NESSUN UOMO E’ UN’ISOLA (2) – J. DONNE – POESIA SUBLIME…   5 comments

 

 
 
 
 
 
 
NESSUN UOMO E’ UN’ISOLA
JOHN DONNE

 

 

 

  

 

COME VI AVEVO PREANNUNCIATO C’E’ UN’ALTRA POESIA
CON LO STESSO TITOLO DI QUELLA CHE ABBIAMO LETTO
QUALCHE TEMPO FA… SEMPRE DI JOHN DONNE…

NESSUN UOMO E’ UN’ISOLA (Meditation XVII)

 

 

 

 
 
 
 
 
 
 
A mio parere anche questa
è una poesia profondissima…
 
Qui però più che un inno all’amicizia…
il poeta giunge ad una visione altissima
dell’Umanità… vista come un INSIEME…
di cui ciascuno di noi è parte…
 
Parte importante che, come in un puzzle,
forma un dipinto molto più ampio…
e quando qualcuno viene meno…
ne soffre, sia tutto l’insieme…,
che ciascun uomo…
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Il verso finale 
“Per chi suona la campana”
fu usato come titolo di un suo famoso romanzo
da Ernest Hemingway
 
 
 
 


John Donne (Londra, 1572 – 31 marzo 1631)
 
 
 
 
 
John Donne, poeta e religioso inglese,
riusciva a raggiungere, come si vede in questi versi,
 vette di altissima spiritualità…
che condivideva con carnalissime tentazioni…
e la cosa, lungi dallo stupire…,
ci fa comprendere l’estrema complessità
dell’animo umano… 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
  132x173132x173132x173132x173132x173132x173132x173132x173132x173132x173132x173 
 
 
 
NESSUN UOMO E’ UN’ISOLA
John Donne
 
 
 
Nessun uomo è un’isola,
completo in sé stesso;
ogni uomo è un pezzo del continente,
una parte del tutto
 

Se anche solo una zolla
venisse lavata via dal mare,
l’Europa ne sarebbe diminuita,
come se le mancasse un promontorio,
come se venisse a mancare
una dimora di amici tuoi,
o la tua stessa casa.

  La morte di qualsiasi uomo mi sminuisce,
perché io sono parte dell’umanità.
E dunque non chiedere mai
per chi suona la campana:
essa suona per te.

 

 

 

 

COSA NE PENSATE?

 

TONY KOSPAN

 

 

 IN FACEBOOK
 
 
 
 

Pubblicato 18 novembre 2011 da tonykospan21 in POESIE SUBLIMI, Senza categoria

5 risposte a “NESSUN UOMO E’ UN’ISOLA (2) – J. DONNE – POESIA SUBLIME…

Iscriviti ai commenti con RSS .

  1. Ciao Orsto Tony sempre grazie per tutti i tuoi contributi, che con passione dedichi a tutti noi un angolo di poesia cultura e armonia.

    "Mi piace"

  2. Ciao Orso Tony sempre grazie per tutti i tuoi contributi, con passione dedichi a tutti noi un angolo di poesia cultura e armonia.

    "Mi piace"

  3. Ciao Tony … un poeta, filosofo, con un animo aperto e la mente … E ‘la poesia adorabile… grazie…

    "Mi piace"

  4. Siamo tutti isole di un grande arcipelago. John Donne descrive in modo romantico la “resposabilità” di far parte di un tutt’uno. Da sempre ma oggi più che mai, l’egoismo umano difficilmente ce lo fa ricordare.

    "Mi piace"

  5. IL GRAMMATICO ED IL DERVISCIO…
    Rumi
    In una notte senza luna un derviscio, passando vicino a un pozzo prosciugato, sentì un grido: una voce cavernosa chiedeva aiuto.
    “Chi c’è laggiù?”, chiese il derviscio, sporgendosi.
    “Sono un grammatico e, poiché non conosco la strada, sono caduto inavvertitamente in questo profondo pozzo dove mi trovo ora, praticamente immobilizzato”, rispose la voce.
    “Tieniti, amico, vado a prendere una scala e corda”, disse il derviscio.
    “Un momento, prego”, rispose il grammatico. “La tua sintassi e la tua pronuncia sono difettose; ti prego di correggerle”.
    “Se questo è così importante per te, più importante dell’essenziale”, gridò il derviscio, “allora è meglio che tu rimanga lì dove sei finché io non imparo a parlare correttamente”.
    E proseguì per la sua strada.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: