Archivio per 12 aprile 2014

Riflessioni dopo la fine di un amore… – Il silenzio colpevole   11 comments

 

Propongo alla vostra lettura questo brano

e, se vi va, sarei curioso di conoscere il vostro parere



RIFLESSIONI DOPO LA FINE DI UN AMORE

 

 

 

 

 

 

LE COSE PIU' IMPORTANTI LE DICIAMO SENZA VOCE


 

 





 

Le cose più importanti, come sempre,

noi le diciamo senza voce.

Massimo Bubbola

 

 

 

Avrei voluto diventare Dostoevskij per curvare le parole

Per ogni piega, ogni distanza, ogni riflesso che ci scardinava il cuore

Avrei voluto insieme a te rubare l'acqua della Luna

Ma come Orlando ho perso il senno e ho perso anche la fortuna.

 

Avrei voluto cancellare dai tuoi occhi quella noia e quella solitudine

Ma allora davo troppe cose per scontate e non ti seguivo più.


Come la pioggia anche l'amore rinfresca una stagione ostile

Come la pioggia anche l'amore è destinato poi a finire.


Le cose più importanti come sempre noi le diciamo senza voce

Basta guardarsi dietro il vetro di un perdono o sotto un battito di luce

E il pianto vero non ha lacrime, né spettatori né rifugio

Ci siamo persi in un bicchiere e ritrovati in un naufragio.

 

Avrei voluto diventare Dostoevskij per curvare le parole

Per ogni piega, ogni distanza, ogni riflesso che ci scombinava il cuore


Avrei voluto insieme a te rubare l'acqua della Luna

Ma come tanti ho perso il tempo e ho perso anche la fortuna.

 

 

    

 

 

  

 

 

Cosa ne pensate?

 

 

Orso Tony

 

P O E S I E ?
FANTMONDOPOESIA.jpg picture by orsotony21
UN MODO DIVERSO DI VIVERLE… 
 

Il Pinturicchio… pittore del ‘400 – Breve ricordo ed alcune sue opere…   Leave a comment



Ritorno di Ulisse



Bernardino di Betto Betti meglio noto come Pinturicchio…




(Perugia 1452 c/a – Siena 11.12.1513)




Perché Pinturicchio?


Semplice… perché era di piccola statura…

e tutti lo chiamavano così…

ma a lui piaceva molto questo soprannome

al punto che firmò dei dipinti proprio così…







Ancor oggi è conosciuto… con questo nome

che fu rievocato dall'Avvocato Agnelli

volendo paragonare Del Piero ad un pittore.




Decorazione soffitto




E' stato un artista della scuola Umbra del '400

dalla notevole tecnica

e  bravo in tutti i generi di pittura.



Ritratto di ragazzo



Fu anche uno degli artisti che si impegnarono

nella riscoperta e nello studio della classicità romana

(andava a copiare i dipinti della Domus Aurea a Roma)

elemento essenziale poi del Rinascimento italiano.




Annunciazione




Fu ricordato anche dal Vasari


In questo bel video possiamo ammirare

un'ampia serie di dipinti




L'aritmetica




Tony Kospan





Flowers_tiny_PH.gif picture by Lilith_RJ2Flowers_tiny_PH.gif picture by Lilith_RJ2Flowers_tiny_PH.gif picture by Lilith_RJ2Flowers_tiny_PH.gif picture by Lilith_RJ2Flowers_tiny_PH.gif picture by Lilith_RJ2

IL GRUPPO DI CHI AMA
VIVER L'ARTE… INSIEME
Ripped Note

Pubblicato 12 aprile 2014 da tonykospan21 in ARTE

Taggato con , , ,

Buon sabato in poesia – Il principe di Hesse – arte.. D. G. Rossetti – canzone.. Anche per te – e..   2 comments

 
 

 
 
 
 
 
Dante Gabriel Rossetti
 
 
 
 
 
 
 
 

[:happygirl:3][:happygirl:3][:happygirl:3][:happygirl:3][:happygirl:3][:happygirl:3][:happygirl:3][:happygirl:3][:happygirl:3][:happygirl:3]

 
Solo nei sogni gli uomini sono davvero liberi,
è da sempre così e così sarà per sempre.
John Keating
 

[:happygirl:3][:happygirl:3][:happygirl:3][:happygirl:3][:happygirl:3][:happygirl:3][:happygirl:3][:happygirl:3][:happygirl:3][:happygirl:3]

 
 
 

 

Dante Gabriel Rossetti – Joli coeur

 
 
 
IL PRINCIPE
~ Hermann Hesse ~ 

Volevamo costruire assieme
una casa bella e tutta nostra
alta come un castello
per guardare oltre i fiumi e i prati
su boschi silenti.
Tutto volevamo disimparare
ciò che era piccolo e brutto,
volevamo decorare con canti di gioia
vicinanze e lontananze,
le corone di felicità nei capelli.
Ora ho costruito un castello
su un'estrema e silenziosa altura;
la mia nostalgia sta là e guarda
fin alla noia, ed il giorno si fa grigio
– principessa, dove sei rimasta?
Ora affido a tutti i venti
i miei canti arditi.
Loro devono cercarti e trovarti
e svelarti il dolore
di cui soffre il mio cuore.
Devono anche raccontarti
di una seducente infinita felicità,
devono baciarti e tormentarti
e devono rubarti il sonno –
principessa, quando tornerai?
 
 
 
 
 

La Bella Mano (1875) – Dante Gabriel Rossetti

 

 

 
 
 
 
bom-fim-de-semana-016-1.gif picture by flor_do_campo
 
a tutti da Orso Tony
 
 
 

 
 
 

LA TUA PAGINA
CULTURALE E DI SOGNO
DI FACEBOOK?
 
 
 
 
 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: