Archivio per marzo 2015

La Torre Eiffel – Breve storia di un edificio mitico noto in tutto il mondo   3 comments






LA STORIA (IN BREVE).. LE IMMAGINI ED IL FASCINO

DI QUESTO STORICO EDIFICIO DI SOGNO







Quest’anno la Torre Eiffel ha compiuto 129 anni.


Fu inaugurata il 31.3.1889 ed anche Google
spesso ha festeggiato questo anniversario con un suo doodle.







La Torre… è considerata il simbolo della Francia.

Fu costruita per l’Esposizione Universale
che si tenne quell’anno a Parigi per il centenario
della Rivoluzione Francese.




.
.
.
.
.
Ma fu anche il modo per esaltare il progresso
e le scoperte scientifiche che allora si susseguivano
e che consentivano al Mondo d’avere grande fiducia
nella possibilità che il futuro risolvesse
quasi tutti i problemi umani.

In fondo siamo in piena Belle Époque



Jean Beraud



Fu costruita dall’ingegnere Alexandre-Gustave Eiffel
(da cui prende il nome) in 26 mesi
utilizzando 26.000 barre di ferro.




Gustave Eiffel (Digione, 15.12.1832 – Parigi, 27.12.1923)



La costruzione fu possibile soprattutto per la precisione
degli studi sulla combinazione di ferro e ghisa…



.
.
.
.
.

La Torre doveva durare solo il tempo dell’Esposizione
ma, nonostante fosse criticata, con violenza,
dai grandi intellettuali francesi dell’epoca
essa fu subito amata dalla maggioranza dei Francesi
ed è ancora lì a svettare nel cielo di Parigi.
.
.






La Torre, alta 300 mt (324 con l’antenna) fu utilizzata anche
per le comunicazioni telegrafiche prima e radiotelevisive poi
e, fino al 1930, è stata l’edificio più alto al mondo.




.
.
.
.
Ancor oggi è uno dei luoghi più visitati di Parigi…
anche per l’eccezionale veduta che offre dalla sommità.



.
.
.
.
Tony Kospan


PER LE NOVITA'
SE IL BLOG TI PIACE
I S C R I V I T I





Un diverso modo di ammirare i capolavori… con Beauty – L’arte in elegante… movimento   2 comments

.
.

.
.
.
Siamo abituati a veder le opere d'arte immutabili nella loro fissità…
ma ecco che un regista, Rino Stefano Tagliafierro, ha avuto l'idea
di intervenire con delicatezza su alcuni capolavori
creando un video che dona ad essi una nuova magica dimensione
mostrandoceli in movimento.
.
.
.
William-Adolphe Bouguereau
.
.
.
Egli ha agito con movimenti minimi quasi impercettibili
riuscendo così a non “violentare” il cuore dei dipinti
ed anzi a donare ad essi un ulteriore sognante fascino.
.
.
.

.
.
.
Mi rendo conto che ai puristi dell'arte la cosa possa
non piacere e possa lasciarli sconcertati
ma penso che il video in fondo non tolga nulla
a quei capolavori… anzi.

.
.
.

William-Adolphe Bouguereau – Ammirazione – 1897
.
.
.
Questa animazione d'autore si chiama “Beauty”
ed ha anche un sito…
http://www.rinostefanotagliafierro.com/beauty_manifesto.html
.
.
.
.
.
.
Questo è un video che non è assolutamente facile da trovare
ma che comunque è assolutamente da vedere…
non fosse altro perché davvero sorprendente e gradevole.
.
.
.
William-Adolphe Bouguereau – Donna con bambino – 1881
.
.
.
Ma ora è giunto il momento di vedere il video
con diversi capolavori dell'arte classica
in versione morbidamente ed elegantemente animata.

.
.
.

Gli incredibili dipinti classici in movimento di R. S. Tagliafierro

William-Adolphe Bouguereau, 1892 – Le Guêpier
.


CIAO DA TONY KOSPAN

.
.
.



IL GRUPPO DI CHI AMA VIVER L'ARTE
I N S I E M E
Ripped Note

.
.
.

.
.

Buon pomeriggio in poesia – Ci sono 2 uomini di T. Ditlevsen – arte.. J. Vettriano – canzone.. Miracle of love   Leave a comment

 

 

Jack Vettriano

 

 

 

 

 

 

Amore e tosse non si possono nascondere.

Ovidio
 
 
 
 
 
 
 
 
 Nota
Jack Vettriano – La lettera

 
 
 

CI SONO DUE UOMINI
Tove Ditlevsen
 
 
Ci sono due uomini nel mondo, che
 costantemente m'incrociano la strada,
 l'uno è colui che amo,
 l'altro colui che mi ama.
 L'uno è un sogno notturno
 e abita nella mia mente buia,
 l'altro sta alla porta del mio cuore
 ed io mai gli apro.
 L'uno mi ha dato un primaverile soffio
 di felicità che subito dispariva,
 l'altro mi ha dato tutta la sua vita
 e non è stato mai ripagato di un'ora.
 L'uno freme del canto del sangue
 dove l'amore è puro e libero,
 l'altro ha a che fare con il triste giorno
 in cui affogano i sogni.
 Ogni donna si trova tra questi due,
 innamorata e amata e pura…
 una volta ogni cent'anni può succedere
 che essi si fondano in uno.
 
 
 
 
 
Jack Vettriano – Sguardo d'amore
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 

da Tony Kospan

 

 

 

 

PER LE NOVITA' DEL BLOG
SE IL BLOG TI PIACE
I S C R I V I T I
 

Felice notte con la bella minipoesia… Il mio amore era così unico… di J. R. Jimenez   Leave a comment

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
IL MIO AMORE ERA COSI’ UNICO
 
Juan Ramon Jimenez
 
 
Il mio amore era così unico
 
come il cielo iridato di una goccia
 
di rugiada, in un fiore dell’alba.
 
Il tuo sole mi colpì nel sangue,
 
evaporò la rugiada,
 
e restai senza cielo.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
P O E S I E ?
FANTMONDOPOESIA.jpg picture by orsotony21
 
 
 
 

La storia e le immagini delle incredibili e fantastiche uova-matrioska d’oro create da Fabergé per gli Zar   2 comments


 
 
 
 
 
 
 
Conosceremo ora delle opere davvero fantastiche,
le mitiche UOVA D'ORO di Fabergé,
vere e proprie opere d'arte che uniscono fantasia,
bellezza della lavorazione e… pietre preziose…
e di cui ci sono pochissimi esemplari al mondo.
 
 
 
 

 
 
Google ha ricordato alla grande, l'anno scorso,
il centenario del creatore delle famosissime “uova d'oro”
Peter Carl Fabergé
grandissimo orafo d'arte russo
dedicandogli l'immagine che vediamo qui su.
 
 
 
 
(San Pietroburgo 30 maggio 1846 – Losanna il 24 settembre 1920)
 
 
 
 
 
BREVE STORIA DI FABERGE'
E DELLE SUE UOVA
 
 
Fabergé operava a San Pietroburgo e la bellezza
delle sue lavorazioni suscitò l'interesse dello Zar…
che nel 1887 gli chiese di creare
un uovo di Pasqua d'oro con… sorpresa.
 
 
 
 
 
 
 
 
Il risultato fu così affascinante che da allora ogni anno…
fino alla rivoluzione d'ottobre lo zar gli commissionò
2 uova all'anno.
 
 
La lavorazione era così complessa e minuziosa
che per ciascun uovo necessitava moltissimo tempo.
 
 
 
 
 
 
 
 
Inutile dire che la sua gioielleria divenne
la più famosa di Russia… e che i suoi gioielli
vinsero premi internazionali
 
 
Con la rivoluzione sovietica… però…
fu costretto a fuggire all'estero con il figlio Eugéne.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Visse in diversi paesi europei
ma alla fine si stabilì col figlio in Svizzera

a Losanna dove morì…
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
LA NASCITA DELLE MITICHE UOVA
 
 
 
Ecco come iniziò, in particolare,
la bella storia delle Uova Matrioska d'oro…
 
 
 
 
Il primo uovo matrioska
 
 
 
 
 

Il primo uovo conteneva un tuorlo tutto d'oro,
contenente a sua volta una gallinella d'oro e smalti,
con gli occhi di pietre rubino che racchiudeva
a sua volta
una copia in miniatura
della corona imperiale russa,
che ancora a sua volta aveva al suo interno
un piccolo uovo di rubino.

 
 
 
 
 
 
 
 
 
ALCUNE TRA LE UOVA PIU' BELLE
 
 
Vediamo ora alcune che, a mio avviso,
 sono davvero fantastiche… 
 
 
 
 





 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 








L'uovo recentemente ritrovato
 
 
 
 
 
LE UOVA IN VIDEO
 
 
Infine ecco un video che ci mostra
queste ed altre preziosissime
rarissime fantastiche ed artistiche uova…
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 

Ciao a tutti da Tony Kospan
 
 
 
 
 


LA POESIA… LA CULTURA…
ED IL LORO FANTASTICO MONDO…
LE LORO SUBLIMI EMOZIONI…
NELLA PAGINA FB

 
 
 

Buona settimana in poesia.. In pena di P. Eluard – arte.. E. Friant – canzone.. Felicità   1 comment

 

 

 

Emile Friant

 
 
 
 
 
 
 

 
 
  L’Amore immaturo dice:
“Ti amo perché ho bisogno di te”.
L’Amore maturo dice :
“Ho bisogno di te perché ti Amo”
Erich Fromm
 
 
 
 

 

Emile Friant

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
IN PENA
Paul Eluard
 
 
In pena per un cielo infranto
per la pioggia che ci bagnerà
vado pensando alla gioia grande
che se vorremo ci prenderà.
Tra dovere ed inquietudine
esita questa vita rude.
(E’ una molto grande pena
confessarlo, ora)
Qui ogni cosa odora d’erba.
Su tutto il cielo, in cielo,
il volo delle rondini
ci distrae, ci fa pensare…
Io penso una speranza quieta.
 
 
 
 
 
Emile Friant – Innamorati
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
à tout le monde par Ours Antoine 
 
 

 

 

 

 ARTE MUSICA POESIA
E TANTO ALTRO
NEL GRUPPO DI FB

 
 
 

Felice notte con la bella minipoesia di Emily Bronte   4 comments

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
MAI A PAROLE
Emily Bronte
 
Mai a parole gli mostrai
il mio amore,
ma se gli sguardi parlano,
il più grande idiota avrebbe capito
che avevo perso la testa.
 
 
 

 
Josephine Wall
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
da Orso Tony
 
 
 
 
 
 
 

IL SALOTTO CULTURALE DI FB
CON PIU' DI 400.000 FANS

 
 
 
 
 

Gli “esperti del vino” sotto le tremende grinfie della Littizzetto…   Leave a comment



Un attacco divertito e divertente, ma deciso,

a quelli che si credono, ostentando una ridicola prosopopea,

perfetti conoscitori di tutti i “segreti” del vino.



Penso che tutti noi ne conosciamo qualcuno eh eh



Ma leggiamolo.

 

 

.

.
.

GLI ESPERTI DEL… VINO

by Luciana Littizzetto…

.
.
.

.
.



Io un saltino lì l’avrei fatto.
Giusto così.
Per bermi un bicchiere di vino e godermi lo spettacolo.
Pieno di pubblico e intenditori così.
Tutti a Verona Vinitaly, tutti a dire la loro.
Già, perché i veri intenditori sono pochi.
La maggior parte son gadani che si credono esperti e poi non sanno distinguere una coca da un chinotto.
Però fanno i fighi.
Stan lì a sventolare i polsi, a girare il bicchiere come se dovessero far sciogliere l’aspirina. 
Gente che fino ad un giorno prima non distingueva il grignolino dal cherosene, di colpo parla di annate: 
«Eh ma quella del 2002 non ha niente a che fare con quella del 1998…»


 

 



 

Ma taci… 

Ma che ne sai… io non mi ricordo neanche se nel ‘98 ero già fidanzata! 

Ma non hai una mazza, da ricordarti di più sensato? 

Sono quelli che per bere un goccio di vino ti fan due sfere dei ching così… 

E poi annusano. 

Mettono il canapione dentro e tiran su di narice. 

Cosa fai? L’areosol? 

Cosa vuoi che ci sia lì dentro? Pipì? 

Son quelli che se ti sbagli a chiedergli: Com’è sto vino? 

Loro cominciano: «Dunque… questo Brachetto ha buona personalità e voglia di dimostrare le proprie qualità». 

Un bicchiere di Brachetto? Ma si dice una roba così di un vino? 

Ma al limite del produttore! E quando il vino non è granché allora cosa devi dire? 
’Sto Barbera non si applica, ’sto Grignolino non si impegna, ’sto Zibibbo è distratto e macchia le tovaglie? 
«Naso complesso con bouquet di frutti neri e fiori appassiti». 

E che gusto sanno i fiori appassiti? Scusa tesoro amore. 

Ma secondo te io nella vita passo il tempo ad assaggiare le rose spuflite e poi a chiedermi che gusto sanno? 
«Un vino sapido con un finale lunghissimo». 

Che finale può esserci dopo un bicchiere di vino? 

Un rutto? Stiamo parlando di un vino… 
Semplifica ciciu…


 

 

 

 

Dì che se lo bevi è buono… 

Dì che non ti fa venire il mal di testa, che ti resta un buon sapore in bocca e che però devi stare attento al fondo perché viene giù quella segaturina schifida che te lo rovina. 

Con quelle manine bianche e curatine che si vede che non fai una mazza dalla mattina alla sera… 

Sempre lì tirarti il vino sulla medaglia… a tirar giù golate e a fare sciac sciac sciac con la bocca come paperino… 

Sai cosa mi fai venire voglia di fare, tu? Te lo dico. Di bere. 

Ma sai cosa? Un bicchiere di coca. 
Una media di coca fredda. Con delle bolle grosse come palloni. 

E quando annusano il tappo? Io divento matta. T

e lo dico io che odore ha il tappo, amore. Odore di vino. 
Pensa un po’. Il tappo sa di vino. Credimi.

 


 

 

 

Son sicura. Son poche cose sicure al mondo. 

Che la macchina di uno che ha il cane sa di selvatico, che i calzini puliti dopo una giornata di Clark san di gorgonzola, e che il tappo di una bottiglia di vino sa di vino, credimi sulla parola.. 

E poi io mi dico: coi vini non sarà come coi profumi? 

Che magari io sento un gusto e tu ne senti un altro? 
Come con le ascelle. Ognuno ha le sue. E una diversa dell’altra. 
Se su di te il Pico Srabam sta da dio, su di me magari sa odore di margarina rancida. 
Se su di me il Fanfaluc sa di bouquet, su di te prende il retrogusto di sgombro sott’olio.



 

 

VINO GIF 595864

 


 

 

Da La Stampa del 6/4/2007 – Impaginazione t.k.

 


 

Ciao da Tony Kospan

 

 

Barra21CAhomeiwao
Gif Animate Frecce (117)

.
.
.
.

Questo stupendo video-documento ci mostra com’era Venezia nel 1938 – Immagini ed atmosfere di un tempo   Leave a comment

 






Non so a voi… ma a me fanno davvero sognare
le vere immagini
che ci mostrano le reali atmosfere di un tempo
ed ancor di più se ci giungono da un video.




 



Fantastico video documento… che ci mostra 
come era la città più sognante del mondo nel 1938!






Chi ama le atmosfere di un tempo
ed il fascino di Venezia non può perderselo.



 
 
 
 

Ciao da Tony Kospan



frebiapouce.gif






Buona domenica pomeriggio in poesia.. Desideri di R. Cosentino – arte.. Fragonard – canzone.. Nel cuore lei   3 comments

 
 
  
 
 
 
 
   
Jean-Honoré Fragonard
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
E’ dolce quello che tu mi dici,
ma più dolce è il bacio che ho rubato alla tua bocca.
H. Heine
 
 
 
 
Jean-Honoré Fragonard – L'istruzione è tutto
 
 
 
 
 
 
 
 

 

 DESIDERI
Raffaella Cosentino
 
Voglio correre
oltre il buio
e smarrirmi nella luce.
Voglio bere
la rugiada delle foglie
e bagnarmi
nell’ebrezza di un sorriso.
Voglio ascoltare Brahms
e danzare
con l’anima in delirio.
Voglio raccogliere
un grappolo di stelle
e appenderlo
alla porta del tempo.
Voglio scrivere
una canzone d’amore
e ascoltarla
nella voce del silenzio.
Voglio rimanere
me stessa
nella folle corsa
dei miei giorni,
pagina bianche
da riempire a matita…
 
 
 
 

Jean-Honoré Fragonard – Lettera d'amore
 
 
 
 
 
 
  

 

da Tony Kospan

 

 

 

 

 

PER CHI AMA VIVER L'ARTE
I N S I E M E
 
 
 
 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: