Archivio per 31 ottobre 2012

LA TAZZA DI TE’ – PICCOLA GRANDE STORIELLA ZEN   5 comments

 

 

Breve ma significativo raccontino di saggezza

 

 

 

 

LA TAZZA DI TE’

 

 

    Nota

 

 

 

 

Un filosofo si recò un giorno da un maestro Zen e gli dichiarò:


“Sono venuto a informarmi sullo Zen, su quali siano i suoi principi ed i suoi scopi”.

 

“Posso offrirti una tazza di tè?” gli domandò il maestro.

 

E incominciò a versare il tè da una teiera.

 

Quando la tazza fu colma, il maestro continuò a versare il liquido, che traboccò.

 

“Ma che cosa fai?” sbottò il filosofo. “Non vedi che la tazza è piena?”

 

“Come questa tazza” disse il maestro “anche la tua mente è troppo piena di opinioni e di congetture perché le si possa versare dentro qualcos’altro..

 

Come posso spiegarti lo Zen, se prima non vuoti la tua tazza?”

 

 

 

 

 

 

La mente non può che fare riferimento al passato ed a quanto le è noto.

Tutto ciò che riceve, lo interpreta alla luce delle precedenti esperienze ed opinioni.

In tal modo, però, impedisce un approccio diretto e fresco verso la realtà.

Se non liberiamo la mente non c’è modo, quindi, di apprendere nulla di veramente nuovo. 

 

 

 

 

 

 

DAL WEB – IMPAGINAZ. T.K.

 

 

 

TONY KOSPAN

 

 

 

 

IL SALOTTO CULTURALE DI FB?
 
samp5873205a0f06c928.jpg PSICHE E SOGNO picture by orsosognante
 
 
 
 

PRESI LE BRIGLIE – JIMENEZ – BUONANOTTE IN MINIPOESIA   Leave a comment

 
 
 
 
 
 
 
 
PRESI LE BRIGLIE
Juan Ramon  Jimenez

 
Presi le briglie,
andai in giro a cavallo dell’alba;
penetrai, candido, nella vita.
Come mi guardavano, folli,
i fiori del mio sogno,
tendendo le braccia alla luna!
 
 
 
 
2358gg8.gif bonne nuit ... image by ange_093
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 Sogni sereni…
by Tony Kospan
 
 
 
 
 
stars.gif stars picture by RaiodeLuarstars.gif stars picture by RaiodeLuarstars.gif stars picture by RaiodeLuarstars.gif stars picture by RaiodeLuar
IL NUOVO GRUPPO DI
GOOGLE PLUS
DI POESIA E CULTURA
I N S I E M E
CON LEGGEREZZA
 
 
 

Pubblicato 31 ottobre 2012 da tonykospan21 in BUONANOTTE IN MINIPOESIA, Senza categoria

PORTA UN BACIONE A FIRENZE – O. SPADARO – CANZONE E SENTIMENTI SENZA TEMPO   Leave a comment

 

 

 
 
 
 
Sep27
 
 
 
 
ATMOSFERE STORIE E NOTE… D'UN TEMPO…
a cura di Tony Kospan
 
 
 
 
 
 
PORTA UN BACIONE A FIRENZE
Di Lazzaro – Bruno (1938)
 
 
 
Siamo nell'anno in cui l'Italia vince il suo secondo
Campionato del mondo…
 
 
 
 
 
 
 
ma anche nell'anno in cui vengono emanate le leggi razziali…
 
 
 

 
 
 
quando nasce questa canzone innegabilmente legata
al suo primo e massimo interprete,
 
 
 
 
 
il fiorentinissimo Odoardo Spadaro
(Firenze 1893 -1965)
 
 
 
La Fiat 508
 
 
 
Il “bacione” poi era realmente legato alla nostalgia degli emigranti.
che Spadaro, all'epoca del fascismo,
frequentava moltissimo preferendo andare in giro per il mondo…
piuttosto che stare in Italia…
 
 
 
il mitico Tazio Nuvolari in veste di… fotografo
 
 
 
Fu, anche grazie a ciò,
che egli fu uno dei primi (ed ancor oggi pochi) artisti italiani
della canzone internazionalmente conosciuti.
 
 
 
 
1938 – Vivacious Lady
 
 
 
La canzone poi nel 1955 divenne un fim…
 
 
 
 
 
 
ed in epoca più recente è stata riportata in auge da Nada.
 
 
 
 
 
 
Veniamo ora alla canzone
che possiamo ascoltare proprio cantata da Spadaro
leggendone anche il testo…
 
 
 
Nota
 
 
 
e se ci va…
ascoltarla nell'interpretazione di Carlo Buti
in questo video…
con belle immagini fiorentine…
 
 
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

LA PAGINA DI SOGNO DI FB
 
 
 

RIPENSO IL TUO SORRISO – MONTALE – BUON POMERIGGIO IN POESIA ARTE… E…   Leave a comment

 

 

Allegoria del trionfo di Venere – Bronzino

 

 

 

 

Sep74

 

L’anima nasce dalla bellezza e di bellezza si nutre.

Ne ha bisogno per vivere.

James Hillman

 

barra__7hrts.gif picture by indiaguerreira

 

 

 

Ritratto di dama in verde – Bronzino
 
 
 
 
RIPENSO IL TUO SORRISO…
Eugenio Montale
 
 

Ripenso il tuo sorriso, ed è per me un’acqua limpida

scorta per avventura tra le pietraie d’un greto,

esiguo specchio in cui guardi un’ellera e i suoi corimbi;

e su tutto l’abbraccio di un bianco cielo quieto.

 

Codesto è il mio ricordo; non saprei dire, o lontano,

se dal tuo volto si esprime libera un’anima ingenua,

vero tu sei dei raminghi che il male del mondo estenua

e recano il loro soffrire con sé come un talismano.

 

Ma questo posso dirti, che la tua pensata effigie

sommerge i crucci estrosi in un’ondata di calma,

e che il tuo aspetto s’insinua nella memoria grigia

schietto come la cima di una giovane palma…

 

 

 

 San Matteo – Bronzino

 
 
 
 
 
160x65160x65160x65
 
 
 
 

 

a tutti da

 

Tony Kospan

 
 
 
 
 
 
 

IL MONDO DELL’ARTE
E DEGLI ARTISTI
NEL GRUPPO DI FB
 
 
 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: