Archivio per 26 febbraio 2015

Con Giacomo Rondinella se n’è andato un pezzo di storia della canzone napoletana e non solo   2 comments




Ai giovani d’oggi il nome di Giacomo Rondinella non dice proprio nulla
eppure è stato una vera star della canzone.. soprattutto napoletana…
 e del cinema a partire dagli anni ’50.





(Messina 30.8.1923 – Fonte Nuova 26.2.2015)



Giacomo Rondinella ha avuto mella sua carriera
 tra l’altro 2 primati… quello d’aver cantato per primo
Munasterio ‘e Santa Chiara
e quello d’aver inciso per primo
Malafemmena
la mitica canzone scritta dall’amico Totò.








Bello, simpatico e dal fisico atletico è stato
un gran dongiovanni.

Ha anche avuto il merito di scoprire e lanciare
la bellissima e bravissima Virna Lisi.




Qui con una giovanissima Virna Lisi





BREVE BIOGRAFIA

.
.


Nato per caso a Messina da genitori-cantanti
viene avviato alla carriera in Marina ma già a 21 anni
vince il primo premio in un concorso di Voci nuove.

Il vero successo però gli arride qualche anno dopo
con lo spettacolo “Carosello Napoletano
prima a teatro e poi al cinema.








Per le doti di cui ho parlato su, ma anche
per la limpida e stupenda voce,
non solo ha numerosi successi canori
ma recita anche in numerosi film dagli anni 50 agli ’80.






Poi dopo aver vissuto per un certo periodo a Toronto (Canada)
si trasferisce a Fonte Nuova,
un piccolo comune della provincia di Roma,
dove vivrà fino alla fine.



RICORDO IN… VIDEO




Per salutarlo e rendergli omaggio
ho scelto questi 2 video…
il primo per ascoltar la sua mitica voce






e quest’altro per ammirarlo come attore e come cantante
insieme ad una giovanissima e debuttante Virna Lisi.







Tony Kospan









La Religione dell’amore – Negli arcani simboli di questa poesia Sufi la visione di un amore universale   2 comments

 

 

 

 

 

Conobbi anche questa poesia,
in verità all'epoca poco nota,
attraverso la trasmissione notturna di RAI 2
INCONSCIO E MAGIA di Gabriele la Porta
ormai scomparsa…

 
 
 
 
 
 
 
 
E’ una poesia non semplice
che ha tante arcane chiavi di lettura…
dalle più semplici alle più complesse…

Ci sono infatti diverse ipotesi
dei tanti simboli nascosti nei versi.
 
 
 
 
 
 
 
 
La mia più immediata riflessione fa riferimento
all’esistenza di qualcosa… che va oltre le religioni…
oltre le filosofie… oltre le ideologie…

E questo qualcosa è
L’AMORE UNIVERSALE
che ci affratella tutti…

Amore universale visto però come vera sintesi
sia della complessità che degli apparenti contrasti della natura
e delle nostre quotidiane ingarbugliate realtà.

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 Ma provateci… proviamoci… insieme
a scoprire qualche altra chiave nascosta
con semplicità… senza problemi
così come la “sentite” così come la “sentiamo”
nel cuore e nella mente.

 

 

 

Possiamo ascoltare nel leggerla, se ci va,

questa musica new age 

 

 

 

 
 
 
 
 
LA RELIGIONE DELL’AMORE
Ibn' Arabi


Miracolo della natura!

Una gazzella velata indica un giuggiolo

e sbatte le ciglia.

Il suo pascolo giace tra le costole e le interiora,

miracolo,

un giardino in mezzo alle fiamme.

Il mio cuore può assumere ogni foggia:

Pascolo per le gazzelle,

Convento per i monaci,

Tempio degli idoli,

Caaba dei pellegrini,

Tavole della Torà,

Esemplare del Corano.

Credo nella religione dell’amore

ovunque si dirigono i suoi destrieri,

poiché l’amore è la mia religione e la mia fede.

 
 
 

 

 

 

Tony Kospan

 

 

 

stars.gif stars picture by RaiodeLuarstars.gif stars picture by RaiodeLuarstars.gif stars picture by RaiodeLuar

SE IL BLOG TI PIACE
I S C R I V I T I

 
 

 
 

Se potessi avere mille lire al mese – Mitica canzone di un tempo…   3 comments

 
 

“Se potessi avere mille lire al mese”

cantava Umberto Melnati

nel film omonimo…

– Mille lire al mese – del 1939




 
 
 
 
 
MILLE LIRE AL MESE


ATMOSFERE E NOTE… D’UN TEMPO…


a cura di Tony Kospan
 
 
 
 
Alida Valli nel film
 
 

 

La canzone ebbe gran successo…


 


Successo che è poi proseguito


fino ai nostri giorni…

 
 
 
 
 
  
 
Oggi certo non ci bastano neanche lontanamente…


1000 lire al mese…


(poco di più di cinquanta centesimi attuali)


anzi non ci bastano affatto nemmeno 1000 euro al mese… A bocca aperta


ma in questi tempi di crisi con la disoccupazione che avanza


forse i  1000 euro sono tornati ad esser un sogno per molti.
 
 
 
 
 
 
Questa qui giù è l'ultima versione della banconota


di mille lire prima dell'avvento dell'euro..
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Ora alcune immagini di quel 1939


per assaporarne l'atmosfera…



 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
Oggi questa canzone rimane simpatico e storico simbolo


dell’aspirazione… dell’italiano medio…


ad una vita di tranquillo… benessere…  
 
 
 
 
 

Ascoltiamola… ora qui nella versione originale

cantata da Natalino Otto potendo nel contempo


leggere il testo…
 
 


 
  
 
 
 
Se si vuole… possiamo ascoltarla anche qui…


in questo video… dove vi sono


anche bellissime immagini di quel tempo…


e… della mitica… Mille Lire
  
 
 
 
 
 

Ciao da Tony Kospan


 

stars.gif stars picture by RaiodeLuarstars.gif stars picture by RaiodeLuarstars.gif stars picture by RaiodeLuarstars.gif stars picture by RaiodeLuar
 LA TUA PAGINA DI FB… DI SOGNO ?
psiche6.jpg PSICHE E SOGNO picture by orsosognante
  
 

Pubblicato 26 febbraio 2015 da tonykospan21 in CANZONI DI UN TEMPO..., Senza categoria

B uon giovedì in poesia.. Se noi non avessimo amato di O. Wilde – arte.. J.A. Watteau – canzone.. Giulia   4 comments

 
 
 

Jean-Antoine Watteau  – Lezione d'amore

 
 
 
 
 
Beati coloro che si baceranno sempre al di là delle labbra,
varcando il confine del piacere, per cibarsi dei sogni.
Alda Merini
 
 
 
 
 
 
Jean-Antoine Watteau – Canzone d'amore
 
 
 
 
SE NON AVESSIMO AMATO…
Oscar Wilde
 
Se noi non avessimo amato,
chissà se quel narciso avrebbe attratto l’ape
nel suo grembo dorato,
se quella pianta di rose avrebbe ornato
di lampade rosse i suoi rami!
Io credo non spunterebbe una foglia
in primavera,
non fosse per le labbra degli amanti
che baciano,
non fosse per le labbra dei poeti
che cantano.
 
 
 
 

Jean-Antoine Watteau – Lezione di musica
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
by Tony Kospan
 
 
 
 
 

Felice notte con la bella minipoesia… Gli attimi segreti… di Astrid Tollefsen…   1 comment

 
 
 
 
 
 
 
 
 
GLI ATTIMI SEGRETI
Astrid Tollefsen
 
Gli attimi segreti
ci profumano accanto
sia presto che tardi
nel giorno,
gli attimi segreti
alzano i loro visi verso noi
sia presto che tardi
nella vita.
In questa luce di rugiada,
in questa oscurità di fiori
restiamo vicini
fin tanto che…
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
BY TONY KOSPAN
 
 
 
 
 

Pubblicato 26 febbraio 2015 da tonykospan21 in BUONANOTTE IN MINIPOESIA

Taggato con ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: