Il fascino delle poesie senza tempo – Liriche d’amore dell’Antico Egitto – V Stanza (Uomo)   4 comments

 
 
 
 
 
 
 
LIRICHE D’AMORE DALL’ANTICO EGITTO
 
 
 
 

 

 

 

Vai a:      Liriche d’amore   Torna a:

dal papiro Chester Beatty I

 

 new      age

 

 

STANZA QUINTA (UOMO)

 

 

 

 

Adoro la Dorata,

lodo la sua maestà,

esalto la Signora del Cielo,

canto le lodi di Hathor,

inneggio alla dea sovrana.

Mi rivolgo a lei,

lei ascolta le mie preghiere

e mi invia la mia signora.


E’ venuta per vedermi:

m'è successo qualcosa di grande.

Fui allegro,

fui in gioia,

mi sentii grande,

quando mi si disse: “Viene, eccola”.

Ecco, mentre lei avanzava,

s’inchinavano i giovani,

per la grandezza d’amore per lei.

Ho fatto un voto alla mia dea (Hathor, ndt).

Ella mi ha dato la mia amata,

dopo tre giorni che ho pregato in suo nome.

Era (l’amata, ndt) lontana da me da quasi cinque giorni.

 
 
 

 
 
 

 

 

 

Scritti raccolti da Danny Fan-impagin. t.k.

 

 

PER LEGGER LA POESIA DELLA IV STANZA…
E DA LI' TUTTE LE PRECEDENTI…
 
 
 
Ciao da Tony Kospan
 
 
 
 
 
 
 


LA TUA PAGINA CULTURALE E DI… SOGNO?

CON OLTRE 450.000 FANS E'…

 

 

4 risposte a “Il fascino delle poesie senza tempo – Liriche d’amore dell’Antico Egitto – V Stanza (Uomo)

Iscriviti ai commenti con RSS .

  1. Precioso,me gusta mucho
    buenas noches amigo. que descanses

    "Mi piace"

  2. grazie Tonyy Mimma Pascazio

    "Mi piace"

    mimmapascazio@libero.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: