Archivio per 1 settembre 2011

IL CERCHIO DELL’ARMONIA – V. RESCIGNO – FELICE W. E. IN POESIA E NON SOLO…   Leave a comment

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Image and video hosting by TinyPic
 
 
 
 
 
 
Se tu fossi una lacrima,
io non piangerei per paura di perderti.
Jim Morrison
 
 
 
 
 
 
 
 
 
IL CERCHIO DELL’ARMONIA
Vincenzo Rescigno

Braccia che ti circondano
con tanta tenerezza,
s’un caldo sen t’attiran
preludio alla bellezza
di magici momenti
che l’estasi ti dan.
Risveglian sentimenti
che sanno di magia
chiudendoti in un cerchio
di magica armonia,
d’un corpo a un altro stretto,
frementi di passione,
due cuori un solo petto
due corpi in dolce unione
 
 
 
 
 
 
 

 
 
A TUTTI DA

anm80eace5fe13df6eb.gif image by orsosognante
 
 
 

IN UN ATTIMO – ALDA MERINI – FELICE NOTTE IN MINIPOESIA   6 comments

 
 
 
 
 
 
 
IN UN ATTIMO
Alda Merini

O demone in un attimo
mi porti lontano verso di lui
che crudelmente mi bacia
in cerca di un’avventura.
 
 
 
 
 
 
 
 
Sogni d’oro
 
by Tony Kospan
 
 
 

 
 
 

Pubblicato 1 settembre 2011 da tonykospan21 in BUONANOTTE IN MINIPOESIA, Senza categoria

LETTERE D’AMORE TRA POETI – DA AMALIA G. A GUIDO GOZZANO – 1°   1 comment

 
 
 
 
 
 
160x65160x65160x65
 
 
 
 
LE PIU’ BELLE
LETTERE D’AMORE

 
 
Stavolta trattiamo di una storia d’amore
tra… poeti…
 
 
 
Amalia Guglielminetti
 
 
e
 
 
 

Guido Gozzano
 
 
 
 
Le storie d'amore tra poeti sono rare
ma non rarissime e spesso sono… “difficili”.
 
 
Questa ne è un esempio
ma forse la loro storia in fondo non è dissimile affatto
da quelle di chi poeta non è…
come leggeremo… in seguito…
 
 
 
 
 
Nota

 
 

 
 

DA AMALIA A GUIDO…

Martedì (24 marzo 1908)

Perché mi fate piangere, Guido, perché mi fate rimpiangere quel poco che v’ho dato di me?
Non dovevo venire con Voi quel giorno per soffrirne dopo, così, per vedermi tolta anche la piccola dolcezza di sentirvi qualche volta vicino.
E così poca cosa la vita e così breve per negarci qualche poco della sua bellezza per tormentarci volontariamente anche quella piccola parte di bene che ci concede?

Voi vi dite corazzato anzi insensibile ad ogni ferita. Io no, mio dolce Amico, o vi voglio bene e soffro crudelmente di sentirvi tanto lontano.
Mi pare di trovarmi più sola in quest’ombra grigia di banalità che ci circonda, sento d’aver smarrito qualche cosa di più leggero, di più chiaro, di più elevato, l’amico che mi comprende, il fratello che sogna i miei sogni e gioisce della mia gioia, la tenerezza che blandisce e riscalda il cuore.

Io non voglio che tu mi sfugga, Guido, io non voglio che tu mi segua di lontano come un estraneo, che tu mi riveda ancora un giorno lontano quando forse i miei capelli non saranno più tanto bruni e la mia bocca fresca e i miei occhi lucenti.
Lascia ch’io ti dica tu come un compagno, ch’io non senta fra noi il gelo di quella parola dura.
Io ti sono compagna ora senza tremori e senza fremiti, sorella della tua anima.

Io ti saprei baciare la fronte con un sorriso sereno come si bacia un bambino.
No, noi non abbiamo ancora sepolto nulla di noi stessi.
Io sono per te come il primo giorno che ti vidi, non sazia, né stanca, né oppressa dalla più piccola parte di te.
Sei nuovo e fresco al mio spirito come allora che m’eri ignoto.

Ogni tua parola è come una piccola luce che ti rischiara un momento
e ch’io guardo risplendere con gioia nuova ogni volta che tu parli.

E un senso strano ch’io non so dire, ma che non ho mai sentito per altri, una malia, quasi, che è credo, una occulta profonda fraternità, un oscuro legame spirituale che ci unisce anche nostro malgrado. Ma tu non provi questo fascino, lo so, poiché mi respingi dopo alcune ore di comune vita, mi allontani con un gesto che mi pare un urto di disdegno.

Forse io non sono stata con te, quel giorno, quella della tua attesa.

 

 

 

 

continua

 

 
da Tony Kospan

 

 

 

Pubblicato 1 settembre 2011 da tonykospan21 in AMORE AMICIZIA

Taggato con ,

NON SOLO IL FUOCO – NERUDA – FELICE GIOVEDI’ E FELICE SETTEMBRE IN POESIA E…   Leave a comment

 

 

 

Cari amici siamo a… Settembre…

mese per molti versi davvero affascinante

(ma ne parleremo più avanti)

 

e nel contempo… l’Estate sta finendo…

 
 
Per chi l’ha attesa tanto…
ed ha cercato di viverla al meglio,
è un momento non di gioia… ma di consapevolezza
che un nuovo ciclo naturale sta per iniziare…
 
 
 
 
 
Godiamoci ancora, se possiamo, sole… mare e temperature miti…
 
(Mah… visto questo caldo… Sole altro che miti…A bocca aperta)

Intanto…

 

 

 

 

 
ornament.gif picture by lindasombrita
 
Ci sono più catene senza amore
che amori senza catene…
Tony Kospan
 
ornament.gif picture by lindasombrita
 
 

Nota
(Chagall)

 

 

NON SOLO IL FUOCO

~ Pablo Neruda ~
 

Ahi, sì, ricordo,
ahi, i tuoi occhi chiusi
come pieni dentro di luce nera,
tutto il tuo corpo come una mano aperta,
come un grappolo bianco della luna,
e l’estasi,
quando un fulmine ci uccide,
quando un pugnale ci ferisce nelle radici
e una luce ci spezza la chioma,
e quando
di nuovo
torniamo alla vita,
come uscissimo dall’oceano,
come tornassimo feriti
dal naufragio
tra le pietre e l’alghe rosse.

Ahi, vita mia,
non solo il fuoco tra noi arde,
ma tutta la vita,
la semplice storia,
l’amore semplice
di una donna e d’un uomo
uguali a tutti gli altri.

 

 

(Chagall)
 
 
 
 
 
 
par Ours Antoine
 
 

DIVERTENTISSIME ORIGINALISSIME E SORPRENDENTI FRASI DI BAMBINI…   Leave a comment

 
 
 
 
 

E' grandiosa la simpatia e l'originalità 
delle spontanee espressioni dei bambini…
 

Qui potremo leggere alcuni classici esempi…
assolutamente da non perdere…
 
 
  
 
 
 
 
 
 
 
DIVERTENTI E DOLCI FRASI DI BAMBINI
 PER UN PO' DI RELAX…
 
 
 
 
 
 
 
 
 
“Si sta bene in questa casa, è molto morbida.”

“Ma come sono fatti i fucili dei buoni ?”
“Mi sono scontrato con Carmelo e ho pianto un metro.”
“Papà, tu e la mamma vi baciate con la bocca aperta o chiusa ?”
“E’ quasi mattina e io sono bello.”
“Per dormire non mi piace contare le pecore, posso contare i puffi ?”
“Io sono un leghista perché gioco sempre con il lego.”
“Il Vangelo è un libro in stampatello minuscolo.”
“Domenica pioveva e siamo rimasti a casa a fare dei pettegolezzi.” 
 
 

 
 
 
 
“Fa Gesù che i bambini poveri che mangiano il fango, abbiano dei soldi.”

“Papà per il mio compleanno vorrei dei baffi come i tuoi, ma più piccoli.”
“Mio papà è bello perché assomiglia a Conan il Barbaro.”

“Ma insomma, cos’è il sesso ?”
“Gesù fa che i bambini che stanno per essere uccisi stiano bene.”
“Il bacio francese è quando ci si tocca la lingua ? “
“Nonno, ma tu come hai fatto a diventare vecchio ?”
 
 
 

 
 
 
“Quando faccio un disegno col pensiero nel nulla mi viene benissimo.”
“L’anima è quello che quando muori sta fuori dalla cassa.”
“Papà, secondo te è meglio averlo uno scopo nella vita ?”
“Ma se io non esistessi, cosa farei ?”
“Papà, la luna ci sta seguendo !”
“Ma cosa fa Dio tutto il giorno ?”
 
 
 

 
   
“Quando è che si può cominciare ad avere la morosa ?”

“Perché il papà dovrebbe morire se non è morto fino adesso ?”
“Papà, come mai la nonna non ha figli ?”
“Uno può fare il suo compleanno quando c’è la fine del mondo ?”
“Il problema di sognare che stai sognando è che devi svegliarti due volte.”
“Il mondo è come un disegno colorato tutto.”
“Noi siamo vecchi ? Ma i vecchi dopo diventano giovani ? “
“Mamma, ma quando viene il giorno della pace ? “ 

 

 

 
 
“A Natale il papà racconta di aver incontrato Babbo Natale che quando lo ha visto gli ha strizzato l'occhio e gli ha consegnato il sacco coi regali… Laura diventa molto seria e chiede al papà : “ma quando ti ha strizzato l'occhio ti ha fatto molto male?”
 
“Dopo aver visto la favola di biancaneve : “mamma sai cosa è un principe ? E' un signore con un cavallo sotto!”

“Mamma, è vero che quando finiscono le guerre non faranno più il telegiornale ?”
 
“Mamma, chi é mio figlio ?”
 
“Io in piscina con i braccioli so nuotare, senza i braccioli so annegare”

 
 
 
 


 
 “Avevo raccontato a mio figlio marco di tre anni la storia di cappuccetto rosso. Dopo due giorni incontriamo una mia conoscente incinta e spiego a mio figlio che la donna ha un bimbo in pancia. Marco preoccupato mi dice: – ma allora anche lei mangia i bambini come il lupo di cappuccetto rosso- ?
“Zia, ma Gesù a Pasqua quando è risorto ha fatto il buco nell'ozono”?
 
 
 
 
 

 

 
 
 
 
TESTO DAL WEB – IMPAG. T.K. 
 
 
 
 
CIAO DA TONY KOSPAN
 
 
 
 
 

SE IL BLOG TI PIACE
I S C R I V I T I
O METTILO NEI PREFERITI
 
 
 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: