massimo… e via!

Rimarrete sorpresi!

E se lo conoscete già… vi farà piacere riascoltarlo….





Foto animata


Ma attenzione… dopo un po’… staccate!!!!


Sennò rischiate di diventare…

tititatititutu dipendenti!!!!!!!






 
.
.
.
.

Non ci credete?

Provate!!!



Nota

 

 

Ciaooooooooo…

Scappooooooooooooooo

 

corsa 29

 

  


SCOPRI IL MONDO DI ORSOSOGNANTE

E… SE TI PIACE… ISCRIVITI











Buon mercoledì pomeriggio in poesia “Rimuovo” A. Merini – arte.. A. Hughes – canzone.. L’appuntamento   1 comment

 

 

Arthur Hughes
 
 
 

 

E adesso che ti amo sono felice,

così felice che qualsiasi cosa può aspettare domani

Alda Merini

 

 

 

Arthur Hughes

 
 
 
RIMUOVO
Alda Merini
 
 
Rimuovo
le antiche muraglie
per trovare
le praterie del sogno
e incontrare te,
pane incontaminato
che prendo con le labbra.
Sentire la tua lingua di bosco
e l’ansia salina del tuo respiro,
il cuore che si ferma
è il battito di ali di un’anima
che forse se ne va
per morire d’amore.
 

 

Arthur Hughes

 

 

 

 
 
 

PER LE NOVITA'
SE IL BLOG TI PIACE…
ISCRIVITI
 
 
 
 
Arthur Hughes
 
 
 

Buonanotte con la bella minipoesia “La pepita” di Maria Luisa Spaziani   Leave a comment

 

 

 
 
 
LA PEPITA
Maria Luisa Spaziani
 
 
Vorrei mordere il tempo come il pane.
Trovare resistenza, lasciare il segno dei denti.
Inghiottirne l’essenza, sentire il nutrimento
che dolcemente invade il sangue.
Ma il tempo scorre, invisibile fiume.
Mi fruscia intorno. A portata di mano
mi passa un pesce-favola, una pepita d’oro
già risucchiata in vortici.
 
 
 
 
 
Chitra Ganesh
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
da Tony Kospan
 
 
 
 
 

PER LE NOVITA' DEL BLOG

SE TI PIACE – ISCRIVITI

 
 
 
 
 
 
 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: